Sostituzione di una caldaia condominiale / pratiche edilizie e ENEA

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
nik18
Messaggi: 38
Iscritto il: mar mar 11, 2014 08:46

Sostituzione di una caldaia condominiale / pratiche edilizie e ENEA

Messaggio da nik18 »

Dovendo progettare la sostituzione di una caldaia condominiale, chiedo:
- la sostituzione della caldaia è considerabile 'manutenzione ordinaria' ai sensi del glossario edilizia libera? Non viene specificato come intervento anche se si parla genericamente di 'mantenere in efficienza impianti tecnologici esistenti'...
- le verifiche richiesta dalla normativa e la relativa L10 vanno presentate in Comune anche senza CILA?
- per quanto riguarda le detrazioni fiscali, la sostituzione di una caldaia condominiale non rientra specificatamente tra gli interventi ammessi alla ristrutturazione edilizia, mentre può rientrare tra quelli del risparmio energetico con pratica Enea. Corretto?
- esistono criteri di installazione dei dispositivi di termoregolazione evoluti in un condominio per accedere alla detrazione del 65%?

Grazie!

girondone
Messaggi: 10278
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Sostituzione di una caldaia condominiale / pratiche edilizie e ENEA

Messaggio da girondone »

:-)


sorrido no per te eh

ma ne vedremo delle belle

Jerico
Messaggi: 51
Iscritto il: lun gen 21, 2013 12:06

Re: Sostituzione di una caldaia condominiale / pratiche edilizie e ENEA

Messaggio da Jerico »

nik18 ha scritto:
lun giu 04, 2018 12:40
Dovendo progettare la sostituzione di una caldaia condominiale, chiedo:
- la sostituzione della caldaia è considerabile 'manutenzione ordinaria' ai sensi del glossario edilizia libera? Non viene specificato come intervento anche se si parla genericamente di 'mantenere in efficienza impianti tecnologici esistenti'...
- le verifiche richiesta dalla normativa e la relativa L10 vanno presentate in Comune anche senza CILA?
- per quanto riguarda le detrazioni fiscali, la sostituzione di una caldaia condominiale non rientra specificatamente tra gli interventi ammessi alla ristrutturazione edilizia, mentre può rientrare tra quelli del risparmio energetico con pratica Enea. Corretto?
- esistono criteri di installazione dei dispositivi di termoregolazione evoluti in un condominio per accedere alla detrazione del 65%?

Grazie!
Per queste pratiche esiste un professionista abilitato, il termotecnico.
Prego!

marcello60
Messaggi: 1164
Iscritto il: gio mag 17, 2007 19:09

Re: Sostituzione di una caldaia condominiale / pratiche edilizie e ENEA

Messaggio da marcello60 »

Per l'ultimo punto, ti segnalo questa discussione:

viewtopic.php?f=16&t=24264

nik18
Messaggi: 38
Iscritto il: mar mar 11, 2014 08:46

Re: Sostituzione di una caldaia condominiale / pratiche edilizie e ENEA

Messaggio da nik18 »

marcello60 ha scritto:
lun giu 04, 2018 19:33
Per l'ultimo punto, ti segnalo questa discussione:

viewtopic.php?f=16&t=24264
Grazie! Oggi l'ENEA mi ha dato risposta analoga non lasciando speranze fino all'uscita del decreto applicativo:
"Quello sollevato è un problema. Per come è scritta la Legge Finanziaria 2018 per gli impianti centralizzati la detrazione fiscale è del 50% e non può essere del 65% in quanto, come da lei suggerito, non è possibile installare i termostati evoluti richiesti. Proveremo se possibile a variare questa interpretazione in fase di decreto applicativo ma sarà difficile."

marcello60
Messaggi: 1164
Iscritto il: gio mag 17, 2007 19:09

Re: Sostituzione di una caldaia condominiale / pratiche edilizie e ENEA

Messaggio da marcello60 »

Stessa identica risposta che hanno dato a me, parola x parola :roll:

mat
Messaggi: 3036
Iscritto il: lun gen 26, 2009 17:07

Re: Sostituzione di una caldaia condominiale / pratiche edilizie e ENEA

Messaggio da mat »

