ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
gandalf
Messaggi: 232
Iscritto il: mer mar 19, 2008 21:54

ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da gandalf » gio dic 09, 2010 10:59

Sempre più mi ritrovo a riqualificare impianti termici con la sostotizuone del generatore e l'installazione di valvole termostatiche.
Spesso però trovo vecchi impianti in cui gli attacchi mandata/rotorno sono invertiti rispetto agli altri e cioè l'acqua calda entra da sotto e esce da sopra. Spesso questi caloriferi hanno temperature che a detta dal cliente sono più basse di quelle dei vicini.
Secondo voi come si può risolvere il problema?
C'è una spiegazione razionale da dire al cliente senza farsi mangiare la faccai tutte le volte ?

Chiedo aiuto

Saluto
A tutto il forum

Avatar utente
Manofthemoon
Messaggi: 1580
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:31
Località: Cuneo - provincia
Contatta:

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da Manofthemoon » gio dic 09, 2010 11:19

attenzione a montare la valvole sempre sulla mandata...

soloalfa
Messaggi: 1179
Iscritto il: ven ott 10, 2008 16:36

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da soloalfa » gio dic 09, 2010 11:27

gandalf ha scritto:Spesso questi caloriferi hanno temperature che a detta dal cliente sono più basse di quelle dei vicini.

A tutto il forum
dipende cosa intendono... cosa hanno fatto i vicini? hanno messo anche loro le termostatiche ma non con lo stesso sistema di attacco? hanno il vecchio impianto ancora intatto?
si ma digli di non rompere i ... hanno freddo almeno? o vogliono solo rompere...
La teoria è quando si sa tutto e niente funziona.
La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché.
Noi abbiamo messo insieme la teoria e la pratica: non c'è niente che funzioni... e nessuno sa il perché !

gandalf
Messaggi: 232
Iscritto il: mer mar 19, 2008 21:54

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da gandalf » lun dic 13, 2010 10:24

Su tutto il condominio c'è un contratto servizio energia e sono state mese a tutti le stessa valvole termostatiche e gli stessi detendori, solo che facendo un gior negli apaprtamenti più freddi l'installatore si è accorto che su alcuni caloriferi gli attacchi di mandati e ritorno erano invertiti e bassi a paviemnto.

Avatar utente
Manofthemoon
Messaggi: 1580
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:31
Località: Cuneo - provincia
Contatta:

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da Manofthemoon » lun dic 13, 2010 12:19

occhio a mettere la valvola sul ritorno che si chiude da sola..

fede24
Messaggi: 42
Iscritto il: gio dic 16, 2010 19:13

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da fede24 » sab dic 18, 2010 12:33

Manofthemoon ha scritto:attenzione a montare la valvole sempre sulla mandata...
Cosa c'entra, la valvola termostatica (sia a cera che a liquido)sente la temperatura dell'aria e non dell'acqua, l'importante è l'altezza da terra per questo se gli attacchi sono laterali si dovrebbe mettere in alto ma se gli attacchi sono bassi l'unica soluzione è la sonda remota

Cmq ne ho installate diverse al contrario e funzionano perfettamente

fede24
Messaggi: 42
Iscritto il: gio dic 16, 2010 19:13

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da fede24 » sab dic 18, 2010 12:39

gandalf ha scritto:Sempre più mi ritrovo a riqualificare impianti termici con la sostotizuone del generatore e l'installazione di valvole termostatiche.
Spesso però trovo vecchi impianti in cui gli attacchi mandata/rotorno sono invertiti rispetto agli altri e cioè l'acqua calda entra da sotto e esce da sopra. Spesso questi caloriferi hanno temperature che a detta dal cliente sono più basse di quelle dei vicini.
Secondo voi come si può risolvere il problema?
C'è una spiegazione razionale da dire al cliente senza farsi mangiare la faccai tutte le volte ?

