PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
mmaarrccoo
Messaggi: 360
Iscritto il: mer mag 05, 2010 16:15

PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da mmaarrccoo » lun feb 25, 2019 13:19

Nel DICH.PROD. ovviamente mettiamo le porte tagliafuoco e i relativi dispositivi di apertura.
Invece per le porte US (non tagliafuoco quindi) spesso vedo mettere sul DICH.PROD. solo il maniglione se esiste ma non il serramento. Effettivamente mi è venuto il dubbio... Voi le mettete? ... Anche le porte US devono essere omologate o provate secondo qualche norma europea oppure uno potrebbe anche installare una porta qualsiasi?

Grazie.

giotisi
Messaggi: 1593
Iscritto il: mer mag 27, 2009 11:52
Località: brescia

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da giotisi » lun feb 25, 2019 13:53

se sono porte su via di fuga vanno marcate CE 14351 IN REGIME DI AVCP1: il che, in soldoni, significa che una porta marcata normalmente (avcp3) + un maniglione marcato normalmente (avcp1), non fanno una via di fuga marcata. Manca la verifica ispettiva di ente terzo sull'insieme porta+maniglione.

ps. installare, prescrivere, accettare un componente non marcato o marcato scorrettamente, comporta sanzione da 4 a 24mila euro, (giusto DM106/2017), sempre che 'il fatto non costituisca più grave reato'

mmaarrccoo
Messaggi: 360
Iscritto il: mer mag 05, 2010 16:15

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da mmaarrccoo » lun feb 25, 2019 15:31

Beh le porte US sono per definizione su via di fuga, quindi devono essere marcate CE a quanto mi dici. Ti chiedo:
1. cosa intendi per manca verifica ente terzo?
2. un pacchetto costituito da porta tagliafuoco + relativo maniglione è automaticamente certificata anche per essere usata su via di fuga?
3. quindi le porte US vanno inserite sul DICH.PROD si o no?

Grazie.
Ultima modifica di mmaarrccoo il lun feb 25, 2019 16:19, modificato 1 volta in totale.

giotisi
Messaggi: 1593
Iscritto il: mer mag 27, 2009 11:52
Località: brescia

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da giotisi » lun feb 25, 2019 15:35

2. NO, esattamente il contrario; una porta certificata come porta e un maniglione certificato come maniglione, NON fanno una porta certificata come via di fuga; cambia il meccanismo di attestazione delle prestazioni; in sistema 3 (normale porta di uscita), il produttorse decide lui sia i campioni da provare sia il piano interno di controllo della qualità; in sistema 1 (quello previsto per le vie di fuga) deve essere l'ente terzo notificato a scegliere il campione da provare e a validare e controllare annualmente che il piano della qualità sia effettivamente in atto e funzionante.

mmaarrccoo
Messaggi: 360
Iscritto il: mer mag 05, 2010 16:15

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da mmaarrccoo » lun feb 25, 2019 18:04

Uhm... Scusami ma una porta tagliafuoco (EI) già di suo non è una normale via di uscita (nel senso che non è una porta qualunque). Oppure, stando a quello che dici, si? E quindi non sarà mai una porta per US? In altre parole se in un'attività ho sia US sia tagliafuoco in giro per lo stabilimento dovrò ordinare sempre 2 modelli di porta diversi oppure esistono casi in cui lo stesso modello potrà assolvere la doppia funzione?

Inoltre chiedo a chi si è posto il problema se le porte US vanno su DICH.PROD.

giotisi
Messaggi: 1593
Iscritto il: mer mag 27, 2009 11:52
Località: brescia

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da giotisi » lun feb 25, 2019 18:16

mmaarrccoo ha scritto:
lun feb 25, 2019 13:19

Invece per le porte US (non tagliafuoco quindi) spesso vedo mettere sul DICH.PROD.

Grazie.
se son tagliafuoco, son marcate come tali (che abbiano o meno un meccanismo di apertura a spinta); se son porte normali devono essere marcate come 'porte su via di fuga', che non vuol dire 'metterci un maniglione marcato'.

mmaarrccoo
Messaggi: 360
Iscritto il: mer mag 05, 2010 16:15

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da mmaarrccoo » lun feb 25, 2019 18:40

Scusami, probabilmente sono io che non capisco fino in fondo.
Tagliamo la testa al toro, ad esempio questa classica porta tagliafuoco https://www.novoferm.it/prodotti/chiusu ... oco/elite/ va bene per:
a. uscite di sicurezza
b. lungo i percorsi delle vie di esodo
c. nessuno dei 2 casi

?

lbasa
Messaggi: 733
Iscritto il: ven giu 19, 2015 22:41

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da lbasa » lun feb 25, 2019 19:55

Novoferm ha un sistema di verifica SAC1 da illo tempore, con l'Istituto Giordano.
Il SAC1 è ora chiamato AVCP1.
Novoferm va bene per tutto. Ed ha capito i regolamenti fra i primi in Italia.

Casomai potrei obbiettare a Giotisi solo la perentorietà su:
... in sistema 1 (quello previsto per le vie di fuga) deve essere l'ente terzo notificato a scegliere il campione da provare e a validare e controllare annualmente che il piano della qualità sia effettivamente in atto e funzionante.
nel senso che, autorizzando la stessa norma che i campioni da certificare e le prove interne di tipo siano scelti dal produttore, mi pare che il terzo notificato provveda su essi alle prove di tipo "ulteriori" rispetto a quelle del produttore, ed alla certificazione del controllo di produzione interno.

mmaarrccoo
Messaggi: 360
Iscritto il: mer mag 05, 2010 16:15

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da mmaarrccoo » lun feb 25, 2019 20:07

@lbasa

1.
Novoferm va bene per tutto
Intendi che la medesima porta (ad esempio quella che ho linkato) posso installarla indifferentemente sia come tagliafuoco non su percorsi esodo sia come porta lungo i percorsi d'esodo?

2. Tu le porte US le metti sul DICH.PROD?

3. Da quello che mi dite tu e Giotisi quindi in definitiva è confermato che una porta qualunque (per qualunque intendo un qualunque pezzo di ferro non certificato o al limite certificato come normale porta multiuso) NON PUO' essere installato lungo le vie di esodo, corretto?

Terminus
Messaggi: 7629
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da Terminus » lun feb 25, 2019 23:23

Vediamo se ho chiare le cose.
Porte tagliafuoco esterne: devono essere certificate UNI EN 14351-1 + omologazione o CE secondo UNI EN 16034 (solo CE quando scatterà la DOW a novembre)
Porte tagliafuoco interne: ancora solo omologazione (poi CE secondo 14351-2 + 16034 quando scatterà la DOW della 14351-2 ancora non pubblicata sulla GUCE)
Porte su vie di esodo esterne (uscite di sicurezza): certificazione UNI EN 14351-1 (con dichiarazione di impiego come porta su via di fuga ed AVCP1) + dispositivi UNI EN 179/1125
Porte su vie di esodo interne: per ora solo dispositivi UNI EN 179/1125 (poi CE secondo 14351-2 quando scatterà la relativa DOW)

Per porte tagliafuoco E su vie di esodo, le certificazioni suddette si sommano.

Pertanto per rispondere al quesito iniziale sul Dich.Prod., direi che le porte su vie di esodo esterne marcate CE, vanno inserite, perchè il tecnico deve certificare di aver verificato l'idoneità del prodotto mediante la DoP, unitamente al dispositivo di apertura, come si è sempre fatto.
Le porte interne ancora non hanno obbligo di marcatura CE, quindi sul Dich.Prod. ci va messo il solo maniglione.

Concordate ?

lbasa
Messaggi: 733
Iscritto il: ven giu 19, 2015 22:41

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da lbasa » mar feb 26, 2019 08:49

... quindi in definitiva è confermato che una porta qualunque (per qualunque intendo un qualunque pezzo di ferro non certificato o al limite certificato come normale porta multiuso) NON PUO' essere installato lungo le vie di esodo, corretto?
Per le attività VVFF Sì.
In tutte le altre situazioni di piano di emergenza ed evacuazione, ex 81/08: la responsabilità è in capo al datore di lavoro + RSPP, non le si pretende certificate quasi da nessuno, e si fa il sentierino al più vicino altare liturgico per le preghiere alla Vergine.
Vediamo se ho chiare le cose.
...
Concordate ?
:wink:

giotisi
Messaggi: 1593
Iscritto il: mer mag 27, 2009 11:52
Località: brescia

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da giotisi » mar feb 26, 2019 11:01

lbasa ha scritto:
lun feb 25, 2019 19:55
Novoferm ha un sistema di verifica SAC1 da illo tempore, con l'Istituto Giordano.
Il SAC1 è ora chiamato AVCP1.
Novoferm va bene per tutto. Ed ha capito i regolamenti fra i primi in Italia.

