UNI 10200 2018 e verande riscaldate

Normativa nazionale, contabilizzazione dei consumi, ripartizione delle spese

Moderatore: Edilclima

Rispondi
marcoaroma
Messaggi: 30
Iscritto il: lun nov 12, 2018 15:37

UNI 10200 2018 e verande riscaldate

Messaggio da marcoaroma » gio mar 28, 2019 17:56

Salve,
poiché la nuova norma indica di non considerare per i mm gli interventi sulle singole unità immobiliari come per esempio il cambio di serramenti, come vi comportate nel caso ci sia un ampliamento rispetto la situazione originaria come una veranda riscaldata da termosifone? La considerate nel calcolo mm oppure no?

Avatar utente
Lurensh
Messaggi: 149
Iscritto il: sab ott 11, 2014 11:32

Re: UNI 10200 2018 e verande riscaldate

Messaggio da Lurensh » lun apr 08, 2019 15:44

Seguo con interesse questo thread. Ho giusto per le mani un condominio con questa situazione:
1) Nessuna veranda
2) Veranda non riscaldata
3) Veranda riscaldata
4) Veranda tecnicamente non riscaldata, ma sono stati tolti via in maniera permanente gli infissi che la dividono dall'ambiente riscaldato...

Io stavo pensando di procedere in questo modo:
1) tutto ok
2) non la considero
3) la considero
4) non la considero perché mettendo facilmente un serramento si potrebbe tornare alla situazione del punto 2)

marcoaroma
Messaggi: 30
Iscritto il: lun nov 12, 2018 15:37

Re: UNI 10200 2018 e verande riscaldate

Messaggio da marcoaroma » dom apr 14, 2019 19:17

D'accordo su tutto, in particolare per il punto 2 intendo che non esiste proprio la veranda, per il punto 4 un po' dubbio ma comunque non la considererei non essendoci un radiatore e quindi non è un ampliamento dell'impianto, e torna come il caso 2.

Marcus
Messaggi: 1154
Iscritto il: sab nov 25, 2006 15:28
Località: Roma
Contatta:

Re: UNI 10200 2018 e verande riscaldate

Messaggio da Marcus » sab apr 27, 2019 00:35

a mio avviso nel caso di veranda riscaldata la questione va di pari passo con la nuova uni 10200 e il c.c.
In base alla UNI 10200 non vanno considerati i miglioramenti dei singoli appartamenti, e di conseguenza i peggioramenti. Ma in base al C.C. se tali modifiche incidono per più di 1/5 possono essere considerate nei calcoli.
In pratica, fintanto che la veranda è piccola la si ignora, se la veranda invece è grande e il suo f.t.u. incide per più di 1/5 rispetto al f.t.u. dell'appartamento, allora va considerata

SimoneBaldini
Messaggi: 2360
Iscritto il: mer set 29, 2010 13:42

Re: UNI 10200 2018 e verande riscaldate

Messaggio da SimoneBaldini » lun apr 29, 2019 18:20

Ma parliamo di interventi regolari o abusivi? Cioè se è abusiva per me non esiste proprio. Se invece è regolare io la prenderei in considerazione.

mat
Messaggi: 2943
Iscritto il: lun gen 26, 2009 17:07

Re: UNI 10200 2018 e verande riscaldate

Messaggio da mat » mer mag 01, 2019 16:06

SimoneBaldini ha scritto:
lun apr 29, 2019 18:20
Ma parliamo di interventi regolari o abusivi? Cioè se è abusiva per me non esiste proprio. Se invece è regolare io la prenderei in considerazione.
Io invece se è scaldata la considero sempre, così come i finti locali di sgombero che invece sono mansarde o taverne. Abuso o no (che non è neanche mio compito verificare) io faccio il mio, e considero quello che vedo; alla larga dalle contestazioni!

Avatar utente
Lurensh
Messaggi: 149
Iscritto il: sab ott 11, 2014 11:32

Re: UNI 10200 2018 e verande riscaldate

Messaggio da Lurensh » mar mag 14, 2019 10:16

Quindi, riassumendo, siamo tutti d'accordo sul fatto che una veranda riscaldata (trasformazione palesemente post-costruzione dell'edificio) va considerata nei millesimi per pagare la 'quota fissa'?

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4161
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: UNI 10200 2018 e verande riscaldate

Messaggio da NoNickName » mar mag 14, 2019 11:17

Io non sono d'accordo. Per me gli abusi, tanto più quando sono palesi, vanno non solo non avallati con documenti che prendono atto dello stato di fatto, ma persino denunciati. Tanto più che la ridistribuzione dei millesimi frutto di abuso possono originare danno economico alle parti coinvolte.
Va considerato che la demolizione di un manufatto abusivo non richiede permesso, e può essere svolta in celata autonomia allo scopo di sottrarsi alla giustizia amministrativa o penale, ed in questo caso l'inquilino potrebbe denunciare l'estensore della tabella millesimale perchè a seguito della demolizione i suoi mm risulteranno inferiori a quelli contenuti nella tabella stessa.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

Avatar utente
Lurensh
Messaggi: 149
Iscritto il: sab ott 11, 2014 11:32

Re: UNI 10200 2018 e verande riscaldate

Messaggio da Lurensh » mar mag 14, 2019 12:03

NoNickName ha scritto:
mar mag 14, 2019 11:17
Io non sono d'accordo. Per me gli abusi, tanto più quando sono palesi, vanno non solo non avallati con documenti che prendono atto dello stato di fatto, ma persino denunciati. Tanto più che la ridistribuzione dei millesimi frutto di abuso possono originare danno economico alle parti coinvolte.
Va considerato che la demolizione di un manufatto abusivo non richiede permesso, e può essere svolta in celata autonomia allo scopo di sottrarsi alla giustizia amministrativa o penale, ed in questo caso l'inquilino potrebbe denunciare l'estensore della tabella millesimale perchè a seguito della demolizione i suoi mm risulteranno inferiori a quelli contenuti nella tabella stessa.
Beh ovviamente durante i sopralluoghi sono state fatte le opportune fotografie a dimostrazione dello stato di fatto.
Quindi tu, dopo aver avuto mandato dal condominio di fare una relazione conforme alla uni 10200, andresti a denunciare la quasi totalità del condominio? Lo dici in modo provocatorio o seriamente se domani ti capita un condominio così vai a denunciare l'abuso edilizio? (che comunque non c'è scritto da nessuna parte sia mio compito denunciare).

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4161
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: UNI 10200 2018 e verande riscaldate

Messaggio da NoNickName » mar mag 14, 2019 12:12

Sì, io domani mattina sarei in Municipio e farei una denuncia, eventualmente la posso fare anche anonima, perchè non dovrei?
Male non fare, paura non avere. Io rispetto la Legge. Lo facciano anche gli altri.

Tutto il condominio è abusivo. Bellissimo, così il vigile con un giro solo li prende tutti.

Ah, il termotecnico sapeva e aveva anche le foto dell'abuso, e non ha detto niente. L'abuso riveste rilevanza penale? Allora facciamo così che lo citiamo per omessa denuncia di reato.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

Avatar utente
ilverga
Messaggi: 1944
Iscritto il: gio ott 05, 2006 17:42
Località: prov. MI

