Autorimessa larghezza rampa

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
etec83
Messaggi: 554
Iscritto il: sab lug 13, 2013 16:39

Autorimessa larghezza rampa

Messaggio da etec83 » ven mar 16, 2018 17:43

Ho un'autorimessa interrata che ha accesso da una rampa che ha il punto più stretto di 2,20 m.
Non posso usare il codice perchè non ho altre u.s. dall'autorimessa a parte le rampe che ovviamente superano 8%.
Devo già andare in deroga per la ventilazione naturale... ho intenzione di andare in deroga anche per la rampa a questo punto.
A vostro avviso che misura compensativa si può adottare?

Avatar utente
travereticolare
Messaggi: 181
Iscritto il: sab giu 17, 2017 11:56

Re: Autorimessa larghezza rampa

Messaggio da travereticolare » ven mar 16, 2018 20:14

Generalmente per andare in deroga nelle autorimesse io faccio mettere lo sprinkler e installo un impianto di illuminazione di sicurezza potenziando la cartellonistica per l'esodo. Nei punti dove si restringe la rampa farei mettere delle indicazioni catarifrangenti.

Considerando che il rischio aggiuntivo è la difficoltà di smaltire i prodotti della combustione e la difficoltà di intervento dei vigili del fuoco a causa della larghezza ridotta lo sprinkler mi sembra più che buono.

etec83
Messaggi: 554
Iscritto il: sab lug 13, 2013 16:39

Re: Autorimessa larghezza rampa

Messaggio da etec83 » mar feb 12, 2019 18:21

secondo voi una serie di rischi aggiuntivi per il non rispetto della larghezza minima quali potrebbero essere?
sinceramente non riesco ad argomentare.

Terminus
Messaggi: 7658
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Autorimessa larghezza rampa

Messaggio da Terminus » mar feb 12, 2019 19:43

Se è solo un problema di larghezza dell'accesso su rampa, i VVF hanno già indicato i rischi e le misure compensative, nelle deroghe generali.
Si tratta eventualmente di implementarle, per esempio con una illuminazione potenziata e di emergenza e maggiore cartellonistica, visto che vai sotto i 3 metri.
I VVF non devono entrare con l'APS, i rischi sono legati fondamentalmente al traffico entra/esci dei veicoli e d'altronde in fase di emergenza non è considerabile l'esodo "in macchina".
Ovviamente i moduli di uscita devono essere sufficienti alla bisogna.

Se hai altre problematiche, devi valutare la situazione nel complesso.
Se sei scarso a ventilazione, come dice travereticolare, lo sprinkler sarebbe la cosa migliore, ma immagino sia di difficile implementazione specialmente se non hai neanche un impianto idranti.
Puoi sempre progettare un SEFFC, asservito ad IRAI e fartelo approvare in deroga.

etec83
Messaggi: 554
Iscritto il: sab lug 13, 2013 16:39

Re: Autorimessa larghezza rampa

Messaggio da etec83 » mar feb 12, 2019 21:48

Specifico che al momento il mio solo problema è la larghezza di una coppia di rampe a senso unico di marcia (uscita e ingresso) a servizio dall'autorimessa che nel varco di ingresso presentano ciascuna un restringimento puntuale inferiore a 3 m.
Non ho altre problematiche legate alla aerazione naturale. Ho già sprinkler ed idranti. Le rampe in questione non sono utilizzate per l'esodo.
Ho già richiesto la deroga adottando delle misure compensative, ma il VVF mi chiede di integrare i rischi aggiuntivi che secondo lui non ho per nulla argomentato.

Nelle misure compensative ho previsto l'uso di cartellonistica/segnaletica per indicare il restringimento e sbarre automatiche asservite ai flussostati dell'impianto sprinkler, per evitare l'accesso di autoveicoli in condizioni di emergenza.
Sinceramente l'impianto semaforico mi pare inutile non avendo la doppia circolazione su nessuna delle rampe di 3 m.

Mi trovo in difficoltà però ad argomentare circa i rischi aggiuntivi, qual è la ratio ad avere una rampa di larghezza non inferiore a 3 m oltre al fatto che alcuni veicoli farebbero fatica a passare? Sinceramente non mi viene in mente nessuna motivazione ai fini antincendio.

Terminus
Messaggi: 7658
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Autorimessa larghezza rampa

Messaggio da Terminus » mer feb 13, 2019 09:33

Nel tuo primo intervento hai prospettato una situazione diversa: deroga per l'aerazione e rampe uniche US.
Comunque, stando le cose come dici, se hai escluso problemi per l'esodo e per la ventilazione, puoi argomentare che:
- le rampe non sono fruibili dai mezzi di soccorso VVF, la norma non lo prevede;
- i mezzi privati in caso di emergenza non ci devono passare: l'esodo non è previsto in macchina;
- il restringimento può provocare qualche incidente, ma viste le velocità estremamente ridotte (si potrebbe anche mettere un dosso dissuasore per ridurle ulteriormente ed implementare segnaletica ed illuminazione), ne avrebbero a male solo le carrozzerie.

Rispondi