Casomai potrei obbiettare a Giotisi solo la perentorietà su:
... in sistema 1 (quello previsto per le vie di fuga) deve essere l'ente terzo notificato a scegliere il campione da provare e a validare e controllare annualmente che il piano della qualità sia effettivamente in atto e funzionante.
nel senso che, autorizzando la stessa norma che i campioni da certificare e le prove interne di tipo siano scelti dal produttore, mi pare che il terzo notificato provveda su essi alle prove di tipo "ulteriori" rispetto a quelle del produttore, ed alla certificazione del controllo di produzione interno.
Puo' essere che sia stato un po' perentorio, come puo' essere che diciamo la stessa cosa.
In ogni caso, la sostanza è che non è più il titolare dell'attività che afferma 'la mia porta si apre', ma un ente terzo che certifica al cliente che quella porta si aprirà.
Passaggio non da poco, soprattutto per alcune filiere di produzione, che, producendo pochi o pochissimi pezzi l'anno per questo impiego specifico, non si possono sobbarcare il costo della verifica ispettiva annuale.
Ovviamente, chi produce porte tagliafuoco, sa benissimo che molti dei suoi prodotti finiranno su una via di esodo, quindi ovviamente lavora in AVCP1(SAC1); il problema si pone sulle classiche 'portefinestre', che, invertita la mano di apertura e dotate di maniglione, sono chiamate 'vie di fuga'. E non lo sono, o, quantomeno, non sono certificate come tali.

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 998
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da weareblind » mer feb 27, 2019 08:29

E su porte lungo la via di fuga e/o esterne esistenti? Io per ora pretendo, chiaramente, maniglione antipanico con DoP, corretta posa e Dich Prod, ma sulla porta non eccepisco.

giotisi
Messaggi: 1593
Iscritto il: mer mag 27, 2009 11:52
Località: brescia

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da giotisi » mer feb 27, 2019 08:38

Mi risulta, ma qui siamo fuori dal mio campo, che l'apposizione del maniglione ad una porta esistente la trasformi in 'via di fuga' : ovviamente perchè in questo caso non è stata installata/commercializzata una nuova porta (la quale dovrebbe essere marcata CE, con i casini che ne seguono).

Terminus
Messaggi: 7629
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da Terminus » mer feb 27, 2019 09:34

Nel caso di porte esistenti il CPR non entra in gioco (per la porta), si tratterebbe di adeguamento dell'esistente con il maniglione, questo ovviamente CE.
Nel caso di porte tagliafuoco esistenti si tratta di verificare l'applicabilità del maniglione, ovvero la previsione nell'atto omologativo.

Però nel caso di attività "esistenti" ma sconosciute ai VVF, oppure nel caso di modifiche sostanziali della attività autorizzate (ristrutturazioni, ampliamenti), la logica vorrebbe che, in mancanza di specifiche norme transitorie, le apparecchiature ed i prodotti siano conformi alle norme attuali, comprese le porte, con la conseguente applicazione del CPR e sostituzione dei vecchi infissi.

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 998
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da weareblind » mer feb 27, 2019 15:43

Sono andato a rileggermi il DM 7 agosto 2012 Allegato II, il quale parla di dispositivi di apertura delle porte, e non delle porte tout court.

mmaarrccoo
Messaggi: 360
Iscritto il: mer mag 05, 2010 16:15

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da mmaarrccoo » mer feb 27, 2019 16:28

Secondo me stiamo arrivando alla follia.
Facciamo prevenzione incendi o i burocrati? Se l'europa si diverte a passarsi le carte non è che noi dobbiamo sorbirci centinaia di sigle, acronimi, norme e quant'altro. Per non parlare delle aziende, dove la maggior parte ha bisogno di lavorare e non di andare in difficoltà perchè ci sono dubbi se avere una DoP o cos'altro (ovviamente non sto dicendo che dobbiamo installare materiali non a norma e senza documenti, solo che si sta esagerando con il complicare ed esasperare le cose).

