Denuncia strumento metrico (acqua/calore), inizio attività e cessazione

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4059
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Denuncia strumento metrico (acqua/calore), inizio attività e cessazione

Messaggio da NoNickName » mar gen 09, 2018 00:08

Come sapete, tutti i contatori acqua e calore vanno denunciati alla CCIAA. Ne va denunciata la titolarità, l'inizio attività, la richiesta di riverificazione periodica, e la cessazione dell'attività, tutte pratiche che si possono fare online.
Qualcuno sta già provvedendo per conto proprio o di terzi all'invio delle pratiche?
Siccome anchio mi sono predisposto e sarei pronto a partire, avrei delle domande da porre a qualcuno che l'ha già fatto.
In particolare:
1) Le persone fisiche possono essere titolari di uno (o più) strumenti di misura?
2) I dati di colui che inserisce la pratica debbono coincidere con i dati del titolare?
3) E' possibile fornire il servizio di invio della pratica per conto terzi, quindi firmare digitalmente un documento in cui si dichiara che il titolare è un'altra persona?
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

Ronin
Messaggi: 3431
Iscritto il: sab giu 20, 2009 12:57

Re: Denuncia strumento metrico (acqua/calore), inizio attività e cessazione

Messaggio da Ronin » mar gen 09, 2018 12:31

NoNickName ha scritto:
mar gen 09, 2018 00:08
Come sapete
eh?

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4059
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Denuncia strumento metrico (acqua/calore), inizio attività e cessazione

Messaggio da NoNickName » mar gen 09, 2018 13:24

Ronin ha scritto:
mar gen 09, 2018 12:31
NoNickName ha scritto:
mar gen 09, 2018 00:08
Come sapete
eh?
http://www.bo.camcom.gov.it/regolazione ... n-servizio

La camcom mi ha risposto, comunque:
1- Si, nella pratica è possibile inserire più anagrafiche di strumenti relativi al titolare
2 - No, non vengono effettuati controlli tra il Titolare degli strumenti e il titolare del contratto Telemaco
3 - Si, si può delegare all'invio un soggetto terzo
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

Ronin
Messaggi: 3431
Iscritto il: sab giu 20, 2009 12:57

Re: Denuncia strumento metrico (acqua/calore), inizio attività e cessazione

Messaggio da Ronin » mar gen 09, 2018 16:07

grazie, robe da matti, alla faccia della semplificazione.
e per strumenti montati prima dell'emanazione del decreto?

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4059
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Denuncia strumento metrico (acqua/calore), inizio attività e cessazione

Messaggio da NoNickName » mar gen 09, 2018 16:25

Ronin ha scritto:
mar gen 09, 2018 16:07
grazie, robe da matti, alla faccia della semplificazione.
e per strumenti montati prima dell'emanazione del decreto?

Per strumenti MID già installati alla data di entrata in vigore del decreto, la denuncia di inizio attività deve corrispondere con la prima scadenza della verificazione periodica, in occasione della quale va compilato anche il libretto metrologico, sempre che le iscrizioni regolamentari siano ancora leggibili.

Se lo strumento è installato su un'utenza non attiva (appartamento sfitto), la verificazione periodica e il libretto metrologico devono essere fatti entro 30 giorni dalla riattivazione.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

Ronin
Messaggi: 3431
Iscritto il: sab giu 20, 2009 12:57

Re: Denuncia strumento metrico (acqua/calore), inizio attività e cessazione

Messaggio da Ronin » mar gen 09, 2018 18:02

io mi sto preoccupando degli innumeri contatori ai quali sono associati incentivi fiscali (sui cogeneratori ad es.), e per i quali non abbiamo mai proceduto in tal senso...

