Edilclima e altri sotware

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
jugulo
Messaggi: 889
Iscritto il: mar apr 10, 2007 14:10

Edilclima e altri sotware

Messaggio da jugulo » ven mar 14, 2008 08:35

Buongiorno,
utilizzando la concorrenza per il calcolo L10 con 311 etc. trovo molto comodo il discorso di lavorare in ambiente autocad, con risultati apprezzabili approssimazione tetti curvi, ambienti su vari livelli etc. Il resto però non mi convince e vorrei passare ad Edilclima. Non conoscendo però l'input grafico di edilclim con ambienti su vari livelli e tetti non a falde o piani si riesce ad approssimare bene?

nicorovoletto
Messaggi: 2032
Iscritto il: mar ago 29, 2006 14:54

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da nicorovoletto » ven mar 14, 2008 10:36

in casi particolari come edifici in piani sfalsati dove la parete disperte su ambienti diversi esempio tipico parte verso altra unità e parte verso l'esterno non si riesce a fare tutto dall'imput grafico, se in un locale hai + di 2 tipi di pavimenti o solai devi integrare nell'input manuale... ma sono casi particolari. Secondo me non è male l'input.. un pò limitato ma non male... voto: sufficiente (ha le potenzialità ma non si impegna :wink: )
Non ho paura della mia ignoranza, anzi, l'affronto ogni giorno!

jugulo
Messaggi: 889
Iscritto il: mar apr 10, 2007 14:10

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da jugulo » ven mar 14, 2008 12:17

Con MC4 è senz'altro meglio per dal punto di vista del dimensionamento impianti è inaffrontabile...

nicorovoletto
Messaggi: 2032
Iscritto il: mar ago 29, 2006 14:54

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da nicorovoletto » ven mar 14, 2008 12:29

bhe io non dimensiono con sw gli impianti ma con fohli exel fatti da me e a mano!
uso sw solo per l10, potenze risc e cdz, gas e antincendio tutto edilclima
Non ho paura della mia ignoranza, anzi, l'affronto ogni giorno!

MAX76
Messaggi: 1591
Iscritto il: sab ott 13, 2007 09:53

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da MAX76 » sab mar 15, 2008 10:47

In ufficio usiamo da 20 anni il programma MC4 (già dalla 373 e con il modulo E20 della Carrier in prima versione informatizzata).
Lo uso esclusivamente per calcoli e L10.
Dieci anni fa abbiamo provato ad usare i pacchetti disegno impianti ma è assurdo e molto complesso oltre che spesso sbagliato.

ingbaldiniroberto
Messaggi: 406
Iscritto il: ven dic 29, 2006 17:58
Località: Figline Valdarno
Contatta:

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da ingbaldiniroberto » sab mar 15, 2008 12:51

L'imput grafico di Edilclima è abbastanza potente ma sicuramente migliorabile in alcune parti, ad esempi l'input di pareti di ambiesti sfalsati non è contemplato.
Se però ha un muro diciamo di 3 metri di altezza di cui 1 su ambiente riscaldato e 2 sull'esterno, basta che tracci la parete esterna con l'altezza di default e poi la correggo dichiarandola di 2m, per i tetti ti hanno già risposto.
Io lo uso a palla dopodichè, è mio costume farlo per qualsiasi software, controllo i risultati e se trovo errori correggo.
A tale proposito devo dire che lo standard Edilclima è secondo me ottimo perchè ti permette rapide correzioni e ricalcoli in base alla tua filosofia progettuale.
Ho avuto modo di provare sul campo anche altri software che vanno dal videogame con vincita garantita a prescindere,e non cito, alla macchinisità da suicidio e cito ..4.
Termino con una domandina ad Edilclima stessa, non state pensando ad un input grafico tridimensionale?
vecchiaccio

jugulo
Messaggi: 889
Iscritto il: mar apr 10, 2007 14:10

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da jugulo » sab mar 15, 2008 19:44

Si pone comunque anche il problema della condivisione: molti termotecnici usano ..4 e se si collabora se tu hai ediliclima non puoi mandare avanti e indietro files.dwg su cui apportare correzioni. Diciamo che l'input grafico di ..4 invoglia molto. Devo acquistare uno dei due e non mi so decidere.

