corridoio cieco e codice

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
tizianaceladin
Messaggi: 45
Iscritto il: sab mag 02, 2015 14:08

corridoio cieco e codice

Messaggio da tizianaceladin » lun mag 06, 2019 15:47

Da dove devo iniziare a calcolare la lunghezza del corridoio cieco? Dalla porta di una stanza o dall'interno, nel punto più lontano?

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 980
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: corridoio cieco e codice

Messaggio da weareblind » lun mag 06, 2019 16:05

G.1.9
10. Corridoio cieco (o cul-de-sac): porzione di via d'esodo da cui è possibile l'esodo in un'unica direzione.
7. Via d'esodo (o via d'emergenza): percorso senza ostacoli al deflusso appartenente al sistema d'esodo, che consente agli occupanti di raggiungere un luogo sicuro dal luogo in cui si trovano.

La distanza è legata alla presenza di occupanti. Per una stanza, per me, è il punto più interno, poiché gli occupanti ci sono. Potrebbe essere diverso per un locale tecnico.

Avatar utente
travereticolare
Messaggi: 158
Iscritto il: sab giu 17, 2017 11:56

Re: corridoio cieco e codice

Messaggio da travereticolare » lun mag 06, 2019 16:46

La distanza è legata alla presenza di occupanti. Per una stanza, per me, è il punto più interno, poiché gli occupanti ci sono. Potrebbe essere diverso per un locale tecnico.
Concordo.

Una volta avevo fatto un progetto con il codice di un'Hotel, facendo partire il percorso di esodo dalla porta della stanza (come indicato nel vecchio DM), e mi sono beccato giustamente una prescrizione, che diceva di calcolare l'esodo dal punto più lontano della stanza, come indicato nel COPI.

Chiaramente, come già detto se è un locale tecnico potrebbe essere diverso.

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 980
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: corridoio cieco e codice

Messaggio da weareblind » lun mag 06, 2019 16:49

Me l'hanno appena chiesto per un cesso LOL.
http://www.studiofonzar.com/forum/viewt ... f=7&t=4101

Avatar utente
travereticolare
Messaggi: 158
Iscritto il: sab giu 17, 2017 11:56

Re: corridoio cieco e codice

Messaggio da travereticolare » lun mag 06, 2019 16:54

:mrgreen:

aggiungo anche la definizione di lunghezza d'esodo che dice: Distanza che ciascun occupante deve percorrere lungo una via d'esodo dal luogo in cui si trova fino ad un luogo sicuro temporaneo o ad un luogo sicuro. La lunghezza d'esodo è valutata con il metodo del filo teso senza tenere conto degli arredi mobili.

ildubbio
Messaggi: 274
Iscritto il: sab apr 18, 2015 07:59

Re: corridoio cieco e codice

Messaggio da ildubbio » mer mag 08, 2019 09:47

weareblind ha scritto:
lun mag 06, 2019 16:49
Me l'hanno appena chiesto per un cesso LOL.
http://www.studiofonzar.com/forum/viewt ... f=7&t=4101
ho letto. ma non è vero che basta una taglia fuoco nel corridoio.
Leggi la nota alla definizione del corridoio cieco: Il corridoio cieco termina nel punto in cui diventa possibile l'esodo in più di una direzione, indipendentemente dai luoghi sicuri temporanei eventualmente attraversati dalla via d'esodo.

questa cosa spero sia corretta quanto prima

Per il resto concordo. si misura dal punto più lontano. il codice non prevede mai misurazioni dalle uscite degli ambienti (salvo eventuali previsioni specifiche delle future RTV)

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 980
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: corridoio cieco e codice

Messaggio da weareblind » mer mag 08, 2019 23:57

Ah sì certo, con 2 vie di fuga.

Rispondi