SCALA PROTETTA: SERVE AERAZIONE O NO?

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
mmaarrccoo
Messaggi: 381
Iscritto il: mer mag 05, 2010 16:15

SCALA PROTETTA: SERVE AERAZIONE O NO?

Messaggio da mmaarrccoo » mer ott 08, 2014 18:01

Come da titolo. Io nelle definizioni (DM 30/11/1983) vedo che è richiesto semplicemente il vano antincendo con porte REI. Alcuni mi dicono che le scale protette vanno comunque aerate in sommità con 1 mq di apertura. Non trovo riferimenti, voi che ne dite?

Terminus
Messaggi: 7742
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: SCALA PROTETTA: SERVE AERAZIONE O NO?

Messaggio da Terminus » mer ott 08, 2014 18:57

Hai provato a leggere le più recenti norme tecniche ?

mmaarrccoo
Messaggi: 381
Iscritto il: mer mag 05, 2010 16:15

Re: SCALA PROTETTA: SERVE AERAZIONE O NO?

Messaggio da mmaarrccoo » mer ott 08, 2014 22:17

Si, infatti mi riferisco al fatto che non trovo congruenza tra le varie norme e rifarsi sempre a nuove norme che, forse, se il funzionario VV.F. lo ritiene, si potrebbero applicare anche a casi non oggetto della norma stessa diventa un pò incoerente e pretestuoso, almeno questo è il mio parere. Nello specifico a che norme ti riferisci? Per te la scala protetta ha sempre e comunque l'aerazione in qualunque contesto e attività?

Terminus
Messaggi: 7742
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: SCALA PROTETTA: SERVE AERAZIONE O NO?

Messaggio da Terminus » gio ott 09, 2014 08:39

Per me si, è necessaria per evacuare l'eventuale fumo che dovesse infiltrarsi attraverso le porte tagliafuoco durante la loro apertura.

etec83
Messaggi: 570
Iscritto il: sab lug 13, 2013 16:39

Re: SCALA PROTETTA: SERVE AERAZIONE O NO?

Messaggio da etec83 » sab ott 11, 2014 18:57

Solitamente sì, le scale protette devono avere le aerazioni in sommità.

Le uniche regole tecniche che richiedono l'aerazione in sommità anche in scale a prova di fumo se non ricordo male sono le attività di pubblico spettacolo e gli alberghi.

mmaarrccoo
Messaggi: 381
Iscritto il: mer mag 05, 2010 16:15

Re: SCALA PROTETTA: SERVE AERAZIONE O NO?

Messaggio da mmaarrccoo » lun ott 13, 2014 16:57

Ma tra l'altro le ultime norme che ho visto richiedono 1 mq (che dovrebbe essere netto) e sinceramente in un vano scala piccolo è un foro abbastanza grosso da fare. In realtà anche se avessi un filtro a prova di fumo (e non una scala) la norma richiede comunque 1 mq se aerato naturalmente. Tuttavia la definizione di filtro parla anche di camino di dimensioni adeguate non inferiore a 0,10 mq. Siccome tra 0,10 mq ed 1 mq c'è molta differenza mi sembra di intendere che se io fossi in grado di calcolarmi la "dimensione adeguata" potrei aerare la scala con un foro di dimensioni umane. Voi conoscete il metodo per dimensionare il foro?

Terminus
Messaggi: 7742
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: SCALA PROTETTA: SERVE AERAZIONE O NO?

Messaggio da Terminus » mar ott 14, 2014 08:35

Il funzionamento di un camino e di un'apertura verticale sono molto differenti.
Le scale solitamente hanno aperture finestrate, basta renderne apribile una di superficie sufficiente.

mmaarrccoo
Messaggi: 381
Iscritto il: mer mag 05, 2010 16:15

Re: SCALA PROTETTA: SERVE AERAZIONE O NO?