Chiedo aiuto

L'inversione mandata-ritorno non c'entra niente, te lo dico per esperienza personale, l'impianto funziona uguale anzi qualcuno dice che sarebbe più equilibrato in base alla teoria dell'inversione delle perdite di carico, cmq l'unico problema potrebbe venire dal fatto se l'impianto di riscaldamento invece di essere basso a collettori complanari, fosse aereo, cioè fatto passare sopra le porte(tripico di quando si passa dal centralizzato all'autonomo per non rompere i pavimenti)in quel caso la valv ola jolli(sfiato automatico) si troverebbe ad essere sul ritorno(oltrechè più bassa)e potrebbe creare problemi di aspirazione, ma nella pratica non succede quasi mai(dipende anche dalle pendenze che lìidraulico ha dato alle tubazioni)

[/quote]

Enry65
Messaggi: 71
Iscritto il: mer mar 18, 2009 13:49

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da Enry65 » ven gen 07, 2011 16:39

Sarà la teoria dell' inversione ma dove mi è capitato di mettere mano perchè qualcuno ha invertito andata/ritorno il risultato è sempre quello di un radiatore che scalda poco.
Invertigli andata/ritorno in maniera corretta e il radiatore si scalderà come quello del vicino, Lui è contento tu sei a posto e se qull' altro aveva sbagliato " alza le mani " l' importante è il risultato finale.

Marcus
Messaggi: 1154
Iscritto il: sab nov 25, 2006 15:28
Località: Roma
Contatta:

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da Marcus » ven gen 07, 2011 23:12

Attacchi invertiti significa che l'acqua calda entra dal basso anzichè dall'alto all'interno del radiatore. Poichè l'acqua calda è più leggera è ovvio che in tali condizioni si abbia un cortocircuito e insufficiente circolazione nel radiatore che di conseguenza sarà appena tiepido. Se gli attacchi sono invertiti vanno messi nel modo giusto indipendentemente dal fatto che ci siano o meno le termostatiche.
Per quanto concerte l'installazione delle valvole termostatiche è bene metterle come sono previste dal costruttore, quasi sempre sulla mandata, se collocate in modo sbagliato mi risulta che siano rumorose.

fede24
Messaggi: 42
Iscritto il: gio dic 16, 2010 19:13

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da fede24 » sab gen 08, 2011 09:54

Marcus ha scritto:Attacchi invertiti significa che l'acqua calda entra dal basso anzichè dall'alto all'interno del radiatore. Poichè l'acqua calda è più leggera è ovvio che in tali condizioni si abbia un cortocircuito e insufficiente circolazione nel radiatore che di conseguenza sarà appena tiepido. Se gli attacchi sono invertiti vanno messi nel modo giusto indipendentemente dal fatto che ci siano o meno le termostatiche.
Per quanto concerte l'installazione delle valvole termostatiche è bene metterle come sono previste dal costruttore, quasi sempre sulla mandata, se collocate in modo sbagliato mi risulta che siano rumorose.
Ma come si fanno a dire certe cose senza nessuna cognizione di causa?
Cosa c'entra l'acqua calda che entra dal basso :shock:
Sono idraulico e in passato sostituendo le caldaie su 3 impianti(per la fretta)ho invertito gli attacchi, funziona alla perfezione
I problemi possono venire solo dalla mancata espulsione dell'aria non dall'acqua calda che va verso l'alto :lol:
Questo problema forse si può presentare per gli impianti sopra le porte e MAI per quelli a collettore per terra

Per l'ennesima volta, le valvole termostatiche sentono la temperatura dell'aria e non dell'acqua, quindi possono essere messe anche sul ritorno, l'unica cosa importante è l'altezza da terra per sentire la giusta temperatura (non date retta alle c.....e di chi ve le vende)
Con questo chiudo i miei interventi in questo 3d

Marcus
Messaggi: 1154
Iscritto il: sab nov 25, 2006 15:28
Località: Roma
Contatta:

