Contabilizzazione involontaria unità immobiliari misto.

Normativa nazionale, contabilizzazione dei consumi, ripartizione delle spese

Moderatore: Edilclima

Rispondi
karlfelix
Messaggi: 5
Iscritto il: dom lug 07, 2019 09:23

Contabilizzazione involontaria unità immobiliari misto.

Messaggio da karlfelix » lun lug 08, 2019 16:24

Nel nostro condominio di 40 unità immobiliari, abbiamo deciso di mettere i ripartitori, le valvole termostatiche.
Abbiamo incaricato una ditta per la contabilizzazione che ci ha installato radiatore per radiatore i ripartitori di sua
fornitura, ovviamente con la centralina raccolta dati.
Ben 39 appartamenti hanno adempiuto a questa situazione, va da sè, ogni anno, tutti paghiamo le spese di riscaldamento
parte involontaria con le U.C.( unita di consumo).
Un condomino ha installato un contatore in KW. senza i ripartitori, il quale paga le spese di riscaldamento in KW.
In centrale termica abbiamo un contatore di partenza in KW.
Il calcolo dei consumi viene eseguito in questo semplice modo: KW totali - KW appartamento nr.40, la rimanenza dei KW suddivisi
in U.C.
A mio modesto avviso il proprietario con il contatore ci guadagna, in effetti consuma pochissimo.
Domanda:
si può inserire un contatore anzichè i ripartitori come si vuole?
è prevista dalla norma UNI 10200 uniformità di calcolo?

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4158
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Contabilizzazione involontaria unità immobiliari misto.

Messaggio da NoNickName » lun lug 08, 2019 18:39

Cioè avete un sistema misto ripartitori-integratori di calore?
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

karlfelix
Messaggi: 5
Iscritto il: dom lug 07, 2019 09:23

Re: Contabilizzazione involontaria unità immobiliari misto.

Messaggio da karlfelix » lun lug 08, 2019 18:54

39 appartamenti con ripartitori sui radiatori (U.C. sommatoria x ogni app. x39)
1 appartamenti con conta-termia (contatore in KW)

mat
Messaggi: 2943
Iscritto il: lun gen 26, 2009 17:07

Re: Contabilizzazione involontaria unità immobiliari misto.

Messaggio da mat » mar lug 09, 2019 20:46

karlfelix ha scritto:
lun lug 08, 2019 16:24
A mio modesto avviso il proprietario con il contatore ci guadagna, in effetti consuma pochissimo.
Senz'altro, considerando che con il metodo di calcolo che hai indicato la quota parte di consumo involontario viene ripartita tra voialtri in proporzione agli scatti dei ripartitori.
Si tratta di un metodo contrario alla legge, non solo perchè è difforme da quanto prescritto dalla UNI 10200, ma anche dalla deroga (consentita sotto talune condizioni) prevista dal DLgs 102.

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4158
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Contabilizzazione involontaria unità immobiliari misto.

Messaggio da NoNickName » mar lug 09, 2019 23:28

Eh, sì, non si può fare.
Condivido, anche se il contatore di per sè integra l'involontario dell'appartamento, non integra il rendimento di distribuzione e di generazione.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

Avatar utente
ilverga
Messaggi: 1943
Iscritto il: gio ott 05, 2006 17:42
Località: prov. MI

Re: Contabilizzazione involontaria unità immobiliari misto.

Messaggio da ilverga » mer lug 10, 2019 14:40

...concordo coi colleghi...a meno che il contaenergia dell'appartamento "diretto" non sia installato su una linea dedicata dalla centrale termica. Il tal caso (che non penso sarà il caso in questione) la ripartizione è sostanzialmente corretta

Rispondi