SuperP
Messaggi: 9376
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da SuperP » lun mar 17, 2008 11:00

jugulo ha scritto:Si pone comunque anche il problema della condivisione: molti termotecnici usano ..4 e se si collabora se tu hai ediliclima non puoi mandare avanti e indietro files.dwg su cui apportare correzioni. Diciamo che l'input grafico di ..4 invoglia molto. Devo acquistare uno dei due e non mi so decidere.
La cosa bella di Ediclima è che puoi modellare tutto, tutto, tutto.. ma non con l'imputo grafico che è un po' limitato ma va bene per il 90% dell'edilizia

nicorovoletto
Messaggi: 2032
Iscritto il: mar ago 29, 2006 14:54

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da nicorovoletto » lun mar 17, 2008 12:02

secondo me credo che alla fine sia ..4, cioè MC4, che edilclima sono i due che vanno per la maggiore e da sempre è stato detto che edilclima è molto più forte nei calcoli e Mc4 invece nell'inpostazione grafica... secondo me la tua scelta deve ricadere su altri parametri ovvero se hai colleghi con i quali collabori e che usano MC4, secondo me secgli questo per tutti i vantaggi che naturalmente puoi avere. Oppure acquista edilclima e poi converti anche i tuoi colleghi!! :wink: (l'ho detto per fare bella figura con edilclima ma non dirlo a nessuno)
Non ho paura della mia ignoranza, anzi, l'affronto ogni giorno!

jerryluis
Messaggi: 2396
Iscritto il: mer apr 04, 2007 20:46
Località: Nella Regione delle Banane

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da jerryluis » lun mar 17, 2008 14:16

Io devo dire che l'EC se uno si impegna un momento a reperire un po' di infomazioni tecniche sulla teoria, in poco tempo è ampiamenta utosofficiente e veloce nel far econti corretti, fa diagnosi progetta con numeri molto attendibili...
Dal punto di vista grafico non sono ancora riuscito a capire come funziona al meglio... lo trovo macchinoso, magari sbaglio io qualcosa, ma il riconoscimento superfici non è proprio immediato ecc. ecc..
Io la lancio: l'EC non potrebbe aprire uno spazio dedicato del forum dove c'è una sorta di collaborazioen on-line sull'uso di alcune funzioni con i loro tecnici? secondo me ne accrescerebbe ulteriormente la diffusione... parlo di spazio riservato agli utenti che hanno acquistato l'EC
Ora diventerò un coso per usare la cosa+, domani la la cosa++ e chissà a quando la cosa super+ ....
ma a me interessa tutt'altra cosa .....

enzo
Messaggi: 15
Iscritto il: gio gen 17, 2008 20:07

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da enzo » mar mar 18, 2008 22:42

Salve a tutti! sono un laureando in ing.edile questa è la seconda volta che mi faccio sentire in questo forum perchè sono interessato a questo argomento....lo studio della mia tesi non è altro che una comparazione dei software sulla l.10 attualmente in commercio e.... volevo porvi una domanda!.
Prima di tutto volevo fare i complimenti a tutti voi perchè vi seguo ed ho capito che siete ottimi professionisti...colgo l'occasione di ringraziare anche EDILCLIMA che mi ha dato l'opportunità di provare in comodato d'uso didattico il software sulla certificazione energetica (tutti i moduli EC sulla l.10)...da questo si puo dedurre la serietà e disponibilità di EDILCLIMA nei confronti dell'utenza.

La mia domanda è questa:

Dato che voi avete sicuramente più esperienza di me sulla conoscenza di questi software e penso che ne avete provati tanti....volevo sapere, secondo voi cosa manca o bisogna perfezionare nei software che usate in ambito professionale sulla l.10? (EDILCLIMA e altri.. possibilmente se potete elencare quelli che avete usato con le relative carenze)...
Lo so che vi sto cercando tanto però mi potrebbe essere molto utile per capire qualcosa in più...io ho scaricato molte versioni demo applicando un edificio di nuova costruzione (dove era possibile!), in questo modo non posso capire le potenzialità o carenze di un software se non ci sbatto la testa in almeno più situazioni...l'unica cosa che ho visto è che EDILCLIMA ED MC4 sono software sicuramente più professionali a livello d'input/output dati.

VI RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE! BUON LAVORO!