Avatar utente
redHat
Messaggi: 1302
Iscritto il: mer giu 05, 2013 09:35
Località: Genova

Re: Denuncia strumento metrico (acqua/calore), inizio attività e cessazione

Messaggio da redHat » mar gen 09, 2018 19:15

La vedo dura far assimilare i contatori di energia termica e i contatori ACS ad uso civile come "strumenti di misura legale" soggetti a verifica periodica strumentale, non solo per una questione di complicanza amministrativa ma per il semplice fatto che il costo della verifica amministrativa/strumentale non vale il valore misurato, soprattutto se con frequenza quinquennale.
Si tratta di strumenti con errore dichiaratamente molto elevato (almeno il 3%) che misurano quantità dal costo relativamente basso (circa 0,095€/kWh nel caso dell'energia termica e circa 0,005€/litro per l'ACS).
Chi avrebbe interesse a dover pagare un servizio per far dichiarare un errore elevato su un valore modesto della quantità misurata?
Tra l'altro c'è anche una grossa discrepanza: i ripartitori che hanno notoriamente errori maggiori non sono soggetti ad alcun controllo mentre i contatori di misura certificati MID lo sarebbero...

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4059
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Denuncia strumento metrico (acqua/calore), inizio attività e cessazione

Messaggio da NoNickName » mar gen 09, 2018 20:38

redHat ha scritto:
mar gen 09, 2018 19:15
Tra l'altro c'è anche una grossa discrepanza: i ripartitori che hanno notoriamente errori maggiori non sono soggetti ad alcun controllo mentre i contatori di misura certificati MID lo sarebbero...
I ripartitori non sono strumenti di misura.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4059
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Denuncia strumento metrico (acqua/calore), inizio attività e cessazione

Messaggio da NoNickName » mar gen 09, 2018 20:46

Ronin ha scritto:
mar gen 09, 2018 18:02
io mi sto preoccupando degli innumeri contatori ai quali sono associati incentivi fiscali (sui cogeneratori ad es.), e per i quali non abbiamo mai proceduto in tal senso...
A questo link si può scaricare un facsimile di un libretto metrologico: https://goo.gl/btkSQn
Se compili la prima pagina e me la mandi ti posso predisporre fino a 5 pratiche gratuitamente, pari a 5 contatori.
Poi se ti interessa, possiamo sentirci per eventualmente allargare il discorso.
Scusate la sfacciataggine, ma tengo famigghia.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

Avatar utente
redHat
Messaggi: 1302
Iscritto il: mer giu 05, 2013 09:35
Località: Genova

Re: Denuncia strumento metrico (acqua/calore), inizio attività e cessazione

Messaggio da redHat » mar gen 09, 2018 21:22

NoNickName ha scritto:
mar gen 09, 2018 20:38
redHat ha scritto:
mar gen 09, 2018 19:15
Tra l'altro c'è anche una grossa discrepanza: i ripartitori che hanno notoriamente errori maggiori non sono soggetti ad alcun controllo mentre i contatori di misura certificati MID lo sarebbero...
I ripartitori non sono strumenti di misura.
Direi piuttosto "non sono ancora considerati strumenti di misura".
Ma anche se il ripartitore fosse considerato un giocattolo la differenza di trattamento rimane visto che sempre delle spese andiamo ad addebitare su quel valore...

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4059
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Denuncia strumento metrico (acqua/calore), inizio attività e cessazione

Messaggio da NoNickName » mar gen 09, 2018 22:15

redHat ha scritto:
mar gen 09, 2018 21:22
Direi piuttosto "non sono ancora considerati strumenti di misura".
Ma anche se il ripartitore fosse considerato un giocattolo la differenza di trattamento rimane visto che sempre delle spese andiamo ad addebitare su quel valore...
Non lo saranno mai strumenti di misura, perchè non misurano, sono a tutti gli effetti dei contascatti.
No, le spese vengono addebitate in relazione alla percentuale di quel valore rispetto al totale.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

Avatar utente
redHat
Messaggi: 1302
Iscritto il: mer giu 05, 2013 09:35
Località: Genova

