Dubbi calcolo carico d'incendio gas metano

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Avatar utente
travereticolare
Messaggi: 281
Iscritto il: sab giu 17, 2017 11:56

Dubbi calcolo carico d'incendio gas metano

Messaggio da travereticolare »

Buonasera,

Devo fare un carico d'incendio per uno stabilimento tessile, soggetto solamente per dei bruciatori che alimentano linee di lavorazione e riscaldamento ambientale (essiccazione, polimerizzazione, nastri radianti ecc..) e quindi ricadente nell'attività 74.3.C del DRP 151/11. Il funzionario che ha esaminato la pratica, mi ha chiesto di produrre il carico d'incendio inserendo anche il gas metano utilizzato dagli impianti. Sinceramente è la prima volta che mi ritrovo a fare un carico d'incendio per un gas, e mi ritrovo un po' in difficoltà sui dati da inserire.

Il software che utilizzo è chiaramente EdilClima :lol: , come prima cosa mi chiede di scegliere tra la voce "gas" o "gas intercettabili", io ho scelto gas intercettabile e i dati di input che il programma mi chiede di inserire sono i seguenti:

1) Ø interno del tubo [mm];
2) lunghezza tubo [m];
3) Pressione [bar]
4) Temperatura [°C]
5) Portata [mc eff/h]
6) Tempo interc [s]

per i primi 3 punti non c'è problema, conosco i dati e li inserisco tranquillamente.
al punto 4 quando parla di temperatura, cosa inserisco? Temperatura standard di 20°C per il tratto interno al capannone e 10-15°C per il tratto esterno?
al punto 5 come faccio a calcolare la portata? c'è per caso una formula in una norma CEI?
Cosa intende al punto 6 quando dice tempo intercorso? intende quanto tempo ci mette l'elettrovalvola ad intervenire? e secondo voi cosa intende per intercettabili, deve esserci un'intecettazione automatica o manuale?

Se ho due tubi di diametro diverso ma con stessa pressione, inserisco un'altra voce, corretto?

Grazie anticipatamente a chiunque abbia voglia di dedicarmi del tempo... Buona Serata
All'ingresso degli stabilimenti, dei depositi o dei grandi magazzini devono essere deposte le armi, gli speroni, le scatole di fiammiferi, gli accendisigari e simili. Le punizioni disciplinari in caso di inosservanza debbono essere pronte ed esemplari.

Terminus
Messaggi: 7872
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Dubbi calcolo carico d'incendio gas metano

Messaggio da Terminus »

Per la portata puoi utilizzare le formule della CEI 31-35, impostanto la pressione di alimentazione massima e le dimensioni del foro di guasto.
Per il foro di guasto la questione è complessa: in caso di incendio cosa si rompe e quanto sarà grande il foro di emissione ?
Nel caso peggiore, come il cedimento di un giunto flessibile, la sezione di guasto può coincidere con la sezione della tubazione.
Per il tempo di intercettazione, o hai una EV asservita a rivelatore di incendio o altro (quindi avrai una stima del tempo di intervento del sistema), oppure devi formalizzare una procedura di intervento del personale che deve azionare la valvola manuale esterna in un tempo x plausibile.

Avatar utente
travereticolare
Messaggi: 281
Iscritto il: sab giu 17, 2017 11:56

Re: Dubbi calcolo carico d'incendio gas metano

Messaggio da travereticolare »

Proverò a farlo, se mi sorgessero altri dubbi sarò costretto a disturbarvi di nuovo :D
All'ingresso degli stabilimenti, dei depositi o dei grandi magazzini devono essere deposte le armi, gli speroni, le scatole di fiammiferi, gli accendisigari e simili. Le punizioni disciplinari in caso di inosservanza debbono essere pronte ed esemplari.

Avatar utente
grifo68
Messaggi: 861
Iscritto il: ven feb 24, 2012 13:02
Località: Genova

Re: Dubbi calcolo carico d'incendio gas metano

Messaggio da grifo68 »

onestamente non mi è mai successo che per impianti gas inseriti in cicli industriali (ho seguito recentemente una lavanderia industriale con mangani ed essiccatori per circa 3000 kW alimentati da deposito di GNL ) mi chiedessero di inserire nel CI il gas...

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 1143
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: Dubbi calcolo carico d'incendio gas metano

Messaggio da weareblind »

A me si, ma a caso. Una volta su 8 diciamo. Poco male, determino il volume del metano nel tubo, CEI 31-35 come già detto, pressione, ho i grammi, dato il PCI ho anche il contributo. Fa ridere, eh.

Avatar utente
tigers
Messaggi: 1040
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:08

Re: Dubbi calcolo carico d'incendio gas metano

Messaggio da tigers »

Io una volta l'ho inserito ed il funzionario mi ha chiesto perché, dato che il gas si intercetta, non si spegne.
Posto il quesito ad un corso, ho avuto la stessa risposta. E' il motivo per cui, mi hanno spiegato, gli estintori hanno delle classi per fuochi A e B ma non per fuochi C, dato che non esiste un modo per valutare quanto è "grosso" un incendio di gas, troppi fattori. L'estintore è "idoneo" per contenere finché non si chiude la valvola.

Terminus
Messaggi: 7872
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Dubbi calcolo carico d'incendio gas metano

Messaggio da Terminus »

Mah il fatto che non vi sia una procedura di omologazione dei fuochi in classe C, non vuol dire che il gas non possa partecipare al carico di incendio di un ambiente.
Non considerando l'esplosione catastrofica, per la quale non ha senso preoccuparsi della R, qualisiasi altro evento, compresa una piccola esplosione limitata a zone ristrette ma dannosa per le apparecchiature e tubature, comporta emissione di gas che si incendia.
Sicuramente il gas sarà intercettabile, ma da dove e dopo quanto tempo ?

Rispondi