Falegnameria

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Duracell20
Messaggi: 578
Iscritto il: ven mar 21, 2008 12:18

Falegnameria

Messaggio da Duracell20 » ven set 06, 2019 14:45

Salve ho una falegnameria composta da un capannone lungo 40m e largo 15m per un to. di 600mq
Per essere soggetto ai VVF deve:
Attività 37.1.B : Stabilimenti e laboratori per la lavorazione del legno con materiale in lavorazione e/o in deposito in quantità da 5.000 a 50.000 kg.

il committente mi dice che secondo lui i 5000kg non li raggiungerà mai, ma a me pare strano con le dimensioni che ha il capannone che non le raggiunga, secondo voi ad esperienza cosa ne dite?
I 5000kg sono riferiti al materiale legnoso presente all'interno del capannone e non comprensivo di quello che potrebbero stoccare nel cortile esterno corretto?

Ipotizzando che siano soggetti all'att 37 secondo voi, essendo il capannone un rettangolo 40x15m ed avendo come unico ingresso il portone presente sul lato corto (15m) inferiore, è indispensabile essendo lungo 40m che ci sia una seconda uscita sul lato opposto? Se così fosse dato che è impossibile creare altre uscite si può andare in deroga?
Grazie

Saluti

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 1054
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: Falegnameria

Messaggio da weareblind » ven set 06, 2019 17:36

Sui kg spetta a lui, c'è poco da fare.
Per me sono comprensivi anche dell'esterno, la voce parla di produzione e in deposito. Non dice deposito all'interno.
Sulle lunghezze dei percorsi ciechi, per Rvita A3, hai 20 m in tabella S.4.10, quindi non va bene, di primo acchito. Prova a vedere quanto puoi allungare applicando misure compensative, ma non credo arriverai a 40 m.
La deroga è sempre fattibile, dipende da come la giustifichi.

Duracell20
Messaggi: 578
Iscritto il: ven mar 21, 2008 12:18

Re: Falegnameria

Messaggio da Duracell20 » ven set 06, 2019 17:42

Grazie

hoopes
Messaggi: 446
Iscritto il: lun ott 13, 2008 16:00

Re: Falegnameria

Messaggio da hoopes » sab set 07, 2019 16:47

ho avuto un caso praticamente uguale ... ho fatto un giro con il titolare contando il materiale e dimostrandogli sul posto che aveva molto più di 5000 kg ... di primo acchito dicono tutti "ma no ma io non li raggiungo, 5000 kg sono tantissimi" ... per US sul lato opposto, falla aprire direi ...

Avatar utente
grifo68
Messaggi: 843
Iscritto il: ven feb 24, 2012 13:02
Località: Genova

Re: Falegnameria

Messaggio da grifo68 » lun set 09, 2019 09:48

a mio avviso (o meglio, come imposterei io la faccenda):

- il quantitativo di legna comprende tutto quello che è nello stabilimento, quindi anche quello stoccato all'esterno
- oltre a quanto dice Weare relativamente al Codice, il DM 10/03/98 (non ho controllato la nuova versione ma mi pare di ricordare che non dice nulla di diverso) dice che nei luoghi di lavoro le uscite devono essere più di una, eccetto ambienti piccoli (e non è il caso) e attività a rischio di incendio basso e medio... da verificare se puoi considerarlo medio però io di base una uscita in più sull'altro lato corto la farei
- il fatto che l'attività sia o meno soggetta in realtà è un falso problema, nel senso che effettivamente la responsabilità è in capo al responsabile della stessa che però pone dei limiti di esercizio non indifferenti che, in caso di incidente, non solo prevederebbero, se non rispettati, le sanzioni di cui al 139, ma anche contestazioni mica da poco con le assicurazioni. Spesso non riesco a capire come mai i clienti si impuntino tanto su questa faccenda: per risparmiare i bollettini? Tanto essendo luogo di lavoro il capannone deve essere adeguato ne più ne meno e la Valutazione del Rischio Incendio con il Piano di Emergenza li devono fare comunque, e non è roba tanto diversa dalla documentazione da inviare ai VVF per l'Esame Progetto, se il problema fosse la parcella del professionista

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 1054
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: Falegnameria

Messaggio da weareblind » lun set 09, 2019 13:49

Scusate, quale nuova versione del Dm 10 marzo 1998?