Re: Denuncia strumento metrico (acqua/calore), inizio attività e cessazione

Messaggio da redHat » mar gen 09, 2018 22:42

Quegli "scatti" sono il risultato di una integrazione tempo-temperatura che, per un determinato valore di potenza nominale (kQ), è riferibile ad un preciso valore di energia termica a meno della sensibilità dello strumento.
Il problema è proprio rendere noto il coefficiente caratteristico dello strumento, basta solo aggiungere una riga nella EN 834 che obblighi i Costruttori a dichiarare i risultati delle prove di laboratorio, che loro di fatto già conoscono...
Il problema è solo volere o non volere assumersi delle responsabilità...ovviamente anche io al loro posto e al tuo posto di gestore/installatore direi che è solo un conta scatti ma sappiamo bene entrambi che è una mezza verità...

girondone
Messaggi: 9907
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Denuncia strumento metrico (acqua/calore), inizio attività e cessazione

Messaggio da girondone » mar gen 09, 2018 22:49

redHat ha scritto:
mar gen 09, 2018 22:42
Quegli "scatti" sono il risultato di una integrazione tempo-temperatura che, per un determinato valore di potenza nominale (kQ), è riferibile ad un preciso valore di energia termica a meno della sensibilità dello strumento.
Il problema è proprio rendere noto il coefficiente caratteristico dello strumento, basta solo aggiungere una riga nella EN 834 che obblighi i Costruttori a dichiarare i risultati delle prove di laboratorio, che loro di fatto già conoscono...
Il problema è solo volere o non volere assumersi delle responsabilità...ovviamente anche io al loro posto e al tuo posto di gestore/installatore direi che è solo un conta scatti ma sappiamo bene entrambi che è una mezza verità...
Già
La lotta é tutta lì... Pare

lbasa
Messaggi: 732
Iscritto il: ven giu 19, 2015 22:41

Re: Denuncia strumento metrico (acqua/calore), inizio attività e cessazione

Messaggio da lbasa » mar gen 09, 2018 23:54

... Siccome anchio mi sono predisposto e sarei pronto a partire, ...
Finalmente si prende sul serio un argomento emerso in una passata discussione sulla validità legale della misura.

Dopo di che:
... Il problema è proprio rendere noto il coefficiente caratteristico dello strumento, basta solo aggiungere una riga nella EN 834 che obblighi i Costruttori a dichiarare i risultati delle prove di laboratorio, che loro di fatto già conoscono...
Veramente, la 834 già lo prevede, al par. 7.3 "Attachment position of the sensor":
"... National regulations can require documentation of the relation between the counting rate and the thermal output in accordance with A.6 ..."
Quindi lo si chieda al Regolatore Nazionale, non al comitato tecnico.

In realtà questo non sposterebbe il problema:
... Quegli "scatti" sono il risultato di una integrazione tempo-temperatura che, per un determinato valore di potenza nominale (kQ), è riferibile ad un preciso valore di energia termica a meno della sensibilità dello strumento ...
C'è molto di più della cosiddetta "sensibilità dello strumento" che rende improponibile confrontare la precisione di misura diretta richiesta dalla MID con quella ottenibile (in maniera indiretta) con i ripartitori; lo si vede già dall'errore richiesto nella 834 (a seconda del salto termico si va dal 3% al 12%).
Ciascun coefficiente dell'algoritmo utilizzato nella 834 è affetto da difficoltà di ripetibilità della misura; colpa del coefficiente di accoppiamento per Kc e colpa della frequenza di misura che consenta adeguatamente di approssimare un integrale di misura in una sommatoria di misura.
Nel linguaggio di un laboratorio di misura si chiamerebbe "elevata incertezza estesa".
Ciò non credo consenta ai produttori di ripartitori di concordare una norma di prodotto che si avvicini agli standard di precisione ottenibili con la misurazione diretta del calore.