Messaggio da mmaarrccoo » mar ott 14, 2014 10:20

Hai ragione, questo tuttavia è un caso particolare e questa scala non ha aperture, inoltre la copertura della scala non coincide con la copertura del fabbricato in cui è inserita (è un fabbricato industriale, immagina il volume del vano scala dentro il volume del capannone). Pertanto l'aerazione diretta di 1 mq già non si può fare a prescindere in quanto andrei ad affacciarmi sul capannone a rischio incendio e quindi volevo proprio cogliere la possibilità di usare l'effetto camino e andare a tetto con un foro maggiore di 0,10 mq e minore di 1 mq. Secondo te posso farlo?
Grazie.

davide c.
Messaggi: 29
Iscritto il: gio apr 18, 2013 07:24

Re: SCALA PROTETTA: SERVE AERAZIONE O NO?

Messaggio da davide c. » mar giu 11, 2019 11:30

Terminus ha scritto:
mar ott 14, 2014 08:35
Il funzionamento di un camino e di un'apertura verticale sono molto differenti.
Le scale solitamente hanno aperture finestrate, basta renderne apribile una di superficie sufficiente.
Buongiorno, chiedo lumi.
Ho sempre avuto il dubbio sul significato di "rendere apribile" una finestra, nel caso della scala protetta.
Basta una maniglia?
Basta il calore del fumo?
Devo motorizzare il serramento in coordinazione con l'impianto di rilevazione fumi?

Gianper
Messaggi: 289
Iscritto il: mer gen 31, 2007 15:20

Re: SCALA PROTETTA: SERVE AERAZIONE O NO?

Messaggio da Gianper » mar giu 11, 2019 15:50

Ho appena concluso una scala protetta per una Scuola, l'apertura realizzata all'ultimo piano della scala, se realizzata come finestra deve necessariamente essere apribile (meglio se verso l'esterno) tramite dispositivo automatico comandato dal rilevazione fumi. (praticamente un dispositivo assimilabile agli smoke out).
Tieni presente che è fatto in modo che questo venga anche a rappresentare luogo protetto, ossia luogo dove è possibile una sosta in attesa di esodare.

Il vantaggio non indifferente è anche la possibilità conseguente, di scomputare la lunghezza della scala dalle lunghezze totali di esodo.

davide c.
Messaggi: 29
Iscritto il: gio apr 18, 2013 07:24

Re: SCALA PROTETTA: SERVE AERAZIONE O NO?

Messaggio da davide c. » mar giu 11, 2019 16:08

Bene, grazie mille.

danilo2
Messaggi: 1572
Iscritto il: ven dic 21, 2007 14:22

Re: SCALA PROTETTA: SERVE AERAZIONE O NO?

Messaggio da danilo2 » gio giu 13, 2019 16:32

Per quanto la realizzazione di un'apertura in sommità sia sicuramente una misura di sicurezza importante, non riesco a trovare una giustificazione normativa. Nel Decreto dell'83 su termini e definizione non vi è questa imposizione e nel COPI leggo:
"Le scale d'esodo protette ed i percorsi protetti devono essere inseriti in vani protetti ad essi esclusivamente dedicati. In tali vani è
generalmente ammessa la presenza di impianti tecnologici e di servizio ausiliari al funzionamento dell'attività
". La presenza di un'apertura in sommità non è compatibile, per esempio, con un impianto di riscaldamento.
theo62chiocciolinavirgilio.it

Avatar utente
travereticolare
Messaggi: 241
Iscritto il: sab giu 17, 2017 11:56

Re: SCALA PROTETTA: SERVE AERAZIONE O NO?

Messaggio da travereticolare » gio giu 13, 2019 17:05

danilo2 ha scritto:
gio giu 13, 2019 16:32
Per quanto la realizzazione di un'apertura in sommità sia sicuramente una misura di sicurezza importante, non riesco a trovare una giustificazione normativa. Nel Decreto dell'83 su termini e definizione non vi è questa imposizione e nel COPI leggo:
"Le scale d'esodo protette ed i percorsi protetti devono essere inseriti in vani protetti ad essi esclusivamente dedicati. In tali vani è
generalmente ammessa la presenza di impianti tecnologici e di servizio ausiliari al funzionamento dell'attività". La presenza di un'apertura in sommità non è compatibile, per esempio, con un impianto di riscaldamento.
Il Codice di Prevenzione Incendi non esplicita nulla in merito come il DM dell'83.

