CEI 31-35 vs CEI EN 60079-10-1

Classificazione delle zone pericolose, e progettazione degli impianti nei luoghi con pericolo di esplosione
Rispondi
Terminus
Messaggi: 7751
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

CEI 31-35 vs CEI EN 60079-10-1

Messaggio da Terminus » mar nov 12, 2019 17:16

Sto pian piano cercando di fare un parallelo tra l'attuale 60079-10-1 e la "vecchia" 31-35.
Ho notato che la formula C.4 della 60079 per il calcolo della portata di ventilazione per galleggiamento termico, non coincide con la GC.3.3-3 della 31-35, a meno di differenti valutazioni del coefficiente cs (cd).
A parte il fattore 2 nel calcolo della Ae (norma) che non compare nella Aat della Guida, ma che si ritrova al numeratore sotto radice nella formula della Guida, nella formula della Norma al denomincatore compare la somma (Ti+Tout), invece del valore mediato Taie della Guida.
Quindi ne risulta un ulteriore fattore 2 sotto radice che porta ad un risultato maggiore per la Guida di 1,414 volte.
Non riesco a capire se è un errore di stampa o se invece è una volontaria riduzione dell'effetto camino.
Avete già notato la cosa ?

Il Carrescia afferma (anzi affermava ...... RIP) che la CEI 31-35 in pratica si continuerà ad impiegare praticamente fino al suo riallineamento, ma quanto sopra già comporterebbe la necessità di calcolare la Qa secondo Norma e non più secondo Guida.

Rispondi