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da Marcus » sab gen 08, 2011 11:54

fede24 ha scritto:
Ma come si fanno a dire certe cose senza nessuna cognizione di causa?
Cosa c'entra l'acqua calda che entra dal basso :shock:
Sono idraulico e in passato sostituendo le caldaie su 3 impianti(per la fretta)ho invertito gli attacchi, funziona alla perfezione
I problemi possono venire solo dalla mancata espulsione dell'aria non dall'acqua calda che va verso l'alto :lol:
Questo problema forse si può presentare per gli impianti sopra le porte e MAI per quelli a collettore per terra

Per l'ennesima volta, le valvole termostatiche sentono la temperatura dell'aria e non dell'acqua, quindi possono essere messe anche sul ritorno, l'unica cosa importante è l'altezza da terra per sentire la giusta temperatura (non date retta alle c.....e di chi ve le vende)
Con questo chiudo i miei interventi in questo 3d
Fede24 ti consiglio un approccio meno arrogante a questo forum. La maggior parte delle persone che vi scrivono sono tecnici e nessono ha la pretesa (come te) di avere il sapere in tasca per 4 radiatori che presumi di aver aggiustato.
E prima di obiettare a vanvera cerca di capire quello che gli altri stanno cercando di comunicare: non sono io a dire che l'acqua calda tende ad andare verso l'alto, lo dice la fisica e lo dicono i numeri, che poi a te i radiatori abbiano funzionato può dipendere da 10mila altre cause o concause tutte da vedere nel caso specifico, non ultimo il fatto che i radiatori non sono tutti uguali e a seconda di come sono congegnati possono consentire o meno l'ingresso dal basso. Ciò non toglie che per radiatori standard la regola di buona tecnica è quella che io ho esposto poi tu fai come ti pare ma evita di andare a dare facili e sbagliati consigli

fede24
Messaggi: 42
Iscritto il: gio dic 16, 2010 19:13

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da fede24 » sab gen 08, 2011 12:28

Fede24 ti consiglio un approccio meno arrogante a questo forum. La maggior parte delle persone che vi scrivono sono tecnici e nessono ha la pretesa (come te) di avere il sapere in tasca per 4 radiatori che presumi di aver aggiustato.
E prima di obiettare a vanvera cerca di capire quello che gli altri stanno cercando di comunicare: non sono io a dire che l'acqua calda tende ad andare verso l'alto, lo dice la fisica e lo dicono i numeri, che poi a te i radiatori abbiano funzionato può dipendere da 10mila altre cause o concause tutte da vedere nel caso specifico, non ultimo il fatto che i radiatori non sono tutti uguali e a seconda di come sono congegnati possono consentire o meno l'ingresso dal basso. Ciò non toglie che per radiatori standard la regola di buona tecnica è quella che io ho esposto poi tu fai come ti pare ma evita di andare a dare facili e sbagliati consigli[/quote]

Va bene io modero i termini, però il concetto rimane lo stesso, io ti dico quello che avviene nella pratica e non sulla teoria.
Se non erro c'era un metodo di progettazione chiamato col nome di ritorno inverso che sosteneva che con questo sistema addirittura si distribuivano meglio le perdite di carico.

Cmq tornando al post iniziale, la domanda era se si sbagliava e si invertiva la mandata ritorno, l'impianto funziona?

La risposta è si, l'impianto funziona ugualmente
Certo, se possibile è meglio non invertire

antopeddis
Messaggi: 26
Iscritto il: lun apr 12, 2010 17:53

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da antopeddis » sab gen 08, 2011 18:21

Si pero per ritorno inverso non significa invertire la mandata col ritorno, ma fare in modo che il radiatore che e stato servito per ultimo nella mandata, venga servito per primo nel ritorno.

