fotovoltaico:obbligo?????????

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Dorianoz
Messaggi: 572
Iscritto il: gio ott 05, 2006 14:56

fotovoltaico:obbligo?????????

Messaggio da Dorianoz »

Mi sto interessando un pochetto ai costi per l'obbligatorietà sul nuovo del fotovoltaico grazie (grazie???????) al dgls 311. Per impianti da 1,5 kWp l'occorrente costa di listino 11.693 euriiiiiiiiiii. Ma siamo sicuri che un tapino che compra un monolocale sia costretto a spendere tutti quei soldi che ammortizzerà in 10 anni se va bene? I decreti attuativi non dovrebbero fare chiarezza in questo senso? Possibile che nessuno sappia niente? A chi cavolo si può chiedere per avere qualche notizia sicura? Grazie

ingbaldiniroberto
Messaggi: 406
Iscritto il: ven dic 29, 2006 17:58
Località: Figline Valdarno
Contatta:

Re: fotovoltaico:obbligo?????????

Messaggio da ingbaldiniroberto »

Un'impianto a regola d'arte per 1,5kWp ti costa installato intorno ai 15000€, poi devi considerare le manutenzioni e tutto il resto, il risparmio è in funzione dell'uso intelligente di energia, lampade a basso consumo, non lasciare accese le lucette del televisore e degli altri apparecchi simili, cambia gli elettrodomestici, usa lavaggi a freddo ecc... ecc... alla fine se tutto vabene ti ritrovi con 300€ in più dopo 1000 anni ai messo da parte una bella sommetta, ma forse non te ne frega più niente.
Fortunatamente per ora il fotovoltaico non è obbligatorio, salvo che per gli edifici pubblici.
A proposito a mio fratello, tecnico comunale, l'ENEL, che ha in zona una centrale prima a lgnite, poi a gasolio e adesso a metano, aveva proposto di utilizzare tutte le coperture degli edifici pubblici per fare fotovoltaico rivendere l'energia e conseguire notevoli guadagni, gli ho consigliato di proporre all'Enel stessa la libera installazione del fotovoltaico garantendo solo il fabbisogno elettrico degli stessi edifici e di vendere per conto proprio il favoloso surplus a questo punto i suddetti signori si sono ritirati dall'affare, ti dice niente?
Comunque sia hanno realizzato per provale un'illuminazione pubblica elioassistita, morale se non danno corrente di rete sono regolarmente al buio.
Questi sono fatti e non decreti.
vecchiaccio

studio17
Messaggi: 461
Iscritto il: ven feb 02, 2007 09:41

Re: fotovoltaico:obbligo?????????

Messaggio da studio17 »

ingbaldiniroberto ha scritto: Fortunatamente per ora il fotovoltaico non è obbligatorio, salvo che per gli edifici pubblici.
Caro Ing., il fotovoltaico è obbligo per tutti i nuovi edifici; non sappiamo ancora quanta potenza minima dobbiamo installare, ma comunque è obbligatorio.
stimp

Avatar utente
ilverga
Messaggi: 1971
Iscritto il: gio ott 05, 2006 17:42
Località: prov. MI

Re: fotovoltaico:obbligo?????????

Messaggio da ilverga »

studio17 ha scritto:
ingbaldiniroberto ha scritto: Fortunatamente per ora il fotovoltaico non è obbligatorio, salvo che per gli edifici pubblici.
Caro Ing., il fotovoltaico è obbligo per tutti i nuovi edifici; non sappiamo ancora quanta potenza minima dobbiamo installare, ma comunque è obbligatorio.
Scusa il paragone un pò stupido, ma è come dire : devo andare, non so dove ma devo andare...
Non credo sia sensato dire che è obbligatorio, preferisco dire che lo diventerà a breve...

SuperP
Messaggi: 9384
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Re: fotovoltaico:obbligo?????????

Messaggio da SuperP »

ingbaldiniroberto ha scritto:Un'impianto a regola d'arte per 1,5kWp ti costa installato intorno ai 15000€, poi devi considerare le manutenzioni e tutto il resto, il risparmio è in funzione dell'uso intelligente di energia,
No.. 7€/W è il costo per questi impiantini, ossi amax 11000€. Poi, con il conto energia, il guadagno è consumare in un anno quanto produce l'impianto e NON risparmiare energia. In Italia siamo stupidi, ricordiamocelo!

studio17
Messaggi: 461
Iscritto il: ven feb 02, 2007 09:41

Re: fotovoltaico:obbligo?????????

Messaggio da studio17 »

ilverga ha scritto:
studio17 ha scritto:
ingbaldiniroberto ha scritto: Fortunatamente per ora il fotovoltaico non è obbligatorio, salvo che per gli edifici pubblici.
Caro Ing., il fotovoltaico è obbligo per tutti i nuovi edifici; non sappiamo ancora quanta potenza minima dobbiamo installare, ma comunque è obbligatorio.
Scusa il paragone un pò stupido, ma è come dire : devo andare, non so dove ma devo andare...
Non credo sia sensato dire che è obbligatorio, preferisco dire che lo diventerà a breve...
Caro Verga sono pienamente daccordo con te. i
stimp

Dorianoz
Messaggi: 572
Iscritto il: gio ott 05, 2006 14:56

Re: fotovoltaico:obbligo?????????

Messaggio da Dorianoz »

Infatti dal 311 all. I comma 13, li mortacci.........., il fotovoltaico per il nuovo è obbligatorio, senza distinzioni fra pubblico, privato, metrature, utilizzi........ecc. ecc. ma quando è che faranno obbligatorio impalmare solo belle ragazze?????????????

Avatar utente
ziopeppe
Messaggi: 43
Iscritto il: mer giu 06, 2007 17:35

Messaggio da ziopeppe »

"72. All'articolo 4 del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, dopo il comma 1 è inserito il seguente:
"1-bis. Nel regolamento di cui al comma 1, ai fini del rilascio delle concessioni edilizie, è prevista l'installazione dei pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica per gli edifici di nuova costruzione, in modo tale da garantire una produzione energetica non inferiore a 0,2 kW"."

Dorianoz
Messaggi: 572
Iscritto il: gio ott 05, 2006 14:56

Messaggio da Dorianoz »

comunque i vari dlgs 192-311 sono in attuazione della direttiva europea, la tale direttiva ha sempre specificato che ci deve essere in ogni caso una convenienza economica nell'attuarla. quindi il discorso soldi può rientrare nell'impossibilità alla realizzazione e che poi mi vengano a dire che sbaglio.........

ingbaldiniroberto
Messaggi: 406
Iscritto il: ven dic 29, 2006 17:58
Località: Figline Valdarno
Contatta:

Re: fotovoltaico:obbligo?????????

Messaggio da ingbaldiniroberto »

Sono molto contento che la legge mi obblighi a fare cose che la legge mi dice di non sapere come si fanno e che quindi non faccio perchè sono delle stronzate.
Prendetevi tutta la superficie terrestre, utilizzatela tutta per i pannelli solari termici e fotovoltaici, calcolatevi scientemente l'energia che si riceve a terra nell'arco dell'anno e che possiamo recuperare e buon divertimento.
Una piccola nota esistono soltanto fonti di energia più o meno durevoli ma non esistono fonti di energia rinnovabile anche il sole si consuma, guarda caso è una nana gialla, o pensate che chi ha inventato l'entropia e la teoria della relatività sia un emerito coglione?
vecchiaccio

andrea.bernardi
Messaggi: 106
Iscritto il: ven giu 08, 2007 15:37
Località: Venezia
Contatta:

Messaggio da andrea.bernardi »

ziopeppe ha scritto:"1-bis. Nel regolamento di cui al comma 1, ai fini del rilascio delle concessioni edilizie, è prevista l'installazione dei pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica per gli edifici di nuova costruzione, in modo tale da garantire una produzione energetica non inferiore a 0,2 kW"."
c'è il piccolo problema che non si sà che tipo di "Watt" siano, di picco? in una giornata media?

e poi....anche se fossero 0,2kW di picco dovrei usarli ad isola (e quindi usarli al max per il giardino 8) ) , perchè il conto energia prevede impianti di almeno 1kWp

jerryluis
Messaggi: 2396
Iscritto il: mer apr 04, 2007 20:46
Località: Nella Regione delle Banane

Re: fotovoltaico:obbligo?????????

