docet

Normativa Europea, Nazionale e Regionale sulla classificazione e certificazione energetica degli edifici, accreditamento tecnici, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
giangi71
Messaggi: 99
Iscritto il: ven giu 29, 2007 13:08

docet

Messaggio da giangi71 »

in che modo il docet può essere strumento di supporto nella redazione dell'AQE di un edificio o appartamento? grazie

albertone
Messaggi: 126
Iscritto il: ven mar 30, 2007 18:50

Re: docet

Messaggio da albertone »

io per lo più lo uso come supporto per eseguire un controllo...comparo i fabbisogni docet con quelli calcolati con metodi più precisi e verifico che i risultati ottenuti siano almeno paragonabili... si tratta ovviamente di una opinione personale...
ciao.

giangi71
Messaggi: 99
Iscritto il: ven giu 29, 2007 13:08

docet

Messaggio da giangi71 »

e quali sarebbero questi metodi più precisi?

jerryluis
Messaggi: 2396
Iscritto il: mer apr 04, 2007 20:46
Località: Nella Regione delle Banane

Re: docet

Messaggio da jerryluis »

giangi71 ha scritto:e quali sarebbero questi metodi più precisi?
Io non ho mai usato il docet, l'ho visto fare ad un mio amico e sono stato attento che introducesse delle grandezze corrette di trasmittanza delle murature, finestre ecc.
è arrivato ad un fabbisogno medio circa 2,5 volte quello che ho verificato nella realtà!!
Cioè, per la stessa abitazione che consuma circa 2500 lt. di gasolio/anno da circa 100m2, lui con il docet ha ottenuto un fabbisogno di 530 kwh/(mqanno), io con quel semplice rapporto ottengo quasi 300kWh/m2anno ...
Il problema sta che con la mia valutazione diretta ottengo un numero sensato senza neanche conoscere le murature; con il docet, gli ho visto usare anche il best class, ottengo dei numeri spropositati...

Con quei software non si introducono tanti variabili, per cui anche la probabilità di errore è ridotta all'osso, ma i rusltati mi hanno fatto riflettere...

albertone
Messaggi: 126
Iscritto il: ven mar 30, 2007 18:50

Re: docet

Messaggio da albertone »

i metodi più precisi sono in effetti i seguenti:

1) analisi dei consumi effettivi relativi al periodo precedente agli interventi.(quando ci sono)
2) esame delle strutture e dell'impianto oggetto dell'intervento ed utilizzo di programmi un pò più "raffinati". Per esempio ec500 va bene ma ce ne sono anche altri.
3) confronto tra i risultati ottenuti con i due metodi.
4) controllo Docet o altro applicativo analogo per ulteriore scrupolo.
è tutto.
almeno credo!
ciao.

Rispondi