Reazione al fuoco di isolante all'interno di solai

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Simone_Milano
Messaggi: 53
Iscritto il: mer nov 27, 2013 15:59

Reazione al fuoco di isolante all'interno di solai

Messaggio da Simone_Milano » mer gen 20, 2016 11:43

Buongiorno a tutti,

in una attività commerciale disposta su un unico piano, gli architetti stanno pensando di prevedere un solaio di copertura gettato su lamiera grecata (da lasciare a vista) al cui interno prevedono un isolamento termico in classe di reazione al fuoco E.

2 domande quando l'isolamento non è direttamente a vista ma all'interno di un solaio:

1. Se verifico il decreto del 2010 (attività commerciali), la classe E non è mai citata/consentita (così come la "C" o "D").
non quindi non è mai installabile? nemmeno se al completo interno di altri elementi? (calcestruzzo, massetto).

Così facendo molti isolanti di uso comune (tipo poliuretano espanso) non dovremmo consentirli !!!


2. nelle verifiche del 50%: i materiali isolanti all'interno delle solette (magari R/EI 60) devono essere considerati oppure no?
Non riesco a trovare riferimenti normativi o chiarimenti.

un problema simile mi era capitato con pareti in cartongesso con all'interno lana di roccia, che però è incombustibile e quindi il problema non si poneva.


Grazie mille
Simone

fstbianchi
Messaggi: 76
Iscritto il: ven feb 13, 2015 16:47

Re: Reazione al fuoco di isolante all'interno di solai

Messaggio da fstbianchi » mer gen 23, 2019 13:55

riprendo questo vecchio post.
Copertura capannone soggetto VVF.
Stratigrafia dall'interno:
_ lamiera grecata
_ eps classe E
_ feltro vetro
_ guaina TPO
Il pacchetto è certificato B roof (t2) (incendi esterni dei tetti).

Il dubbio è questo:
_ a leggere il DM15/03/05 (art.7 c.2) la classe E non va bene. max. ammesso riga I delle tabella 3, in quanto l'eps non è direttamente esposto alle fiamme, ma davanti ha un materiale metallico che è escluso alle lettere b) e c). Se invece della lamiera avessi avuto un prodotto EI30 allora andava bene la classe E.
SIETE D'ACCORDO.
(stò verificando un capitolato e volevo essere sicuro prima di chiedere il cambio del pannello su tutta la copertura, onde evitare contenziosi).
Grazie per chi riesce a contribuire.

fstbianchi
Messaggi: 76
Iscritto il: ven feb 13, 2015 16:47

Re: Reazione al fuoco di isolante all'interno di solai

Messaggio da fstbianchi » lun gen 28, 2019 13:56

Davvero nessuno è in grado di condividere una discussione in merito??
Grazie dell'attenzione a chi vorrà esprimersi.

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 1011
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: Reazione al fuoco di isolante all'interno di solai

Messaggio da weareblind » lun gen 28, 2019 18:03

Ciao, scusa ma non avevo proprio visto. Dunque, scrivo ad alta voce.
Decreto Ministeriale 15 marzo 2005
Requisiti di reazione al fuoco dei prodotti da costruzione installati in attivita' disciplinate da specifiche disposizioni tecniche di prevenzione incendi in base al sistema di classificazione europeo.
Art. 7. - Prodotti isolanti installati in altri ambienti
Ma le prescrizioni ivi contenute sono da applicarsi solo se è prescritta o concordata una reazione al fuoco. Dato che l'elemento non è strutturale, se è un capannone produttivo il Codice non chiede reazione (né esiste legge applicabile ad essi, se non criteri generali di progettazione, per cui nessuno mai in produzione ha inserito volontariamente una reazione al fuoco).
Quindi va bene perché non vi è richiesta di reazione per attività produttiva, su elementi non portanti.
O ho capito male?

fstbianchi
Messaggi: 76
Iscritto il: ven feb 13, 2015 16:47

Re: Reazione al fuoco di isolante all'interno di solai

Messaggio da fstbianchi » ven feb 01, 2019 15:48

scusa se rispondo solo ora…
leggendo quanto hai commentato, hai ragione!

Ti ringrazio molto.

mmaarrccoo
Messaggi: 360
Iscritto il: mer mag 05, 2010 16:15

Re: Reazione al fuoco di isolante all'interno di solai

Messaggio da mmaarrccoo » gio lug 04, 2019 15:46

Ciao a tutti, riprendo questa discussione.

Non sono del tutto d'accordo con quanto sopra oppure non ho capito io quello che chiede il codice. Ho la stessa situazione: copertura di un capannone adibito a logistica (tutto open-space a tutta altezza) con tetto formato da lamiera + isolante in classe E + guaina TPO in classe E (da sotto se alzo la testa vedo la lamiera).

Premesso che a mio modo di vedere non mi sembra corretto quello che spesso leggo e cioè che se è tutto open-space non ho vie di esodo, per me è tutto vie di esodo, a quanto leggo sul codice:
- un isolante così costituito non è ammesso in quanto sulla tabella S.1-6 del codice dice che per poter utilizzare la classe E il materiale deve essere protetto. Per protetto si intende protetto con materiali non metallici del gruppo GM0 oppure prodotti di classe di resistenza al fuoco K 10 e classe minima di reazione al fuoco B-s1,d0. Quindi qui o la lamiera è K 10 oltre che B-s1,d0 oppure non funziona, giusto?
- si possono evitare i requisiti di reazione al fuoco per materiali con separazioni K 30 o EI 30 oppure per elementi strutturali portanti per i quali sia stata già richiesta una determinata resistenza al fuoco. Nel mio caso specifico questo tetto mi dicono sia R30 e quindi mancherebbe il requisito EI.

In definitiva: come si fa a sapere se la lamiera è almeno K 10? E' un dato che mi da il produttore? Anche cercando su internet non trovo lamiere K10.

Rispondi