Avatar utente
redHat
Messaggi: 1302
Iscritto il: mer giu 05, 2013 09:35
Località: Genova

Re: Denuncia strumento metrico (acqua/calore), inizio attività e cessazione

Messaggio da redHat » mer gen 10, 2018 05:35

lbasa ha scritto:
mar gen 09, 2018 23:54
C'è molto di più della cosiddetta "sensibilità dello strumento" che rende improponibile...
Purtroppo attualmente l'ostacolo non è la classe di precisione dello strumento ma considerarlo o no strumento di misura.
La posizione dei Costruttori ora farebbe passare anche il metro da carpentiere per un "conta scatti" pur di non dare alcuna misura solo perchè non si avrebbe la precisione del decimo di millimetro di un calibro, quando in realtá ciò che all'utente serve è solo una misura al metro/centimetro, sufficiente per capire se il carpentiere, più che lo strumento, fornisce dati idonei o no.
In ogni caso anche per i ripartitori il riferimento ad una unitá di energia termica è dovuta per la funzione richiesta dalla Direttiva 2012/27/CE .

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4059
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Denuncia strumento metrico (acqua/calore), inizio attività e cessazione

Messaggio da NoNickName » mer gen 10, 2018 08:27

Scusate, ma il tema del thread non sono i ripartitori (che certamente sono una *****, ma non per colpa dei costruttori, quanto per volontà degli installatori di semplificarsi la vita).
Il tema è: denuncia strumento metrico e libretto metrologico.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

Ronin
Messaggi: 3431
Iscritto il: sab giu 20, 2009 12:57

Re: Denuncia strumento metrico (acqua/calore), inizio attività e cessazione

Messaggio da Ronin » mer gen 10, 2018 10:47

Prima di muovermi aspetto di sentire i colleghi in regione cosa fanno (sennò poi diventa colpa mia :lol: ).
Ma e-distribuzione manda 22 milioni di attivazioni? :shock:

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4059
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Denuncia strumento metrico (acqua/calore), inizio attività e cessazione

Messaggio da NoNickName » mer gen 10, 2018 12:11

Temo di sì.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

lbasa
Messaggi: 732
Iscritto il: ven giu 19, 2015 22:41

Re: Denuncia strumento metrico (acqua/calore), inizio attività e cessazione

Messaggio da lbasa » mer gen 10, 2018 13:24

... Siccome anchio mi sono predisposto e sarei pronto a partire, avrei delle domande da porre a qualcuno che l'ha già fatto. ...
http://praticaeureka.infocamere.it/ptsm ... =$ded0bc6f
Edit: ops, non funziona la query diretta, c'è un parametro dinamico legato all'accesso home.
http://praticaeureka.infocamere.it/ptsm
menu "info".

Kalz
Messaggi: 2288
Iscritto il: gio feb 01, 2007 12:09
Località: Umbria centrale

Re: Denuncia strumento metrico (acqua/calore), inizio attività e cessazione

Messaggio da Kalz » mer gen 10, 2018 15:39

non si apre

lbasa
Messaggi: 732
Iscritto il: ven giu 19, 2015 22:41

Re: Denuncia strumento metrico (acqua/calore), inizio attività e cessazione

Messaggio da lbasa » mer gen 10, 2018 16:06

Proviamo così:
- cercare su motore di ricerca "Pratica Telematica Servizi Metrici", è la trasmissione che vuole fare NNN;
- aprire il link proposto (praticaeureka.infocamere.it);
- aprire il menu "info" e scaricare la documentazione guida;
- dovrebbe funzionare anche per chi non è registrato;
- abbandonare il tutto se non interessa :) .

Kalz
Messaggi: 2288
Iscritto il: gio feb 01, 2007 12:09
Località: Umbria centrale

Re: Denuncia strumento metrico (acqua/calore), inizio attività e cessazione

Messaggio da Kalz » mer gen 10, 2018 16:36

grazie

Rispondi