Riscaldamento a Pavimento disastro

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Watt77
Messaggi: 1
Iscritto il: ven gen 20, 2017 17:16

Riscaldamento a Pavimento disastro

Messaggio da Watt77 »

Chiedo gentilmente a qualcuno di darmi una mano d'aiuto perchè non me ne esco fuori da questo problema.
Caldai Riello star 25 bis con accumulo, due livelli per un totale di 220 mq, due collettori, metri cubi utilizzati di gas 24, e l'impianto e impostato per non andare sotto i 19 gradi, zona climatica E Sesto San Giovanni (Milano)
I flussostati non riescono ad andare sotto i 2 litri/min
Secondo voi la soluzione del problema potrebbe essere che la pompa della caldaia non riesce a spingere ? Mettere un pompa di rilancio con un compensatore mi permette di riscaldare casa piu velocemente e utilizzare meno gas?
HELPPPPPPPPPPPPPPPPPPP
:?

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4494
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Riscaldamento a Pavimento disastro

Messaggio da NoNickName »

Ctrl+C, Ctrl+V, "Rivolgiti ad un termotecnico competente"
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

SuperP
Messaggi: 9420
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Re: Riscaldamento a Pavimento disastro

Messaggio da SuperP »

Watt77 ha scritto:HELPPPPPPPPPPPPPPPPPPP
No progetto... ahi ahi ahi!

Jerico
Messaggi: 51
Iscritto il: lun gen 21, 2013 12:06

Re: Riscaldamento a Pavimento disastro

Messaggio da Jerico »

NoNickName ha scritto:Ctrl+C, Ctrl+V, "Rivolgiti ad un termotecnico competente"
quoto e aggiungo Pagarlo......

Esa
Messaggi: 1509
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: Riscaldamento a Pavimento disastro

Messaggio da Esa »

"I flussostati non riescono ad andare sotto i 2 litri/min"
Intendi SOTTO o SOPRA ?
Per flussostati intendi i misuratori di portata trasparenti con un indicatore ?

SimoneBaldini
Messaggi: 2368
Iscritto il: mer set 29, 2010 13:42

Re: Riscaldamento a Pavimento disastro

Messaggio da SimoneBaldini »

Direi che 220mq con la sola pompetta della caldaia (che ha prevalenze e portate basse) quando hai tutto acceso non ti permette la circolazione. Come prima cosa compensatore e pompa adeguata. Per il consumo di gas piu' ti scaldi piu' consumi, dipende se la casa è isolata ecc..

SuperP
Messaggi: 9420
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Re: Riscaldamento a Pavimento disastro

Messaggio da SuperP »

SimoneBaldini ha scritto:Direi che 220mq con la sola pompetta della caldaia (che ha prevalenze e portate basse) quando hai tutto acceso non ti permette la circolazione. Come prima cosa compensatore e pompa adeguata. Per il consumo di gas piu' ti scaldi piu' consumi, dipende se la casa è isolata ecc..
220m2 di casa, a 50W/m2 sono 11kW, quindi 2.5m3/h con 2.5m c.a. Secondo me è fattibilissimo che il circolatore della caldaia resca.. ma dipende daalla caldaia.

SimoneBaldini
Messaggi: 2368
Iscritto il: mer set 29, 2010 13:42

Re: Riscaldamento a Pavimento disastro

Messaggio da SimoneBaldini »

SuperP, ho gia' avuto esperienze, con queste caldaiette non hai portate che servono
http://www.riello.it/professionisti/rie ... ttarlm.sb8
Pagina 12
A 2,5 mca non hai piu' di 1mc/h.
Il problema è che ormai queste caldaiette sono progettate con dT 20°C allo scambiatore e all'impianto è un problema.
Ultima modifica di SimoneBaldini il sab gen 21, 2017 19:32, modificato 1 volta in totale.