nik18 ha scritto:
lun giu 04, 2018 12:40
Dovendo progettare la sostituzione di una caldaia condominiale, chiedo:
- la sostituzione della caldaia è considerabile 'manutenzione ordinaria' ai sensi del glossario edilizia libera? Non viene specificato come intervento anche se si parla genericamente di 'mantenere in efficienza impianti tecnologici esistenti'...
Da attenta disamina con un "pool" di esperti nonché stimati colleghi :wink: , è emerso che il glossario edilizia libera è... una C***TA PAZZESCA! Consiglio spassionato: ignoralo.
nik18 ha scritto:
lun giu 04, 2018 12:40
- le verifiche richiesta dalla normativa e la relativa L10 vanno presentate in Comune anche senza CILA?
E come le consegneresti, insieme ad un cestino di omaggi per i tecnici del Comune? :lol:
Scherzo non te la prendere! Se procedi (a buon diritto, per quanto detto al punto precedente) con la CILA consegni in Comune, altrimenti consegni all'amministratore in quanto potrebbe sempre essere passibile di controllo (magari non di Enea, giacché ad oggi il vademecum caldaie non chiede legge 10, ma magari dei controllori degli impianti, es. Arpa)
nik18 ha scritto:
lun giu 04, 2018 12:40
- per quanto riguarda le detrazioni fiscali, la sostituzione di una caldaia condominiale non rientra specificatamente tra gli interventi ammessi alla ristrutturazione edilizia, mentre può rientrare tra quelli del risparmio energetico con pratica Enea. Corretto?
Sbagliato: essendo una parte comune è ammessa a detrazione per ristrutturazione, sia che sia considerata MS che MO.

nik18
Messaggi: 38
Iscritto il: mar mar 11, 2014 08:46

Re: Sostituzione di una caldaia condominiale / pratiche edilizie e ENEA

Messaggio da nik18 »

mat ha scritto:
mer giu 06, 2018 19:08
nik18 ha scritto:
lun giu 04, 2018 12:40
Dovendo progettare la sostituzione di una caldaia condominiale, chiedo:
- la sostituzione della caldaia è considerabile 'manutenzione ordinaria' ai sensi del glossario edilizia libera? Non viene specificato come intervento anche se si parla genericamente di 'mantenere in efficienza impianti tecnologici esistenti'...
Da attenta disamina con un "pool" di esperti nonché stimati colleghi :wink: , è emerso che il glossario edilizia libera è... una C***TA PAZZESCA! Consiglio spassionato: ignoralo.
nik18 ha scritto:
lun giu 04, 2018 12:40
- le verifiche richiesta dalla normativa e la relativa L10 vanno presentate in Comune anche senza CILA?
E come le consegneresti, insieme ad un cestino di omaggi per i tecnici del Comune? :lol:
Scherzo non te la prendere! Se procedi (a buon diritto, per quanto detto al punto precedente) con la CILA consegni in Comune, altrimenti consegni all'amministratore in quanto potrebbe sempre essere passibile di controllo (magari non di Enea, giacché ad oggi il vademecum caldaie non chiede legge 10, ma magari dei controllori degli impianti, es. Arpa)


nik18 ha scritto:
lun giu 04, 2018 12:40
- per quanto riguarda le detrazioni fiscali, la sostituzione di una caldaia condominiale non rientra specificatamente tra gli interventi ammessi alla ristrutturazione edilizia, mentre può rientrare tra quelli del risparmio energetico con pratica Enea. Corretto?
Sbagliato: essendo una parte comune è ammessa a detrazione per ristrutturazione, sia che sia considerata MS che MO.
Ne ho parlato con l'Ufficio Tecnico del Comune. Mi hanno consigliato di fare una comunicazione di Attività Edilizia Libera e allegare la Legge 10.

Hai ragione, come parti condominiali rientra anche la manutenzione ordinaria, però fa strano che la sostituzione sia specificata negli interventi della singola unità immobiliare e non in quelli condominiali...

Grazie!

mat
Messaggi: 3036
Iscritto il: lun gen 26, 2009 17:07

Re: Sostituzione di una caldaia condominiale / pratiche edilizie e ENEA

Messaggio da mat »

nik18 ha scritto:
mer giu 06, 2018 19:24
Ne ho parlato con l'Ufficio Tecnico del Comune. Mi hanno consigliato di fare una comunicazione di Attività Edilizia Libera e allegare la Legge 10.
Questa la metterei sotto la voce "All'improvviso il genio": ma quale Comunicazione AEL d'Egitto! Se è edilizia libera non c'è nessuna comunicazione da fare, la CIL è sparita da un pezzo. Fai suonare la campana per quelli del tuo Comune :roll:

lbasa
Messaggi: 738
Iscritto il: ven giu 19, 2015 22:41

Re: Sostituzione di una caldaia condominiale / pratiche edilizie e ENEA

Messaggio da lbasa »

Da attenta disamina con un "pool" di esperti nonché stimati colleghi :wink: , è emerso che il glossario edilizia libera è... una C***TA PAZZESCA! Consiglio spassionato: ignoralo. ...
Quindi il pool era formato da: tuo cuggino, Diego Fusaro e Fedez :?
Il glossario si può commentare come quella cosa pazzesca, ma è:
- uscito come requisito applicativo del DPR 380, al quale i Comuni devono adeguare obbligatoriamente i loro regolamenti edilizi (resta la loro libertà sui vincoli pesaggistici e sui piani regolatori),
- pubblicato in G.U.

