USCITE DI SICUREZZA E MANIGLIONI ANTIPANICO

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

USCITE DI SICUREZZA E MANIGLIONI ANTIPANICO

Messaggioda Manu » mar nov 03, 2009 20:32

Nel caso di una porta utilizzata come uscita di sicurezza, a due ante, dotata di maniglione antipanico a spinta, è corretto che per consentire l'apertura della porta debba necessariamente essere esercitata la spinta su una delle due ante piuttosto che sull'altra?
Mi spiego meglio: se l'anta destra è la principale ed io esercito la spinta sulla sinistra, la porta non si apre oppure non si apre con la facilità che dovrebbe essere a principio del suo funzionamento. :shock:
A questo punto mi chiedo se sulla porta o sul maniglione debba essere ben evidente quale delle due ante è la principale in modo da consentire la facile apertura della porta. :?: :?:

Spero di essermi spiegata chiaramente! :mrgreen:

Grazie aspetto le vostre considerazioni.
Manu
 
Messaggi: 126
Iscritto il: mar mag 06, 2008 16:29

Re: USCITE DI SICUREZZA E MANIGLIONI ANTIPANICO

Messaggioda Terminus » mar nov 03, 2009 21:09

La condizione essenziale è che la forza necessaria per aprire l'anta non sia superiore a 100N (gli americani consentono di arrivare sino a 133N).
Questa forza deve vincere eventuali sovrapressioni tra un ambiente e l'altro (pensa ai filtri a prova di fumo mantenuti in sovrapressione) ed anche la forza del dispositivo di autochiusura delle ante.

In effetti, in presenza di due ante, la sollecitazione per l'apertura di quella secondaria (ovvero quella che si chiude per prima e si apre per ultima) può essere eccessiva (il problema non sussite in ante 90+30 dove certamente si va ad agire prima sull'anta principale, ma può esserci per ante 60+60).
Verifica che, anche agendo sull'anta secondaria, riesci a spostare quella primaria di quel tanto per consentire l'apertura della prima, con una forza inferiore a quanto detto sopra.
Eventualmente fai tarare le molle di chiusura al minimo indispensabile.
Terminus
 
Messaggi: 4569
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: USCITE DI SICUREZZA E MANIGLIONI ANTIPANICO

Messaggioda Manu » mer nov 04, 2009 11:50

Come sempre grazie per la risposta
Ti riferiscri alle molle di autochiusura delle porte?
Perchè nel mio caso le uscite di sicurezza non ne sono dotate...
Un'altra cosa: come faccio a sapere che la spinta non supera i fatidici 100 N?
Dovrei essere in possesso di qualche marchingegno per poterlo verificare? O forse il serramentista avrebbe dovuto verificare il rispetto di tale condizione?!
Mamma che caos...
Manu
 
Messaggi: 126
Iscritto il: mar mag 06, 2008 16:29

Re: USCITE DI SICUREZZA E MANIGLIONI ANTIPANICO

Messaggioda giotisi » mer nov 04, 2009 13:00

A mio avviso è il serramentista che deve garantire il rispetto della condizione di norma.

Ricordo che ai sensi della 14351 un serramento marcato CE + un maniglione antipanico marcato CE ..... NON FANNO UN USCITA di sicurezza marcata CE, perchè cambia sostanzialmente il sistema di attestazione: ergo, dal 1.febbraio, ne vedremo delle belle.
giotisi
 
Messaggi: 909
Iscritto il: mer mag 27, 2009 11:52
Località: brescia

Re: USCITE DI SICUREZZA E MANIGLIONI ANTIPANICO

Messaggioda Terminus » mer nov 04, 2009 13:24

Si la situazione è complessa.
Ad oggi le porte REI sono omologate e non marcate CE, quindi ne viene attestata solo la resistenza al fuoco e non altre caratteristiche.
I maniglioni antipanico sono marcati CE (a proposito entro novembre 2010 si dovranno sostituire tutti i vecchi dispositivi non marcati), ma nelle prove viene verificata la forza necessaria all'azionamento del dispositivo di apertura e non la forza necessaria ad aprire la porta.
Cmq le prove di attestazione di conformità sono svolte su porte da 100kg o 200kg (a seconda del dispositivo), pesi che difficilmente si raggiungono in porte REI.
Per porte non REI non conosco le condizioni di prova per i prodotti marcati CE.
Giotisi, che succede da febbraio?
Terminus
 
Messaggi: 4569
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: USCITE DI SICUREZZA E MANIGLIONI ANTIPANICO

Messaggioda Manu » mer nov 04, 2009 13:53

[quote="Terminus"](a proposito entro novembre 2010 si dovranno sostituire tutti i vecchi dispositivi non marcati)[quote]

:o OH! Caspita!
Potreste darmi il riferimento normativo che impone la sostituzione? Io ero al corrente dell'obbligo di marchiatura CE dal Gennaio 2010 per le nuove installazioni... :oops:
Ma addiritura la sostituzione di quelli esistenti... :roll:
Manu
 
Messaggi: 126
Iscritto il: mar mag 06, 2008 16:29

Re: USCITE DI SICUREZZA E MANIGLIONI ANTIPANICO

Messaggioda Terminus » mer nov 04, 2009 14:10

DM 03/11/04 art.5
Terminus
 
Messaggi: 4569
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: USCITE DI SICUREZZA E MANIGLIONI ANTIPANICO

Messaggioda giotisi » gio nov 05, 2009 00:55

@terminus
la UNI EN 14351-1 , marcatura CE delle finestre e porte esterne pedonali diventa obbligatoria da febbraio 2010

Per finestre e PF normali, vale il sistema di attestazione di tipo 3, cioè scegli tu il campione per fare le prove, fai una sola prova 'iniziale' per un certo prodotto, e mantieni un minimo di sistema di qualita' interna.

Invece per le porte su via di fuga è richiesto un sistema 1, dove è un ente esterno a definire i campioni, a fare visite ispettive a sorpresa ecc.ecc.ecc....

Oggi, spesso, si prende una portafinestra o un portoncino normale, si fa ad apertura esterna, ci si mette un maniglione antipanico... et voilà la si definisce 'porta su via di fuga'.

Questo NON potrà piu' essere da Febbraio: un minimo numero di operatori affronterà i costi per la marcatura CE in sistema 1: tutti gli altri saranno piu' o meno fuorilegge, a loro rischio e pericolo.
giotisi
 
Messaggi: 909
Iscritto il: mer mag 27, 2009 11:52
Località: brescia

Re: USCITE DI SICUREZZA E MANIGLIONI ANTIPANICO

Messaggioda Terminus » gio nov 05, 2009 11:08

Grazie della info.
Quindi da febbraio tutte le uscite di emergenza verso l'esterno dovranno essere marcate CE secondo la UNI EN 14351-1.
Mi sembra di capire quindi che se devo adeguare un portone esistente a uscita di emergenza, magari solo installando un maniglione antipanico, devo marcare CE tutta la porta (con l'intervento dell'ON) e non mi basta installare il maniglione CE, con la conseguenza di dover buttare via il vecchio.
Sbaglio?
Oppure la CPD prevede, un pò come la direttiva macchine, di non dover marcare CE prodotti già installati e semplicemente adeguati ai fini della sicurezza (sempre che l'installazione del maniglione antipanico possa rientrare in tale tipologia di modifiche) ?
Se invece sono costretto anche a girare il senso di apertura delle porte, praticamente devo scordarmi di riutilizzare il vecchio infisso.
Terminus
 
Messaggi: 4569
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: USCITE DI SICUREZZA E MANIGLIONI ANTIPANICO

Messaggioda giotisi » gio nov 05, 2009 11:53

Corretto.
L'applicazione su esistente se non modifica il senso di apertura, aggirerà il problema.
Sul nuovo invece, dovrà essere certificato l'intero manufatto.

Ci vuol poco a pensare che l'italiota creatività porterà a installare vie di fuga 'senza' maniglioni.... che verranno messi due mesi dopo :)
giotisi
 
Messaggi: 909
Iscritto il: mer mag 27, 2009 11:52
Località: brescia

Re: USCITE DI SICUREZZA E MANIGLIONI ANTIPANICO

Messaggioda Simario » mar ago 03, 2010 19:28

Buonasera , ho una domanda da porre riguardo alla normativa sui maniglioni antipanico , e ringrazio anticipatamente chi mi risponderà. I maniglioni a norma devono recare il marchio CE , ok , quello che mi domando è se il marchio deve essere visibile all'occhio sulla maniglia o se basta che sia posto sul maniglione anche in una posizione non visibile , sotto la chiusura per intenderci ? Mi sono posta la domanda , perchè documentandomi sulle disposizioni di legge , su qualche informativa c'era scritto "marchio CE visibile "
Qualche ditta produttrice dei maniglioni il marchio lo pone a "a vista" qualche altra lo stampa sotto , vorrei sapere se c'è un'indicazione al riguardo.
Presumo che sia valido in entrambi i casi , basta che esista la certificazione della ditta , ma vorrei se è possibile , una conferma al riguardo . Saluti
Simario
 
Messaggi: 2
Iscritto il: mer lug 21, 2010 16:50


Torna a FORUM ANTINCENDIO

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite