CALCOLO DISTANZA SEPARAZIONE CODICE PREVENZIONE INCENDI S.3.11.3

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
GMP
Messaggi: 154
Iscritto il: sab lug 08, 2017 13:01

CALCOLO DISTANZA SEPARAZIONE CODICE PREVENZIONE INCENDI S.3.11.3

Messaggio da GMP »

Buongiorno,

Applicando il capitolo S.3.11.3 per la determinazione analitica della distanza di separazione la percentuale di foratura minima da considerare è sempre il 20% oppure non esiste?

Il p.to S.11.3 comma 2 recita: il progettista determina gli elementi radianti, il piano radiante di riferimento per la distanza oggetto di analisi, le relative piastre radianti come descritto al paragrafo S.3.11.1.

Ma non accenna al 20% di foratura minima... dice di guardare il paragrafo S.3.11.1 solamente per elementi radianti, piano radiante e piastre radianti, non accennando nulla alla percentuale di foratura minima!

Se applico il metodo analitico, “più spinto” rispetto al tabellare credo che cada la prescrizione della percentuale di foratura minima, che dite? altrimenti perchè mettere anche l'altro metodo?

Grazie a tutti

ildubbio
Messaggi: 293
Iscritto il: sab apr 18, 2015 07:59

Re: CALCOLO DISTANZA SEPARAZIONE CODICE PREVENZIONE INCENDI S.3.11.3

Messaggio da ildubbio »

no. non cade la predetta prescrizione. le modalità di determinazione sono sempre le stesse. il 20% sta in S.3.11.1 punto 8

GMP
Messaggi: 154
Iscritto il: sab lug 08, 2017 13:01

Re: CALCOLO DISTANZA SEPARAZIONE CODICE PREVENZIONE INCENDI S.3.11.3

Messaggio da GMP »

Grazie, immaginavo che la prescrizione non cadesse.

Comunque considerare la percentuale di foratura minima anche con il metodo analitico mi sembra assurdo...Dura lex, sed lex!

Avatar utente
travereticolare
Messaggi: 327
Iscritto il: sab giu 17, 2017 11:56
Località: Lombardia

Re: CALCOLO DISTANZA SEPARAZIONE CODICE PREVENZIONE INCENDI S.3.11.3

Messaggio da travereticolare »

GMP ha scritto:
mer ott 23, 2019 10:44
Applicando il capitolo S.3.11.3 per la determinazione analitica della distanza di separazione la percentuale di foratura minima da considerare è sempre il 20% oppure non esiste?
Penso anche io che la percentuale minima da considerare è sempre il 20%.
GMP ha scritto:
gio ott 24, 2019 10:19
Comunque considerare la percentuale di foratura minima anche con il metodo analitico mi sembra assurdo...Dura lex, sed lex!
beh, assurdo fino ad un certo punto. I metodi di cui ai punti S.3.11.2 (metodo tabellare) e S.3.11.3 (metodo analitico) sono pur sempre metodi semplificati, che si basano su delle assuzioni non scritte. Se non vuoi considerare il 20% minimo devi fare uno studio più approfondito con modelli di campo. In questo modo, con il tuo incendio reale, puoi valutare l'effettivo irraggiamento che raggiungi su un determinato bersaglio.

Ciao
All'ingresso degli stabilimenti, dei depositi o dei grandi magazzini devono essere deposte le armi, gli speroni, le scatole di fiammiferi, gli accendisigari e simili. Le punizioni disciplinari in caso di inosservanza debbono essere pronte ed esemplari.

Keethra
Messaggi: 33
Iscritto il: ven apr 18, 2014 17:01

Re: CALCOLO DISTANZA SEPARAZIONE CODICE PREVENZIONE INCENDI S.3.11.3

Messaggio da Keethra »

Ciao a tutti.
Mi è venuto un dubbio probabilmente sciocco, portate pazienza. :oops: La verifica della distanza di separazione può essere omessa per le pareti che non presentano forometrie? Chiedo questo perchè si parla per l'appunto di applicare la percentuale di foratura minima del 20%.
Inoltre non avete rilevato anche voi il problema che la distanza di separazione fra fabbricati prevista dal codice civile a volte può risultare insufficiente se l'attività oggetto di studio si trova in un unico compartimento, presenta un qf>1200 MJ/mq e delle forometrie sulla parte alta delle pareti?
Come sempre, grazie in anticipo :D

Gmeister
Messaggi: 95
Iscritto il: mer ott 17, 2018 09:11

Re: CALCOLO DISTANZA SEPARAZIONE CODICE PREVENZIONE INCENDI S.3.11.3

Messaggio da Gmeister »

