Impianto riscaldamento...radiatori, pannelli, stufe, caldaia

Normativa Termotecnica, Impianti di riscaldamento, Legge 10/91, DLgs 192/05, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
ioria
Messaggi: 8
Iscritto il: lun nov 15, 2010 22:36

Impianto riscaldamento...radiatori, pannelli, stufe, caldaia

Messaggio da ioria » mer nov 17, 2010 23:27

Salve,
dal terreno di mio nonno, sto mettendo su un palazzo di 4 appartamenti, ciascuno su due piani.

Località: Roma.

Ho parlato veramente con parecchia gente, contattando ditte qua e là e finalmente sto portando un preventivo fino in fondo. Capire se il prezzo che ne sta venendo fuori è equo, è un'impresa, certo la ditta mi pare molto preparata... eppure... chiedo conforto a voi.

Sono partito senza preconcetti, nel senso che non avevo in mente l'impianto, volevo arrivare solo all'ottimo.
Si tratta di appartamenti abitati, non certo da vivere solo il week end.

Questo l'impianto che ne è uscito:
4 impianti indipendenti, uno per appartamento. Pavimenti radianti, caldaia a condensazione (anche se ora il tecnico se ne è uscito con questa pompa di calore... boh). Solare termico, un pannello per impianto e dove possibile, stufa a pallet.
Tutto integrato, se volete, pubblico piante e preventivi.

Eppure ancora il dubbio mi assale, è Novembre, ancora non ho acceso i riscaldamenti nella mia vecchia casa. Secondo voi esperti... per quello che ho detto.

Meglio riscaldamento a pavimento o radiatori?
Meglio solare termico o i pannelli non sono poi così efficienti?
Meglio caldaia a gas o pompa di calore?
Caldaia tradizionale o a condesazione?

Non mi dite "dipende" sono un ingegnere e tutti sappiamo che stabilite le condizioni a contorno esistono contributi che hanno un rendimento o inutili, convenienti o meno. O magari assolutamente ininfluenti o quasi.

Grazie per qualsiasi contributo.
Ioria

Avatar utente
maverick
Messaggi: 78
Iscritto il: ven ott 27, 2006 16:50

Re: Impianto riscaldamento...radiatori, pannelli, stufe, caldaia

Messaggio da maverick » gio nov 18, 2010 09:53

Non sono ingegnere ma dico dipende, dipende dall'involucro dell'edificio e da li si parte a ragionare sull'impianto, dal fattore di forma S/V ecc... tutto potrebbe andare bene ed essere efficiente oppure meno.
"Oggigiorno si conosce il prezzo di tutto e il valore di niente" O. Wilde

soloalfa
Messaggi: 1179
Iscritto il: ven ott 10, 2008 16:36

Re: Impianto riscaldamento...radiatori, pannelli, stufe, caldaia

Messaggio da soloalfa » gio nov 18, 2010 09:55

non conosco la tua zona climatica... ma la stufa a pallet non la metterei comunque. io farei una cosa semplice, collaudata, e non troppo dispendiosa. caldaia a condensazione con 1 pannello solare o 2 se c'è spazio per un bell'accumulo e gli appartamenti sono grandi. pannello radiante.
Io la penso cosi. poi sicuramente qualche mio collega farebbe qualcos'altro, ma nessun impianto è perfetto!
La teoria è quando si sa tutto e niente funziona.
La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché.
Noi abbiamo messo insieme la teoria e la pratica: non c'è niente che funzioni... e nessuno sa il perché !

soloalfa
Messaggi: 1179
Iscritto il: ven ott 10, 2008 16:36

Re: Impianto riscaldamento...radiatori, pannelli, stufe, caldaia

Messaggio da soloalfa » gio nov 18, 2010 09:55

ah! e il raffrescamento come lo faresti?
La teoria è quando si sa tutto e niente funziona.
La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché.
Noi abbiamo messo insieme la teoria e la pratica: non c'è niente che funzioni... e nessuno sa il perché !

jerryluis
Messaggi: 2396
Iscritto il: mer apr 04, 2007 20:46
Località: Nella Regione delle Banane

