Impianti a ventilconvettori: help

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
SuperP
Messaggi: 9362
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Impianti a ventilconvettori: help

Messaggio da SuperP » ven feb 02, 2007 16:46

Dovrà riguardare tutta la didattica aermec, ma vi sfrutto un pochino per chiedere:
Ho una palazzina uso uffici (totale 8 uffici, 1 sala riunioni, 2 blocchi bagno, 1 hall) che a conti fatti condizioneremo a ventilconvettori (80€/m2 contro i 180€/m2 dei soffitti radianti)
Metteremo una caldaietta (istantanea o no?) + refrigeratore. Per questi va messo un accumulo per evitare attacchi e stacchi?? Si? Grande quanto? Inoltre, con il solare obbligatorio come faccio lo schema di impianto?

nicorovoletto
Messaggi: 2032
Iscritto il: mar ago 29, 2006 14:54

Re: Impianti a ventilconvettori: help

Messaggio da nicorovoletto » ven feb 02, 2007 17:36

vedo di risponedere alle tue domande

Metteremo una caldaietta (istantanea o no?)
L'argomento è molto ampio:
punto 1) verificare se ci sono docce (se si serve un accumulo appropriato)
punto 2) se non ci sono docce basta un'istantanea, in quanto non hai dispersioni inutili un accumulo quasi inutilizzato;
Punto 3) se i bagni sono lontani dalla caldaia serve il ricircolo che però puoi fare solo con caldaia ad accumulo;
Punto 4) Fino a prima a volte se i bagni sono piccoli e la caldaia è lontana conviene mettere piccoli accumuli elettrici nei bagni, risprmi linee lunghe di tubazioni e ricircolo. Ma ora bisogna integrare con il solare. quindi mi sà che bisogna utilizzare obbligatorialmente un accumulo con doppio serpentino.


+ refrigeratore. Per questi va messo un accumulo per evitare attacchi e stacchi??
Si
Grande quanto?
Per praticità l'aermec e tanti altri utilizzano già gruppi frigo con accumulo e pompa incorporati. Se invece vuoi cerco la formuletta per il dimensionamento e te la riporto

Con il solare obbligatorio come faccio lo schema di impianto?
Bhe io non riesco a metterti in rete i miei schemi. Ma sò che hai i manuali caleffi, l'ha è indicato correttamente come allaccire la caldaia al bollitore solare. Per connetterti all'impianto di riscaldamento con il gruppo frigo metti delle valvole di cambio stagionale.

Spero, intento, di essere stato chiaro
Non ho paura della mia ignoranza, anzi, l'affronto ogni giorno!

SuperP
Messaggi: 9362
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Messaggio da SuperP » ven feb 02, 2007 17:47

Caldaia-> istantanea dato che i bagni sono pochi e vicini e non ci sono doccie.

Refrigeratore-> è vero che i refrigeratori hanno già un accumulo all'interno (me l'ero dimenticato)

Solare-> se uso la circolazione naturale allora niente accumulo in CT e vado a scaldare con l'istantanea

Per condividere o mettere in rete http://www.tinypic.com/ ad esempio

nicorovoletto
Messaggi: 2032
Iscritto il: mar ago 29, 2006 14:54

Messaggio da nicorovoletto » ven feb 02, 2007 18:00

Caldaia-> istantanea dato che i bagni sono pochi e vicini e non ci sono doccie.
ok

Solare-> se uso la circolazione naturale allora niente accumulo in CT e vado a scaldare con l'istantanea
bhe... a me personalmente non piace, mettere un accumulo acqua calda all'esterno in copertura.
Poi..... se devi solo fare la personalizzazione ok, è un buon "pagliativo". In quanto l'installazione di un impianto solare per fornire acqua calda ad un paio di lavelli per lavarsi le mani mi sembra un'assurdità, e non sò se con il nuovo 192 è obbligatoria l'installazione anche in questo caso.


grazie, per l'aiuto della cond. file
Non ho paura della mia ignoranza, anzi, l'affronto ogni giorno!

SuperP
Messaggi: 9362
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Messaggio da SuperP » ven feb 02, 2007 18:08

è obbligatorio con il 311!!

E mettere il solare anche per l'integrazione del riscaldamento?? Caldaietta solo riscald con 3 vie priorità sanitario e accumulo a doppio serpentino (solare e caldaia). Può andare??

Chi e come dirò all'impianto di utilizzare il refigeratore invece della caldaia? (qui ho carenze paurose..).

Avatar utente
Manofthemoon
Messaggi: 1580
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:31
Località: Cuneo - provincia
Contatta:

Messaggio da Manofthemoon » ven feb 02, 2007 18:16

per accumulo refrigerante: Non è sempre detto che tu debba mettere un accumulo, dipende dal contenuto d'acqua dell'impianto, quindi ti calcoli gli avviamenti/ora.

Alcume macchine, tipo Clivet, hanno un sistema modulare a stadi del compressore che evita l'installazione dell'accumulo, a parte casi particolari.

Se vuoi farlo così e non a split predisponi un circuito per il freddo con uno scambiatore per caricare con glicole lato frigo, in modo da evitare lo scaricamento dell'impianto tutti gli inverni..

se gli uffici sono molto vetrati alcune volte a novembre potrebbero richiedere freddo, e senza scambiatore non potresti darglielo..


ah, io ti aiuto nell'impiantistica, ma tu mi aiuti nell'isolamento di casa mia.. questa sera vado a ritirare i disegni.. !!!