Keethra ha scritto:
mer dic 11, 2019 18:12
Ciao a tutti.
Mi è venuto un dubbio probabilmente sciocco, portate pazienza. :oops: La verifica della distanza di separazione può essere omessa per le pareti che non presentano forometrie? Chiedo questo perchè si parla per l'appunto di applicare la percentuale di foratura minima del 20%.
Inoltre non avete rilevato anche voi il problema che la distanza di separazione fra fabbricati prevista dal codice civile a volte può risultare insufficiente se l'attività oggetto di studio si trova in un unico compartimento, presenta un qf>1200 MJ/mq e delle forometrie sulla parte alta delle pareti?
Come sempre, grazie in anticipo :D
Ciao, non ci sono cause di esclusione per la distanza di separazione. Se vuoi una scappatoia, la trovi in S.3.11.2 comma 3, dove parla di determinare i coefficienti in relazione al carico di incendio specifico nella porzione d'edificio retrostante, che non equivale a tutto il compartimento, oppure con gli SPK la dimezzi.

Keethra
Messaggi: 33
Iscritto il: ven apr 18, 2014 17:01

Re: CALCOLO DISTANZA SEPARAZIONE CODICE PREVENZIONE INCENDI S.3.11.3

Messaggio da Keethra »

Grazie Gmeister. :D
Per guadagnare qualche metro posso tamponare con strutture EI, se mi lasciano e se ci sto dentro con l'areazione, le forometrie in alto così riduco la dimensione H della piastra radiante. Giusto?
Per quanto riguarda il qf da considerare, non ho capito come dovrei calcolarlo se ho un unico compartimento e se ho una distribuzione del materiale uniforme.

Terminus
Messaggi: 8007
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: CALCOLO DISTANZA SEPARAZIONE CODICE PREVENZIONE INCENDI S.3.11.3

Messaggio da Terminus »

Se non hai elementi radianti, non hai problemi di irraggiamento.
Tutto sta nel capire se l'involucro può effettivamente resistere all'incendio in modo tale da impedire l'emissione radiante.

Keethra
Messaggi: 33
Iscritto il: ven apr 18, 2014 17:01

Re: CALCOLO DISTANZA SEPARAZIONE CODICE PREVENZIONE INCENDI S.3.11.3

Messaggio da Keethra »

Grazie Terminus.
Quindi per le pareti senza forometrie o applico la percentuale minima di foratura del 20% (se non ho problemi di distanze) oppure devo fare uno studio con modelli di campo analizzando l'incendio reale e le caratteristiche della parete (argomento ancora per me sconosciuto :oops: ).
Non posso insomma omettere tale verifica argomentando semplicemente sul fatto che non ho elementi radianti.

Terminus
Messaggi: 8007
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: CALCOLO DISTANZA SEPARAZIONE CODICE PREVENZIONE INCENDI S.3.11.3

Messaggio da Terminus »

Secondo me niente elementi radianti, niente verifica.
Hai certamente una struttura portante adeguata al carico di incendio, se puoi ritenere che le partizioni esterne, incombustibili e prive di aperture, non cedano durante il medesimo lasso di tempo - ipotesi plausibile in caso di pareti in blocchi o anche prefabbricate a meno di problemi sulle connessioni - ed abbiano una discreta resistenza termica - anche questa condizione dovrebbe essere soddisfatta per le normali partizioni esterne - allora non avrai sorgenti di emissione radiante.
Se le pareti esterne fossero certificabili EI120, con struttura ovviamente R120, allora sicuramente per 120 minuti non si avrebbero effetti radianti pericolosi.

Keethra
Messaggi: 33
Iscritto il: ven apr 18, 2014 17:01

Re: CALCOLO DISTANZA SEPARAZIONE CODICE PREVENZIONE INCENDI S.3.11.3

Messaggio da Keethra »

Perfetto, grazie :D

Gmeister
Messaggi: 95
Iscritto il: mer ott 17, 2018 09:11

Re: CALCOLO DISTANZA SEPARAZIONE CODICE PREVENZIONE INCENDI S.3.11.3

Messaggio da Gmeister »

Terminus ha scritto:
mer dic 11, 2019 20:49
Secondo me niente elementi radianti, niente verifica.
Hai certamente una struttura portante adeguata al carico di incendio, se puoi ritenere che le partizioni esterne, incombustibili e prive di aperture, non cedano durante il medesimo lasso di tempo - ipotesi plausibile in caso di pareti in blocchi o anche prefabbricate a meno di problemi sulle connessioni - ed abbiano una discreta resistenza termica - anche questa condizione dovrebbe essere soddisfatta per le normali partizioni esterne - allora non avrai sorgenti di emissione radiante.
Se le pareti esterne fossero certificabili EI120, con struttura ovviamente R120, allora sicuramente per 120 minuti non si avrebbero effetti radianti pericolosi.
Concordo con Terminus. Se non hai fori, la piastra radiante ha dimensioni pari a 0

Rispondi