Messaggio da jerryluis »

ingbaldiniroberto ha scritto:Sono molto contento che la legge mi obblighi a fare cose che la legge mi dice di non sapere come si fanno e che quindi non faccio perchè sono delle stronzate.
Prendetevi tutta la superficie terrestre, utilizzatela tutta per i pannelli solari termici e fotovoltaici, calcolatevi scientemente l'energia che si riceve a terra nell'arco dell'anno e che possiamo recuperare e buon divertimento.
Una piccola nota esistono soltanto fonti di energia più o meno durevoli ma non esistono fonti di energia rinnovabile anche il sole si consuma, guarda caso è una nana gialla, o pensate che chi ha inventato l'entropia e la teoria della relatività sia un emerito coglione?
Concordo appieno, ma soprattutto mi soffermo su un aspetto: il povero tapino che a stento in 20 anni riesce a ripagare il mutuo per una casa nuova dopo che ha messo da parte già un buo gruzzolo dove trova altri 10-20000€ per un impianto aggiuntivo?
Prendiamoci il decreto europeo del 2002, si parla sempre di convenienza economica; provate ad attualizzare un flusso di cassa di qualche decina o centinaia di € che vi arriverà tra 10 anni e vedete quanti spiccioli risparmiate.
Valutiamo il problema sotto il profilo tecnico e non con approccio politico.
Sapete cosa fanno i politici? dicono che il fotovoltaioco è obbligatorio, peccato che utilizzino ancora lampadine ad incandecenza lasciate accese anche alla notte senza che ci sia nessuno, peccato che buona parte delle apparecchiature elettriche degli uffici pubblici sia obsoleta ed energivora, peccato che buona parte delle finestre degli uffici pubblici sia in vetro semplici con almeno 30 anni (Ci vuole la termocamera per sospettare che da li si perde una marea di calore?), peccato che davanti a quelle finestre vien eposto un bel radiatore così che il DT responsabile della disperzione assieme ad un infisso pessimo mi getti veramente il calore dalla finestra.
Peccato che nei capitolati per gli appalti pubblici il criterio di vincita appalto sia spesso per chi ha fatto il ribasso più basso e la competenza è normalemnte proporzionale con un fattore esponenziale.
Ora c'è qualcuno che la mena con il TLR che arriverà tra X anni e allora nel frattempo mantengono i vecchi impianti a gasolio con caldaie con 30-40 anni di vita sovradimensionate e a rendimenti infami associati da termoregolazioni inesistenti, valvole manuali senza tenuta e radiatori schermati con pannelli chiusi superiormente e quasi frontalmente...
Scusate, ma avevo bisogno di sfogarmi perchè certe affermazioni politiche mi mettono in subbuglio e confermano la profonda deficienza con cui trattano problemi seri. :evil: :D

andrea.bernardi
Messaggi: 106
Iscritto il: ven giu 08, 2007 15:37
Località: Venezia
Contatta:

Re: fotovoltaico:obbligo?????????

Messaggio da andrea.bernardi »

jerryluis ha scritto: Concordo appieno, ma soprattutto mi soffermo su un aspetto: il povero tapino che a stento in 20 anni riesce a ripagare il mutuo per una casa nuova dopo che ha messo da parte già un buo gruzzolo dove trova altri 10-20000€ per un impianto aggiuntivo?
Prendiamoci il decreto europeo del 2002, si parla sempre di convenienza economica; provate ad attualizzare un flusso di cassa di qualche decina o centinaia di € che vi arriverà tra 10 anni e vedete quanti spiccioli risparmiate.
è anche vero che pagare 150.000€ di mutuo e 157.000€ non cambia molto....

jerryluis
Messaggi: 2396
Iscritto il: mer apr 04, 2007 20:46
Località: Nella Regione delle Banane

Re: fotovoltaico:obbligo?????????

Messaggio da jerryluis »