Terminus
Messaggi: 7629
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da Terminus » mer feb 27, 2019 19:18

weareblind ha scritto:
mer feb 27, 2019 15:43
Sono andato a rileggermi il DM 7 agosto 2012 Allegato II, il quale parla di dispositivi di apertura delle porte, e non delle porte tout court.
Abbiamo detto e concordato che un maniglione CE montato su una porta non CE o comunque non dichiarata come US, non è regolare.
Chi certifica di aver controllato questo aspetto ? Il tecnico firmando il Dich.Prod. ed allegando la DoP della porta e la CE del maniglione.
Il fatto che i moduli VVF siano rimasti indietro, non vuole dire che quanto sopra non vada controllato e di conseguenza dichiarato.
D'altronde il problema oggi come oggi si pone solo sulle porte esterne, non tagliafuoco, utilizzate come US.
Dovremmo forse glissare sulla problematica ?
mmaarrccoo ha scritto:
mer feb 27, 2019 16:28
Secondo me stiamo arrivando alla follia.
Facciamo prevenzione incendi o i burocrati? Se l'europa si diverte a passarsi le carte non è che noi dobbiamo sorbirci centinaia di sigle, acronimi, norme e quant'altro. Per non parlare delle aziende, dove la maggior parte ha bisogno di lavorare e non di andare in difficoltà perchè ci sono dubbi se avere una DoP o cos'altro (ovviamente non sto dicendo che dobbiamo installare materiali non a norma e senza documenti, solo che si sta esagerando con il complicare ed esasperare le cose).
Rimane il fatto che queste sono le norme e sta a noi tecnici seguirle e farle seguire, anche perchè ci mettiamo anche la nostra firma.
Su questo come su altri settori purtroppo ci troviamo in un periodo di transizione, quando tutti a vario titolo devono capire bene come comportarsi.

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 998
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da weareblind » gio feb 28, 2019 07:39

Non sono d'accordo. Che la porta debba essere a norma, benissimo. Cosa completamente diversa è chi è stato assegnato dalla legge a controllare. La legge chiede di controllare il dispositivo di apertura? E io controllo quello. La legge chiede di controllare gli elementi portanti riqualificati? E io controllo quelli, non gli altri.

Terminus
Messaggi: 7629
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da Terminus » gio feb 28, 2019 16:12

Mi sembra una lettura un pò limitata del DM.
L'incipit dell'Allegato II ed il comma 3 dell'art.4 da cui deriva, riportano: "Le certificazioni e le dichiarazioni atte a comprovare che gli elemento costruttivi, i prodotti, i materiali, le attrezzature, i dispositivi, gli impianti ed i componenti d'impianto, rilevanti ai fini della sicurezza in caso di incendio........
Avendo previsto esplicitamente i maniglioni, è evidente che l'apertura delle porte sulle US è considerata rilevante ai fini della sicurezza.
Abbiamo appena detto che un maniglione + una porta inadeguata non fanno una US a norma.
Ricordiamoci poi sempre che con l'asseverazione copriamo un pò tutti questi aspetti, che siano esplicitati o meno.

giotisi
Messaggi: 1593
Iscritto il: mer mag 27, 2009 11:52
Località: brescia

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da giotisi » sab mar 02, 2019 07:52

weareblind ha scritto:
gio feb 28, 2019 07:39
Non sono d'accordo. Che la porta debba essere a norma, benissimo. Cosa completamente diversa è chi è stato assegnato dalla legge a controllare. La legge chiede di controllare il dispositivo di apertura? E io controllo quello. La legge chiede di controllare gli elementi portanti riqualificati? E io controllo quelli, non gli altri.
..per la verità la legge (107/2017) ti IMPONE come progettista di prescrivere solo componenti a norma (la loro specifica norma, nella sua specifica applicazione ai dispositivi in oggetto), come DL ti impone di verificare la congruità delle dichiarazioni di quello che arriva in cantiere (non certo di entrarne nel merito, ma di verificarne la correttezza) e come produttore di immettere sul mercato solo prodotti marcati.
Chiaramente è una legge diversa, ulteriore a quella che citi e che usi abitualmente, ma sempe legge dello Stato rimane; e ti riguarda o riguarda il tuo lavoro.

