55% -Passaggio da Gasolio 2 appartam a 2 Cald Condensazione

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Ale_S
Messaggi: 1278
Iscritto il: ven mag 11, 2007 16:53

55% -Passaggio da Gasolio 2 appartam a 2 Cald Condensazione

Messaggio da Ale_S » lun lug 02, 2007 12:03

Eccoci ancora quà con la carissima finanziaria 2007.

Ho due clienti che vorrebbero eliminare la vecchia centrale a gasolio per installare nei due loro appartamenti due caldaie a Condensazione e osuffruire delgi incentivi.
Mi è subito venuto il dubbio sulla possibilità di usuffruire dell'incentivo, in quanto il caso può rinetrare in quello del passaggio da impianto centralizzato ad autonomo art9 comma 3.
E' vero che tale comma esclude il mio caso, ma:
non vorrei che il comma nello specifico, visto che include il passaggio da impianti singoli a impianti centralizzati (al dilà delle caldaie), sottolineei come il caso inverso (quindi passaggio da centralizzato a singoli, MA con qualsiasi caldaia), sia da escludersi. Detto ciò però, nel caso che il comma si riferisca a se stesso, rimarrebbe comunque valido il passaggio da una fonte di alimentazione classica ad una a condensazione, anche se da centralizzato ad autonomo. inoltre ritengo che il risparmio di energia sia presente nello specifico caso.

Questa era la mia idea fino alla risposta dell'ENEA
RISPOSTA: "Gentile Professionista,
proprio in base all'Art.9, comma 3 del decreto, riteniamo
che l'intervento ipotizzato non possa usufruire delle
agevolazioni previste dal decreto."
DOMANDA: > Volevo chiedervi se a parer vostro è detraibile, per DM
>19 Febbraio 2007, un intervento di sostituzione di una
>caldaia a gasolio che lavora per due appartamenti, con
>due caldaie a condensazione, una per appartamento.
> Io direi in principio si, in quanto ritengo che ci sia
>un risparmio energetico, principio su cui si basa tutto
>il discorso,
> ma a leggere l'art. 9 comma 3, si legge " .... E'
>escluso il passaggio da impianto di climatizzazione
>invernale per il complesso di edifici ad impianti
>individuali autonomi." In questo ricade anche il mio
>caso, o è inteso solo per quella tipologia di
>sostituzione, che non preveda l'uso e l'installazione di
>nuove caldaie a condensazione???

Rimango comunque fortemente con il dubbio, anche se attualmente l'ENEA è quasi come un guidice Popolare, ma forse anche loro nel caos e nel modo con cui è stata redatta la legge e i sui decreti.....

Cosa ne pensate cari colleghi ?????

Terminus
Messaggi: 7783
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Messaggio da Terminus » lun lug 02, 2007 12:54

L'operazione come l'hai descritta non è agevolabile, anche se sono daccordo con te sui risparmi che comunque si potrebbero ottenere.
Però ti faccio una domanda?
Hai proposto ai tuoi clienti una caldaia a condensazione centralizzata con centraline di zona, in modo da renderli indipendenti?
Risultati: risparmio di costi ed agevolazione.

Ale_S
Messaggi: 1278
Iscritto il: ven mag 11, 2007 16:53

Messaggio da Ale_S » lun lug 02, 2007 13:42

Terminus ha scritto:L'operazione come l'hai descritta non è agevolabile, anche se sono daccordo con te sui risparmi che comunque si potrebbero ottenere.
Però ti faccio una domanda?
Hai proposto ai tuoi clienti una caldaia a condensazione centralizzata con centraline di zona, in modo da renderli indipendenti?
Risultati: risparmio di costi ed agevolazione.
Condivido pienamente la tua idea, e grazie per la nota, ma sinceramente ancora non ho avuto il modo di parlare direttamente con il cliente (che dovrei vedere questi giorni), ma solo con l'instalatore che mi ha prospettato il lavoro. E comunque intendevo fargli questa proposta, anche se so fin d'ora che il cliente finale, difficilmente accetterà l'idea di rimanere in un impianto centralizato anche per la difficoltà della gestione economica.

Rispondi