parete esterna ct

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
nuvola bianca
Messaggi: 154
Iscritto il: ven ott 12, 2007 10:23

parete esterna ct

Messaggio da nuvola bianca » gio ago 18, 2016 08:46

Ciao a tutti, scusate se torno ancora sull'argomento. Devo combattere contro un verificatore che sostiene che il 15% di parete esterna deve essere garantito da un'unica parete e non, come nel mio caso, da due pareti che fanno angolo fra di loro. La centrale termica è posizionata sul perimetro dell'edificio e un aggetto molto profondo di un terrazzo impedisce che una parte della seconda parete sia completamente a cielo libero. In pratica ho una parete . dove c'è l'ingresso e l'areazione, completamente a cielo libero e un'altra porzione di parete a cielo libero, così da garantire (sommando le due lunghezze) il 15% a cielo libero. Ho letto vari pareri dei VVF, ma c'è una circolare o una delibera nella quale si dice che si possono sommare due pareti e non è necessario che un'unica parete copra il 15% del cielo libero? grazie a tutti per la risposta. ciao
nuvola bianca

Terminus
Messaggi: 7708
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: parete esterna ct

Messaggio da Terminus » gio ago 18, 2016 09:50

Dal commento di Malizia:
La corretta interpretazione del punto 4.1.1., lettera b), … prevede che una porzione, pari almeno al 15%, delle pareti perimetrali del locale di installazione degli impianti termici, sia confinante con spazio scoperto, strada pubblica o privata scoperta o nel caso di locali interrati, con intercapedine ad uso esclusivo (Nota Prot. n° P1338/4134 sott. 58 del 21/12/1999). (In base a tale chiarimento, non è richiesta la totale attestazione dell'intera parete, ma solo una porzione pari almeno al 15% delle pareti perimetrali)
Ed ancora la la Lettera Circ. n° P1275/4134 del 30/11/2000:
… In via generale, la prescrizione di cui al punto 4.1.1 b) richiedente che almeno una parete, di lunghezza non inferiore al 15% del perimetro del locale caldaia, sia confinante con spazio scoperto, è finalizzata a garantire la collocazione del locale stesso nell'ambito della fascia perimetrale dell'edificio, e ciò allo scopo di conseguire i seguenti obiettivi di sicurezza:
a) obbligare a posizione i focolari alla periferia del fabbricato; b) assicurare le necessarie condizioni per la realizzazione delle richieste aperture d'aerazione; c) determinare situazioni di luogo atte a facilitare l'intervento delle squadre di soccorso in caso d'incendio.
Da un'attenta lettura della norma, altre finalità non vengono ravvisate, né può farsi minimamente riferimento al vecchio concetto del facile cedimento strutturale in caso di esplosione in quanto, non solo non contemplato dalla norma, ma sarebbe in contrasto con quest'ultima se si ha riguardo ai ben definiti valori di resistenza al fuoco che la stessa prescrive per le strutture.


Quindi, usando un pò il cervello, gli obiettivi di sicurezza nel tuo caso sono pienamente garantiti.

nuvola bianca
Messaggi: 154
Iscritto il: ven ott 12, 2007 10:23

Re: parete esterna ct

Messaggio da nuvola bianca » ven ago 19, 2016 00:22

grazie, come al solito preciso e disponibile :D :D
nuvola bianca

Avatar utente
grifo68
Messaggi: 837
Iscritto il: ven feb 24, 2012 13:02
Località: Genova

Re: parete esterna ct

Messaggio da grifo68 » ven ago 19, 2016 15:56

Terminus preciso e prezioso come sempre... :wink:

ho solo un dubbio Nuvola... quando parli di verificatore ti riferisci al tizio della provincia (o cosa diamine è diventata adesso) o del comune che fa i sopralluoghi ex DPR 74/2013? e ancora: la CT è sopra o sotto i 116 kW? perché nel primo caso il tizio in questione dovrebbe starsene di quanto autorizzato dai VVF oppure asseverato dal tecnico che ha presentato la SCIA

comunque, se si tratta di tali individui auguri... perché a volte (spesso :roll: ) non sono preparatissimi (eufemismo? eufemismo!) ricordo qualche anno fa un verificatore delle mie parti che aveva fatto un casino dell'accidente perché chiedeva il CPI (parlo di prima del 2011) per tutte le CT > 35 kW... e non sentiva ragioni, tutti condomini con verbali negativi, divieti d'uso, segnalazioni ai VVF (ricordo il responsabile della PG di Genova in delirio per il mare di carta che gli arrivava) ecc... quando sono riusciti ad "abbatterlo" il danno era fatto e prima che si riuscisse a ripristinare anche solo burocraticamente l'ordine delle cose è passato un bel po' di tempo...

nuvola bianca
Messaggi: 154
Iscritto il: ven ott 12, 2007 10:23

Re: parete esterna ct

Messaggio da nuvola bianca » ven ago 19, 2016 16:08

ciao, confermo che è un verificatore del comune e che la centrale termica è di potenza inferiore ai 116 kw, ristrutturata nel 2009. Io ai tempi avevo fatto tutta la pratica per l'ottenimento del contatore gas con disegni, progetti e relazioni, in quanto si trattava di passaggio da gasolio a gas metano. Immagina il mio cliente che oggi si vede qualcuno che gli dice che l'impianto non è a norma, con fastidi da parte mia che puoi ben capire!!! Comunque sarò battagliero e tornerò vincitore :lol: :lol: ciao
nuvola bianca

Terminus
Messaggi: 7708
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: parete esterna ct

Messaggio da Terminus » sab ago 20, 2016 08:18

Purtroppo chi verifica spesso non sa progettare ed in più non ha l'umiltà di andare a leggere le norme quando qualcuno gli dice che le cose non sono come lui pretende.
Se la cosa non si risolve, potresti richiedere il parere scritto dei VVF sulla tua situazione, come richiesta di deroga (anche se tale non dovrebbe essere).

Rispondi