MAX76
Messaggi: 1591
Iscritto il: sab ott 13, 2007 09:53

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da MAX76 » mer mar 19, 2008 21:19

Come hai letto prima in studio usiamo MC da 20anni.
Per quanto concerne i calcoli termici, la L10 e il necessario input grafico di base sono più che soddisfatto.
L'ultima versione (la 2008 che ho appena installato) è simile alla 2006.
In realtà il vero passaggio è stato con la 2006 in cui si è arrivati al 3D (simulato ma comunque valido).
Il vantaggio, rispetto alla precedente serie di software MC 2-D (non posso fare comparazioni con altri sw in quanto non li ho mai usati anche se li ho visti all'opera) è la maggiore sensibilità su quello che si inserisce con la possibilità di vedere veramente l'edificio e fare inoltre valutazioni serie sulle quote di disperdimenti (vi è una bella torta che ti permette di valutare veramente ad occhio come sono andate le cose e come l'edificio si dovrebbe comportare).
Le differenze di tipo comandi, utility, ecc. sono irrilevanti; ultimamente il software si dimostra inoltre più stabile anche se ha limiti con edifici di notevole dimensione (noi progettiamo quasi esclusivamente ospedali e il sw lo mettiamo proprio alla prova).
Credo che un difetto pesante, ereditato anche dalle precedenti versioni quindi insito nel codice base del programma, è l'archivio materiali con cui comporre le strutture: è poco flessibile e troppo generico (mancano quasi del tutto le effettive strutture in commercio per cui uno si deve un po' allambiccare...), inoltre inserire una struttura di cui si hanno note le caratteristiche non è sempre facile e spesso non da una modellazione sufficientemente accurata.
Altra grande rottura è l'output delle relazioni e dei calcoli; è editato in modo pessino, la formattazione è una utopia, le relazioni sono spesso sbrodolate incomprensibili di numeri in cui ci si perde a meno di non essere il compilatore della relazione stessa e conoscere a mena dito l'edificio modellato.
Poi, per la parte programmi a latere e disegno impianti, la mia opinione l'ho già espressa: abbiamo notato che due bravi disegnatori progettisti riescono a sviluppare un progetto in 1/4 del tempo e senza una miriade di errori, imprecisioni e cose da dover mettere a posto successivamente a mano in autocad (se ci si riesce e se si individuano tutti gli svarioni, soprattutto sulle reti di canali e sugli elementi di diffusione); inoltre presentano una scarsa flessibilità ed una praticamente nulla banca dati (i cataloghi CARTACEI dei rappresentanti sono ancora un regalo molto ben accetto in quanto solo la scelta tabellare è sicura).

enzo
Messaggi: 15
Iscritto il: gio gen 17, 2008 20:07

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da enzo » gio mar 20, 2008 09:44

Grazie tante Max76 le tue informazioni sono molto preziose!...quando mi laureo vi regalo la mia tesi!!...Anzi! se riesco a prendere un bel po di indicazioni su questo forum,vi inserisco come collaboratori....... :D

BUON LAVORO :mrgreen:

MAX76
Messaggi: 1591
Iscritto il: sab ott 13, 2007 09:53

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da MAX76 » gio mar 20, 2008 10:01

Lascia perdere per l'amor del cielo; chiedi al copistaro di turno quanto ti becca anche per 1 sola copia rilegata in simil finta pelle e vedrai che ti passano tutte le velleità

Comunque in bocca al lupo...

enzo
Messaggi: 15
Iscritto il: gio gen 17, 2008 20:07

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da enzo » gio mar 20, 2008 10:28

Crepi!!....non ti preocuppare anche 100 copie mi faccio rilegare...io ho il cuor grande!...in questo momento il mio pensiero è finire,poi si vedrà...cmq grazie tnt :mrgreen:

MAX76
Messaggi: 1591
Iscritto il: sab ott 13, 2007 09:53

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da MAX76 » gio mar 20, 2008 10:38

Solo per aggiungere una cosettina su MC che si sta allineando in pieno con il metodo Microsoft di fare nuove versioni con peggioramenti rispetto alle precedenti.
Ora, per fare più zone di legge 10 all'interno dello stesso intervento, necessità attribuirle a più unità abitative per cui in un ospedale in cui vi sono anche 20 zone di legge (in base ai diversi ricambi d'aria ed ai diversi impianti base per le area ad aria primaria) si ha una follia di input assolutamente slacciata dalla realtà!!!
E la risposta che mi hanno dato alla e-mail appena inviata fa solo inc..are di più: se voglio il metodo vecchio debbo disinstallare il programma nuovo con le ultime revisioni da 311 e con il programma CENED incorporato...