Se mi consenti il paradosso, la legge che citi non riporta che tu debba avere la patente per guidare, ma converrai che in cantiere sarà meglio arrivarci con la patente di guida in regola, anche se lo dice 'un'altra legge'.

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 998
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da weareblind » sab mar 02, 2019 12:25

No. Paragone che non regge. Che la legge chieda al progettista, ok. Al datore di lavoro, ok. La rispetteranno loro. A me chiede il dispositivo di apertura, e io quello faccio. Mica ho detto che gli altri possono violare la legge. A questa stregua, tu controlli che ci sia coordinamento tra differenziali e resistenza di terra? Io faccio quello che lo Stato mi assegna di fare. Punto. Non mi pare mi assegni la verifica sull'intera porta, avendo sotto riportato le parole testuali del DM 7 agosto 2012.

giotisi
Messaggi: 1593
Iscritto il: mer mag 27, 2009 11:52
Località: brescia

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da giotisi » sab mar 02, 2019 15:45

chi sei nel processo?

Sei il progettista? sei la DL? sei il fornitore? Se SI, ti tocca.

Sei il portinaio? Sei l'umarél? Sei il professionista incaricato di qualcosa che non c'entra ne con la progettazione ne con l'asseverazione? No, non ti tocca.

Terminus
Messaggi: 7629
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da Terminus » sab mar 02, 2019 16:47

E' il professionista incaricato di asseverare la conformità dell'attività soggetta, ai requisiti di prevenzione incendi e di sicurezza antincendio.
Weare sostiene che, siccome nel modulo di cui al titolo del post, non sono riportate esplicitamente le porte, ma solo i maniglioni, lui non debba accollarsi l'onere di verificare la DoP della porta.
Come detto sopra, siccome oggi le porte esterne US per essere tali devono avere idonea DoP, unitamente ai maniglioni, verificare i secondi e non la prima a me sembra un lavoro a metà.
Senza considerare appunto cosa poi debba essere ricompreso nella asseverazione generale che lui va a firmare.

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 998
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da weareblind » mer apr 10, 2019 11:21

giotisi ha scritto:
lun feb 25, 2019 13:53
se sono porte su via di fuga vanno marcate CE 14351 IN REGIME DI AVCP1: il che, in soldoni, significa che una porta marcata normalmente (avcp3) + un maniglione marcato normalmente (avcp1), non fanno una via di fuga marcata. Manca la verifica ispettiva di ente terzo sull'insieme porta+maniglione.

ps. installare, prescrivere, accettare un componente non marcato o marcato scorrettamente, comporta sanzione da 4 a 24mila euro, (giusto DM106/2017), sempre che 'il fatto non costituisca più grave reato'
Hai una birra pagata. E' arrivata una US per esterno, nuova, con maniglione. UNI 14351-1 VCP3. L'avrei data per buona. Ho chiamato il costruttore, conferma tutto. Oggi saranno volatili per diabetici...

hoopes
Messaggi: 445
Iscritto il: lun ott 13, 2008 16:00

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da hoopes » dom apr 14, 2019 21:34

Scusate forse ho perso qualche passaggio; ma qual è la normativa che spiega come si certificano le US ?
Grazie mille !

giotisi
Messaggi: 1593
Iscritto il: mer mag 27, 2009 11:52
Località: brescia

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da giotisi » dom apr 14, 2019 21:54

UNI EN 14351-1 norma di prodotto dei serramenti esterni.
La puoi leggere tutta 12 volte e non trovare il punto incriminato, che si trova nascosto in una tabella finale dove sono fissati i sistemi di attestazione della qualità.

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 998
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da weareblind » lun apr 15, 2019 07:12

Bravo, esatto. Se qui non avessi letto dei due metodi di verifica di costanza della prestazione, 1 e 3, mai me ne sarei accorto.

ildubbio
Messaggi: 281
Iscritto il: sab apr 18, 2015 07:59

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da ildubbio » mar apr 16, 2019 17:57

a proposito di porte...
qualcuno ha trovato porte E30-Sa a norma (omologate o marcate CE)?

