4 DOMANDE SULLE MODIFICHE ALLE ATTIVITA' ED I RINNOVI...

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
mmaarrccoo
Messaggi: 383
Iscritto il: mer mag 05, 2010 16:15

4 DOMANDE SULLE MODIFICHE ALLE ATTIVITA' ED I RINNOVI...

Messaggio da mmaarrccoo » gio ott 17, 2019 17:26

In un'attività industriale cat. C si deve redigere un rinnovo del CPI esistente. Sono state effettuate, nel tempo, alcune modifiche, ad esempio:
- sostituzione dei precedenti trasformatori ad olio con equivalenti in resina
- sostituzione di elettropompa con motopompa di prestazioni maggiori in vista di una futura ed eventuale maggior richiesta dell'impianto (in caso di ampliamento)

Controllo il DM 07/08/2012 all'allegato IV e leggo che queste modifiche non rientrerebbero tra quelle rilevanti. Difatti sono evidentemente modifiche migliorative dal punto di vista della sicurezza antincendio. Domande:
1. siete d'accordo con quanto sopra? Quindi i vari documenti (DICO, CERT.IMP, ecc.) sono allegabili direttamente al rinnovo, giusto?
2. in generale, le modifiche migliorative, voi le dichiarate (ad esempio al rinnovo), oppure proprio perchè sono migliorative teoricamente si potrebbe anche non dichiarare/allegare niente?
3. Se la risposta alla 2 è affermativa come penso, perchè allora per le CT, quando si sostituiscono delle caldaie con macchine di potenza inferiore (senza toccare nessun'altra caratteristica), si usa fare direttamente e subito una comunicazione al Comando avvisandoli della cosa? Non basterebbe farlo al rinnovo?
4. Ho visto alcuni professionisti allegare al rinnovo, in caso di modifiche, il modello di non aggravio del rischio. A me non risulta possibile (quel modello si usa solo insieme alle SCIA con modifiche rilevanti e senza aggravio del rischio), chi ha ragione?

Grazie.

Terminus
Messaggi: 7745
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: 4 DOMANDE SULLE MODIFICHE ALLE ATTIVITA' ED I RINNOVI...

Messaggio da Terminus » gio ott 17, 2019 17:44

1) si
2) io le dichiaro al rinnovo
3) basterebbe farlo al rinnovo, ma ogni comando (anzi ogni responsabile dell'UP) usa fare le cose a modo suo
4) anche a me risulta così, se non serve la SCIA allora non serve neanche la dich. di non aggravio (ma vale poi quanto al punto 3)

Ronin
Messaggi: 3535
Iscritto il: sab giu 20, 2009 12:57

Re: 4 DOMANDE SULLE MODIFICHE ALLE ATTIVITA' ED I RINNOVI...

Messaggio da Ronin » gio ott 17, 2019 17:49

per quanto riguarda il pt. 4 noi abbiamo il caso tipico della sede in cui viene installato un impianto FV (che non è un'attività soggetta), in alcuni casi l'intervento prevede anche di intervenire sulle attività soggette e allora facciamo SCIA + non aggravio, mentre quando viene installato il FV da solo, se è vicino aspettiamo il rinnovo e alleghiamo il non aggravio direttamente a quello.

mmaarrccoo
Messaggi: 383
Iscritto il: mer mag 05, 2010 16:15

Re: 4 DOMANDE SULLE MODIFICHE ALLE ATTIVITA' ED I RINNOVI...

Messaggio da mmaarrccoo » gio ott 17, 2019 19:16

Terminus grazie.

Ronin quello che dici posso immaginare che sia accettato da qualche funzionario/comando, però non è quanto prevede la normativa, la quale sottointende che se ti serve il "non aggravio" vuol dire che le modifiche sono rilevanti, da cui scaturisce l'obbligo della SCIA.

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 1078
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: 4 DOMANDE SULLE MODIFICHE ALLE ATTIVITA' ED I RINNOVI...

Messaggio da weareblind » gio ott 17, 2019 20:16

1) sì
2) al rinnovo
3) al rinnovo
4) no, io allego una relazione per modifiche non rilevanti, il modello di non aggravio è errato. Si riferisce ad una altra casistica

Rispondi