Sono ormai arrivato alla idrofobia, se mordo un serpente lo stecchisco in loco in 3 secondi netti. :evil:

vermituro
Messaggi: 39
Iscritto il: mar ago 28, 2007 12:30

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da vermituro » gio mar 20, 2008 12:42

MAX76 ha scritto:Solo per aggiungere una cosettina su MC che si sta allineando in pieno con il metodo Microsoft di fare nuove versioni con peggioramenti rispetto alle precedenti.
Ora, per fare più zone di legge 10 all'interno dello stesso intervento, necessità attribuirle a più unità abitative per cui in un ospedale in cui vi sono anche 20 zone di legge (in base ai diversi ricambi d'aria ed ai diversi impianti base per le area ad aria primaria) si ha una follia di input assolutamente slacciata dalla realtà!!!
E la risposta che mi hanno dato alla e-mail appena inviata fa solo inc..are di più: se voglio il metodo vecchio debbo disinstallare il programma nuovo con le ultime revisioni da 311 e con il programma CENED incorporato...

Sono ormai arrivato alla idrofobia, se mordo un serpente lo stecchisco in loco in 3 secondi netti. :evil:
straquoto!

pizza75
Messaggi: 206
Iscritto il: ven ott 20, 2006 12:14

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da pizza75 » ven mar 21, 2008 08:55

Caro Max 76 anche noi in studio abbiamo ..4 e continuo ad avere problemi.
Inoltre l'atteggiamento della software house non è sempre quello di massima disponibilità.
Da una mia impressione mi sembra che EDILCLIMA fornisca l'assistenza dei programmi gratuita, forse l'unica pecca è davvero quella dell'imput grafico per tetti strani e pavimenti con strutture differenti.
Purtroppo però mi capita di imputare edifici sempre più particolari con forma di cperture particolari da cui ne dervia che l'imput è fondamentale.
Non è che EDILCLIMA ha intenzione di passare ad una versione applicativa di autocad, sarebbe molto bello.

Ciao

MAX76
Messaggi: 1591
Iscritto il: sab ott 13, 2007 09:53

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da MAX76 » ven mar 21, 2008 09:24

Come già detto la MC cerca spesso di evitare il confronto soprattutto su questioncine spinose che possono mettere in discussione la stessa attendibilità dei risultati ottenuti (abbiamo appena scoperto che i coefficienti liminari Hi ed He sono inseriti un po' alla ca..o e non come da norma per cui ho dei seri dubbi sulle strutture e sugli effetti di condensa).

Le ultime risposte avute per e-mail (non ho rinnovato i 120 minuti in quanto anche l'assistenza telefonica lasciava a desiderare) sono abbastanza deludenti, ed inoltre ho varie segnalazioni inevase ed alcune riproposte perchè la risposta era assolutamente da fuori di testa.... :evil:

nicorovoletto
Messaggi: 2032
Iscritto il: mar ago 29, 2006 14:54

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da nicorovoletto » ven mar 21, 2008 09:50

allora dico la mia su ediclima.
Secondo me la carenza di ediclima, come già detto è l'impostazione grafica, non solo dell'input grafico! ovvero servirebbe una bella ristrutturazione globale. In effetti ci sono inpostazioni di schermate che non sono per niente intuitive e con senso logico, ovvero si parte da A e si arriva a Z. per esempio, se cè qualche utente ediclima mi puo capire, per inserire i dati nei rendimenti le prime volte devi fare le accrobazione con gli occhi per capire dove ..azzo sono i pulsanti da cliccare come per l'acqua calda sanitaria o per continuare se volete fare un calcolo in condizionamento a tutt'aria ci sono bottoni e bottoncini nascosti e incomprensibili che un giorno ho perso una mattina per capire se i calcoli erano in caldo e/o in freddo. se cerco un materiale nell'archivio non ho la possibilità (almeno io non l'ho trovata) di cercare per nome, devo scorrere l'archivio manualmente in base alle categorie. (scusate se vi ho fatto degli esempi anche banali ma a volte ho perso davvero molte ore per capire come funzionava il giochino... a volte se devo essere sincero basta avere calma e prendere il manuale e leggere dall'inizio)
Quanto detto sopra comporta un rischio di dimenticare input per strada ma ribadisco che è solo un fatto di imposrazione grafica.