Avatar utente
grifo68
Messaggi: 843
Iscritto il: ven feb 24, 2012 13:02
Località: Genova

Re: Falegnameria

Messaggio da grifo68 » lun set 09, 2019 13:52


Avatar utente
grifo68
Messaggi: 843
Iscritto il: ven feb 24, 2012 13:02
Località: Genova

Re: Falegnameria

Messaggio da grifo68 » lun set 09, 2019 13:55


Duracell20
Messaggi: 578
Iscritto il: ven mar 21, 2008 12:18

Re: Falegnameria

Messaggio da Duracell20 » lun set 09, 2019 14:53

Ok spingerò il cliente a fare la pratica poi deciderà lui.
Il vero problema per cui anche il cliente propende a non fare la pratica è che non si possono aprire altre uscite perchè a parte il lato corto d'ingresso tutti gli altri 3 sono confinanti con altri edifici. Cosa faccio vado in deroga mettendo un impianto riv. fumi o che altro?
Questo è il reale problema, infatti il discorso dei 5000 kg è una "scusa" che il cliente vuole usare per non farlo.

Accetto consigli su come risolverlo
Grazie 1000 a tutti

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 1054
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: Falegnameria

Messaggio da weareblind » lun set 09, 2019 15:48

grifo68 ha scritto:
lun set 09, 2019 13:52
questo

https://www.insic.it/prevenzione-incend ... f8de05c1bd
Ah ok, nulla di in vigore.

Avatar utente
grifo68
Messaggi: 843
Iscritto il: ven feb 24, 2012 13:02
Località: Genova

Re: Falegnameria

Messaggio da grifo68 » mar set 10, 2019 09:59

weareblind ha scritto:
lun set 09, 2019 15:48
grifo68 ha scritto:
lun set 09, 2019 13:52
questo

https://www.insic.it/prevenzione-incend ... f8de05c1bd
Ah ok, nulla di in vigore.
si si, è sempre la bozza all'esame del Ministero del Lavoro... sembrava fosse una cosa più veloce ai tempi ma mi sa che è ancora lunga

Avatar utente
grifo68
Messaggi: 843
Iscritto il: ven feb 24, 2012 13:02
Località: Genova

Re: Falegnameria

Messaggio da grifo68 » mar set 10, 2019 10:06

Duracell20 ha scritto:
lun set 09, 2019 14:53
Ok spingerò il cliente a fare la pratica poi deciderà lui.
Il vero problema per cui anche il cliente propende a non fare la pratica è che non si possono aprire altre uscite perchè a parte il lato corto d'ingresso tutti gli altri 3 sono confinanti con altri edifici. Cosa faccio vado in deroga mettendo un impianto riv. fumi o che altro?
Questo è il reale problema, infatti il discorso dei 5000 kg è una "scusa" che il cliente vuole usare per non farlo.

Accetto consigli su come risolverlo
Grazie 1000 a tutti
in effetti mi sa che l'unica strada sia la deroga, le motivazioni ci sono. L'impianto di rivelazione è una buona idea, sperando che non ti chiedano anche un sistema automatico di spegnimento; potresti anche provare a fare una verifica sui tempi di evacuazione, incrementare il numero degli addetti alla squadra antincendio e/o formarli per rischio elevato anche se si dovrebbe essere a rischio medio. Parlane con un funzionario VVF tanto la deroga passa prima dal Comando.

Per quanto riguarda la querelle pratica/non pratica vale quel che ho detto prima, il DM 10/03/98 è comunque cogente anche se non la fa e soprattutto se non si riesce a rispettarlo avere un parere in deroga dai VVF tutela le responsabilità del DL (la deroga è possibile chiederla anche per attività non soggette per questo).

Duracell20
Messaggi: 578
Iscritto il: ven mar 21, 2008 12:18

Re: Falegnameria

Messaggio da Duracell20 » mar set 10, 2019 10:13

Grazie Grifo68

Rispondi