Andrea70
Messaggi: 629
Iscritto il: ven lug 13, 2007 10:11
Località: Trento
Contatta:

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da Andrea70 » dom gen 09, 2011 14:45

antopeddis ha scritto:Si pero per ritorno inverso non significa invertire la mandata col ritorno, ma fare in modo che il radiatore che e stato servito per ultimo nella mandata, venga servito per primo nel ritorno.
Ovviamente è così per il ritorno inverso!! Che c'entra invertire mandata con ritorno??
Fede24, senza polemica ma hai scritto una enorme inesattezza.

fede24
Messaggi: 42
Iscritto il: gio dic 16, 2010 19:13

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da fede24 » dom gen 09, 2011 15:01

Andrea70 ha scritto:
antopeddis ha scritto:Si pero per ritorno inverso non significa invertire la mandata col ritorno, ma fare in modo che il radiatore che e stato servito per ultimo nella mandata, venga servito per primo nel ritorno.
Ovviamente è così per il ritorno inverso!! Che c'entra invertire mandata con ritorno??
Fede24, senza polemica ma hai scritto una enorme inesattezza.
Ok, ho scritto un inesattezza, ma era solo una frase aggiunta alla fine di un ragionamento

Però il risultato non cambia, i piccoli impianti domestici (al 99%) possono essere invertiti, non ci complichiamo la vita

Se parliamo di inesattezze, trovo più grave affermare che le valvole termostatiche vanno obbligatoriamente messe sulla mandata (il perchè non si sa, però qualcuno l'avrà detto)

Green22
Messaggi: 42
Iscritto il: lun gen 15, 2018 09:33

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da Green22 » sab feb 03, 2018 15:46

Marcus ha scritto:
ven gen 07, 2011 23:12
Attacchi invertiti significa che l'acqua calda entra dal basso anzichè dall'alto all'interno del radiatore. Poichè l'acqua calda è più leggera è ovvio che in tali condizioni si abbia un cortocircuito e insufficiente circolazione nel radiatore che di conseguenza sarà appena tiepido. Se gli attacchi sono invertiti vanno messi nel modo giusto indipendentemente dal fatto che ci siano o meno le termostatiche.
Per quanto concerte l'installazione delle valvole termostatiche è bene metterle come sono previste dal costruttore, quasi sempre sulla mandata, se collocate in modo sbagliato mi risulta che siano rumorose.
parole sante e valide anche a distanza di anni!

Gli impianti con mandata e ritorno invertiti funzionano ma non rendono allo stesso modo, anzi molto di meno

Grazie

:D

Green22
Messaggi: 42
Iscritto il: lun gen 15, 2018 09:33

Ma come cavolo facevano ad invertirli?

Messaggio da Green22 » sab feb 03, 2018 15:53

Questa é una bella domanda, non li provavano?

Ovvero spingevano talmente tanto che nessuno se ne é mai accorto?

Ma secondo voi l'inversione é in cantina alla partenza/saldatura dei tubi oppure salendo in verticale verso l'ultimo piano?

E nei vecchi impianti la mandata dell'acqua calda sale fino in cima al solaio per poi ridiscendere ai vari montanti dei diversi piani oppure la mandata sale dalla cantina e piano piano distribuisce l'acqua calda?

In verticale i tubi della mandata e del ritorno scorrevano vicini? Cioè affiancati oppure in profondità, cioè uno davanti e uno dietro?

Grazie delle vostre dritte e buon weekend

A

:D

Green22
Messaggi: 42
Iscritto il: lun gen 15, 2018 09:33

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da Green22 » lun feb 05, 2018 10:09

buongiorno a tutti, qualche idea?