Edilclima però ti da la possibilità di modificare manualmente moltissimi parametri che inserisci, ovverro ha poco di standard ma o tipo, è a parere mio un programma per tecnici che vogliono inpostare dall'inizio alla fine i parametri corretti senza lasciare nulla al caso o al dato tipico o generico.

Concludo dicendo che ho, e ne abbiamo parlato anche qui nel forum, qualche dubbio sull'interpretazione dei ponti termici da parte di ediclima... ma del resto CHI NON LI HA?????

spero di essere stato chiaro. ciao
Non ho paura della mia ignoranza, anzi, l'affronto ogni giorno!

enzo
Messaggi: 15
Iscritto il: gio gen 17, 2008 20:07

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da enzo » mer apr 02, 2008 22:40

Scusate se continuo a disturbarvi :roll:......nn c'è nessuno che puo continuare a darmi qualche altra informazione sul mio pb?...lo so che sto in mezzo a romp....mentre voi avete cose più importanti da fare...cmq se trovate qualche minuto fatemi sapere!.

Grazie!

MAX76
Messaggi: 1591
Iscritto il: sab ott 13, 2007 09:53

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da MAX76 » gio apr 03, 2008 08:50

Un consiglio è chiedere alle due software house una versione demo del programma è provare a fare alcuni confronti con una situazione tipo vedendo come ti trovi tu direttamente e le tue "sensazioni" che possono diventare un profiquo confronto a due (tipo intervista doppia delle IENE); intanto puoi anche girare un po' per vedere altre sh che facciano programmi di calcolo (anche i produttori di pavimenti radianti li hanno, anche la Cazzaniga, ecc.) tanto per escludere qualcuno e centrale la verifica solo su edil e mc.

SuperP
Messaggi: 9376
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da SuperP » gio apr 03, 2008 09:13

enzo ha scritto:lo studio della mia tesi non è altro che una comparazione dei software sulla l.10 attualmente in commercio e.... volevo porvi una domanda!.
All'Aicarr tempo fa avevano fatto una comparazione seria tra software house di cui però non ho i risultati

Scox
Messaggi: 539
Iscritto il: mer ago 30, 2006 19:57

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da Scox » gio apr 03, 2008 09:46

Posto il fatto che Max76 mi ha definitivamente distrutto il mito MC4, che aveva cominciato a traballare dopo l'ultima fiera di Milano, grazie alle risposte datemi dai rappresentanti; cercando sempre un programma di calcolo collegato in modo inscindibile alla modellazione tridimensionale dell'edificio, qualcuno sa qualche cosa del "AX3000".
Già il fatto che l'indirizzo posto sul sito non coincide con quello vero, mi mette in allerta.

MAX76
Messaggi: 1591
Iscritto il: sab ott 13, 2007 09:53

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da MAX76 » gio apr 03, 2008 10:21

Comunque Scox il programma della MC4 lo ho usato e lo uso ancora e penso di continuare (forse più per pigrizia ma anche un po' perchè non vedo all'orizzonte qualcosa di così valido da buttarmici a pesce subito).
Naturalmente solo per calcoli termici e L10 (sui calcoli se l'input che eseguo è corretto ho valutato varie volte al massimo un 5% di differenza, bada bene non errore, rispetto a calcolini fatti a mano con il vecchio E20 e le tabelle del Pizzetti) mentre sul resto dei programmi stendiamo un velo pietoso (ho ripreso in mano un manuale di una versione MC di 5 o 6 anni fa e ho ritrovato il mitico G222 ovvero il programma che doveva anche fare il computo degli impianti progettati e rido ancora adesso, tant'è che MC4 lo ha fatto sparire con una tomba anonima)

MAX76
Messaggi: 1591
Iscritto il: sab ott 13, 2007 09:53

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da MAX76 » gio apr 03, 2008 10:46

Sempre per continuare a distruggere miti o falsi tali, ho visto in ufficio da un collega un programma della nota software house di Avellino.
Lo quoto come il programma di computo per applicare agli impianti meccanici ovvero impossibile/inqualificabile/inguardabile (forse va bene per gli edili ma molti mi dicono che è inutilizzabile e preferiscono STR).

enzo
Messaggi: 15
Iscritto il: gio gen 17, 2008 20:07

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da enzo » gio apr 03, 2008 11:24

Per superP....se non mi sbaglio più volte nel forum hai parlato di software sulla l.10...se non sono indiscreto mi puoi dire che programma usi o hai usato?...e nello stesso tempo se puoi aggiungere qualche considerazione!..