Tuttavia, se vogliamo essere pignoli per quanto riguarda il COPI si potrebbe fare il ragionamento che riporto di seguito e realizzare un'apertura di 1/40:

G.1.8 punto 5: Di tipo protetto (o protetto): qualificazione di un volume dell'attività costituente compartimento antincendio.

Capitolo S.8.4.1: Per ogni piano e locale del compartimento deve essere prevista la possibilità di effettuare lo smaltimento di fumo e calore d'emergenza secondo quanto previsto al paragrafo S.8.5.

Quindi si potrebbe assimilare la scala protetta ad un compartimento antincendio ed attribuirgli un'areazione permanente pari ad 1/40 in quanto il carico di incendio all'interno del vano scala è < 600 MJ/mq.


Se progetti con il "vecchio" metodo, quindi no codice, e hai una scala protetta prendi come riferimento altre norme, dove ti impongono un'aerazione minima di 1 mq (D.M. 22/02/2006; D.M. 27/07/2010)

I vani scala di tipo protetto devono essere provvisti di aperture di aerazione in sommità di superficie non inferiore ad 1 m2, con sistema di apertura degli infissi comandato sia automaticamente da rivelatori di incendio che manualmente mediante dispositivo posto in prossimità dell'entrata alla scala, in posizione segnalata.
All'ingresso degli stabilimenti, dei depositi o dei grandi magazzini devono essere deposte le armi, gli speroni, le scatole di fiammiferi, gli accendisigari e simili. Le punizioni disciplinari in caso di inosservanza debbono essere pronte ed esemplari.

danilo2
Messaggi: 1572
Iscritto il: ven dic 21, 2007 14:22

Re: SCALA PROTETTA: SERVE AERAZIONE O NO?

Messaggio da danilo2 » gio giu 13, 2019 19:22

Si vero, però nel mio caso specifico ho una scuola, che per deroga generale potrebbe avere tutte le scale protette, e quindi con riferimento solo al DM dell'83?
theo62chiocciolinavirgilio.it

Avatar utente
travereticolare
Messaggi: 241
Iscritto il: sab giu 17, 2017 11:56

Re: SCALA PROTETTA: SERVE AERAZIONE O NO?

Messaggio da travereticolare » gio giu 13, 2019 20:56

danilo2 ha scritto:
gio giu 13, 2019 19:22
Si vero, però nel mio caso specifico ho una scuola, che per deroga generale potrebbe avere tutte le scale protette, e quindi con riferimento solo al DM dell'83?
Però scusa, se ti riferisci all'allegato B della lettera circolare del Ministero dell'Interno n. P 2244/4122 del 30 ottobre 1996
il punto B1 dice che:

limitatamente agli edifici a tre piani fuori terra è ammesso che, in luogo della scala esterna o a prova di fumo, sia realizzata una scala protetta a condizione che tutte le scale siano protette e che adducano, attraverso percorsi di esodo, all'esterno. Nella gestione dell'emergenza si deve tenere conto della realtà dei predetti percorsi.

Ai fini del computo della lunghezza del percorso di cui al punto 5.4, si chiarisce che non deve essere considerato il percorso interno ai vani scala protetti.


poi il p.to 4.1 del D.M. 26/08/1992 dice che Il vano scala, tranne quello a prova di fumo o a prova di fumo interno, deve avere superficie netta di aerazione permanente in sommità non inferiore ad 1 m2.

Quindi essendo la tua una scala protetta ha bisogno di aerazione realizzata come sopra riportato.

Poi secondo me non bisogna soffermarsi solamente a quello che dicono le normative, a volte bisogna andare oltre. Io per scale protette ho sempre richiesto e fatto realizzare delle aperture permanenti o apribili automaticamente (meglio le prime).
All'ingresso degli stabilimenti, dei depositi o dei grandi magazzini devono essere deposte le armi, gli speroni, le scatole di fiammiferi, gli accendisigari e simili. Le punizioni disciplinari in caso di inosservanza debbono essere pronte ed esemplari.

danilo2
Messaggi: 1572
Iscritto il: ven dic 21, 2007 14:22

Re: SCALA PROTETTA: SERVE AERAZIONE O NO?

