Punto 65 Palestre.

Normativa Antincendio, Rilascio CPI, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
bimbo
Messaggi: 134
Iscritto il: mer feb 15, 2012 15:31

Punto 65 Palestre.

Messaggio da bimbo »

Con D.P.R. 151/20011 sono state incluse anche alcune attività sportive che non rientravano tra gli impianti sportivi. Infatti, il D.P.R. nella tabella allegata al punto 65: "Locali di spettacolo e di trattenimento in genere, impianti e centri sportivi, palestre, sia a carattere pubblico che privato, con capienza superiore a 100 persone, ovvero di superficie lorda in pianta al chiuso superiore a 200 m2 . Sono escluse le manifestazioni temporanee, di qualsiasi genere, che si effettuano in locali o luoghi aperti al pubblico."
Pertanto tutte le nostre palestre scolastiche comunali (che durante l'orario di lezione utilizzate dalle classe per la lezione di educazione fisica sono considerate come aule) e il pomeriggio vengono utilizzate dalle associazioni sportive (pallavolo..ecc...) rientrano in attività soggette..Giusto???
Cari comuni... vi dovete adeguare... !!!

marcob
Messaggi: 30
Iscritto il: gio dic 18, 2008 13:07

Re: Punto 65 Palestre.

Messaggio da marcob »

Si, secondo me hai ragione, oggi le palestre con superficie maggiore di 200 m2 sono soggette ai controlli di Prevenzione Incendi, in quanto non è più possibile aggirare l'ostacolo dichiarando che in esse vi sonno meno di 100 persone.
L'implicazione ovvia ma di non immediata attuazione è quella che hai rilevato: moltissime palestre esistenti dovranno presentare una richiesta di Valutazione Progetto presso i VVF e poi la SCIA.
Considerazioni analoghe valgono per tutti quei locali di trattenimento che hanno superficie maggiore di 200 m2. Un esempio per tutti: le sale "multiuso" che i piccoli comuni hanno a disposizione per conferenze, incontri, feste, ecc.. Anche in questo caso se la superficie supera i 200 m2 si tratta di 'attività soggette ai controlli di prevenzione incendi.

Terminus
Messaggi: 7861
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Punto 65 Palestre.

Messaggio da Terminus »

Mah, in linea di massima posso essere d'accordo.
Però appena dopo l'entrata in vigore del DPR, il Ministero rispondeva ad un quesito del Comune di Torino, affermando che:
"la palestra di un edificio scolastico costituisce locale pertinente allo stesso...........Tale considerazione vale anche nel caso di utilizzo della palestra in orari extrascolastici da effettuarsi con le modalità ed i limiti prospettati (attività sportive e ricreative, senza presenza di pubblico e con affollamento massimo inferiore alle 100 persone)."

Tale parere è stato espresso con il DPR in vigore, quindi il Ministero invece di dire: caro comune, in ogni caso la tua palestra scolastica è attività soggetta, indipendentemente dalla scuola di pertinenza, appena supera i 200mq, con gli obblighi conseguenti per esempio ai collegamenti tra attività diverse, ha affermato che debba sempre considerarsi locale pertinente alla scuola stessa.
Ci sarebbe da discutere, ma conoscendo le vicissitudini economiche nelle quali versano i nostri comuni, non mi sorprenderei se vi fosse un'interpretazione come sopra, esplicita o meno, con il tacito assenso dei comandi VVF.

Avatar utente
tigers
Messaggi: 1040
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:08

Re: Punto 65 Palestre.

Messaggio da tigers »

Sai dirci qualcosa di più preciso sulla circolare?

Commento solo che mi pare un'aberrazione tutta italiana: se il comune affitta la palestra ai privati niente CPI, se la stessa cosa la fa il privato allora CPI. Dove sta la differenza?

Terminus
Messaggi: 7861
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Punto 65 Palestre.

Messaggio da Terminus »

Ecco qui
Allegati
Quesito VVF TO - palestre edifici scolastici_Pagina_3.jpg
Quesito VVF TO - palestre edifici scolastici_Pagina_3.jpg (161.12 KiB) Visto 4455 volte
Quesito VVF TO - palestre edifici scolastici_Pagina_2.jpg
Quesito VVF TO - palestre edifici scolastici_Pagina_2.jpg (57.48 KiB) Visto 4455 volte
Quesito VVF TO - palestre edifici scolastici_Pagina_1.jpg
Quesito VVF TO - palestre edifici scolastici_Pagina_1.jpg (146.28 KiB) Visto 4455 volte

Avatar utente
tigers
Messaggi: 1040
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:08

Re: Punto 65 Palestre.

Messaggio da tigers »

OK, mi pare però che l'argomento sia posto in modo diverso: mi par di capire che dica che la palestra è pertinenza della scuola, quindi non risponde al punto 2.4 (separazioni REI da altre attività) e 6.4 (Spazi per l'informazione e le attività parascolastiche) e questo anche nel caso di uso della palestra per attività extrascolastiche.