Esa
Messaggi: 1509
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: Riscaldamento a Pavimento disastro

Messaggio da Esa »

Oltre al problema della caldaia, si deve aggiungere anche il problema della perdita di carico degli anelli. Se sono lunghi oltre i 100 metri (DN 17), sono dolori. Neppure il separatore idraulico e il cambio della pompa possono, in certi casi, risolvere la situazione.
Comunque, ho visto alcuni bravi idraulici che hanno affrontato e risolto il problema. Facendosi pagare il giusto.

Esa
Messaggi: 1509
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: Riscaldamento a Pavimento disastro

Messaggio da Esa »

Sappi, comunque che, se ti rivolgi ad un termotecnico ti succederà quello che succede normalmente per altri lavori di termotecnica: "sto vedendo che gli onorari chiesti dai termotecnici abilitati per tali certificazioni stanno schizzando alle stelle... ho diversi preventivi e tra il più economico ed il più caro, c'è un rapporto 1 a 10 !".
Ma certamente tu saprai trovare il più bravo, che sarà anche il più economico !

SimoneBaldini
Messaggi: 2368
Iscritto il: mer set 29, 2010 13:42

Re: Riscaldamento a Pavimento disastro

Messaggio da SimoneBaldini »

Oltre al problema della caldaia, si deve aggiungere anche il problema della perdita di carico degli anelli. Se sono lunghi oltre i 100 metri (DN 17), sono dolori. Neppure il separatore idraulico e il cambio della pompa possono, in certi casi, risolvere la situazione.
Col separatore e pompa esterna ci fai quello che vuoi, se si pensa di cambiare la sola pompa in caldaia e risolvere qualcosa bisogna scordarselo.

SuperP
Messaggi: 9420
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Re: Riscaldamento a Pavimento disastro

Messaggio da SuperP »

SimoneBaldini ha scritto:SuperP, ho gia' avuto esperienze, con queste caldaiette non hai portate che servono
http://www.riello.it/professionisti/rie ... ttarlm.sb8
Pagina 12
A 2,5 mca non hai piu' di 1mc/h.
Il problema è che ormai queste caldaiette sono progettate con dT 20°C allo scambiatore e all'impianto è un problema.
fa conto che poche ore avremo le dispersioni di picco (portata massima) e per queste ore si può anche supportare un DT 10°C senza problemi, aumentando la t di mandata e 2.5m sono a volte tanti.. dipende da come è fatto il circuito.

Logico che serve calcolare dispersioni, protata e prevalenza e scegliere eventualmente dil circolarore di rilancio. Per questo tipicamente si progetta.

Troppo spesso ho visto impianti con dt 2°C .. preferisco quelli con dt 10 (alla massima portata)

cmq 2 l/min sono 120l/h.. forse è quello il problema, troppe perdite di carico sui circuiti. Io sto molto sotto.

mat
Messaggi: 3033
Iscritto il: lun gen 26, 2009 17:07

Re: Riscaldamento a Pavimento disastro

Messaggio da mat »

Esa ha scritto:Sappi, comunque che, se ti rivolgi ad un termotecnico ti succederà quello che succede normalmente per altri lavori di termotecnica: "sto vedendo che gli onorari chiesti dai termotecnici abilitati per tali certificazioni stanno schizzando alle stelle... ho diversi preventivi e tra il più economico ed il più caro, c'è un rapporto 1 a 10 !".
Ma certamente tu saprai trovare il più bravo, che sarà anche il più economico !
Citi una frase detta da qualcuno che non conosci, in riferimento per giunta a qualcosa (certificazioni) che non c'entra nulla con la progettazione termoidraulica; tant'è vero che di quelle se ne occupano cani e porci... sarà per quello che i prezzi sono così sballati? :roll:
Il messaggio vagamente nascosto sarebbe di rivolgersi direttamente all'idraulico, persona a tuo parere molto più onesta e preparata? Allora faccio anch'io la citazione, dai:
Scusa se ho posto domande banali, cerco di capire il piu' possibile, non essendo il mio mestiere ed essendo in balia di una ditta che si contraddice un giorno si e l'altro pure, non so dove andare a parare.
Sto solo cercando di capire se son ciarlatani o meno!
ps: Mi togli una curiosità per piacere Esa? Mi dici tu che mestiere fai? Perché sono anni che ci scriviamo/leggiamo su questo forum, ma non l'ho ancora capito.