andrea.bernardi ha scritto:
è anche vero che pagare 150.000€ di mutuo e 157.000€ non cambia molto....
157 contro 150 sono 7000 in più, cioè quasi il 5% destinati obbligatoriamente ad una azione. Se poi 7000 sono troppo pochi e te ne servono mediamente 15000? diventa il 10% come fai te a fare i conti nelle tasche di un'altro e dirgli che il 10% in più sia un'inezia fronte di ritorni economici che si devono quantificare in termini di decenni quando non ci sono incentivi? e la manutenzione di un impianto aggiuntivo? locali tecnici aggiuntivi? ecc. ecc.. Chi mi assicura che quel 5% o 10% è stato speso nel modo migliore ovvero che non si potessereo spendere quegli stessi soldi in un'altra azione alternativa che mi porti a vantaggi maggiori?
Perchè per esempio io devo essere obbligato a mettere quei soldi nel fotovoltaico e non in incremento di isolamento? Si sta depauperando il tecnico della propria professionalità... deve essere il tecnico che fa una valutazione sulla base del cliente che ha di fronte, delle condizioni d'uso dell'immobile piuttosto che l'attività commerciale a o azienda e lui solo valuta tra un panorama di alternative.
Io accetto benissimo che mi venga imposto un limite energetico da non superare rapportato ad un indice d'uso, piuttosto che volumetrico piuttosto che altro driver. Ma come devo arrivare a quell'indice o migliorarlo ulteriormente permettimi, ma è la mia professionalità ed è frutto della mia cultura che in quanto tecnico devo aggiornare quotidianamente.
Non può esser un pincopallo che impone una misura, magari ottima in alcune situazioni, assurda in altre e a questo punto di obbliga a motivare perchè è assurda o perchè il proprietario non può attuarla.
Poi sarà il tecnico del comune a porre in discussione le mie motivazioni? signori il tempo ha un valore economico.. non ci si può permettere di sprecarlo in pratiche burocratesi... Noi vogliamo progettare gli impianti e trovare le soluzioni che meglio si adattano a certe condizioni d'uso.

andrea.bernardi
Messaggi: 106
Iscritto il: ven giu 08, 2007 15:37
Località: Venezia
Contatta:

Messaggio da andrea.bernardi »

se proprio vogliamo fare i pignoli per 1,5kW sono circa 9750 impianto chiavi in mano al cliente finale, quindi al costruttore costa decisamente di meno.

E poi scusate fino a che non escono i decreti attuattivi c'è poco da litigare :D

Dorianoz
Messaggi: 572
Iscritto il: gio ott 05, 2006 14:56

Messaggio da Dorianoz »

come la mettiamo con questo comma della finanziaria 2006?:
350. All'articolo 4 del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, dopo il comma 1 e' inserito il seguente:
"1-bis. Nel regolamento di cui al comma 1, ai fini del rilascio del permesso di costruire, deve essere prevista l'installazione dei pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica per gli edifici di nuova costruzione, in modo tale da garantire una produzione energetica non inferiore a 0,2 kW per ciascuna unita' abitativa".

SuperP
Messaggi: 9384
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Messaggio da SuperP »

Dorianoz ha scritto:come la mettiamo con questo comma della finanziaria 2006?:
Siamo sull'assillante?? :)

Fino a che i comuni non lo recepiscono non fai nulla... e poi fisicamente quel comma non ha senso. Nel FV l'unità di misura è il kWp

Dorianoz
Messaggi: 572
Iscritto il: gio ott 05, 2006 14:56

Messaggio da Dorianoz »

Grazie SuperPPPPP, è che nella vita (e in Italia) non si finisce mai d'imparare :wink: :wink: :wink: :wink:

andrea.bernardi
Messaggi: 106
Iscritto il: ven giu 08, 2007 15:37
Località: Venezia
Contatta:

Messaggio da andrea.bernardi »

in questo caso sono i comuni (ufficio edilizia privata) che si devono attivare, rimane il problema che con 0,2kW (ipotizando siano di picco) al massimo illumino il giardino e sperare di avere pochi mq :roll:

ingbaldiniroberto
Messaggi: 406
Iscritto il: ven dic 29, 2006 17:58
Località: Figline Valdarno
Contatta:

Messaggio da ingbaldiniroberto »

Cerchiamo di fare chiarezza con il conto della serva.
Innanzitutto il kWp è l'unità di misura della potenza di picco del generatore fotovoltaico corrispondente all'irraggiamento di 1000W/mq alla temperatura di 25°C.
Se si vuole fare una valutazione spannometrica della potenza da installare si può dividere il consumo annuo per 1200, ad esempio consumo medio per una famiglia di 4 persone 3600 kW/h potenza di picco necessaria 3600:1200=3kWp.
Un simile impianto installato dalle mie parti e in condizione di funzionamento e orientamento ottimale mi fornirebbe un risparmio annuo di 615€ (si condidera una media di 205€ a kWp installato).
Il medesimo mi viene a costare sempre mediamente 8000 €/kWp quindi 24.000€. Il tempo di ammortamento, e non considero le manutenzioni, è di 39 anni.
:D :D :D Sulla montagna di gnocchi cola il sugo e il parmigiano, vero Calandrino? :D :D :D
vecchiaccio

SuperP
Messaggi: 9384
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Messaggio da SuperP »

ingbaldiniroberto ha scritto: Il tempo di ammortamento, e non considero le manutenzioni, è di 39 anni.
Esiste il conto energia per incentivare tutto ciò!!