Vi ringrazio!

Una curiosità! ma esiste una chat di termotecnici ai livelli di questo forum? :mrgreen:

Scox
Messaggi: 539
Iscritto il: mer ago 30, 2006 19:57

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da Scox » gio apr 03, 2008 11:29

Regalo per SuperP; nel tuo super Blog sotto il titolo:

SOFTWARE PER LA PROFESSIONE

Prova a dare un'occhiata a:
http://www.ax3000.eu/alp/Setup_ALPduct3D.exe
(Canali 3D a gratis)
Mi hanno detto di inserire alp_init per farlo partire, ma non l'ho provato, non so altro.

MAX76
Messaggi: 1591
Iscritto il: sab ott 13, 2007 09:53

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da MAX76 » gio apr 03, 2008 12:11

Ma se ho letto bene il finale del riferimento il produttore è la ALP duct di Bergamo (provincia).
Li conosco ma sono dei produttori di canalizzazioni sandwich per aria.
Ho visto anche il loro programma 3D ma era per il dimensionamento e la computazione di reti di canalizzazioni con i loro prodotti (quasi una base per poter poi realizzare l'elenco materiali da mandare alla macchina a controllo numerico che produce i pezzi dalla lastra piana).
Non mi aveva parlato l'arch. che ha sviluppato il programma di alcun che inerente la L10 od il dimensionamento termico e frigorifero degli edifici, non essendo questo il loro campo di lavoro.
Chiedo conferma.

MAX76
Messaggi: 1591
Iscritto il: sab ott 13, 2007 09:53

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da MAX76 » gio apr 03, 2008 12:26

Scusate, ho capito solo ora che era un regalo per una sezione del forum di SuperP per programmi in generale per la progettazione e non solo per L10

Ho le visioni da pasta asciutta ed il conseguente calo di zuccheri da 12:30 :shock:

Scox
Messaggi: 539
Iscritto il: mer ago 30, 2006 19:57

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da Scox » gio apr 03, 2008 12:42

Il programma della Alp è realizzato dalla DYN.E. srl, società austriaca, con sede anche in Italia che produce l' AX3000 (se ho capito bene).
L' AX3000, sono stato un bel pò al telefono, distribuisce un programma abbastanza interessante che fa praticamente tutto.
La sede Italiana, richiede a quella Austriaca le modifiche da applicare al software onde ottemperare alle normative nazionali.
E' composto dalla parte energia che utilizza Arten più il loro applicativo e dalla parte impianti che utilizza il risultato ottenuto dall'abbinamento dei due
precedenti sistemi.
Non essendoci un collegamento diretto tra i due, se a metà impianto di riscaldamento, ti dicono "ci sono alcune modifichine da fare" devi tornare all'Arten, spostare le pareti e poi far acquisire il tutto dal modulo impianto, e vai di rattoppi, rappezzi e rammendi a piacere.
A sentire il venditore, oro e diamanti, però mi sono fatto spedire il preventivo e la demo, staremo a vedere.

Luca Serri
Messaggi: 17
Iscritto il: ven feb 29, 2008 15:21

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da Luca Serri » gio apr 03, 2008 13:59

Salve a tutti,
mi inserisco nella discussione...
Qualcuno ha avuto modo di provare Designbuilder? Dovrebbe effettuare i calcoli in regime dinamico ed avere la possibilità di interfacciarsi con Klimaeuropa e fornire tutti i calcoli della L10. L'imput è decisamente 3D, per quanto non so quanto funzionale.
Ultimamente sto utilizzando invece Termus, ma mi sembra, come dire, un pò semplificatino...spero quanto prima di passare a qualcosa di più serio.

Spd
Messaggi: 565
Iscritto il: lun giu 25, 2007 11:36
Località: Roma

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da Spd » gio apr 03, 2008 14:32

Anch'io mi sto divertendo a comparare i software a disposizione (... si fa per dire, perché vorrei lavorare senza preoccuparmi ogni volta e a ogni release nuova di capire se vado in giro a raccontare ba**e).

