Richiesta Comune Rispondenza riscaldamento anni 60

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
iltubo
Messaggi: 724
Iscritto il: lun lug 07, 2008 16:22
Località: CO

Richiesta Comune Rispondenza riscaldamento anni 60

Messaggio da iltubo » dom ott 27, 2019 09:07

Buon giorno per un appartamento ristrutturato dotato di impianto centralizzato costruito nel 1965 per 2 unità immobiliari (e che non è stato interessato dai lavori), un fase di presentazione fine lavori è stata chiesta dal comune una "rispondenza" dell'impianto di riscaldamento, oltre a DiCo gas e idrosanitario correttamente presentate.
Secondo voi è una richiesta legittima?
Come impostare una eventuale dichiarazione per cercare di toglierci semplicemente e velocemente dall'impaccio?
Quali norme citare o usare per verifica? Oppure cosa verificare e relazionare?

Grazie

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4171
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Richiesta Comune Rispondenza riscaldamento anni 60

Messaggio da NoNickName » dom ott 27, 2019 10:24

Cioè è stato ristrutturato un appartamento ma non il suo impianto di riscaldamento, e se ho capito l'impianto è condiviso con un altro appartamento?

Era ristrutturazione straordinaria? Cila o scia?
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

iltubo
Messaggi: 724
Iscritto il: lun lug 07, 2008 16:22
Località: CO

Re: Richiesta Comune Rispondenza riscaldamento anni 60

Messaggio da iltubo » dom ott 27, 2019 20:01

Esatto, impianto centralizzato per 2 U.I. P1 e P2, non hanno voluto toccare niente, e nonostante la mia insistenza non hanno neanche voluto lasciare tubazioni in predisposizione per eventuale divisione impianti………., 2.500€ erano troppi, l'importante era fare l'arredo figo, le velette in cartongesso e la porta a verti scorrevole da 4 metri :twisted:
Rifatto idrosanitario e gas cucina, aggiunto 1 bagno e demolito 1 tramezzo, rifatto imp. elettrico e finiture. nessuna opera su serramenti e involucro.
Non so il Geometra cosa abbia presentato in comune.

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4171
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Richiesta Comune Rispondenza riscaldamento anni 60

Messaggio da NoNickName » lun ott 28, 2019 08:08

Beh, se è stato fatto idrosanitario, la richiesta del Comune mi sembra doverosa.
Aggiunto un bagno senza riscaldamento? Io solidarizzo con il Comune. Questa cosa puzza.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

ponca
Messaggi: 857
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: Richiesta Comune Rispondenza riscaldamento anni 60

Messaggio da ponca » lun ott 28, 2019 09:54

Io farei una DiRi riferita alla porzione di impianto interna all'unità, specificando che l'impianto è stato realizzato nell'anno xxxx in conformità alla regola dell'arte del tempo, che non ha subito modifiche e che risulta tuttora funzionante.

iltubo
Messaggi: 724
Iscritto il: lun lug 07, 2008 16:22
Località: CO

Re: Richiesta Comune Rispondenza riscaldamento anni 60

Messaggio da iltubo » lun ott 28, 2019 20:40

ponca ha scritto:
lun ott 28, 2019 09:54
Io farei una DiRi riferita alla porzione di impianto interna all'unità, specificando che l'impianto è stato realizzato nell'anno xxxx in conformità alla regola dell'arte del tempo, che non ha subito modifiche e che risulta tuttora funzionante.
Eh… alla fine ho fatto praticamente così citando anche la regolare manutenzione, il controllo del funzionamento e la presenza di tutti gli organi di regolazione e sicurezza richiesti.
NoNickName ha scritto:
lun ott 28, 2019 08:08
Beh, se è stato fatto idrosanitario, la richiesta del Comune mi sembra doverosa.
Aggiunto un bagno senza riscaldamento? Io solidarizzo con il Comune. Questa cosa puzza.
Per NNN si aggiunto un bagno cieco (servizio di 3 metri quadri) ricavandolo da una stanza e senza calorifero. Non stavo "dando contro" al Comune, chiedevo lumi su come impostare una rispondenza di un riscaldamento così vecchio.

P.S. anche se una "rispondenza" così fatta mi sembra sia una presa in giro, tanto per dire che si ha una firma…...