Ma guardando il DPR 412 art 5, parla di 8/10 anni quale tempo di ammortamento oltre il quale si può derogare dalle rinnovabili (il riferimento era al solare termico nel pubblico ma a mio modestissimo avviso può ancora valere il discorso, anche perchè richiamato dalla direttiva CE famosa).

P.S: ho guardato il DPR perchè nessuno mi ha risposto alla domanda sul post "il caso del giorno" :twisted: :twisted: :twisted:

ingbaldiniroberto
Messaggi: 406
Iscritto il: ven dic 29, 2006 17:58
Località: Figline Valdarno
Contatta:

Messaggio da ingbaldiniroberto »

SuperP ha scritto: Esiste il conto energia per incentivare tutto ciò!!
Ma guardando il DPR 412 art 5, parla di 8/10 anni quale tempo di ammortamento oltre il quale si può derogare dalle rinnovabili (il riferimento era al solare termico nel pubblico ma a mio modestissimo avviso può ancora valere il discorso, anche perchè richiamato dalla direttiva CE famosa).
P.S: ho guardato il DPR perchè nessuno mi ha risposto alla domanda sul post "il caso del giorno" :twisted: :twisted: :twisted:
In questo stesso post ho già raccontato come l'ENEL sia fuggita alla proposta di un comune che gli proponeva lo sfruttamento fotovoltaico di tutte le coperture degli edifici pubblici.
Ho detto più volte che le leggi della fisica se ne impipano dei decreti siano essi regi o repubblicani.
A maggior ragione se ne impipano le leggi della matematica elementare.
I dati sui consumi, sui costi e sui benefici li ho tratti direttamente da un portale dedicato al solare nel quale si magnificano i pregi del fotovoltaico e del conto energia.
Io ho fatto soltando il rapporto costo/risparmio per valutare il tempo di ritorno, ribadisco addirittura senza cosiderare i costi di manutenzione.
:P :P :P Se si sono date le martellate sui testicoli come Tafazzi mica è colpa mia, almeno per una volta hanno detto la verità :P :P :P
P.S. Andrò a leggere il tuo caso del giorno
vecchiaccio

SuperP
Messaggi: 9384
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Messaggio da SuperP »

SuperP ha scritto:
ingbaldiniroberto ha scritto: Il tempo di ammortamento, e non considero le manutenzioni, è di 39 anni.
Esiste il conto energia per incentivare tutto ciò!!
Ora come ora con gli incentivi riesci ad ammortizzare il tutto in 8-10 anni (con un calcolo serio)

andrea.bernardi
Messaggi: 106
Iscritto il: ven giu 08, 2007 15:37
Località: Venezia
Contatta:

Messaggio da andrea.bernardi »

SuperP ha scritto:
SuperP ha scritto:
ingbaldiniroberto ha scritto: Il tempo di ammortamento, e non considero le manutenzioni, è di 39 anni.
Esiste il conto energia per incentivare tutto ciò!!
Ora come ora con gli incentivi riesci ad ammortizzare il tutto in 8-10 anni (con un calcolo serio)
concordo pienamente, anche perchè il costo a Watt è sceso decisamente.

ingbaldiniroberto
Messaggi: 406
Iscritto il: ven dic 29, 2006 17:58
Località: Figline Valdarno
Contatta:

Messaggio da ingbaldiniroberto »

andrea.bernardi ha scritto:
SuperP ha scritto:
SuperP ha scritto: Esiste il conto energia per incentivare tutto ciò!!
Ora come ora con gli incentivi riesci ad ammortizzare il tutto in 8-10 anni (con un calcolo serio)
concordo pienamente, anche perchè il costo a Watt è sceso decisamente.
10/39=0,25 quindi il costo a Watt è sceso di tre quarti? miracolo, miracolo!
Chiedo scusa non me ne ero accorto, protesterò con l'ENEL perchè le mie bollette sono gonfiate sia a casa che in studio.
vecchiaccio

SuperP
Messaggi: 9384
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Messaggio da SuperP »

ingbaldiniroberto ha scritto:10/39=0,25 quindi il costo a Watt è sceso di tre quarti? miracolo, miracolo!.
I tuoi 39 anni sono intesi senza conto energia, i miei 10 con i contribuiti del conto energia

tagio
Messaggi: 759
Iscritto il: ven nov 24, 2006 17:34

Messaggio da tagio »

Ma se tra 10 anni non ci sono piu' i contributi?