Re: Impianto riscaldamento...radiatori, pannelli, stufe, caldaia

Messaggio da jerryluis » gio nov 18, 2010 10:39

Non ho capito proprio il tuo punto di partenza...
IMHO ti conviene affidarti ad un serio professionista termotecnico (Che si occupa della progettazione dell'impianto di climatizzazione estivo/invernale) della tua zona e da li parti.
Devi stabilire degli obiettivi: ovvero che prestazioni ti aspetti da quelle abitazioni, che livello di confort, piuttosto se può prevedere il tipo di utenza che andranno ad abitarle.
Allo stato delle tue richieste è tecnicamente imposssibile risponderti in modo serio e professionale.
Rischieresti di ottenere delle risposte più paragonabili alle discussioni del bar che ad informazioni tecniche utili.
Ora diventerò un coso per usare la cosa+, domani la la cosa++ e chissà a quando la cosa super+ ....
ma a me interessa tutt'altra cosa .....

ioria
Messaggi: 8
Iscritto il: lun nov 15, 2010 22:36

Re: Impianto riscaldamento...radiatori, pannelli, stufe, caldaia

Messaggio da ioria » gio nov 18, 2010 11:46

Grazie jerryluis, non siamo in un bar, ma nemmeno dal notaio a ratificare nulla col sangue per fortuna. Tant'è che ti chiami jerryluis e io ioria :)
Se servono dettagli, essendo un forum, parliamone.

Mi sono già affidato ad un termotecnico professionista, che sia serio lo vedremo, per ora sto capendo anche se è caro. Comunque ho contattato un forum per un confronto.

Allora. Come detto la zona è Roma, edificio in nuova costruzione.
Per quanto riguarda l'isolamento, è questo qui
https://docs.google.com/viewer?a=v&pid= ... YjNk&hl=it.
Anzi, ad essere preciso, verrà usato come isolante, al posto del pannello, un poliuretano a spruzzo (che non ha ponti termici) che farà da cappotto anche a pilastri, travi, oltre che pareti esterne. Naturalmente sarà frapposto al pacchetto murario con piccola intercapedine che sto cercando di far ventilare. Infissi a doppio vetro.

Per il fattore di forma, immagino dell'edificio, possiamo dare un'occhiata a queste immagini:
- Prospetto frontale
https://docs.google.com/leaf?id=0B3pgeQ ... ist&num=50
- Retro
https://docs.google.com/leaf?id=0B3pgeQ ... ist&num=50
- Prospetto laterale sinistro
https://docs.google.com/leaf?id=0B3pgeQ ... ist&num=50
- Prospetto laterale destro
https://docs.google.com/leaf?id=0B3pgeQ ... ist&num=50

Non si tratta di una zona di villeggiatura, gli appartamenti verranno vissuti, uno da me, uno dai miei, come prima casa. La permanenza sarà di una famiglia che lavora, futuribilmente con bambini. Ogni appartamento ha 2 bagni e sono da pensarsi per 4 persone.

Ora non mi dite che un balcone più grande o più piccolo, fa la differenza, non vi sto chiedendo la potenza nominale della caldaia, ma una valutazione sulla soluzione di base, sulla base di competenze che sicuramente avete più di me ed esperienze dirette.

Se servono altri dettagli posso pubblicare piante, preventivi e marche che mi hanno proposto.

Ora due domande:
- perchè la stufa a pallet no? E' la prima volta che mi contestano una cosa del genere...
- il mio dubbio più grande è relativo ai riscaldamenti a pavimento. Il mio termotecnico professionista dice che hanno un costo 30% superiore ad un impianto a radiatori, ma comporta un risparmio di un 40% anche 45% se si considera il buon accoppiamento con la caldaia a condensazione e il pannello solare... (il discorso della temperatura più bassa insomma...). E' chiaro che il 30% in più lo pago subito, il 40% me lo risparmio nel tempo. Secondo voi, ne vale la pena?

Grazie mille a tutti per i preziosi spunti.

Ioria.

jerryluis
Messaggi: 2396
Iscritto il: mer apr 04, 2007 20:46
Località: Nella Regione delle Banane

Re: Impianto riscaldamento...radiatori, pannelli, stufe, caldaia

Messaggio da jerryluis » gio nov 18, 2010 15:18

Seppur il mio nick sollecita tanta ironia :D spesso sono più affilato di una lama da samurai :mrgreen:
Scherzi a parte,
penso che alla fine rischi di trovarti una marea di ipotesi con le quali rischi di impazzire ocn il tuo termotecnico.
Per esempio, io sono ormai 5 anni che non progetto più un impianto di riscaldamento termoautonomo ....
Anche i mie clienti costruttori, ho discusso seriamente con loro e dopo la loro prima esperienza sul centralizzato non vogliono più sentir parlare diun termoautonomo..
Già qui ti ho dato una versione diversa da tutte.
PDC o caldaia? Bohhhh
Nel senso, sei in ristrettezze economiche e non ti dispiacciono i radiatori? Evita la pdc e pensa ad una caldai a gas o pellets o cippato... su queste si potrebeb innescare un discorso di economicità di esercizio con i carichi automatici (non a sacchi, ma c'è l'autobotte o la possibilità di scarico cippato?)
Preferisci non vedere nulla (a piace per questo l'impianto a pannelli) può tornare in carica la pdc e l'integrazione solare ....
Attenzione ai falsi miti del solare per il riscaldamento ... sono troppe le varianti
eppure non è una farmacia ne un laboratorio di chimica
Ora diventerò un coso per usare la cosa+, domani la la cosa++ e chissà a quando la cosa super+ ....
ma a me interessa tutt'altra cosa .....