Esa
Messaggi: 1509
Iscritto il: sab dic 03, 2011 22:53

Re: Riscaldamento a Pavimento disastro

Messaggio da Esa »

Volevo solo dire che il problema è di per sé abbastanza semplice e non sono necessari calcoli astrusi per risolverlo. E' sufficiente il sopralluogo di un bravo tecnico. Progettista o installatore ?
"che mestiere fai? "
Ti sembra che simpatizzi per gli installatori ?

L'Enzo
Messaggi: 449
Iscritto il: mar ago 28, 2007 20:34

Re: Riscaldamento a Pavimento disastro

Messaggio da L'Enzo »

metri cubi utilizzati di gas 24...
Come quando? In quanto tempo? Ma è un impianto nuovo?

mat
Messaggi: 3033
Iscritto il: lun gen 26, 2009 17:07

Re: Riscaldamento a Pavimento disastro

Messaggio da mat »

Esa ha scritto:Ti sembra che simpatizzi per gli installatori ?
Sì, onestamente mi è parso così, ed anche in passato talvolta. Comunque non hai risposto alla domanda :) devo dedurre che sei progettista?

Avatar utente
redHat
Messaggi: 1302
Iscritto il: mer giu 05, 2013 09:35
Località: Genova

Re: Riscaldamento a Pavimento disastro

Messaggio da redHat »

Dalla ottima competenza di Esa oseri direi che è un progettista che lavora per qualche azienda di impianti.

Ma nello specifico il problema è il solito (progettista o installatore che abbia fatto il "disastro"): ci si affida a chi ha scarsa esperienza e poi ci si lamenta. Ma lo volete pagare ogni tanto un termotecnico? Con l'abolizione delle tariffe (Bersani nel 2006, e Monti nel 2012) praticamente lavoriamo gratis... :cry:

Avatar utente
ingvalter
Messaggi: 302
Iscritto il: dom ott 12, 2008 20:48

Re: Riscaldamento a Pavimento disastro

Messaggio da ingvalter »

Non vorrei cadere nel solito lamento "chiama il progettista", per cui, anche se Watt77 si è iscritto esclusivamente per postare un unico messaggio e poi non si è fatto più vivo, vorrei cercare di approfondire rimanendo in tema.
Watt77 ha scritto:Chiedo gentilmente a qualcuno di darmi una mano d'aiuto perchè non me ne esco fuori da questo problema.
Caldai Riello star 25 bis con accumulo, due livelli per un totale di 220 mq, due collettori, metri cubi utilizzati di gas 24, e l'impianto e impostato per non andare sotto i 19 gradi, zona climatica E Sesto San Giovanni (Milano)
I flussostati non riescono ad andare sotto i 2 litri/min
Secondo voi la soluzione del problema potrebbe essere che la pompa della caldaia non riesce a spingere ? Mettere un pompa di rilancio con un compensatore mi permette di riscaldare casa piu velocemente e utilizzare meno gas?
HELPPPPPPPPPPPPPPPPPPP
:?
Mancano le informazioni basilari per poterti aiutare in qualche modo.
- due collettori: di che tipo/marca? con pompa di rilancio? senza pompa? valvole con comando elettrotermico?
- I flussostati non riescono ad andare sotto i 2 litri/min: per te questo rappresenta un problema? di che tipo?
- la pompa della caldaia non riesce a spingere ? : mancano ulteriori informazioni
- Mettere un pompa di rilancio con un compensatore mi permette di riscaldare casa piu velocemente e utilizzare meno gas?: bella domanda! :D
perché ritieni che il riscaldamento della casa sia lento? che regolazione hai adottato? continua con attenuazione o intermittente?

come vedi senza informazioni risulta impossibile darti il ben che minimo aiuto.
---------------------------------------------
Consulenza energetica
http://www.ingmarcone.it
---------------------------------------------

Rispondi