caldaia tradizionale o a condensazione?

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
malinche
Messaggi: 2
Iscritto il: lun dic 12, 2016 19:12

caldaia tradizionale o a condensazione?

Messaggio da malinche »

Aiuto! non capisco cosa posso o non posso, cosa è meglio o peggio...
Premessa: piccolo microvillino (ca 50 mq) monofamiliare con canna fumaria che arriva al tetto (non al colmo), italia centrale. Fino a qualche giorno fa gloriosamente servito da una immergas a basamento che, purtroppo, ci ha abbandonato. Casa non ben coibentata perché c'è il mutuo da pagare prima di pensare agli infissi. La caldaia si trovava in un sottoscala esterno coperto (chiuso con una porta di ferro, con aerazione)

Per la sostituzione stanno dicendo di tutto! e io sono troppo ignorante per decidere! per questo chiedo aiuto.

1. hanno proposto di sostituire la caldaia con un'altra a basamento NON a condensazione perché quella a condensazione comporterebbe la necessità di pulizia dell'impianto (LAVAGGIO IMPIANTO CON APPOSITO LIQUIDO DISINCROSTANTE E PROTETTIVO ) per un costo totale di 2528 euro (marca riello) E mi sembra proprio troppo

2. hanno proposto una caldaia a condensazione murale: ma, in tal caso, questo comporta adeguamento dei tubi. E, soprattutto, non rischio avendo l'impianto vecchio (fanghi)?

3. hanno proposto una caldaia tradizionale e su questa sarei orientata: vero è si devono cambiare i tubi ma non si rischiano problemi all'impianto e il costo è inferiore. Ma si può montare, con le nuove norme? Io voglio essere in regola con la legge... E si rientrerebbe nella detrazione fiscale?

Ovviamente, ringrazio se vorrete dare anche qualche consiglio sulle marche. Ma già un'opinione su condensazione sì/no; basamento sì/no sarebbe importantissima. Grazie di cuore a chi vorrà aiutare....Fa freddo e con il freddo se ne approfittano vedendo l'ignoranza!

Jerico
Messaggi: 51
Iscritto il: lun gen 21, 2013 12:06

Re: caldaia tradizionale o a condensazione?

Messaggio da Jerico »

malinche ha scritto:Aiuto! non capisco cosa posso o non posso, cosa è meglio o peggio...
Premessa: piccolo microvillino (ca 50 mq) monofamiliare con canna fumaria che arriva al tetto (non al colmo), italia centrale. Fino a qualche giorno fa gloriosamente servito da una immergas a basamento che, purtroppo, ci ha abbandonato. Casa non ben coibentata perché c'è il mutuo da pagare prima di pensare agli infissi. La caldaia si trovava in un sottoscala esterno coperto (chiuso con una porta di ferro, con aerazione)

Per la sostituzione stanno dicendo di tutto! e io sono troppo ignorante per decidere! per questo chiedo aiuto.

1. hanno proposto di sostituire la caldaia con un'altra a basamento NON a condensazione perché quella a condensazione comporterebbe la necessità di pulizia dell'impianto (LAVAGGIO IMPIANTO CON APPOSITO LIQUIDO DISINCROSTANTE E PROTETTIVO ) per un costo totale di 2528 euro (marca riello) E mi sembra proprio troppo

2. hanno proposto una caldaia a condensazione murale: ma, in tal caso, questo comporta adeguamento dei tubi. E, soprattutto, non rischio avendo l'impianto vecchio (fanghi)?

3. hanno proposto una caldaia tradizionale e su questa sarei orientata: vero è si devono cambiare i tubi ma non si rischiano problemi all'impianto e il costo è inferiore. Ma si può montare, con le nuove norme? Io voglio essere in regola con la legge... E si rientrerebbe nella detrazione fiscale?

Ovviamente, ringrazio se vorrete dare anche qualche consiglio sulle marche. Ma già un'opinione su condensazione sì/no; basamento sì/no sarebbe importantissima. Grazie di cuore a chi vorrà aiutare....Fa freddo e con il freddo se ne approfittano vedendo l'ignoranza!
Contatti un progettista termotecnico, le indichera' la soluzione migliore e non comprerà' ignoranza...

global4
Messaggi: 18
Iscritto il: mer mag 11, 2016 21:58

Re: caldaia tradizionale o a condensazione?

Messaggio da global4 »

malinche ha scritto:Aiuto! non capisco cosa posso o non posso, cosa è meglio o peggio...
Premessa: piccolo microvillino (ca 50 mq) monofamiliare con canna fumaria che arriva al tetto (non al colmo), italia centrale. Fino a qualche giorno fa gloriosamente servito da una immergas a basamento che, purtroppo, ci ha abbandonato. Casa non ben coibentata perché c'è il mutuo da pagare prima di pensare agli infissi. La caldaia si trovava in un sottoscala esterno coperto (chiuso con una porta di ferro, con aerazione)

Per la sostituzione stanno dicendo di tutto! e io sono troppo ignorante per decidere! per questo chiedo aiuto.

1. hanno proposto di sostituire la caldaia con un'altra a basamento NON a condensazione perché quella a condensazione comporterebbe la necessità di pulizia dell'impianto (LAVAGGIO IMPIANTO CON APPOSITO LIQUIDO DISINCROSTANTE E PROTETTIVO ) per un costo totale di 2528 euro (marca riello) E mi sembra proprio troppo

2. hanno proposto una caldaia a condensazione murale: ma, in tal caso, questo comporta adeguamento dei tubi. E, soprattutto, non rischio avendo l'impianto vecchio (fanghi)?

3. hanno proposto una caldaia tradizionale e su questa sarei orientata: vero è si devono cambiare i tubi ma non si rischiano problemi all'impianto e il costo è inferiore. Ma si può montare, con le nuove norme? Io voglio essere in regola con la legge... E si rientrerebbe nella detrazione fiscale?

Ovviamente, ringrazio se vorrete dare anche qualche consiglio sulle marche. Ma già un'opinione su condensazione sì/no; basamento sì/no sarebbe importantissima. Grazie di cuore a chi vorrà aiutare....Fa freddo e con il freddo se ne approfittano vedendo l'ignoranza!
Spero che nel frattempo hai risolto il problema. Comunque, secondo me, la caldaia a condensazione puoi installarla senza problemi (se hai lo scarico della condensa nel sottoscala) mentre per quella tradizionale a camera aperta va visto come e' fatto e dove e' allocato il vano nel sottoscala rispetto all'immobile. Ciao

iltubo
Messaggi: 731
Iscritto il: lun lug 07, 2008 16:22
Località: CO

Re: caldaia tradizionale o a condensazione?

Messaggio da iltubo »

Il "lavaggio" se c'è un impianto vecchio e sporco con una caldaia moderna (vedi passaggi acqua stretti e spessori degli scambiatori ridotti all'osso) andrebbe fatto comunque, che sia a condensazione o meno, tipo B o C, mi sa che c'è un pò di confusione.
Per il tipo di caldaia vedi questo post viewtopic.php?f=2&t=21767 e mi sa che la condensazione sia d'obbligo.

arkanoid
Messaggi: 2989
Iscritto il: ven ago 31, 2007 08:51

Re: caldaia tradizionale o a condensazione?

Messaggio da arkanoid »

Se è sotto i 50 mq non ricade nella normativa.
redigere redigere redigere

Rispondi