attività ospedaliera e reazione al fuoco

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
nicorovoletto
Messaggi: 2032
Iscritto il: mar ago 29, 2006 14:54

attività ospedaliera e reazione al fuoco

Messaggio da nicorovoletto » mar giu 11, 2013 23:10

scusate la complessità dell'argomento ma purtroppo come ben sapete la reazione al fuoco è un pò articolata:
Vi chiedo 2 vostri pareri in riferimento ad un attività ospedaliera:
1) Il locale mensa viene considerato (rispetto all'art. 3.2 del decreto ospedali) come altro ambiente? ovvero a mio avviso non rientra nella categoria: "atri, nei corridoi, nei disimpegni, nelle scale, nelle rampe, nei percorsi orizzontali protetti, nei passaggi in genere,";
2) Il mio controsoffitto è in classe 1 (A2-S2, d0) di reazione al fuoco, e fin qui niente da dire... però questo è microforato e sopra è presente un materiale acustico fonoassorbente... quest'ultimo è anchesso in classe 1 (Bs2d0).... la domanda è: sopra il constrosoffitto microforato in classe 1 posso installare questo materiale fonoassorbente in classe 1?? Vedete qualche controindicazione?

grazie in anticipo
Non ho paura della mia ignoranza, anzi, l'affronto ogni giorno!

Terminus
Messaggi: 7725
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: attività ospedaliera e reazione al fuoco

Messaggio da Terminus » mer giu 12, 2013 10:15

1) imho non è da considerare in quelle tipologie di ambienti (che poi costituiscono quasi sempre le vie di esodo)
2) se entrambi i materiali corrispondono alla classe 1, dove sarebbe il problema ? (vedi il DM 15/03/05)

moliang
Messaggi: 159
Iscritto il: lun mar 12, 2007 07:37

Re: attività ospedaliera e reazione al fuoco

Messaggio da moliang » mer giu 12, 2013 12:57

Condivido quanto detto da Terminus!

nicorovoletto
Messaggi: 2032
Iscritto il: mar ago 29, 2006 14:54

Re: attività ospedaliera e reazione al fuoco

Messaggio da nicorovoletto » mer giu 12, 2013 19:11

Grazie mille, avete confermato il mio pensiero..... :wink:
il mio dubbio sorge perchè al punto 3.2.4. "I materiali isolanti installati all'interno di intercapedini devono essere non combustibili." quindi mi chiedevo se il materiale sopra il controsoffitto microforato doveva essere incombustibile....
Non ho paura della mia ignoranza, anzi, l'affronto ogni giorno!

Terminus
Messaggi: 7725
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: attività ospedaliera e reazione al fuoco

Messaggio da Terminus » mer giu 12, 2013 20:11

Punto 3.2.1 lettera c) oppure anche la lettera f)

nicorovoletto
Messaggi: 2032
Iscritto il: mar ago 29, 2006 14:54

Re: attività ospedaliera e reazione al fuoco

Messaggio da nicorovoletto » gio giu 13, 2013 08:37

Si ok, grazie termi mi conforti.
Però... non sono davvero ingarbugliati questi 4 maledetti punti di reazione al fuoco? sembrano scritti in italiano da un tedesco che non parla italiano!!... una parte del punto f dice ...."Nel caso di materiale isolante in vista, non componente isolante non esposto direttamente alle fiamme....." ogni vilta devo concentrarmi 1ora per rassicurarmi su cosa significa.
Non ho paura della mia ignoranza, anzi, l'affronto ogni giorno!

Avatar utente
gararic
Messaggi: 1699
Iscritto il: mer mag 06, 2009 09:48
Località: treviso

Re: attività ospedaliera e reazione al fuoco

Messaggio da gararic » gio giu 13, 2013 11:24

nicorovoletto ha scritto: Però... non sono davvero ingarbugliati questi 4 maledetti punti di reazione al fuoco? sembrano scritti in italiano da un tedesco che non parla italiano!!... una parte del punto f dice ...."Nel caso di materiale isolante in vista, non componente isolante non esposto direttamente alle fiamme....."
VERISSIMO
riccardo - portatore di partita iva

Rispondi