condomimio in parte riscaldato e in parte no (55%)

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
bertulli.r
Messaggi: 30
Iscritto il: lun mag 28, 2007 15:08

condomimio in parte riscaldato e in parte no (55%)

Messaggio da bertulli.r »

Credo sia stato affrontato un problema simile ma non in questi termini:
sono in presenza di un condomio di 24-25 appartamenti e solamente 7-8 di questi è provvisto di impianto di riscaldamento (vecchio condominio uso estivo), e attualmente i condomini hanno deciso di fare il cappotto, ovviamente in tutto la struttura esterna.
Per i 7-8 appartamenti con riscaldamento non ho problemi per il calcolo dell'energia primaria, ma per i restanti come mi devo comportare?

grazie in anticipo

Terminus
Messaggi: 7869
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: condomimio in parte riscaldato e in parte no (55%)

Messaggio da Terminus »

bertulli.r ha scritto:Credo sia stato affrontato un problema simile ma non in questi termini:
sono in presenza di un condomio di 24-25 appartamenti e solamente 7-8 di questi è provvisto di impianto di riscaldamento (vecchio condominio uso estivo), e attualmente i condomini hanno deciso di fare il cappotto, ovviamente in tutto la struttura esterna.
Per i 7-8 appartamenti con riscaldamento non ho problemi per il calcolo dell'energia primaria, ma per i restanti come mi devo comportare?

grazie in anticipo
Pratica per le detrazioni 55%?
Se è così devi fare l'AQE solo per gli appartamenti riscaldati, ovvero quelli che beneficieranno delle detrazioni....per gli altri rimane aperto il discorso 36%.
Quindi per gli appartamenti senza impianto non devi calcolare nulla.

nicorovoletto
Messaggi: 2032
Iscritto il: mar ago 29, 2006 14:54

Re: condomimio in parte riscaldato e in parte no (55%)

Messaggio da nicorovoletto »

mi ricollego a un caso simile:
abitazione in due piani:
piano terra riscaldato
piano sottotetto no

Ora
riscaldano tutto
la detrazione del cappotto:
la faccio solo per la superficie che prima era riscaldata;
la caldaia la detraggo tutto escluso l'impianto del sottotetto;
> non fà una piega vero :shock: ?

Inoltre:
rifanno il tetto
tetto esistente a 4 falde, tetto nuovo a due;
non posso dettrarlo perchè non è una fedele ricostruzione come chiarito dalla circolare, o sbagli?
Non ho paura della mia ignoranza, anzi, l'affronto ogni giorno!

Terminus
Messaggi: 7869
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: condomimio in parte riscaldato e in parte no (55%)

Messaggio da Terminus »

nicorovoletto ha scritto:mi ricollego a un caso simile:
abitazione in due piani:
piano terra riscaldato
piano sottotetto no

Ora
riscaldano tutto
la detrazione del cappotto:
la faccio solo per la superficie che prima era riscaldata;
la caldaia la detraggo tutto escluso l'impianto del sottotetto;
> non fà una piega vero :shock: ?

Inoltre:
rifanno il tetto
tetto esistente a 4 falde, tetto nuovo a due;
non posso dettrarlo perchè non è una fedele ricostruzione come chiarito dalla circolare, o sbagli?
Scusa puoi indicarmi il punto specifico dove si dice "fedele ricostruzione"?
Mi sfugge.
Per quanto riguarda il tetto mi viene questo dubbio:
essendo parte delimitante un volume non riscaldato, non si potrebbe detrarre.....
ma, anche senza considerare l'ampliamento dell'impianto di riscaldamento, il nuovo tetto non mi diminuisce comunque le disperisioni per l'appartamento al piano terra, coibentandomi il sottotetto verso il quale prima vi erano dispersioni? (remember la condizione U<0,8)
Ragionando così si potrebbe portare in detrazione anche il tetto....
Cosa ne pensi? :?:

nicorovoletto
Messaggi: 2032
Iscritto il: mar ago 29, 2006 14:54

Re: condomimio in parte riscaldato e in parte no (55%)

Messaggio da nicorovoletto »

> Fedele ricostruzione in caso di ristrutturazioni:
circolare 31.05.07 n°36 art.2 comma 3

> hai ragione quando dici che non si può detrarre, perchè non delimita il volume riscaldato. Non ho capito, invece, il ragionamento che hai fatto per cercare di permettere la detrazione.
Non ho paura della mia ignoranza, anzi, l'affronto ogni giorno!

Terminus
Messaggi: 7869
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: condomimio in parte riscaldato e in parte no (55%)

Messaggio da Terminus »

nicorovoletto ha scritto:> Fedele ricostruzione in caso di ristrutturazioni:
circolare 31.05.07 n°36 art.2 comma 3

> hai ragione quando dici che non si può detrarre, perchè non delimita il volume riscaldato. Non ho capito, invece, il ragionamento che hai fatto per cercare di permettere la detrazione.
Trovato. Io però non sarei così "fiscale". Non stai ampliando, rifai il tetto con la stessa superfcie coperta......il cambio delle falde andrebbe da solo ad inficiare la detrazione? :twisted:

Per detrarre il tetto intendevo questo:
Prima avevi un sottotetto non riscaldato, verso il quale avevi dispersioni per x kWh
Ora coibenti il tetto (ed inoltre riscaldi il volume, ma questa è un'altra storia) e fai il cappotto al sottotetto, quindi la temperatura dello stesso ti cambia e di conseguenza le dispersioni che ora saranno y kWh.
Magari la differenbza non sarà enorme, ma contribuisce con il resto al raggiungimento del requisito sull'EPi.
Tu che ne pensi? C'è qualche impedimento esplicito nel decreto che mi sfugge?

nicorovoletto
Messaggi: 2032
Iscritto il: mar ago 29, 2006 14:54

Re: condomimio in parte riscaldato e in parte no (55%)

Messaggio da nicorovoletto »

ok capito!
mi sembra che si possa fare (siamo un pò giocolieri) ma non è male...

Il concetto di fedele ricostruzione è interpretabile, ora apro un nuovo argomento e vediamo se qualcuno ha voglia di affrontare l'argomento
Non ho paura della mia ignoranza, anzi, l'affronto ogni giorno!

Rispondi