Bombola di ossigeno all'interno di una scuola

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
christian619
Messaggi: 1110
Iscritto il: mar giu 16, 2009 18:28

Bombola di ossigeno all'interno di una scuola

Messaggio da christian619 » lun mag 06, 2019 15:57

Una scuola è dotata di CPI.

Si rende necessario disporre di una bombola di ossigeno per uno studente con gravi disabilità.
Sarà una bombola che verrà ricoverata alla sera e resa disponibile per il giorno dopo quindi
si tratterà di un locale da adibire a deposito...

Pensavo di far compartimentare il locale... avete suggerimenti?

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 1053
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: Bombola di ossigeno all'interno di una scuola

Messaggio da weareblind » lun mag 06, 2019 16:06

Di certo non è normato. Io più che altro mi accerterei che la stanza non contenga alcun combustibile e sia aerabile.

Ronin
Messaggi: 3500
Iscritto il: sab giu 20, 2009 12:57

Re: Bombola di ossigeno all'interno di una scuola

Messaggio da Ronin » lun mag 06, 2019 16:26

"ispirati" alla norma per le strutture sanitarie. assolutamente aerazione ,e sarebbe ancor meglio se fosse ricoverata su un terrazzo o simile. la cosa più importante, che sia un ricovero dove è saldamente tenuta in posizione, evitando il rischio che si ribalti.

christian619
Messaggi: 1110
Iscritto il: mar giu 16, 2009 18:28

Re: Bombola di ossigeno all'interno di una scuola

Messaggio da christian619 » sab mag 18, 2019 16:07

Visto il difficile caso sanitario l'alunna con disabilità
sarà su carrozzina durate le lezioni; tale carrozzina potrà essere dotata di una bombola di ossigeno da 37 litri (1,5 bar);

Inutile dire che il caso è difficile da affrontare dal punto di vista della sensibilità umana e dal punto di vista medico....

Ho in mente 2 scenari:

1) La bambina quando avrà bisogno di ossigeno si recherà nella stanza attrezzata; stanza priva di materiali combustibili e infiamabili, compartimentata REI e aerata. (Dal punto di vista medico sembra che la bimba non abbia bisogno di avere l'ossigeno sempre collegato quindi sarebbe fattibile)

2) La bambina in carrozzina avrà sempre una piccola bombola di ossigeno da 37 litri a disposizione.

La soluzione 2 comporta l'avere una persona che circola per la scuola con una bombola al seguito al fianco; questo un po' mi spaventa quindi stavo considerando di proporre la soluzione n.1.

Secondo voi la soluzione n.2 è così pericolosa? Visto che la scuola ha un CPI sarebbe necessario un "non aggravio di rischio"? Ma stiamo proprio non aggravando?

Rispondi