Tariffe Certificazione

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
ronistel
Messaggi: 63
Iscritto il: dom mag 06, 2007 07:55
Località: Gavardo (BS)

Tariffe Certificazione

Messaggio da ronistel »

Carissimi Colleghi
Vi faccio una domanda da un milione di Euro, cosa si può chiedere al Cliente per una Certificazione Energetica sul nuovo? e sull'esistente? Esiste per caso un tariffario a tal proposito?
Ciao e buone Certificazioni
Roberto

SuperP
Messaggi: 9420
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Re: Tariffe Certificazione

Messaggio da SuperP »

ronistel ha scritto:cosa si può chiedere al Cliente per una Certificazione Energetica sul nuovo? e sull'esistente? Esiste per caso un tariffario a tal proposito?
sul vecchio pur non facendo parte dell'ACE trovo corretta la loro tariffa
http://www.legambiente.org/associazione ... NTEACE.pdf

Andrea_Diqui
Messaggi: 943
Iscritto il: gio ott 19, 2006 08:21

Re: Tariffe Certificazione

Messaggio da Andrea_Diqui »

quote SuperP

Io di solito faccio parcelle rispettando queste tariffe sull'esistente anche se stamattina sono venuto a sapere che un collega per la sostituzione della caldaia ha chiesto 200 € :shock: per tutta la pratica... robe da pazzi!!!
Andrea Diqui

claudio
Messaggi: 504
Iscritto il: mer feb 21, 2007 10:23

Re: Tariffe Certificazione

Messaggio da claudio »

SuperP ha scritto:
ronistel ha scritto:cosa si può chiedere al Cliente per una Certificazione Energetica sul nuovo? e sull'esistente? Esiste per caso un tariffario a tal proposito?
sul vecchio pur non facendo parte dell'ACE trovo corretta la loro tariffa
http://www.legambiente.org/associazione ... NTEACE.pdf
ho appena fatto la domanda per tariffa sulla ACE sul nuovo (quindi con presumibili ed auspicabili sopralluoghi in cantiere) ma la ripropongo anche qui.
cosa si fa sul nuovo??
ciao
claudio
noticina: grazie alla solerzia del mio ordine (BG, che fra l'altro è rimasto comodamente chiuso dal 6 al 31 agosto) solo lunedì, dopo che ho inviato i documenti il 4 agosto, potrò avere il loro imprimatur (chissa poi a che c.. serve) sulla autocertificazione della mia esperienza, che dovrò poi inviare ai punti energia.
VI CHIEDO... visto che voi appartenete ad ordini ben più agili, mi sapete dire quanto tempo i punti energia fanno passare per inserirti nella lista magica...VISTO CHE HO GIà PERSO tre atti notarili che verranno fatti la prox settimana (mi hanno chiamato il 2 set, io ho tergiversato ma poi si sono rivolti ad altri.....azz)
ciao e grazie
claudio

Avatar utente
tigers
Messaggi: 1040
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:08

Messaggio da tigers »

Io vi dico con tutta sincerita' le mie tariffe, sarei lieto di avere altrettanta sincerita' dagli altri per un confronto utile a tutti.

Esistente:
800-1000 euro per villette/ville capannoni complessi
700-800 per capannoni semplici;
400-600 per singoli appartamenti da fare "in blocco";

Il tutto compreso: sopralluogo per raccolta dati e rapida verifica della consistenza dell'immobile, ed escluso:
1. pratica ENEA (altri 150-200);
2. rilievo (qui dipende: il 90% delle volte almeno il catasto c'e', per cui mancano solo altezze e dimensioni finestre, per cui due misure col Disto e via, non mi faccio pagare granche'. Se c'e' il dwg diciamo pure nulla, se c'e' il completo cartaceo qualcosina si puo' chiedere);
3. IVA e Inarcassa;

Sul nuovo non ho ancora fatto ma immagino di poter scalare qualcosa (diciamo fra i 100 e i 200) rispetto a quanto ho messo sopra, sempre nell'ipotesi di avere una L.10 affidabile ed escluse le visite in cantiere in corso d'opera, che ancora non ho capito se ci sono richieste oppure no: visto che la dichiarazione ASSEVERATA di rispondenza e' sempre in capo alla DL e la procedura non menziona le visite in cantiere da parte del certificatore, ma solo verifiche (Solo formali?) della L.10 da parte del CENED.

claudio
Messaggi: 504
Iscritto il: mer feb 21, 2007 10:23

Messaggio da claudio »

tigers ha scritto:Io vi dico con tutta sincerita' le mie tariffe, sarei lieto di avere altrettanta sincerita' dagli altri per un confronto utile a tutti.

