compatibilità caldaia impianto a pavimento

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

compatibilità caldaia impianto a pavimento

Messaggioda bluedeep » mar apr 26, 2011 12:43

Ciao a tutti,
volevo un consiglio. Ho montato un impianto a pavimento della TECE e sono in procinto di acquistare la caldaia (a condensazione). Ho alcuni dubbi sulla compatibilità della stessa con l'impianto realizzato, ed in particolare i miei dubbi riguardano il circolatore.
Che caratteristiche deve avere il circolatore per riuscire a fare lavorare l'impianto con la portata di progetto???
La caldaia da me individuata è una Buderus Logamax plus GB032, ma non riesco a trovare dettagli sul circolatore montato.
Il progetto dell'impianto a pavimento mi da questi dati:
quantità acqua totale: 1846 kg/h
perdita di pressione max :196mbar
somma portate singoli circuiti : 23,3 l/min

grazie ciao!
bluedeep
 
Messaggi: 3
Iscritto il: mar apr 26, 2011 12:02

Re: compatibilità caldaia impianto a pavimento

Messaggioda aupaz » mar apr 26, 2011 14:23

I circolatori montati dalla casa delle caldaie a volte hanno specifiche o codici diversi da quelli in commercio della casa madre delle pompe. Per quello non trovi dati... A me è capitato con Baltur su un circolatore Wilo che non trovavo da nessuna parte.... Le perdite di carico che hai calcolato paiono in un range corretto (circa 2 m.c.a di solito), le velocità nei circuiti quindi saranno quelle corrette... Quindi portate e pressioni al collettore le hai. Ci devo solo aggiungere il tratto dal collettore alla pompa della caldaia. Chiaramente presumo tu abbia un solo collettore privo di pompa di ricircolo e miscelatrice, quindi la miscelazione la fai già in partenza... Non l'hai specificato...
"Se non lo puoi misurare, non lo puoi migliorare" - Lord Kelvin
aupaz
 
Messaggi: 966
Iscritto il: lun gen 07, 2008 13:38

Re: compatibilità caldaia impianto a pavimento

Messaggioda bluedeep » mar apr 26, 2011 18:09

grazie per la risposta,
ti do qualche dato in più. L'impianto è costituito da 2 collettori su 2 piani differenti, ma il carico è fortemente sbilanciato, nel senso che un collettore ha 13 circuiti (circa 140mq di sup. riscaldata), l'altro 4 circuiti (circa 45mq di sup.). La miscelazione la faccio in caldaia e non ho pompe di ricircolo.
Dal primo collettore alla caldaia saranno 15m, dal secondo una ventina di metri. Dal caldaia mi esce una sola linea che alimenta il primo collettore, poi riesce e va ad alimentare il secondo.
Ora, anche definite le perdite, come faccio a verificare il dimensionamento del circolatore montato dalla caldaia??

grazie in anticipo.
bluedeep
 
Messaggi: 3
Iscritto il: mar apr 26, 2011 12:02

Re: compatibilità caldaia impianto a pavimento

Messaggioda mesone » mar apr 26, 2011 22:16

La caldaia ha una pompa a tre velocità. Alla terza velocità porta 1000 l/h con una prevalenza di 0,275 Bar. Alla prima e seconda velocità con i valori di cui sopra si va fuori curve.
Credo che per un impianto a pannelli della stessa casa esistono altri tipi di caldaia che possono installare Kit premontati idraulici con compensatore idraulico e collettore per due o tre pompe (Eventualmente anche con valvola a tre vie) ed il tutto regolato con Logamatic.
mesone
 
Messaggi: 35
Iscritto il: ven dic 14, 2007 18:28

Re: compatibilità caldaia impianto a pavimento

Messaggioda bluedeep » mer apr 27, 2011 10:38

grazie mesone,
non so dove hai preso le caratteristiche della pompa, comunque confermi i miei sospetti.
La TECE propone un compensatore idraulico per il disaccoppiamento dei circuiti con ad es. 1 o 2 pompe di rilancio. Non ho capito bene il discorso della valvola a 3 vie.....

Inserendo il compensatore come si configura il logamatic???
bluedeep
 
Messaggi: 3
Iscritto il: mar apr 26, 2011 12:02

Re: compatibilità caldaia impianto a pavimento

Messaggioda mesone » gio apr 28, 2011 16:43

La curva é presa dal catalogo cartaceo della Buderus.
La valvola a tre vie é sui gruppi di pompaggio di rilancio per cui puoi realizzare dei circuiti miscelati per gli impianti a pannelli radianti mentre per la parte a radiatori, se hai un circuito dedicato, puoi avere solo il gruppo di rilancio. In ambo i casi i kit di pompaggio sono già inseriti in un guscio coibentante e sono dotati di valvole d'intercettazione così come per il compensatore idraulico ed il collettore pompe.
Per quanto riguarda la caldaia che ti hanno proposto ha un controllo elettronico a bordo che non credo riesca a controllare tutti i circuiti a valle del generatore per cui dovresti montare una centralina climatica a parte.
Ti consiglio comunque di installare una caldaia della stessa casa tipo GB 132 o 142 che possono essere regolate da centralina elettronica Logamatic 4121 che a sua volta può montare, a seconda delle necessità, dei sottomoduli a seconda del tipo di impianto realizzato a valle.
In questo caso la centralina controlla sonda esterna, sonda su caldaia, sonda su compensatore idraulico e sonde sui circuiti a valle del generatore. Per la produzione dell'acqua calda ti devi affidare ad un bollitore esterno che può essere anche del tipo solare a doppio serpentino in quanto per la produzione di acqua calda la caldaia é dotata di una valvola a tre vie che alimenta un circuito a sé stante per la produzione ACS.
Ti puoi aiutare molto con il sito della casa che riporta i vari manuali tecnici e d'installazione dei vari componenti dell'impianto comprensivo degli schemi elettrici di funzionamento ed allacciamento.
mesone
 
Messaggi: 35
Iscritto il: ven dic 14, 2007 18:28


Torna a FORUM TERMOTECNICA E IMPIANTI

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti