Civile abitazione, vano scala condominiale, spazi privati e spazi comuni

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
etec83
Messaggi: 542
Iscritto il: sab lug 13, 2013 16:39

Civile abitazione, vano scala condominiale, spazi privati e spazi comuni

Messaggio da etec83 » sab feb 02, 2019 19:57

Edificio di civile abitazione con progetto che segue DM 246/87.
L'attività ricade al punto 77/A di cui il DPR 151/11.
Da progetto avevo vano scala condominiale di 8 piani .

Successivamente i piani 7° e 8° vengono acquistati da stesso proprietario che acquista anche del tratto di scala condominiale che parte dal pianerottolo del 6°piano e va al 7° piano (posizionando una porta cancellata (P1) munita di serratura); mentre la scala condominiale dal 7° in poi viene eliminata rientrando nello spazio "appartamento di fatto".

Escono i VV.F e determinano una situazione ovviamente non conforme al progetto approvato, rilevando che:

- l'aerazione di 1 mq in sommità al vano scala non è più presente;
- è presente una porta P1 che determina:
a) l'impossibilità di accedere al locale macchine ascensore in copertura; (per operare sull'ascensore in condizioni di emergenza)
b) l'impossibilità di accedere all'idrante posizionato nel pianerottolo di intrapiano tra 6° e 7° piano;
c) la riduzione della larghezza del vano scala;
d) l'impossibilità di esodare da piani superiori.

Stante che i punti b) c) e d) mi sembravano facilmente risolvibili riscontrando ai VV.F che dopo la porta P1 sono di fatto in spazio privato (catastalmente) e non devo di certo consentire l'esodo dai piani superiori (non essendoci altre persone e piani oltre il 7° e 8°), né tanto meno avere idranti, e/o porte/scale private con la stessa larghezza del vano scala condominiale, i punti dolenti rimanevano la mancanza di aerazione di 1 mq e il locale macchine ascensore non accessibile.
Per il locale macchine ascensore il problema è stato risolto in quanto l'ascensore esistente è stato sostituito con uno dotato di macchina a bordo, ora manovrabile con un quadro al piano terra.

Per l'aerazione del vano scala avevo deciso di risolvere il problema nel seguente modo:
- poiché la porta P1 consente il passaggio di aria per una superficie maggiore di 1 mq; e
- nella rampa di scala (ora ad uso privato) che dal pianerottolo 6° conduce al 7° piano ho un'apertura permanente di 1 mq; di fatto l'aerazione in sommità al vano scala condominiale è garantita.

Escono i VV.F e, tranne che per l'ascensore, non sono d'accordo su nulla, asserendo che il decreto DM 246/87 si riferisce all'intero fabbricato e non solo agli spazi condominiali (come ad esempio per le autorimesse vedi box e corsello)
A parte la questione dell'aerazione del vano scala su cui potrei essere anche d'accordo in quanto il fumo continuerebbe a salire anche nella scala ad uso privato, ma vi risulta che negli spazi privati di civile abitazione io debba applicare quanto disposto dal decreto?
A me pare assurdo.

Terminus
Messaggi: 7599
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Civile abitazione, vano scala condominiale, spazi privati e spazi comuni

Messaggio da Terminus » sab feb 02, 2019 22:09

E da quando il fumo o il fuoco cambiano comportamento in funzione della destinazione catastale degli ambienti ?
Se il vano scala prosegue oltre la cancellata, l'aerazione andrà sempre fatta in sommità.

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 980
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: Civile abitazione, vano scala condominiale, spazi privati e spazi comuni

Messaggio da weareblind » dom feb 03, 2019 13:35

Concordo, privato o no "l'assieme" deve rispondere alla norma.

Rispondi