Ricambi orari bagni

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
pizza75
Messaggi: 206
Iscritto il: ven ott 20, 2006 12:14

Ricambi orari bagni

Messaggio da pizza75 »

Come ben sapete sia i regolamenti edilizi e la UNI 10339 prescrivono i valori di rinnovi d'aria minimi per i servizi igienici in funzione della destinazione d'uso dell'attività presente.
Volevo sapere come Vi comportare al momento di effettuare la valutazione dei carichi termici tper tenere in considerazione il ricambio d'aria forzato presente.
Nei software presenti in commercio è possibile forzare per ogni locale la quantità d'aria esterna d'infiltrazione.
Non mi sembra corretto inserire una portata d'aria infiltrazione esterna pari a quella estratta dal sistema di ventilazione, visto che l'infiltrazione avviene in modo predominante da altri locali quasi sempre climatizzati.
Questo metodo, a mio parete non corretto, implica valori dei carichi termici per i servizi igienici notevoli con conseguenti sovradimensionamenti dei terminali installati negli ambienti.

Attendo vs. suggerimenti e interpretazioni.

Grazie

simcat
Messaggi: 1128
Iscritto il: mer apr 18, 2007 23:01

Re: Ricambi orari bagni

Messaggio da simcat »

pizza75 ha scritto:Come ben sapete sia i regolamenti edilizi e la UNI 10339 prescrivono i valori di rinnovi d'aria minimi per i servizi igienici in funzione della destinazione d'uso dell'attività presente.
Volevo sapere come Vi comportare al momento di effettuare la valutazione dei carichi termici tper tenere in considerazione il ricambio d'aria forzato presente.
Nei software presenti in commercio è possibile forzare per ogni locale la quantità d'aria esterna d'infiltrazione.
Non mi sembra corretto inserire una portata d'aria infiltrazione esterna pari a quella estratta dal sistema di ventilazione, visto che l'infiltrazione avviene in modo predominante da altri locali quasi sempre climatizzati.
Questo metodo, a mio parete non corretto, implica valori dei carichi termici per i servizi igienici notevoli con conseguenti sovradimensionamenti dei terminali installati negli ambienti.

Attendo vs. suggerimenti e interpretazioni.

Grazie
Casao a):
- estrazione forzata dei bagni senza immissione di aria primaria: il carico termico della "ventilazione" lo suddividi sugli elementi scaldanti dei locali adiacenti (considera comunque una parte sull'elemento del bagno).
Caso b):
- estrazione aria dei bagni con immissione di aria primaria negli altri locali: Nei calcoli non inserisco l'estrazione; il carico termico è già compreso nell'aria primaria dei locali adiacenti che riequilibra l'estrazione.

arkanoid
Messaggi: 2988
Iscritto il: ven ago 31, 2007 08:51

Messaggio da arkanoid »

non è corretto associare l'infiltrazione al singolo locale, ma è certo che l'aria che riprendi è aria esterna.

Rispondi