soloalfa
Messaggi: 1179
Iscritto il: ven ott 10, 2008 16:36

Re: Impianto riscaldamento...radiatori, pannelli, stufe, caldaia

Messaggio da soloalfa » gio nov 18, 2010 16:24

Ora due domande:
- perchè la stufa a pallet no? E' la prima volta che mi contestano una cosa del genere...laccusatemi pure di razzismo contro le stufe a pallet :lol: ma:
1- a meno che tu faccia un impianto complicato/costoso scaldi una stanza sola
3- è da caricare...
4- non puoi fare a meno di una caldaia comunque soprattutto se hai il radiante che deve andare in continuo, quindi 2 macchine da far manutenzione, 2 macchine che consumano.
5- se proprio ti piace andare in giro con sacchi di segatura misto colla per casa e sbattimento per andare a comprarla, posto dove tenere i sacchi... fai pure!
6- occupa spazio, poi personalmente non mi piacciono proprio con quella fiammellina... vuoi mettere una cenetta romantica davanti al tepore del caminetto? ti immagini una cenetta davanti ad una stufa a pallet! :mrgreen:

- il mio dubbio più grande è relativo ai riscaldamenti a pavimento. Il mio termotecnico professionista dice che hanno un costo 30% superiore ad un impianto a radiatori, ma comporta un risparmio di un 40% anche 45% se si considera il buon accoppiamento con la caldaia a condensazione e il pannello solare... (il discorso della temperatura più bassa insomma...). E' chiaro che il 30% in più lo pago subito, il 40% me lo risparmio nel tempo. Secondo voi, ne vale la pena?guadagni spazio, non ci sono le strisciate nere dei caloriferi, sarà una cavolata, ma secondo me è importante. miglior comfort. l'unica cosa non pensare di tenerlo acceso come un impianto a radiatori, quindi solo un paio d'ore prima di soggiornarci. una condensazione si sposa benissimo
E' chiaro che bisogna analizzare tutto e bene ma cosa volete che una caldaia a condensazione non vada bene per una casa nuova! se è nuova sarà ben isolata... poi se l'S/V è favorevole o no, non ti fa decidere se mettere radiatori o pannello, caldaia tradizionale o a condensazione
Grazie mille a tutti per i preziosi spunti.

Ioria.
La teoria è quando si sa tutto e niente funziona.
La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché.
Noi abbiamo messo insieme la teoria e la pratica: non c'è niente che funzioni... e nessuno sa il perché !

ioria
Messaggi: 8
Iscritto il: lun nov 15, 2010 22:36

Re: Impianto riscaldamento...radiatori, pannelli, stufe, caldaia

Messaggio da ioria » gio nov 18, 2010 16:27

Grazie mille jerryluis. Utilissimo...

Da tue indicazioni, penso che opererò così...
- per il pavimento radiante ci penso non appena ho il preventivo dettagliato. Diciamo che mi metto nell'ottica di pensarlo come qualcosa in più. Al momento ho solo il preventivo dei materiali che si aggirano sulle 4000-6000 ad appartamento (sono 4), caldaie e pannello solare escluso, ma mi manca la manodopera (va considerato anche il doppio massetto)
- per quanto riguarda il discorso centralizzato-autonomo, gliene parlo non appena ho la ditta che mi viene a fare il sopralluogo. Vediamo dove posso mettere il tutto. Mi aspetto serva un locale tecnico adeguato e certificato in qualche modo. Ne parlo con lui. Perchè qui il risparmio mi è chiarissimo in mente (meno caldaie e maggiore efficienza). Tuttavia l'ipotesi fu scartata per via del fatto che gli appartamenti sono solo 4. Mi immagino che su 8-12 appartamenti, il vantaggio è schiacciante!
- per il pannello solare, specie per l'acqua calda la metterei, non mi dispiace. Cerco di capire quanto costa
- La stufa a pallet la metterei, è bella, arreda e nella mezza stagione può fare la differenza (a casa mia vecchia io i termosifoni ancora non li ho accesi e siamo al 18/11)

Insomma, se per comprare tutto questo, non posso fare le finestre perchè ho finito i soldi, rivedo il tutto.