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4171
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Richiesta Comune Rispondenza riscaldamento anni 60

Messaggio da NoNickName » mar ott 29, 2019 08:21

iltubo ha scritto:
lun ott 28, 2019 20:40
P.S. anche se una "rispondenza" così fatta mi sembra sia una presa in giro, tanto per dire che si ha una firma…...
Era anche l'unico modo per farlo: una diri ora per allora. Anche se dubito che un impianto del 1960 sia ancora in regola e in efficienza... avrà le valvole termostatizzabili, tanto per dirne una? Casa figa con velette e scorrevole di vetro con termosifoni di ghisa del dopoguerra?
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

iltubo
Messaggi: 724
Iscritto il: lun lug 07, 2008 16:22
Località: CO

Re: Richiesta Comune Rispondenza riscaldamento anni 60

Messaggio da iltubo » mer ott 30, 2019 21:37

Si valvole fatte 5/6 anni fa, caldaia condensazione V---nn del 2000, naturalmente la dico chissà dove è :twisted:, tetto di 4 anni, casa sempre ben tenuta …...……. e sì, super accessori e termosifoni in ghisa del dopoguerra…. purtroppo c'è anche queswto in giro :lol:

ponca
Messaggi: 857
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: Richiesta Comune Rispondenza riscaldamento anni 60

Messaggio da ponca » mer ott 30, 2019 22:11

Ma le valvole termostatiche sarebbero necessarie per la diri? In fondo si tratta di dichiarare la rispondenza alle norme dell'epoca in cui l'impianto è stato realizzato.

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4171
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Richiesta Comune Rispondenza riscaldamento anni 60

Messaggio da NoNickName » gio ott 31, 2019 08:17

ponca ha scritto:
mer ott 30, 2019 22:11
Ma le valvole termostatiche sarebbero necessarie per la diri? In fondo si tratta di dichiarare la rispondenza alle norme dell'epoca in cui l'impianto è stato realizzato.
no, sono obbligatorie per legge ORA. Però non puoi fare la diri ora per allora, ma la caldaia è del 2000.... :roll:
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

girondone
Messaggi: 9994
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Richiesta Comune Rispondenza riscaldamento anni 60

Messaggio da girondone » gio ott 31, 2019 09:24

obbligatorie ora ( incentivi a parte) "virgola"

ponca
Messaggi: 857
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: Richiesta Comune Rispondenza riscaldamento anni 60

Messaggio da ponca » gio ott 31, 2019 13:48

avrei interpretato così
DIRI= io dichiaro che l'impianto risponde alla normativa vigente all'anno di installazione dell'impianto
le valvole nel 1960 non erano obbligatorie
oggi sono obbligatorie (anche se il DM parla di regolazione per singolo ambiente o zona) ma non sono tenuto ad adeguarmi se non ristrutturo l'impianto

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4171
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Richiesta Comune Rispondenza riscaldamento anni 60

Messaggio da NoNickName » gio ott 31, 2019 14:13

ponca ha scritto:
gio ott 31, 2019 13:48
oggi sono obbligatorie (anche se il DM parla di regolazione per singolo ambiente o zona) ma non sono tenuto ad adeguarmi se non ristrutturo l'impianto
Ah, sì? Io sapevo che le termostatiche sono obbligatorie per tutti (salvo esenzioni). Non c'entra con la diri. Ma devono metterle.

Peraltro, resta difficile poi sostenere una diri relativa all'anno 1960, avendo cambiato la caldaia nel 2000 e sostituito le valvole 5 anni fa. Ma questi sono affari tuoi.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

iltubo
Messaggi: 724
Iscritto il: lun lug 07, 2008 16:22
Località: CO

Re: Richiesta Comune Rispondenza riscaldamento anni 60

Messaggio da iltubo » gio ott 31, 2019 16:51

NoNickName ha scritto:
gio ott 31, 2019 14:13
ponca ha scritto:
gio ott 31, 2019 13:48
oggi sono obbligatorie (anche se il DM parla di regolazione per singolo ambiente o zona) ma non sono tenuto ad adeguarmi se non ristrutturo l'impianto
Ah, sì? Io sapevo che le termostatiche sono obbligatorie per tutti (salvo esenzioni). Non c'entra con la diri. Ma devono metterle.