Grazie

A

Avatar utente
ingvalter
Messaggi: 296
Iscritto il: dom ott 12, 2008 20:48

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da ingvalter » mer feb 28, 2018 11:57

fede24 ha scritto:
dom gen 09, 2011 15:01
[Però il risultato non cambia, i piccoli impianti domestici (al 99%) possono essere invertiti, non ci complichiamo la vita

Se parliamo di inesattezze, trovo più grave affermare che le valvole termostatiche vanno obbligatoriamente messe sulla mandata (il perchè non si sa, però qualcuno l'avrà detto)
caro Fede, sicuramente tu hai molta esperienza sulla installazione e manutenzione degli impianti e hai ragione quando dici che si può invertire tranquillamente, su un radiatore ad alta temperatura, il senso di circolazione collegando la mandata in basso e il ritorno in alto.

Quando però installi anche le teste termostatiche sulle valvole di mandata avrai la chiusura della valvola nel senso opposto al flusso e quindi la valvola tenderà a rimanere aperta. Se invece monti la testa termostatica sulla valvola sul ritorno avrai la chiusura nel senso del flusso e questo trascinerà l'otturatore verso la chiusura provocandone la chiusura anche quando dovrebbe rimanere leggermente aperta. Ciò può causare rumori, dovuti al battere dell'otturatore sulla sede, chiusure intempestive con mancata regolazione, usura della valvola per frequenti azionamenti.
Questo fenomeno non si verifica sempre ma dipende dalla portata della tubazione, e dove la portata è bassa non si nota neppure.

Quindi, ecco perché di regola si installa la valvola con la regolazione termostatica sulla mandata e non sul ritorno.
---------------------------------------------
Consulenza energetica
http://www.ingmarcone.it
---------------------------------------------

Green22
Messaggi: 42
Iscritto il: lun gen 15, 2018 09:33

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da Green22 » mer feb 28, 2018 14:37

ingvalter ha scritto:
mer feb 28, 2018 11:57
fede24 ha scritto:
dom gen 09, 2011 15:01
[Però il risultato non cambia, i piccoli impianti domestici (al 99%) possono essere invertiti, non ci complichiamo la vita

Se parliamo di inesattezze, trovo più grave affermare che le valvole termostatiche vanno obbligatoriamente messe sulla mandata (il perchè non si sa, però qualcuno l'avrà detto)
caro Fede, sicuramente tu hai molta esperienza sulla installazione e manutenzione degli impianti e hai ragione quando dici che si può invertire tranquillamente, su un radiatore ad alta temperatura, il senso di circolazione collegando la mandata in basso e il ritorno in alto.

Quando però installi anche le teste termostatiche sulle valvole di mandata avrai la chiusura della valvola nel senso opposto al flusso e quindi la valvola tenderà a rimanere aperta. Se invece monti la testa termostatica sulla valvola sul ritorno avrai la chiusura nel senso del flusso e questo trascinerà l'otturatore verso la chiusura provocandone la chiusura anche quando dovrebbe rimanere leggermente aperta. Ciò può causare rumori, dovuti al battere dell'otturatore sulla sede, chiusure intempestive con mancata regolazione, usura della valvola per frequenti azionamenti.
Questo fenomeno non si verifica sempre ma dipende dalla portata della tubazione, e dove la portata è bassa non si nota neppure.

Quindi, ecco perché di regola si installa la valvola con la regolazione termostatica sulla mandata e non sul ritorno.
parole sante

A

Green22
Messaggi: 42
Iscritto il: lun gen 15, 2018 09:33

ATTENZIONE IL MISTERO SI INFITTISCE

Messaggio da Green22 » lun mar 19, 2018 15:29

Buongiorno é incredibile senza che nessuna abbia fatto nulla i tubi ora sono corretti ovvero l'acqua calda entra dall'alto ed esce dal basso.

Ma nessuno ha toccato nulla!

Cosa può essere successo in questo periodo dove c'é poca richiesta di acqua calda visto che il clima non é così freddo?

In più da qualche giorno, forse da quando c'é stata la magica inversione, le valvole termostatiche hanno iniziato a fischiare, non sempre ma spesso.