Ciò lo rende oggettivamente non ignorabile.

mat
Messaggi: 3036
Iscritto il: lun gen 26, 2009 17:07

Re: Sostituzione di una caldaia condominiale / pratiche edilizie e ENEA

Messaggio da mat »

Grazie Ibasa, importante il tuo contributo perchè francamente non mi ero accorto che fosse stato pubblicato in G.U.; sai io l'ho letto sull'inserto di Topolino.

Visto che sei decisamente più intelligente, sono certo che tu saprai applicare al meglio quanto riportato nel Glossario; io ed altri, non al tuo livello, ad esempio non riusciamo proprio a capire come un intervento di nuova installazione possa essere definito manutenzione ordinaria...Né perchè si debba specificare che le pompe di calore sotto i 12 kW siano edilizia libera, visto che a quanto pare lo è qualunque impianto di climatizzazione.

lbasa
Messaggi: 738
Iscritto il: ven giu 19, 2015 22:41

Re: Sostituzione di una caldaia condominiale / pratiche edilizie e ENEA

Messaggio da lbasa »

Si, ma non ti scaldare altrimenti lo dico a tuo "cuggino" :x

1]
Il glossario dell'edilizia libera è figlio di suo padre a cui risponde, cioè il DPR 380. Tutte le voci descritte nel glossario sono suddivise per argomenti i quali hanno in prima colonna i riferimenti agli articoli del 380.
La manutenzione ordinaria viene così riferita "D.P.R. n. 380/2001, art. 6 comma 1, lett. a); art.3, comma 1, lett. a)", cioè:
"gli interventi edilizi che riguardano le opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici e quelle necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti".
La manutenzione straordinaria nel 380 sta all'art.3, comma 1, lett. b "le opere e le modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici, nonché per realizzare ed integrare i servizi igienico-sanitari e tecnologici, sempre che non alterino la volumetria complessiva degli edifici e non comportino mo-difiche delle destinazioni di uso. ... omissis"

Il glossario dell'edilizia libera è l'allegato del DM attuativo della legge SCIA2; la quale si aspetta l'attuazione analoga per gli interventi di manutenzione straordinaria.
Quando uscirà il relativo glossario, vedremo come tratterà gli impianti.
Nel frattempo, ecco la mia opinione:

Ci sono due distinzioni fra ordinaria e straordinaria, quando parliamo di impianti.
La prima:
- Ordinaria: "... necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti ..."
- Straordinaria: "... realizzare ed integrare i servizi igienico-sanitari e tecnologici ..."
La seconda:
- Ordinaria: "... impianti tecnologici esistenti ..."
- Straordinaria: "... servizi igienico-sanitari e tecnologici, sempre che non alterino la volumetria complessiva degli edifici e non comportino mo-difiche delle destinazioni di uso"

Se questo post parla di "sostituzione caldaia" allora siamo in situazione di impianti esistenti.
Se è una sostituzione necessaria a seguito rottura, fossi io responsabile dell'asseverare la qualificherei come "mantenere in efficienza" e seguirei la strada del 50% ristrutturazione (art. 16-bis del TUIR) e non Enea.
Se è una sostituzione volontaria per efficientamento energetico, fossi io il responsabile dell'asseverare la qualificherei come "riqualificazione energetica" e pratica Enea (magari ottenendo sempre il 50% e non il 65%).

2]
... non riusciamo proprio a capire come un intervento di nuova installazione possa essere definito manutenzione ordinaria ...
Secondo il mio ragionamento precedente, per me non lo è, io sarei per la pratica CILA.
Aggiungo: in difformità alla mia opinione, i Comuni in genere se ne fregano anche delle nuove installazioni e ti dicono, come hanno detto a Nick18 "Caldaia? Non ci interessa, ma siate in regola col i requisiti di legge per il risposarmio energetico".

3]
... Né perchè si debba specificare che le pompe di calore sotto i 12 kW siano edilizia libera, visto che a quanto pare lo è qualunque impianto di climatizzazione.
Questo lo dice da tempo il DPR 380: art. 6, comma 1, lett. a-bis). E riguarda le PdC aria/aria, non tutte.

mat
Messaggi: 3036
Iscritto il: lun gen 26, 2009 17:07

Re: Sostituzione di una caldaia condominiale / pratiche edilizie e ENEA

Messaggio da mat »

lbasa ha scritto:
gio giu 07, 2018 10:17
, ma non ti scaldare altrimenti lo dico a tuo "cuggino"
Mi scaldo perchè non ravvisavo la tua consueta ironia nel post precedente, ergo l'ho presa per offesa "ammè" e a mio cuggino :wink:

Premesso che le definizioni di MO e MS presenti sul DPR, nel citare gli impianti utilizzano una terminologia che definire bizantina è dire poco, e dunque su questa base si può dire tutto il contrario di tutto, ti invito a guardare il rigo 22 del Glossario: "installazione, adeguamento, integrazione, efficientamento (comprese le opere correlate di canalizzazione) e/o messa a norma" di impianti di climatizzazione.
Quindi se vuoi dar retta militarmente a questo documento, quando metti mano ad un impianto di tal genere sei SEMPRE in MO, con buona pace dei ragionamenti che hai esposto sul caso della sostituzione caldaia.