Esistente:
800-1000 euro per villette/ville capannoni complessi
700-800 per capannoni semplici;
400-600 per singoli appartamenti da fare "in blocco";

Il tutto compreso: sopralluogo per raccolta dati e rapida verifica della consistenza dell'immobile, ed escluso:
1. pratica ENEA (altri 150-200);
2. rilievo (qui dipende: il 90% delle volte almeno il catasto c'e', per cui mancano solo altezze e dimensioni finestre, per cui due misure col Disto e via, non mi faccio pagare granche'. Se c'e' il dwg diciamo pure nulla, se c'e' il completo cartaceo qualcosina si puo' chiedere);
3. IVA e Inarcassa;

Sul nuovo non ho ancora fatto ma immagino di poter scalare qualcosa (diciamo fra i 100 e i 200) rispetto a quanto ho messo sopra, sempre nell'ipotesi di avere una L.10 affidabile ed escluse le visite in cantiere in corso d'opera, che ancora non ho capito se ci sono richieste oppure no: visto che la dichiarazione ASSEVERATA di rispondenza e' sempre in capo alla DL e la procedura non menziona le visite in cantiere da parte del certificatore, ma solo verifiche (Solo formali?) della L.10 da parte del CENED.
mi conforti perchè qualche lavoro l'ho perso a causa del presunto prezzo alto. ma quando fai un appartamento e chiedi 500, in saccoccia te ne restano circa la metà, e non è che ne fai una ogni tre giorni.
forse è per questo che mio cognato che fa il magazziniere alle 17:00 stacca, spegne il cervello e alla fine dell'anno ha premi produzione oltre ovviamente a tredicesima e quattordicesima (forse lui è un caso limite...però mi girano le p***e). comunque a parte gli scherzi, io sono praticamente allineato con te. poi c'è da vedere anche in che provincia si lavora perchè io abitando in prov di bg ma lavorando molto anche in prov. di LC e MI (data la vicinanza) riscontro una differenza molto marcata di prezzi (a bg decisamente inferiori) e quando prezzo per LC e/ MI, pur sforzandomi di rialzare il mio prezzo, prendo tutto perchè sono il più basso, anche se, ve l'ho assicuro, con quei prezzi a bg non avrei neanche un lavoro (al massimo solo il magazziniere...e forse sarebbe meglio).
ciao e grazie
claudio
claudio

Avatar utente
tigers
Messaggi: 1040
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:08

Messaggio da tigers »

Guarda, in questo periodo di lavori persi per il prezzo non se ne parla, perlomeno dalle mie parti (confine BS-MN). Siamo ancora troppo pochi e la gente ha una fretta del diavolo. Piu' avanti si vedra', anche se io non vorrei allontanarmi molto da quelle cifre.

Cavoli, il collaudatore dei CA prende di piu' per fare SOLO un sopralluogo, due botte di sclerometro ed una relazioncina fatta come piace a lui, senza obblighi di procedure od altro, ne' di ricalcoli...
E la gente e' piu' facile che si lamenti per la muffa o per il freddo piuttosto che per le strutture...

Stcortesi
Messaggi: 9
Iscritto il: mer lug 18, 2007 19:37

Messaggio da Stcortesi »

Nel mio studio girano le mia p***e in maniera assurda
ebbene nei prossimi 2 anni andranno al rogito almeno 300 appartamenti
progettati dall' ufficio e con la storia del conflitto di interresse
lo studio si perdo tutte ste certificazioni
Mi sa che conviene diventare solo certificatori e basta.......

Per il discorso prezzi ho eliminato il problema per telefono
non si danno prezzi, non ho tempo di sentire le lamentele di
tutti per il costo, stò andando al rogito di casa mia e mi è venuto il
coccolo quando ho visto la parcelle del notaio...e su quello tutti zitti
e pagano ........

jerryluis
Messaggi: 2396
Iscritto il: mer apr 04, 2007 20:46
Località: Nella Regione delle Banane

Messaggio da jerryluis »

Stcortesi ha scritto:Nel mio studio girano le mia p***e in maniera assurda
ebbene nei prossimi 2 anni andranno al rogito almeno 300 appartamenti
progettati dall' ufficio e con la storia del conflitto di interresse
lo studio si perdo tutte ste certificazioni
Mi sa che conviene diventare solo certificatori e basta.......

Per il discorso prezzi ho eliminato il problema per telefono
non si danno prezzi, non ho tempo di sentire le lamentele di
tutti per il costo, stò andando al rogito di casa mia e mi è venuto il
coccolo quando ho visto la parcelle del notaio...e su quello tutti zitti
e pagano ........
Già i notai mica si prostituiscono al primo che capita sono solo i nostri operatori da quattro soldi che regalano le documentazioni fatte alla carlona con la formula "tanto nessuna le controlla"

10gradiest
Messaggi: 414
Iscritto il: lun lug 02, 2007 19:47
Località: Corte Franca

Messaggio da 10gradiest »

tigers ha scritto:Io vi dico con tutta sincerita' le mie tariffe, sarei lieto di avere altrettanta sincerita' dagli altri per un confronto utile a tutti.