Ora, e sono un profano, mi chiedo cosa può essere successo? Sicuramente c'é qualcosa che non funziona in caldaia: che sia un bypass, o una pompa che funziona male o che gira all'inverso. Non ho proprio idea!

A nessuno di Voi é mai successo o qualcuno ha una spiegazione logica
?

Grazie e buona settimana a tutti

:D

antonio
Messaggi: 416
Iscritto il: lun set 17, 2007 11:27

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da antonio » lun mar 19, 2018 17:10

E' sicuramente passato il mago Forrest in centrale

Green22
Messaggi: 42
Iscritto il: lun gen 15, 2018 09:33

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da Green22 » lun mar 19, 2018 17:20

e non solo!

seriamente qualcuno ha idea?

:?:

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4183
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da NoNickName » mar mar 20, 2018 08:26

La pompa è trifase?
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

Green22
Messaggi: 42
Iscritto il: lun gen 15, 2018 09:33

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da Green22 » mar mar 20, 2018 08:42

non ho idea, perché se lo fosse?
io ho come l'impressione che visto che, i piani sotto, noi siamo al terzo ed ultimo, in questo periodo non "chiedono" acqua calda perché la temperatura non é così bassa, l'impianto ha la forza di "arrivare" a noi, ma é solo un'impressione. ricorda che le valvole fischiano e prima non l'hanno mai fatto, intendo quando i tubi erano invertiti.

Grazie

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4183
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da NoNickName » mar mar 20, 2018 12:30

Green22 ha scritto:
mar mar 20, 2018 08:42
non ho idea, perché se lo fosse?
Perchè se inverti due fasi di una pompa trifase, gira al contrario. A questo punto la domanda non è se gli attacchi sono invertiti, ma se la pompa gira giusta.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

Green22
Messaggi: 42
Iscritto il: lun gen 15, 2018 09:33

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da Green22 » mar mar 20, 2018 14:09

Ok grazie questo é chiaro ma dobbiamo partire dai dati storici:

- il problema che acqua decisamente più calda entra dall'alto e non dal basso si presenta già da almeno due stagioni. I due radiatori interessati non si scladano mai in modo uniforme

- qualche anno prima era stata sostituita la vecchia caldaia con due caldaie da 75 e 40 e penso relative pompe

- nessuno recentemente ha cambiato nulla e nemmeno il verso delle polarità dell'eventuale pompa a 380

-é un dato oggettivo che ora acqua più calda entra dall'alto e che, finalmente, il radiatore si scalda in modo uniforme e l'ambiente raggiunge la temperatura di 20 gradi

- in concomitanza con ciò le valvole, di tutti i caloriferi o di molti anche di quelli senza la supposta inversione, vibrano e fischiano

- non in tutti i radiatori della casa il flusso era invertito, alcuni funzionano correttamente e continuano a farlo ora

Detto ciò quale potrebbe essere il problema?

Grazie 1000

A

antonio
Messaggi: 416
Iscritto il: lun set 17, 2007 11:27

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da antonio » mar mar 20, 2018 14:36