Messaggio da danilo2 » ven giu 14, 2019 09:28

Si concordo, e la fine del tuo intervento coincide con l'inizio del mio. Il mio problema è che ho i vani scala riscaldati e un aerazione di 1 m² non è il massimo dal punto di vista del risparmio energetico...
theo62chiocciolinavirgilio.it

Avatar utente
weareblind
Messaggi: 1075
Iscritto il: gio lug 30, 2009 09:49

Re: SCALA PROTETTA: SERVE AERAZIONE O NO?

Messaggio da weareblind » ven giu 14, 2019 12:42

A me capita di far motorizzare il serramento, asservito a un rilevatore.

Terminus
Messaggi: 7742
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: SCALA PROTETTA: SERVE AERAZIONE O NO?

Messaggio da Terminus » ven giu 14, 2019 18:55

Motorizzazione comandata da impianto IRAI e/o comando manuale, al limite SENFC verticale con comando remoto.

antonio
Messaggi: 416
Iscritto il: lun set 17, 2007 11:27

Re: SCALA PROTETTA: SERVE AERAZIONE O NO?

Messaggio da antonio » sab nov 02, 2019 09:51

danilo2 ha scritto:
gio giu 13, 2019 19:22
Si vero, però nel mio caso specifico ho una scuola, che per deroga generale potrebbe avere tutte le scale protette, e quindi con riferimento solo al DM dell'83?
Al punto 4.1 del dm 26/8/92 per l'edilizia scolastica, è richiesta l'apertura di aerazione permanente in sommità al vano scala (tranne quelle a prova di fumo o a prova di fumo interno).

Per una scala interna, che serve al normale afflusso, non racchiusa in alcun vano perchè tutta aperta verso i vari piani della scuola (consentito perchè esiste un'altra scala esterna di sicurezza), è comunque richiesta l'apertura permanente alla sommità da 1 m2 ?

Se comunque fosse considerata come un vano scala, per il vano di aerazione sarebbe inolte consentita l'installazione di dispositivi per la protezione dagli agenti atmosferici; sarebbe cioè consentita l'installazione di un serramento chiuso, facendola così diventare un'aerazione naturale e non più permanente ?

Avatar utente
travereticolare
Messaggi: 241
Iscritto il: sab giu 17, 2017 11:56

Re: SCALA PROTETTA: SERVE AERAZIONE O NO?

Messaggio da travereticolare » gio nov 21, 2019 17:19

antonio ha scritto:
sab nov 02, 2019 09:51
Per una scala interna, che serve al normale afflusso, non racchiusa in alcun vano perchè tutta aperta verso i vari piani della scuola (consentito perchè esiste un'altra scala esterna di sicurezza), è comunque richiesta l'apertura permanente alla sommità da 1 m2 ?
secondo me si, il vano scala deve avere superficie netta di aerazione permanente in sommità non inferiore ad 1 m2, vedi anche la norma sugli edifici di civile abitazione.
antonio ha scritto:
sab nov 02, 2019 09:51
Se comunque fosse considerata come un vano scala, per il vano di aerazione sarebbe inolte consentita l'installazione di dispositivi per la protezione dagli agenti atmosferici; sarebbe cioè consentita l'installazione di un serramento chiuso, facendola così diventare un'aerazione naturale e non più permanente ?
no, l'aerazione deve essere permanente, al massimo è consentita l'installazione di dispositivi per la protezione dagli agenti atmosferici. Quando installi le protezioni come alette antipioggia attento che la superficie di aerazione da conteggiare deve essere al netto di queste ultime.
All'ingresso degli stabilimenti, dei depositi o dei grandi magazzini devono essere deposte le armi, gli speroni, le scatole di fiammiferi, gli accendisigari e simili. Le punizioni disciplinari in caso di inosservanza debbono essere pronte ed esemplari.

Rispondi