Esistente:
800-1000 euro per villette/ville capannoni complessi
700-800 per capannoni semplici;
400-600 per singoli appartamenti da fare "in blocco";

Il tutto compreso: sopralluogo per raccolta dati e rapida verifica della consistenza dell'immobile, ed escluso:
1. pratica ENEA (altri 150-200);
2. rilievo (qui dipende: il 90% delle volte almeno il catasto c'e', per cui mancano solo altezze e dimensioni finestre, per cui due misure col Disto e via, non mi faccio pagare granche'. Se c'e' il dwg diciamo pure nulla, se c'e' il completo cartaceo qualcosina si puo' chiedere);
3. IVA e Inarcassa;

Sul nuovo non ho ancora fatto ma immagino di poter scalare qualcosa (diciamo fra i 100 e i 200) rispetto a quanto ho messo sopra, sempre nell'ipotesi di avere una L.10 affidabile ed escluse le visite in cantiere in corso d'opera, che ancora non ho capito se ci sono richieste oppure no: visto che la dichiarazione ASSEVERATA di rispondenza e' sempre in capo alla DL e la procedura non menziona le visite in cantiere da parte del certificatore, ma solo verifiche (Solo formali?) della L.10 da parte del CENED.
Onestamente ti rispondo che recentemente ho chiesto 2000 euro + cassa + iva per un edificio (corpo unico) ultimato recentemente costituito da 12 unità abitative con impianti autonomi.
Non ho partecipato alla progettazione nè alla L.10.
Ho richiesto un elenco di documenti e dichiarazioni firmate dal costruttore in merito a come ha eseguito l'isolamento, oltre che copia della L.10 ecc.
Si tratterebbe di fare gli ACE per i rogiti.
Forse sono stato troppo basso... ho fatto un calcolo delle giornate di lavoro che dovrebbero servire... è un nuovo cliente e non vorrei fare la figura dell'esoso...
Comunque tutto tace.
Li avrà spaventati il prezzo o l'elenco dei documenti ?
Sicuramente stanno chiedendo altri preventivi.
10gradiest

claudio
Messaggi: 504
Iscritto il: mer feb 21, 2007 10:23

Messaggio da claudio »

centrato in pieno il problema 10gradiest. oramai ti chiedono il preventivo anche per fare una fotocopia sia in termini di tempo che di denaro.
e per rispondere a jerryluis (senza polemiche chiaramente) ai notai il preventivo lo chiedono solo gli impresari perchè di atti ne fanno 100 all'anno.
i comuni mortali, che se gli va bene, ne fanno 1 nella loro misera vita, danno loro l'incarico e solo il giorno dell'atto sanno quanto devono sborsare...concludendo, secondo me i notai no, non si prostituiscono....ma le loro mamme si (battuta cattiva ma del resto stasera ho visto il marchese del grillo ed ho imparato le brutte maniere).
spero di aver portato un pò di buon umore.
claudio
claudio

Avatar utente
tigers
Messaggi: 1040
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:08

Messaggio da tigers »

Secondo me 2000 euro per 12 appartamenti e' una svendita per rinnovo locali.
Senza offesa, ma Cacchio poco piu' di 150 euro ad appartamento? Per fare 12 (dodici) certificati?

Per rifare, se va bene, tutti i calcoli della L.10 con un software che fa schifo sotto molti punti di vista, piu' sopralluogo (sempre che uno basti), raccolta documenti, pratica comunale con assunzione di responsabilita' e quant'altro mai?

Secondo me se cominciamo con questi prezzi addio, anche la certificazione diventera' una barzelletta che gli impresari considereranno altra cartaccia.

Con 150 euro ad appartamento, la meta' dei quali vanno al fisco, come posso pensare di fare un ACE serio?

studio17
Messaggi: 461
Iscritto il: ven feb 02, 2007 09:41

Messaggio da studio17 »

tigers ha scritto:Secondo me 2000 euro per 12 appartamenti e' una svendita per rinnovo locali.
Senza offesa, ma Cacchio poco piu' di 150 euro ad appartamento? Per fare 12 (dodici) certificati?

Per rifare, se va bene, tutti i calcoli della L.10 con un software che fa schifo sotto molti punti di vista, piu' sopralluogo (sempre che uno basti), raccolta documenti, pratica comunale con assunzione di responsabilita' e quant'altro mai?

Secondo me se cominciamo con questi prezzi addio, anche la certificazione diventera' una barzelletta che gli impresari considereranno altra cartaccia.