Il primo problema è che dovresti spiegarti meglio:
Green22 ha scritto:
mar mar 20, 2018 14:09
... dobbiamo partire dai dati storici:
- il problema che acqua decisamente più calda entra dall'alto e non dal basso si presenta già da almeno due stagioni. I due radiatori interessati non si scladano mai in modo uniforme
.........
-é un dato oggettivo che ora acqua più calda entra dall'alto e che, finalmente, il radiatore si scalda in modo uniforme e l'ambiente raggiunge la temperatura di 20 gradi
Sta benedetta acqua calda, entra dall'alto o dal basso?
Green22 ha scritto:
mar mar 20, 2018 14:09
- qualche anno prima era stata sostituita la vecchia caldaia con due caldaie da 75 e 40 e penso relative pompe
Sono iniziati prima o dopo questo intervento, i vostri problemi?
Green22 ha scritto:
mar mar 20, 2018 14:09
- nessuno recentemente ha cambiato nulla e nemmeno il verso delle polarità dell'eventuale pompa a 380
Ne sei proprio sicuro?
Green22 ha scritto:
mar mar 20, 2018 14:09
-é un dato oggettivo che ora acqua più calda entra dall'alto e che, finalmente, il radiatore si scalda in modo uniforme e l'ambiente raggiunge la temperatura di 20 gradi
Qualcuno, a vostra insaputa, ha forse fatto il miracolo? Vi siete magari rivolti a San Gennaro?
Green22 ha scritto:
mar mar 20, 2018 14:09
- in concomitanza con ciò le valvole, di tutti i caloriferi o di molti anche di quelli senza la supposta inversione, vibrano e fischiano
Da quando? solo adesso ?
Green22 ha scritto:
mar mar 20, 2018 14:09
- non in tutti i radiatori della casa il flusso era invertito, alcuni funzionano correttamente e continuano a farlo ora
Con fischio o senza?

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4183
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da NoNickName » mar mar 20, 2018 14:49

L'acqua calda è più calda di prima? L'acqua calda è perchè è più calda di quella fredda o ti sembra più calda perchè prima era meno calda??
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

Green22
Messaggi: 42
Iscritto il: lun gen 15, 2018 09:33

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da Green22 » mar mar 20, 2018 15:30

l'acqua é calda ed entra ora correttamente dall'alto mentre prima dal basso, con misura laser

i problemi sono iniziati ben dopo il cambio della caldaia

nessuno ha toccato nulla

san gennaro non si é visto

si in concomitanza vuol dire insieme e quindi prima non fischiavano

quando fischia un radiatore facile che fischino anche gli altri

antonio
Messaggi: 416
Iscritto il: lun set 17, 2007 11:27

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da antonio » mar mar 20, 2018 15:44

E' allora molto probabile, secondo il mio parere, che siano state installate delle pompe sbagliate.

Green22
Messaggi: 42
Iscritto il: lun gen 15, 2018 09:33

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da Green22 » mar mar 20, 2018 15:55

antonio ha scritto:
mar mar 20, 2018 15:44
E' allora molto probabile, secondo il mio parere, che siano state installate delle pompe sbagliate.
anche io penso qualcosa del genere: pompe che quando spingono poco riescono ad assicurare il corretto flusso dell'acqua; mentre in inverno duro quando tutti chiamano acqua calda e tanta succede magari non "riescono a spingere bene" e magari l'acqua di ritorno si mischia con quella di andata

in centrale termica io ho visto un accrocchio dove tubi dell'acqua di mandata e ritorno si "mischiano", può essere?

Grazie

antonio
Messaggi: 416
Iscritto il: lun set 17, 2007 11:27

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da antonio » mar mar 20, 2018 17:00

Chiama un termotecnico e fai verificare per bene il tutto, soprattutto il corretto dimensionamento delle elettropompe.

Green22
Messaggi: 42
Iscritto il: lun gen 15, 2018 09:33

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da Green22 » mar mar 20, 2018 22:25

3 piano ed ultimo

66 caloriferi in condominio

impianto: due caldaie da 75+40

2 pompe Grundfos ups 15-70 a giri fissi

1 pompa Grundfos magna 15-120 con inverter e giri variabili
Ultima modifica di Green22 il mer mar 21, 2018 16:44, modificato 1 volta in totale.

Green22
Messaggi: 42
Iscritto il: lun gen 15, 2018 09:33

Re: ATTACCHI CALORIFERI INVERTITI

Messaggio da Green22 » mar mar 20, 2018 22:26

antonio ha scritto:
mar mar 20, 2018 17:00
Chiama un termotecnico e fai verificare per bene il tutto, soprattutto il corretto dimensionamento delle elettropompe.

si a questo punto deve essere fatto perché quello attuale non é all'altezza

Grazie

Rispondi