Verifiche periodiche DPR 462

Classificazione delle zone pericolose, e progettazione degli impianti nei luoghi con pericolo di esplosione
Rispondi
steu
Messaggi: 2
Iscritto il: gio feb 07, 2019 14:47

Verifiche periodiche DPR 462

Messaggio da steu » gio feb 07, 2019 16:52

Buongiorno a tutti.
Un cliente ha chiesto la verifica periodica dell'impianto nei luoghi con pericolo di esplosione ex DPR 462/01 art. 6 ad un organismo abilitato, il quale afferma di non poter fare la verifica limitatamente al suddetto impianto, ma di dover fare anche la verifica dell'impianto di terra dell'intero stabilimento.

Mi pare che il DPR 462/01 non dica nulla in merito, serve certamente la verifica dell'impianto di terra ma limitatamente ai luoghi con pericolo di esplosione, per il resto dello stabilimento è a discrezione del verificatore

Cosa ne pensate ?

Terminus
Messaggi: 7598
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Verifiche periodiche DPR 462

Messaggio da Terminus » gio feb 07, 2019 18:54

Beh, l'impianto di terra è unico per tutto lo stabilimento.
Va verificato nella sua interezza, non si può tagliarlo a fette, fuori o dentro le zone ATEX.

lbasa
Messaggi: 724
Iscritto il: ven giu 19, 2015 22:41

Re: Verifiche periodiche DPR 462

Messaggio da lbasa » gio feb 07, 2019 21:20

Premessa: i verificatori 462 devono conoscere la Guida CEI 0-14 (guida all'applicazione della 462), nella quale ci sono paragrafi che contribuiscono alle possibili ipotesi interpretative riguardo alle intenzioni dell'organismo abilitato.

- Obblighi di omologazione e verifiche: per nuda legge l'obbligo cade nelle zone 0, 1, 20, 21; forse l'organismo di verifica intendeva dire che la verifica si allarga anche alle zone 2 e 20?
La 0-14 dice:
"... sono sottoposti a obbligo di denuncia le installazioni elettriche ubicate nei luoghi ove sono presenti atmosfere esplosive per la presenza di fluidi che determinano l’esistenza di zone 0 e 1 e di polveri che determinano l’esistenza di zone 20 e 21.
Naturalmente in questi casi l’effettuazione della verifica, dovendo rispettare la regola dell’arte, riguarderà l’intero impianto del luogo con pericolo di esplosione e quindi anche quello relativo alle zone 2 e 22.
Anche nei casi in cui non esiste l’obbligo della denuncia (zone 2 e 22), il datore di lavoro deve realizzare gli impianti a regola d’arte e sottoporre gli stessi a regolari controlli e manutenzione.
"

- Presenza in stabilimento di ambienti a rischio esplosione e di ambienti ordinari: per nuda legge la periodicità di verifca omologativa è diversa fra i due casi (2 o 5 anni); forse l'organismo di verifica intende considerare la periodicità minima di sicurezza?
La 0-14 dice riguardo ai luoghi misti:
"Nei luoghi di lavoro in cui sono presenti alcuni ambienti soggetti a verifica biennale ed altri soggetti a verifica quinquennale, si deve adottare il seguente criterio:
• quando gli ambienti e le attività prevalenti comportano l’effettuazione di verifiche biennali, è opportuno che tutti gli ambienti vengano sottoposti a verifica biennale;
• quando i luoghi e le attività che comportano verifiche biennali sono isolate o compartimentate in maniera che i rischi provenienti da questi ambienti restino confinati in questi luoghi e non si possano estendere agli altri e/o quando gli ambienti da sottoporre a verifica biennale riguardino soltanto ambienti o attività secondarie o residue (ad esempio la sola centrale termica) si dovrà procedere necessariamente con periodicità differenti.
"

steu
Messaggi: 2
Iscritto il: gio feb 07, 2019 14:47

Re: Verifiche periodiche DPR 462

Messaggio da steu » mar feb 12, 2019 12:00

Grazie per l'informazione precisa e puntuale, acquisisco la guida CEI 0-14 per approfondimenti.
Saluti

Rispondi