Con 150 euro ad appartamento, la meta' dei quali vanno al fisco, come posso pensare di fare un ACE serio?
Concondordo pienamente con Tigers ed aggiungo che, secondo me, molto probabilmente vedremo che il certificatore sarà un fidato "collega" del progettista e/o D.L. cosicchè non gli resta altro da fare che mettere una firma; forse così si potranno spiegare notule risicate per la certificazione.
P.S. Chiaramente spero davvero che non sia così e che ci facciamo pagare bene un lavoro fatto seriamente; che non diventi carta straccia dipende anche da noi.
stimp

10gradiest
Messaggi: 414
Iscritto il: lun lug 02, 2007 19:47
Località: Corte Franca

Messaggio da 10gradiest »

Cari ragazzi,
sono pienamente d'accordo che si debbano alzare le tariffe.

In questo caso particolare ho considerato che l'incarico mi viene affidato ad edificio ultimato quindi non devo fare sopralluoghi durante i lavori.
Farò un solo sopralluogo e ho già un elenco molto dettagliato dei documenti che il costruttore mi deve fornire perchè gli faro giurare e stragiurare per iscritto come ha isolato ogni elemento dell'involucro.
La mia responsabilità si limita ad inserire correttamente i dati nel sw.
Ho calcolato 4 giornate piene di lavoro, ma se va tutto liscio penso di poterlo fare in 3.
Ve lo dico non per giustificarmi, ma per condividere il ragionamento che ha portato alla cifra.

Lo stesso costruttore mi ha chiesto un'offerta per una palazzina con 5 unità abitative in progetto.
In questo caso gli ho fatto un preventivo per L.10 + progetto + AQE di fine lavori (per la cronaca sono sui 5000 con impianti autonomi inclusa d.l. e sui 7.500 con impianto centralizzato) ed in alternativa, se mi dovessi occupare solo del CE, ho chiesto 1.500 euro + cassa + iva.
Questo perchè l'edificio dovrà essere costruito quindi ho previsto qualche sopralluogo durante i lavori...

A me farebbe molto piacere se ci si orientasse tutti verso l'alto.
Ma la realtà delle cose è che a 5 giorni di distanza dalla presentazione dell'offerta tutto tace.
Se chiedessi 400 euro x 12 = 4800 euro sono sicuro che farei la figura del ladro perchè sono convinto che troveranno chi lo farà per 1200.

Però non voglio demoralizzare nessuno.
Stabiliamo un minimo e sarò il primo ad adeguarmi.
Non facciamoci pagare il bullone, facciamoci pagare il saputo dove.

Un saluto
10gradiest

Avatar utente
marcocinalli
Messaggi: 335
Iscritto il: mer mar 21, 2007 08:29
Località: chieti
Contatta:

Messaggio da marcocinalli »

sempre a parlare di soldi... :D :D :D
io la penso così:
http://www.edilclima.it/forum/viewtopic.php?p=5114#5114

MC
"Tutto quello che non c'è non si rompe". H. Ford

jerryluis
Messaggi: 2396
Iscritto il: mer apr 04, 2007 20:46
Località: Nella Regione delle Banane

Messaggio da jerryluis »

studio17 ha scritto:
tigers ha scritto:Secondo me 2000 euro per 12 appartamenti e' una svendita per rinnovo locali.
Senza offesa, ma Cacchio poco piu' di 150 euro ad appartamento? Per fare 12 (dodici) certificati?

Per rifare, se va bene, tutti i calcoli della L.10 con un software che fa schifo sotto molti punti di vista, piu' sopralluogo (sempre che uno basti), raccolta documenti, pratica comunale con assunzione di responsabilita' e quant'altro mai?

Secondo me se cominciamo con questi prezzi addio, anche la certificazione diventera' una barzelletta che gli impresari considereranno altra cartaccia.

Con 150 euro ad appartamento, la meta' dei quali vanno al fisco, come posso pensare di fare un ACE serio?
Concondordo pienamente con Tigers ed aggiungo che, secondo me, molto probabilmente vedremo che il certificatore sarà un fidato "collega" del progettista e/o D.L. cosicchè non gli resta altro da fare che mettere una firma; forse così si potranno spiegare notule risicate per la certificazione.
P.S. Chiaramente spero davvero che non sia così e che ci facciamo pagare bene un lavoro fatto seriamente; che non diventi carta straccia dipende anche da noi.
Eccolo li, hai centrato il problema!! la certificazione energetica diverrà un'altro balzello burocratico. Grazie a questi soggetti, se mi lasciano in studio anche il loro biglietto da visita gliele passo tutte. Io non mi rompo e le responsabilità gliele lascio tutte a loro...

Non mi interessa assolutamente compilare carta, il tempo che mi fanno risparmiare lo dedico a progettare.
CheèMeglio! :D

Rispondi