Peraltro, resta difficile poi sostenere una diri relativa all'anno 1960, avendo cambiato la caldaia nel 2000 e sostituito le valvole 5 anni fa. Ma questi sono affari tuoi.
Concordo, e aggiungo anche: per noi ehm ….. giovani quale norma vigeva negli anni 60? precisamente 1965. Io non c'ero ancora, e dovrei dichiarare la rispondenza a cosa?

girondone
Messaggi: 9994
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Richiesta Comune Rispondenza riscaldamento anni 60

Messaggio da girondone » gio ott 31, 2019 18:54

una cosa è certa.. ora le chiappe sono tue che hai firmato

Mimmo_510859D
Messaggi: 1407
Iscritto il: gio set 18, 2008 11:55

Re: Richiesta Comune Rispondenza riscaldamento anni 60

Messaggio da Mimmo_510859D » gio ott 31, 2019 20:07

NoNickName ha scritto:
gio ott 31, 2019 14:13
ponca ha scritto:
gio ott 31, 2019 13:48
oggi sono obbligatorie (anche se il DM parla di regolazione per singolo ambiente o zona) ma non sono tenuto ad adeguarmi se non ristrutturo l'impianto
Ah, sì? Io sapevo che le termostatiche sono obbligatorie per tutti (salvo esenzioni). Non c'entra con la diri. Ma devono metterle.
Le valvole termostatiche sono state obbligatorie* per un cambio caldaia dall'entrata in vigore del D.Lgs. 192/2005 fino all'entrata in vigore di 'sto cavolo di D.M. 26/06/2015 requisiti minimi.
In regime DPR 412/1993 le termostatiche erano "obbligatorie"** per i nuovi impianti e per le ristrutturazioni di impianti come recita il comma 1 dell'articolo 7.

*Più che le VT era obbligatorio rispettare il rendimento globale minimo dell'impianto. Quindi, in linea di principio se il calcolo era d'accordo poteva bastare il cambio caldaia.

**Anche qui obbligatorie fino ad un certo punto. Il comma 7 (abrogato) dell'articolo 7 prescriveva detto dispositivo solo se apporti solari e apporti interni superavano il 20 % del fabbisogno.
NoNickName ha scritto:
gio ott 31, 2019 14:13
Peraltro, resta difficile poi sostenere una diri relativa all'anno 1960, avendo cambiato la caldaia nel 2000 e sostituito le valvole 5 anni fa. Ma questi sono affari tuoi.
Non ci trovo nulla di così trascendentale nel problema: prova di tenuta del sistema di distribuzione dell'impianto di riscaldamento e verifica che la centrale termica sia conforme a quanto prescritto nel 2000. Poi, una lettura alla L. 373 e al suo decreto attuativo la darei. Magari c'era qualche prescrizione per gli impianti esistenti.
Siamo sinceri, delle valvole installate 5 anni fa non starei a farmi tanti problemi.

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4171
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Richiesta Comune Rispondenza riscaldamento anni 60

Messaggio da NoNickName » gio ott 31, 2019 21:14

Mimmo_510859D ha scritto:
gio ott 31, 2019 20:07
Le valvole termostatiche sono state obbligatorie blablabla
Le valvole termostatiche sono obbligatorie senza sè e senza ma dal 2017 (salvo esenzioni) dopo i vari decreti milleproroghe.
Le termostatiche ci devono essere, altrimenti sanzioni, in teoria. E magari un'occhiata vengono a dartela visto l'interesse.
Mimmo_510859D ha scritto:
gio ott 31, 2019 20:07
non starei a farmi tanti problemi.
Neanche io visto che firma qualcun altro, però il Comune qualche scrupolo l'ha avuto...
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

girondone
Messaggi: 9994
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Richiesta Comune Rispondenza riscaldamento anni 60

Messaggio da girondone » gio ott 31, 2019 21:59

Vt obbligatorie?
Dove quando e perché?
Lo erano... Dopo dm minimi croto più sonda esterna e sei a posto
Scritto nero su bianco

girondone
Messaggi: 9994
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Richiesta Comune Rispondenza riscaldamento anni 60

Messaggio da girondone » gio ott 31, 2019 22:00

L unica cosa é che tu ti stia riferendo alla contabilizzazione

Rispondi