Dispersione accumulo non isolato, calcolo trasmittanza

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Andrea70
Messaggi: 629
Iscritto il: ven lug 13, 2007 10:11
Località: Trento
Contatta:

Dispersione accumulo non isolato, calcolo trasmittanza

Messaggio da Andrea70 »

Ciao
sto facendo il calcolo di quanta potenza può disperdere un accumulo non isolato.

Usando la formula classica della trasmittanza K=1/ ( (1/ai) + (s/lamba) + (1/ae) ) mi viene da pensare che l'adduttanza interna non esista in quanto lo scambio è fra acqua e lo strato di acciaio dell'accumulo. In realtà avrei trovato una formula sul Doninelli che la quantifica in circa 900-950 (dipende dalla temperatura dell'acqua) . Un valore molto alto che non va ad incidere sul coefficiente di trasmittanza.
Anche Il termine s/lamba con l'acciaio è praticamente ininfluente perchè ha lamda alto (40) e spessore molto basso.
In sostanza la trasmittanza mi parrebbe dipendere solo dalla trasmissione acciaio-aria , quindi il coefficiente liminare esterno.
Solitamente si usa un valore di 20-25.... Quindi la trasmittanza risulterebbe 20-25 W/(m2*K).
Che ne dite?

giotisi
Messaggi: 1852
Iscritto il: mer mag 27, 2009 11:52
Località: brescia

Re: Dispersione accumulo non isolato, calcolo trasmittanza

Messaggio da giotisi »

Che per convezione naturale (non forzata, non hai un tubo con una pompa) lo strato liminare interno (acqua-acciaio) non puoi trascurarlo del tutto, soprattutto se non hai praticamente altre resistenze oltre a rse.
E che per rse hai usato quella di una struttura verticale esterna che comprende anche un notevole contributo di vento e irraggiamento, che probabilmente sono eccessivi. Userei un piu' pragmatico rsi.

Rispondi