Dorianoz
Messaggi: 572
Iscritto il: gio ott 05, 2006 14:56

Messaggio da Dorianoz »

mi pare chiaro che qui siamo nello stesso caso di quelli che hanno la ferrari e i limiti sono 90-130. Se uno ha il pollice verde e gode a vedere scendere acqua calda fornita dal sole e energia elettrica idem, lo fa. se uno guarda l'ammortamento e i benefici economici, mi spiace, ma l'italia non è il paese giusto.

ingbaldiniroberto
Messaggi: 406
Iscritto il: ven dic 29, 2006 17:58
Località: Figline Valdarno
Contatta:

Messaggio da ingbaldiniroberto »

SuperP ha scritto:
ingbaldiniroberto ha scritto:10/39=0,25 quindi il costo a Watt è sceso di tre quarti? miracolo, miracolo!.
I tuoi 39 anni sono intesi senza conto energia, i miei 10 con i contribuiti del conto energia
Volete credere alle varie simulazioni interattive che col conto energia vi danno qualunque cosa ci mettete 11 anni di ammortatamento?
Il decadimento reale della superficie dei pannelli nel tempo non vi riguarda?
Volete ignorare che ogni anno dopo il 2006 gli incentivi saranno ridotti del 2%?
Volete credere che i nostri governanti si chiamano Babbo Natale e Befana?
Fate pure a me in fondo che me ne frega, tanto io ad installarli non ci penso neanche!
vecchiaccio

SuperP
Messaggi: 9384
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Messaggio da SuperP »

ingbaldiniroberto ha scritto: Volete credere alle varie simulazioni interattive che col conto energia vi danno qualunque cosa ci mettete 11 anni di ammortatamento?
Il decadimento reale della superficie dei pannelli nel tempo non vi riguarda?
Volete ignorare che ogni anno dopo il 2006 gli incentivi saranno ridotti del 2%?
Volete credere che i nostri governanti si chiamano Babbo Natale e Befana?
Fate pure a me in fondo che me ne frega, tanto io ad installarli non ci penso neanche!
Il decadimento è compreso (20% in 20 anni)
Gli incentivi non sono ridotti. Se tu ottieni il conto energia, la tariffa incentivante resta quella fino alla fine
Sono inoltre considerati un aumento del 5% del costo dell'energia elettrica, le eventuali tasse etc..

andrea.bernardi
Messaggi: 106
Iscritto il: ven giu 08, 2007 15:37
Località: Venezia
Contatta:

Messaggio da andrea.bernardi »

ingbaldiniroberto ha scritto: 10/39=0,25 quindi il costo a Watt è sceso di tre quarti? miracolo, miracolo!
Chiedo scusa non me ne ero accorto, protesterò con l'ENEL perchè le mie bollette sono gonfiate sia a casa che in studio.
intendo che se fino a 1 anno fa si parlava di 7k-8k€ al kW ora si vedono preventivi che arrivano anche a 5.000€ al kW (tralasciando la qualità del prodotto) però la corsa che si è innescata con il nuovo conto energia ha smosso sicuramente le varie aziende che avevano da anni il materiale fermo in magazzino.

andrea.bernardi
Messaggi: 106
Iscritto il: ven giu 08, 2007 15:37
Località: Venezia
Contatta:

Messaggio da andrea.bernardi »

ingbaldiniroberto ha scritto: Fate pure a me in fondo che me ne frega, tanto io ad installarli non ci penso neanche!
l'Italia è bella perchè è libera :) no?
Se un cliente mi chiede non mi sentirete mai di negare a priori impianti simili, però prima di partire sicuramente gli avviso di tutte le problematiche esistenti, e come dice Dorianoz chi lo vuole fare non va a vedere esattamente al millesimo di euro quando gli arriva il ritorno economico.

Rispondi