Quanto al resto, le porte interne su via di fuga, non devono essere certificate. Giusto? e possono essere apribili anche a spinta (senza maniglione) secondo il codice

giotisi
Messaggi: 1593
Iscritto il: mer mag 27, 2009 11:52
Località: brescia

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da giotisi » mar apr 16, 2019 23:24

Per le porte interne, sta per uscendo la 14351-2 che richiederà la marcatura CE.
Per le porte normali, non ci sarà nulla di particolare.
Per quelle con prestazioni particolari (e le US son tra queste), l'iter è un po' piu' complesso, e il sistema di attestazione sarà cmq di livello 1 (quindi con laboratorio notificato); idem per quelle con tenuta al fumo.

Due anni di coesistenza (quindi sul mercato è possibile trovare porte marcate o meno) e poi solo marcate CE AVCP1, con conseguente concentrazione del numero degli operatori. O forse no.. quello fra 12 anni.

ildubbio
Messaggi: 281
Iscritto il: sab apr 18, 2015 07:59

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da ildubbio » mer apr 17, 2019 08:30

una buona newsletter per non perdersi queste novità normative in campo antincendio?

intanto aspetto il primo che ha trovato la porta E30-Sa a norma....

lbasa
Messaggi: 733
Iscritto il: ven giu 19, 2015 22:41

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da lbasa » mer apr 17, 2019 18:06

… intanto aspetto il primo che ha trovato la porta E30-Sa a norma....
viewtopic.php?f=4&t=22309

ildubbio
Messaggi: 281
Iscritto il: sab apr 18, 2015 07:59

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da ildubbio » mer apr 17, 2019 19:08

grazie Ibasa.
ricordavo la discussione
tuttavia nelle attività soggette, i prodotti devono essere omologati o marcati CE.
Ora, alcuni produttori, mi sembra abbiano le porte EI omologate, cui poi "aggiungono" il requisito Sa.
Ma non è l'intera porta ad essere EI-Sa, ne si possono sommare le due prestazioni (perché la prova andrebbe effettuata sull'intera porta EI-Sa).

Non so se ho reso l'idea. (più o meno è quello che ha detto chemolli nell'altra discussione)

Quindi porte E30-Sa omologate/certificate secondo legge, simili alle tagliafumo ("semplici", non in legno), si trovano?

magari mi sfugge qualcosa???

etec83
Messaggi: 550
Iscritto il: sab lug 13, 2013 16:39

Re: PORTE US NON TAGLIAFUOCO: VOI LE INSERITE NEL DICH.PROD?

Messaggio da etec83 » mer set 11, 2019 13:21

Terminus ha scritto:
lun feb 25, 2019 23:23
Vediamo se ho chiare le cose.
Porte tagliafuoco esterne: devono essere certificate UNI EN 14351-1 + omologazione o CE secondo UNI EN 16034 (solo CE quando scatterà la DOW a novembre)
Porte tagliafuoco interne: ancora solo omologazione (poi CE secondo 14351-2 + 16034 quando scatterà la DOW della 14351-2 ancora non pubblicata sulla GUCE)
Porte su vie di esodo esterne (uscite di sicurezza): certificazione UNI EN 14351-1 (con dichiarazione di impiego come porta su via di fuga ed AVCP1) + dispositivi UNI EN 179/1125
Porte su vie di esodo interne: per ora solo dispositivi UNI EN 179/1125 (poi CE secondo 14351-2 quando scatterà la relativa DOW)

Per porte tagliafuoco E su vie di esodo, le certificazioni suddette si sommano.

Pertanto per rispondere al quesito iniziale sul Dich.Prod., direi che le porte su vie di esodo esterne marcate CE, vanno inserite, perchè il tecnico deve certificare di aver verificato l'idoneità del prodotto mediante la DoP, unitamente al dispositivo di apertura, come si è sempre fatto.
Le porte interne ancora non hanno obbligo di marcatura CE, quindi sul Dich.Prod. ci va messo il solo maniglione.

Concordate ?
Riprendo questo post.
I portoni tagliafuoco rientrano nella UNI EN 16034.
Quindi marcatura CE obbligatoria da 1 novembre?

Rispondi