Ci sono due leggi in cui la manutenzione ordinaria/straordinaria impiantistica è ben definita, e sono il D.Lgs 192 e il DM 37/08: le loro sono definizioni assolutamente in linea con il buon senso e la lingua italiana. Il Glossario non lo è né con l'una né con l'altra.
Io ipotizzo che sia stato "un errore di sbaglio"... vediamo come usciranno sul glossario MS (geniali queste pubblicazioni a episodi, lo leggerò su uno dei prossimi Topolino :wink: )
lbasa ha scritto:
gio giu 07, 2018 10:17
Questo lo dice da tempo il DPR 380: art. 6, comma 1, lett. a-bis). E riguarda le PdC aria/aria, non tutte.
Certo, ma è riportato nel Glossario, appena qualche riga sotto il passaggio che ti ho citato; concordi che questo assunto non ha senso, in virtù del precedente?

girondone
Messaggi: 10278
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Sostituzione di una caldaia condominiale / pratiche edilizie e ENEA

Messaggio da girondone »

solita storia
definizione 380 valgono per 380 ( e gli impianti sono come detto considerati poco e male)


definizioni 192 valgono per 192

magari fosse tutto congruente

giotisi
Messaggi: 1721
Iscritto il: mer mag 27, 2009 11:52
Località: brescia

Re: Sostituzione di una caldaia condominiale / pratiche edilizie e ENEA

Messaggio da giotisi »

vero, giro, ma per l'appunto, visto il casino, han deciso di fare un Glossario: unico, cosi non ci rompiamo più le corna.

Certo, e qui come non concordare con Mat, che se mi sbagliano le definizioni nel dizionario, non ne usciremo MAI.

girondone
Messaggi: 10278
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Sostituzione di una caldaia condominiale / pratiche edilizie e ENEA

Messaggio da girondone »

unico si.. ma mica va incidere su 192 e legge10

giotisi
Messaggi: 1721
Iscritto il: mer mag 27, 2009 11:52
Località: brescia

Re: Sostituzione di una caldaia condominiale / pratiche edilizie e ENEA

Messaggio da giotisi »

girondone ha scritto:
gio giu 07, 2018 17:17
unico si.. ma mica va incidere su 192 e legge10
beh... non direi.

Supponiamo che ci sia un certo tipo di intervento per il quale sia lecito avere il dubbio se redigere o meno la L10.
Supponiamo che il glossario (legge dello stato) definisca la questione in modo univoco.

Vedi che immediatamente il glossario ha effetti sulla L10.

Per tornare al nocciolo della questione, nel glossario c'è quella 'installazione' di impianti termici che non ha senso; punto. Per il resto mi pare che alcuni chiarimenti siano sacrosanti.
Adesso speriamo che i Comuni si adeguino... nei prossimi 10 anni.

mat
Messaggi: 3036
Iscritto il: lun gen 26, 2009 17:07

Re: Sostituzione di una caldaia condominiale / pratiche edilizie e ENEA

Messaggio da mat »

giotisi ha scritto:
dom giu 17, 2018 08:33
Per tornare al nocciolo della questione, nel glossario c'è quella 'installazione' di impianti termici che non ha senso; punto
Non è solo quello a non aver senso: "adeguamento, integrazione, efficientamento (comprese le opere correlate di canalizzazione) e/o messa a norma" Allora o mi definisci uno per uno i termini utilizzati, oppure dato la genericità dei suddetti, sono portato a pensare che QUALUNQUE intervento su un impianto esistente (comprese le "opere di canalizzazione" eh, importantissima precisazione :P ) è ordinaria manutenzione.
Cosa che è assurda sul piano logico, nonché su quello pratico.
giotisi ha scritto:
dom giu 17, 2018 08:33
Supponiamo che ci sia un certo tipo di intervento per il quale sia lecito avere il dubbio se redigere o meno la L10.
Dubbi non ne dovresti avere, perchè l'attuale combinato tra DLgs192 e DM Requisiti specificano piuttosto bene quando va redatta, senza per fortuna doversi agganciare al TUE.

Rispondi