SCIA TERMINE 45 GIORNI

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Avatar utente
travereticolare
Messaggi: 390
Iscritto il: sab giu 17, 2017 11:56
Località: Lombardia

SCIA TERMINE 45 GIORNI

Messaggio da travereticolare »

Buongiorno,

L'art. art. 4 del DPR 151 del 01.08.2011 Verifiche di Prevenzione Incendi al comma 3 dice tra le altre cose che ...in caso di accertata carenza dei requisiti e dei presupposti per l’esercizio delle attività …. il Comando adotta motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell’attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi dalla stessa prodotti, ad eccezione che, ove sia possibile, l’interessato provveda a conformare alla normativa antincendio e ai criteri tecnici di prevenzione incendi detta attività entro un termine di quarantacinque giorni.

Al riguardo secondo voi, quali sono gli estremi perché possa essere concesso questo termine di adeguamento pari ad appunto 45 giorni? in caso di quale carenza? mancanza di qualche idrante oppure anche cose più gravi?

Grazie a tutti e Buona Giornata
All'ingresso degli stabilimenti, dei depositi o dei grandi magazzini devono essere deposte le armi, gli speroni, le scatole di fiammiferi, gli accendisigari e simili. Le punizioni disciplinari in caso di inosservanza debbono essere pronte ed esemplari.

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 1358
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: SCIA TERMINE 45 GIORNI

Messaggio da weareblind »

Non c'è una precisa risposta. Ogni funzionario si regola come crede. Per la mia esperienza, già "qualche idrante" è grave.

Avatar utente
travereticolare
Messaggi: 390
Iscritto il: sab giu 17, 2017 11:56
Località: Lombardia

Re: SCIA TERMINE 45 GIORNI

Messaggio da travereticolare »

Grazie,comunque sentendo un mio collega recentemente, mi ha detto che ad un corso a cui ha partecipato, organizzato dal suo albo riguardante il nuovo codice di prevenzione incendi, il funzionario ha mostrato un circolare interna in cui si "chiarisce" l'uso dei 45 giorni.

Riporto in allegato la circolare:

Si fa riferimento al disposto normativo in oggetto in base a quale “in caso di accertata carenza dei requisiti e dei presupposti per l’esercizio delle attività …. il Comando adotta motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell’attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi dalla stessa prodotti, ad eccezione che, ove sia possibile, l’interessato provveda a conformare alla normativa antincendio e ai criteri tecnici di prevenzione incendi detta attività entro un termine di quarantacinque giorni.”.“in caso di accertata carenza dei requisiti e dei presupposti per l’esercizio delle attività …. il Comando adotta motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell’attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi dalla stessa prodotti, ad eccezione che, ove sia possibile, l’interessato provveda a conformare alla normativa antincendio e ai criteri tecnici di prevenzione incendi detta attività entro un termine di quarantacinque giorni.”.

Al riguardo si ritiene che il termine previsto per l’adeguamento, pari appunto a 45 giorni, possa essere concesso per i casi di completamento non sostanziale delle opere previste dal progetto antincendio, quali ad esempio assenza di qualche estintore/idrante, cartellonistica, ecc…

Al contrario, in casi evidenti di riscontrata, sostanziale difformità fra quanto riportato nel progetto oggetto di segnalazione certificata e lo stato dei luoghi, il personale incaricato delle verifiche di Prevenzione Incendi provvederà a comunicare al titolare dell’attività e agli enti interessati l’inefficacia della segnalazione stessa, informando contemporaneamente la competente Procura della Repubblica ai sensi dell’art. 20, co 2 del D.lgs. 139 del 08.03.2006 per la SCIA mendace.

Spero possa essere d'aiuto!
All'ingresso degli stabilimenti, dei depositi o dei grandi magazzini devono essere deposte le armi, gli speroni, le scatole di fiammiferi, gli accendisigari e simili. Le punizioni disciplinari in caso di inosservanza debbono essere pronte ed esemplari.

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 1358
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: SCIA TERMINE 45 GIORNI

Messaggio da weareblind »

Ciao e grazie, ma, come vedi, siamo nella fumositá più totale. Cosa chiarisce in più questo loro atto interno?
Tra l'altro, pure troppo morbidi. Voglio dire, hai un progetto con 7 idranti, ne hai solo 5, cosa mandi la SCIA? Metto i due idranti E la debita conformità, poi procedi.

Avatar utente
travereticolare
Messaggi: 390
Iscritto il: sab giu 17, 2017 11:56
Località: Lombardia

Re: SCIA TERMINE 45 GIORNI

Messaggio da travereticolare »

In effetti quella circolare non chiarisce molto le idee, forse le complica di più :mrgreen:
Tra l'altro, pure troppo morbidi. Voglio dire, hai un progetto con 7 idranti, ne hai solo 5, cosa mandi la SCIA? Metto i due idranti E la debita conformità, poi procedi.
Anche su questa osservazione mi trovi d'accordo, purtroppo in nostro mondo è una giungla, ci sono tecnici di tutti i tipi. Figurati che un funzionario ha raccontato ad un corso di aggiornamento di aver trovato un tecnico che ha consegnato una S.C.I.A. per un fabbricato inesistente :lol: ha consegnato la S.C.I.A. prima ancora che il fabbricato venisse costruito. Ed io mi chiedo a sto punto, come ha fatto a certificare i prodotti e le strutture?

Incredibile.
All'ingresso degli stabilimenti, dei depositi o dei grandi magazzini devono essere deposte le armi, gli speroni, le scatole di fiammiferi, gli accendisigari e simili. Le punizioni disciplinari in caso di inosservanza debbono essere pronte ed esemplari.

etec83
Messaggi: 599
Iscritto il: sab lug 13, 2013 16:39

Re: SCIA TERMINE 45 GIORNI

Messaggio da etec83 »

Ma quella tra l'altro è una circolare interna.

Rispondi