Parafrasando: la palestra non va compartimentata REI rispetto alla scuola, perché ne fa parte, e questo ci sta bene anche se ci fai attività extrascolastiche, purché con certe caratteristiche.

Dice poi che pero' se la palestra è "impianto sportivo" la norma di settore la devi applicare.

Quindi c'è una sorta di deroga "parziale", nel senso che, finché la palestra è ricompresa in altra attività - magari non soggetta ma normata, e finché ci fai attività limitate in sostanza a quelle del titolo XI del DM 1996 sui locali di pubblico spettacolo, si può ritenere che le prescrizioni del titolo XI siano automaticamente rispettate e quindi ti esonero dal CPI (solo l'ultimo punto mi lascia perplesso).
Se invece ci fai qualcosa di più il CPI me lo chiedi.

Non ho capito se il parere però fosse riferita solo a scuole già soggette o anche a scuole non soggette.

Nel primo caso mi pare che tutto fili: hai già CPI come scuola, ritengo che se rispetti le misure poste per la scuola rispetti anche il titolo XI e ti concedo di non farmi un altro CPI o di non aggiungere un'altra attività.
Nel secondo caso resto perplesso.

argonauta
Messaggi: 278
Iscritto il: mar gen 29, 2008 12:36

Re: Punto 65 Palestre.

Messaggio da argonauta »

Riprendo questo vecchio post per chiedere lumi su un aspetto.

Nel caso di una palestra scolastica (ricompresa nell'attività 67 scuole e dotata di CPI) che si vuole destinare anche ad attività sportive con accesso al pubblico maggiore di 200 persone (attività 65.C), come si deve procedere dal punto di vista dei progetti di prevenzione incendi?

"Separazione a livello di pratiche" dell'attività "palestra" dall'attività "scuola" e SCIA antincendio indipendente per ciascuna?

Un secondo aspetto: il DM di riferimento per la palestra rimane il 18/03/1996 anche qualora si vogliano attivare manifestazioni di pubblico spettacolo (recite, concerti, ecc.)?

Grazie per l'attenzione

Terminus
Messaggi: 7861
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Punto 65 Palestre.

Messaggio da Terminus »

Separare o meno le pratiche devi rifletterlo con il titolare (che immagino sarà lo stesso soggetto), verificando pro e contro.
Se prevedi utilizzi come PS devi rispettare la normativa apposita per il PS.

Avatar utente
tigers
Messaggi: 1040
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:08

Re: Punto 65 Palestre.

Messaggio da tigers »

Mi pare anche che il DM sugli impianti sportivi preveda esplicitamente l'utilizzo temporaneo come pubblico spettacolo. Il problema maggiore in questi casi sono i posti a sedere, che hanno prescrizioni diverse fra i 2.

argonauta
Messaggi: 278
Iscritto il: mar gen 29, 2008 12:36

Re: Punto 65 Palestre.

Messaggio da argonauta »

Grazie ad entrambi.
Confermo che il DM 18/03/1996 prevede l'utilizzo temporaneo degli impianti sportivi per manifestazioni, purchè si rispettino anche i requisiti per i locali di pubblico spettacolo, all'articolo 12.

Ho poi verificato che in ogni caso l'utilizzo della palestra per manifestazioni (sportive e non) deve sempre essere preceduto dalla convocazione dalla "Commissione comunale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo", che era ciò che si voleva evitare.
A questo punto non so quale possa essere il valore aggiunto di una separazione delle pratiche, ma confronterò le varie norme tecniche verticali per capire pro e contro.

etec83
Messaggi: 570
Iscritto il: sab lug 13, 2013 16:39

Re: Punto 65 Palestre.

Messaggio da etec83 »

Ma se in una scuola già con CPI ora mi accorgo che la palestra supera i 200 mq devo aggiungere l'attività 65?
In questo caso posso fare una SCIA direttamente senza aggravio, o è necessario ripresentare un progetto.
O si può aggiungere l'attività all'atto del rinnovo??

Avatar utente
tigers
Messaggi: 1040
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:08

Re: Punto 65 Palestre.

Messaggio da tigers »

Senza aggravio non credo sia possibile essendosi di fatto aggiunta un'attività.
IMHO è da fare una SCIA per l'inserimento della nuova attività, dove eventualmente inserisci certificazioni/modifiche intervenute. Questo se la palestra viene usata al di fuori dell'attività scolastica, altrimenti ho il dubbio che permanga la classificazione come attività.

magazzini
Messaggi: 66
Iscritto il: mar set 25, 2007 14:41

Re: Punto 65 Palestre.

Messaggio da magazzini »

Se è classificata 65/b, cioè affittata a società sportive, sopra a 200 mq, anche se sotto a 100 persone e priva di spettatori, devi fare esame progetto, e poi scia.
rimane il dubbio della separazione fra palestra e scuola, che nella norma delle scuole non è richiesta e che invece compare nella norma degli impianti sportivi.
Ne parlo in un post recente. Il mio comando m i ha chiesto di fare comunque parete rei e filtro. Mi chiedevo se potevo evitare di valutare il fuco dal lato scuola...

Rispondi