N.B.: i 4000-6000 euro erano da scontare e per un impianto REHAU, sto piegando verso uno Rotex, mi pare molto buono e comunque molto più economico. Forse più problematico per il raffrescamento, cosa a cui al momento non sto pensando.

Grazie per i contributi.
ioria.

soloalfa
Messaggi: 1179
Iscritto il: ven ott 10, 2008 16:36

Re: Impianto riscaldamento...radiatori, pannelli, stufe, caldaia

Messaggio da soloalfa » gio nov 18, 2010 16:59

ioria ha scritto:Grazie mille jerryluis. Utilissimo...

- La stufa a pallet la metterei, è bella, arreda e nella mezza stagione può fare la differenza (a casa mia vecchia io i termosifoni ancora non li ho accesi e siamo al 18/11)

ioria.
per quello che ti chiedo del raffrescamento... se hai un semplice multisplit, ti aiutera quello nelle mezze stagioni anzichè la stufa...
La teoria è quando si sa tutto e niente funziona.
La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché.
Noi abbiamo messo insieme la teoria e la pratica: non c'è niente che funzioni... e nessuno sa il perché !

ioria
Messaggi: 8
Iscritto il: lun nov 15, 2010 22:36

Re: Impianto riscaldamento...radiatori, pannelli, stufe, caldaia

Messaggio da ioria » gio nov 18, 2010 17:34

Ciao soloalfa.
accusatemi pure di razzismo contro le stufe a pallet ma:
1- a meno che tu faccia un impianto complicato/costoso scaldi una stanza sola
3- è da caricare...
4- non puoi fare a meno di una caldaia comunque soprattutto se hai il radiante che deve andare in continuo, quindi 2 macchine da far manutenzione, 2 macchine che consumano.
5- se proprio ti piace andare in giro con sacchi di segatura misto colla per casa e sbattimento per andare a comprarla, posto dove tenere i sacchi... fai pure!
6- occupa spazio, poi personalmente non mi piacciono proprio con quella fiammellina... vuoi mettere una cenetta romantica davanti al tepore del caminetto? ti immagini una cenetta davanti ad una stufa a pallet!
Allora, hai ragione, sono stato poco chiaro. In pratica sono 4 appartamenti, due più grandi, due più piccoli. Nei due più grandi ci sarà un termocamino per le cenette. Nei due appartamenti superiori lo spazio è minore, un camino mi occupa troppo e il pallet lo trovo più comodo. E poi scusami, la stufa sarà poco romantica, ma il multisplit è quasi peggio della maschera al kiwi coi bigodini in testa...
Il raffrescamento vediamo... personalmente non sopporto l'aria condizionata, ma chiaramente predisporrò qualcosa...
Secondo voi, ne vale la pena?guadagni spazio, non ci sono le strisciate nere dei caloriferi, sarà una cavolata, ma secondo me è importante. miglior comfort. l'unica cosa non pensare di tenerlo acceso come un impianto a radiatori, quindi solo un paio d'ore prima di soggiornarci. una condensazione si sposa benissimo
E' chiaro che bisogna analizzare tutto e bene ma cosa volete che una caldaia a condensazione non vada bene per una casa nuova! se è nuova sarà ben isolata... poi se l'S/V è favorevole o no, non ti fa decidere se mettere radiatori o pannello, caldaia tradizionale o a condensazione
:)
grazie, insomma tu non ci penseresti. Si è ben isolata. pavimento radiante e condensazione...

Grazie.
ioria

soloalfa
Messaggi: 1179
Iscritto il: ven ott 10, 2008 16:36

Re: Impianto riscaldamento...radiatori, pannelli, stufe, caldaia

Messaggio da soloalfa » gio nov 18, 2010 17:47

"E poi scusami, la stufa sarà poco romantica, ma il multisplit è quasi peggio della maschera al kiwi coi bigodini in testa..."

hai ragione anche te! :lol: pero la stufa non raffresca...

ma si fai il radiante! se prendi dei radiatori un po belli spendi tanto quanto il pannello radiante...
La teoria è quando si sa tutto e niente funziona.
La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché.
Noi abbiamo messo insieme la teoria e la pratica: non c'è niente che funzioni... e nessuno sa il perché !

Rispondi