SuperP
Messaggi: 9362
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Messaggio da SuperP » ven feb 02, 2007 18:20

ti calcoli gli avviamenti/ora. Come? Link?

circuito per il freddo con uno scambiatore per caricare con glicole lato frigo, in modo da evitare lo scaricamento dell'impianto tutti gli inverni.. Hai uno schema di impianto da likare?

Per l'isolamento di casa tua, chiedi pure, se so ti dico. Se vuoi ti lascio i miei recapiti x scambiare opinioni + velocemente

nicorovoletto
Messaggi: 2032
Iscritto il: mar ago 29, 2006 14:54

Messaggio da nicorovoletto » ven feb 02, 2007 18:25

Ha ragione Manofthemoon per quanto l'accumulo (infatti avevo detto per simplificare)
eh fare funzionare anche l'impianto a ventilconvettori con l'impianto solare è un pò un casino anche per i costi.
Dovremmo sapere almeno le potenze in gioco per il riscaldamento.
Non ho paura della mia ignoranza, anzi, l'affronto ogni giorno!

SuperP
Messaggi: 9362
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Messaggio da SuperP » ven feb 02, 2007 18:29

Devo ancora fare i calcoli di potenza :) Aspetto che mi arrivi il modulo dei carichi estivi a gg.

Cmq considera 60W/m2*315m2/piano*2piani=37800W (azz) .. meglio che faccio i calcoli termici prima

Kalz
Messaggi: 2285
Iscritto il: gio feb 01, 2007 12:09
Località: Umbria centrale

Messaggio da Kalz » ven feb 02, 2007 18:47

Ti consiglio come fonte didattica il libro " Le centrali Frigorifere " di Vio e Danieli, particolarmente interessante su circuiti di distribuzione acqua refrigerata, regolazione dimensionamento eventuale accumulo ecc.....OTTIMO LIBRO

Avatar utente
Manofthemoon
Messaggi: 1580
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:31
Località: Cuneo - provincia
Contatta:

Messaggio da Manofthemoon » sab feb 03, 2007 08:50

quindi sono circa 600 mq di uffici.. perchè anche qui nn proponi il VRF ?
metti il sistema con collettore che nelle gionate di sole invernale trasferisce il calore da un locale all'altro senza far funzionare il compressore !!! ed hai contemporaneamente caldo e freddo come un sistema a 4 tubi !!!

SuperP
Messaggi: 9362
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Messaggio da SuperP » sab feb 03, 2007 08:55

Ho cannato.. la sera di venerdì sono in crisi..
Sono 315m2 netti in totale (infatti 37kw mi sembravano tanti:))

Mi spieghi meglio io VFR? Ho chiesto a Mitsubischi l'invio di cataloghi e tutto il resto..

La ditta che costruisce ha delle celle frigo, per cui non dovrei avere grossi problemi se questo VFR avesse un consumo importante di elettricità

Mi spieghi un po' meglio (o mi dai un link da leggere) su "metti il sistema con collettore che nelle gionate di sole invernale trasferisce il calore da un locale all'altro senza far funzionare il compressore !!! ed hai contemporaneamente caldo e freddo come un sistema a 4 tubi !!!"

Avatar utente
Manofthemoon
Messaggi: 1580
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:31
Località: Cuneo - provincia
Contatta:

Messaggio da Manofthemoon » sab feb 03, 2007 09:04

il consumo elettrico + abbastanza basso, indicativamente ha un cop 3/3.5 il sistema è uno split classico, ma a portata variabile (da qui VRF).

esistono due sistemi:

quello semplice, parti con due tubazioni dalla unità esterna e fai degli stacchi saldati a t o y per ogni unità interna. Tutto funzionarà o in caldo o in freddo.

il sistema "evoluto" ti permette di partire dalla e.u. con 2 tubazioni arrivi ad un distributore (immaginati un collettore, ma un pò più complicato) e da qui con due tubazioni per ogni U.i., in casi particolari, per esempio locali molto vetrati, ced etc.. in cui può esserci contemporaneità di richiesta di caldo e freddo il distributore trasferisce il liquido refrigerante da una macchina all'altra senza farlo passare dell'u.e., quindi hai caldo e freddo contemporaneamente, ma ciò avviene trasferendo il calore da un locale all'altro.

Il belo è che tutto è collegato tramite bus e con 600€ puoi avere una supervisione completa da pc, che ti permette di escludere comandi, impostare e limitare temperature, segnalazione guasti etc..

te capì??

SuperP
Messaggi: 9362
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Messaggio da SuperP » sab feb 03, 2007 09:57

G'ho capì! Grazie...

Marcus
Messaggi: 1136
Iscritto il: sab nov 25, 2006 15:28
Località: Roma
Contatta:

Messaggio da Marcus » sab feb 03, 2007 17:35

315 mq sono ancora pochi, vale quanto detto nell'altro post!
Se in questo caso c'è necessità della ventilazione forzata ti consiglio un recuperatore di calore aria-aria ad alta efficienza con batteria elettrica di riscaldamento, tipo:

http://www.lmf.it/a_16_IT_15_1.html

Rispondi