UNI 11528 - Canne fumarie collettive

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
HUGO
Messaggi: 1013
Iscritto il: mer lug 18, 2007 11:17

UNI 11528 - Canne fumarie collettive

Messaggio da HUGO »

A pagina 114 del famoso "libretto blu" su UNI 11528 (non ho la norma completa) mi si dice che non possono essere utilizzati canne fumarie collettive.

Tale prescrizione vale sempre o per scarichi in pressione positiva ? O solo per intubamento ?
UNI 11300....no grazie, non faccio fumo !

befe
Messaggi: 50
Iscritto il: ven mag 18, 2012 18:55

Re: UNI 11528 - Canne fumarie collettive

Messaggio da befe »

Vale in tutti i casi ma solo per caldaie sopra i 35 kw.

Marzio
Messaggi: 435
Iscritto il: gio apr 30, 2009 18:55

Re: UNI 11528 - Canne fumarie collettive

Messaggio da Marzio »

Di seguito ti allego quanto riportato dalla norma e ti confermo quanto detto da befe.
7 EVACUAZIONE DEI PRODOTTI DELLA COMBUSTIONE
7.1 Requisiti generali
Levacuazione dei prodotti della combustione deve avvenire a tetto.
In particolare per gli apparecchi di tipo B e C è ammesso:
a) realizzare nuovi sistemi fumarì nel rispetto delle prescrizioni contenute nel seguito
della presente norma;
b) utilizzare sistemi fumari esistenti, verificati secondo quanto indicato nella UNI1 0845
e nel rispetto delle prescrizioni contenute nel seguito della presente norma;
c) in caso di impossibilità di scarico a tetto, ove consentito dalla legislazione vigente6),
gli apparecchi a gas a condensazione di portata termica nominale non maggiore di
70 kW possono evacuare direttamente all'esterno (attraverso un terminale a parete)
nel rispetto delle prescrizioni contenute nel seguito della presente norma.
Il sistema di evacuazione dei prodotti della combustione deve essere correttamente
progettato e dimensionato in riferimento alla sezione, al percorso, al posizionamento,
all'altezza, alte caratteristiche dei prodotti della combustione e dei condotti utilizzati. Il
progetto deve tenere in considerazione tutti i parametri di funzionamento e le indicazioni
minime della presente norma.
I sistemi di evacuazione prodotti della combustione devono essere realizzati in modo da
non compromettere la sicurezza stati ca dell'edificio. Gli stessi sistemi devono essere
oggetto di specifica progettazione e realizzazione che garantisca la sicurezza stati ca
dell'opera. anche in caso di vento.
Tutti i componenti del sistema devono, inoltre, essere installati e sottoposti a
manutenzione secondo le istruzioni del fabbricante.
Gli apparecchi devono evacuare i prodotti della combustione all'esterno, attraverso canali
da fumo o condotti di scarico, collegati direttamente, o per mezzo di un collettore, ad un
camino/sistema intubato/terminale di tiraggio/terminale di scarico. I camini, i canali da
fumo, i condotti di scarico, i collettori, j comignoli. i terminali di tiraggio e i terminali di
scarico, nonché eventuali altri componenti del sistema di evacuazione devono essere
conformi alle norme di prodotto pertinenti.
In particolare occorre tenere conto che gli apparecchi a condensazione e quelli a bassa
temperatura possono generare prodotti della combustione in condizioni prossime al punto
di rugiada.
Levacuazione dei prodotti della combustione può essere realizzata in uno dei seguenti
modi:
a) evacuazione in camino operante in depressione;
b) evacuazione in camino operante con pressione positiva rispetto all'ambiente di
installazione, collocato all'esterno dell'unità abitativa e non addossato ad essa
(vedere figura 3);
c) evacuazione tramite un condotto per intubamento funzionante con pressione
positiva rispetto all'ambiente di installazione, collocato nei vani tecnici dell'edificio;
d) evacuazione tramite un condotto per ìntubamento operante in depressione;
e) evacuazione diretta a mezzo di terminale (a parete o a tetto).
Non è ammesso l'utilizzo di canne fumarie collettive.
Il sistema di evacuazione dei prodotti della combustione deve essere realizzato in modo
da consentire le operazioni di pulizia e di manutenzione

Rispondi