La grande differenza che ho scoperto finora tra i vari prodotti che ho testato (alcuni gratuiti altri no) è nel calcolo degli apporti solari:
alcuni considerano tali apporti non solo attraverso le superfici trasparenti, ma anche attraverso le superfici opache, cosa che altri non fanno (entrambi credo in accordo con le norme 832 e 13790, diverse proprio in questi piccoli particolari, oltre che in altri).
Tanto per dare alcuni numeri: sullo stesso edificio (4000 mc) mi trovo con due prodotti che mi danno circa 25.000 kWh/anno di apporti solari, mentre altri prodotti mi danno circa 14.000 kWh/anno.
La differenza finale sull'EPi si attesta in questo caso su un 12%!

Piccole differenze invece sulle perdite per trasmissioni e (ovviamente) per ventilazione.

Sui rendimenti al momento non mi sono ancora cimentato.

Spero che esca presto un sistema di qualificazione per i software.

PS
Mi sembra che sulla UNI/TS 11300 non solo non vengano considerati gli apporti solari attraverso le pareti opache, ma anzi che si debba calcolare la maggior perdita di energia dovuta all'irradiazione notturna verso il cielo

PPS
Se Jerry me la passa... il Cened DI DICEMBRE, pur con metodi diversi e con alcuni limiti, non se la passa male in confronto agli altri prodotti.

enzo
Messaggi: 15
Iscritto il: gio gen 17, 2008 20:07

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da enzo » gio apr 03, 2008 17:53

Spd posso sapere quali software stai confrontando?....se puoi fammi sapere!

Per luca serri....io ho scaricato la versione demo di Designbuilder...a "pelle" mi sembra un po complicato,nn mi sono nemmeno cimentato a valutarlo..(mi posso anche sbagliare!),io ti posso consigliare Edilclima o mc4 se guardi nel forum molti ne parlano bene, io ancora li sto analizzando ma sembrano molto completi ed analizzano in dettaglio le norme UNI.

Ciao!!! :mrgreen:

Spd
Messaggi: 565
Iscritto il: lun giu 25, 2007 11:36
Località: Roma

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da Spd » mar apr 08, 2008 18:48

Se mi dai la tua mail ti mando qualche riferimento.

enzo
Messaggi: 15
Iscritto il: gio gen 17, 2008 20:07

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da enzo » mar apr 08, 2008 20:14

Spd la mia e-mail è vincecart@libero.it

Grazie tante per la tua disponibilità!!...ovviamente se c'è qualcun altro che vuole darmi altre informazioni la mia e mail è questa! :wink:

Ciao a tutti e buon lavoro!!!!! :D

jerryluis
Messaggi: 2396
Iscritto il: mer apr 04, 2007 20:46
Località: Nella Regione delle Banane

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da jerryluis » mer apr 09, 2008 22:40

Spd ha scritto:
PPS
Se Jerry me la passa... il Cened DI DICEMBRE, pur con metodi diversi e con alcuni limiti, non se la passa male in confronto agli altri prodotti.
No non te la passo :D
Il cened tratta a pesci in faccia gli impianti, il cened tratta con i piedi i ponti termici .... questa boiata di .... fornisce numeri che non hanno alcuna attinenza con la realtà. se vado a dire ad un condominio che i suoi consumi stimati secondo cened sono 300 kwh/m2 e loro bollette alla mano ne registrano 130 kwh/m2 ,Ti garantisco che su 15 condomini analizzati con EC in 3 mesi non ce n'è stato uno dove il consumo simulato differiva dalla media reale degli ultimi 5 anni per più del 10%!!, con cened ci farei una figura da IGNORANTE!!!
Col cened non ne risulta uno che sia uno! se io ho un consumo di 300 kWh/mq ipotizzo un certo investimento se parto da 130 kwh/mq devo pensarne un'altro e le priorità cambiano e le crocette del tris a fine pagina dovrebbero cambiare!

Quindi lascia stare il cened, perchè massimo entro 1 anno fioccheranno i ricorsi degli utenti illusi da dati non comparabili con la propria misurazione.
LA gente sta pagando una certificazione che NON E' CONFORME ALLE NORME TECNICHE NE AI DECRETI ITALIANI!!! è conforme alla lobbi degli azionisti che hanno direzionato il cened ...
Ora diventerò un coso per usare la cosa+, domani la la cosa++ e chissà a quando la cosa super+ ....
ma a me interessa tutt'altra cosa .....

SuperP
Messaggi: 9376
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da SuperP » gio apr 10, 2008 09:05

jerryluis ha scritto: il cened tratta con i piedi i ponti termici .... questa boiata di .... fornisce numeri che non hanno alcuna attinenza con la realtà.
Anche il tuo programma preferito tratta i ponti termici a pesci in faccia...
E alla fine bene o male il consumo specifico (kWh/m2) è simile
jerryluis ha scritto:se vado a dire ad un condominio che i suoi consumi stimati secondo cened sono 300 kwh/m2 e loro bollette alla mano ne registrano 130 kwh/m2 ,Ti garantisco che su 15 condomini analizzati con EC in 3 mesi non ce n'è stato uno dove il consumo simulato differiva dalla media reale degli ultimi 5 anni per più del 10%!!, con cened ci farei una figura da IGNORANTE!!!
Grazie.. EC fa la diagnosi energetica, il CENED no.. c'è un ABISSO di differenza tra diagnosi e certificazione

E poi, lo sai meglio di me che per il cened contano moltissimo le potenze elettriche dei vari sottosistemi, EC NON LI CONSIDERA invece!!
jerryluis ha scritto: Col cened non ne risulta uno che sia uno! se io ho un consumo di 300 kWh/mq ipotizzo un certo investimento se parto da 130 kwh/mq devo pensarne un'altro e le priorità cambiano e le crocette del tris a fine pagina dovrebbero cambiare!
Ma NON PUOI usare il cened per fare le diagnosi energetiche!! Sei tu che questa volta sbagli. Il cened è una procedura di certificazione, STOP!!
jerryluis ha scritto:LA gente sta pagando una certificazione che NON E' CONFORME ALLE NORME TECNICHE NE AI DECRETI ITALIANI!!!
E' conforme ad una procedura studiata dal CNR.. penso basti


P.S: scusa jerry, con il massimo rispetto, ma continuare ad attaccare inutilmente il cened non ha senso..
Considera invece che anche EC ha lacune e a volte (come ho sottolineato io qui) non proprio leggere...

gfrank
Messaggi: 1238
Iscritto il: ven set 15, 2006 12:57

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da gfrank » gio apr 10, 2008 13:48

Prove di confronto:

http://www.anit.it/RRT/RRT_results.pdf

gfrank

Spd
Messaggi: 565
Iscritto il: lun giu 25, 2007 11:36
Località: Roma

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da Spd » gio apr 10, 2008 14:36

Devo dire che quel test dell'Anit non è attendibile in quanto mancavano molti dati di base importanti sugli impianti (tipo caldaia, potenza, tipologia di installazione dei radiatori).

Credo comunque che stiano uscendo dei protocolli di validazione.

MAX76
Messaggi: 1591
Iscritto il: sab ott 13, 2007 09:53

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da MAX76 » gio apr 10, 2008 14:49

Sarebbe proprio ora.
Sulla parte sismica vi è già qualcosa ma sulla parte impianti siamo abbandonati al nulla... :shock:

Colin Caldwell
Messaggi: 621
Iscritto il: lun lug 16, 2007 13:10
Località: Varese

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da Colin Caldwell » gio apr 10, 2008 18:00

Io uso il secos, mi trovo bene ( solito problema della banca dati non eccezionale ).

I demo per un confronto sono scaricabili dal sito.

Di edilclima mi sa che compro il software per l'antincendio ( idranti e spinkler ) dato che quelli di secos mi hanno chiesto uno sproposito.
Ma perchè in italia siamo tutti esperti?

Avatar utente
swiper
Messaggi: 84
Iscritto il: lun lug 17, 2006 17:19

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da swiper » ven apr 11, 2008 14:37

SuperP ha scritto: E poi, lo sai meglio di me che per il cened contano moltissimo le potenze elettriche dei vari sottosistemi, EC NON LI CONSIDERA invece!!
Io usando EC inserisco la potenza elettrica dei sottosistemi nel campo relativo alla pompa del generatore... così i kWh elettrici vengono considerati nel fabbisogno finale...
Swiper non rubare!

SuperP
Messaggi: 9376
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Re: Edilclima e altri sotware

Messaggio da SuperP » ven apr 11, 2008 16:11

swiper ha scritto:Io usando EC inserisco la potenza elettrica dei sottosistemi nel campo relativo alla pompa del generatore... così i kWh elettrici vengono considerati nel fabbisogno finale...
ti trovi così le pompe e tutti i sottosistemi che lavorano 24 ore al giorno.. non so come possa tornarti l'Epi...

Il Cened invece considera il tempo di esercizio degli ausiliari in altra maniera (con il ton se non erro) cosa + intelligente

Rispondi