Re: UNI 10200 2018 e verande riscaldate

Messaggio da ilverga » mar mag 14, 2019 12:19

NoNickName ha scritto:
mar mag 14, 2019 11:17
...Per me gli abusi, tanto più quando sono palesi, vanno non solo non avallati con documenti che prendono atto dello stato di fatto, ma persino denunciati. Tanto più che la ridistribuzione dei millesimi frutto di abuso possono originare danno economico alle parti coinvolte.
Da tecnico, come arrivi ad affermare che di abuso si tratta? Non avalli proprio nulla, prendi atto dello stato di fatto. Punto.
Poi ognuno è libero di prendsi le responsabilità o meno nelle scelte professionali, ci mancherebbe...
NoNickName ha scritto:
mar mag 14, 2019 11:17
Va considerato che la demolizione di un manufatto abusivo non richiede permesso, e può essere svolta in celata autonomia allo scopo di sottrarsi alla giustizia amministrativa o penale, ed in questo caso l'inquilino potrebbe denunciare l'estensore della tabella millesimale perchè a seguito della demolizione i suoi mm risulteranno inferiori a quelli contenuti nella tabella stessa.
Non sono autorità giudiziaria per obbligare alla demolizione di un presunto (molto presunto) abuso edilizio. Dovrei indagare? E a che titolo?
Infine, a mio parere, qualora l'inquilino si sentisse penalizzato dall'elevato valore millesimale, farebbe bene a prendersela col proprietario e non con l'estensore della tabella millesimale...

Avatar utente
ilverga
Messaggi: 1944
Iscritto il: gio ott 05, 2006 17:42
Località: prov. MI

Re: UNI 10200 2018 e verande riscaldate

Messaggio da ilverga » mar mag 14, 2019 12:20

NoNickName ha scritto:
mar mag 14, 2019 12:12
Ah, il termotecnico sapeva e aveva anche le foto dell'abuso, e non ha detto niente.....
Dimostralo.
P.s. Sappi che, seguendo il tuo ragionamento, sei responsabile di tutti gli abusi compiuti sugli edifici della tua città che ogni giorno vedi e non denunci...
Ultima modifica di ilverga il mar mag 14, 2019 12:25, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4161
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: UNI 10200 2018 e verande riscaldate

Messaggio da NoNickName » mar mag 14, 2019 12:25

Neanche al vigile del Comune spetta indagare. Sarà l'autorità giudiziaria a farlo.
Ma poi scusa, ci sono ventordici thread su questo forum che dicono che il fabbisogno va calcolato al costruito.
Non puoi non sapere se una veranda è abusiva oppure no, ai fini del calcolo dei millesimi di ripartizione.

Devo dimostrare che il termotecnico aveva le foto? Facile: tutti gli inquilini lo hanno visto fare le foto.
Ovvio poi che se sei a Scampia o a Africo nuovo le cose sono un po' diverse, ma lì metà sono abusivi e l'altra metà sono morosi. E frega s**a dei millesimi.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

Avatar utente
Lurensh
Messaggi: 149
Iscritto il: sab ott 11, 2014 11:32

Re: UNI 10200 2018 e verande riscaldate

Messaggio da Lurensh » mar mag 14, 2019 12:25

NoNickName ha scritto:
mar mag 14, 2019 12:12
Sì, io domani mattina sarei in Municipio e farei una denuncia, eventualmente la posso fare anche anonima, perchè non dovrei?
Male non fare, paura non avere. Io rispetto la Legge. Lo facciano anche gli altri.

Tutto il condominio è abusivo. Bellissimo, così il vigile con un giro solo li prende tutti.

Ah, il termotecnico sapeva e aveva anche le foto dell'abuso, e non ha detto niente. L'abuso riveste rilevanza penale? Allora facciamo così che lo citiamo per omessa denuncia di reato.
E citiamo anche l'amministratore, il terzo responsabile, l'installatore delle valvole e dei ripartitori, i vicini di casa in regola (ma che comunque sanno di avere dei vicini con dei radiatori in più)...

Avatar utente
Lurensh
Messaggi: 149
Iscritto il: sab ott 11, 2014 11:32

Re: UNI 10200 2018 e verande riscaldate

Messaggio da Lurensh » mar mag 14, 2019 12:28

NoNickName ha scritto:
mar mag 14, 2019 12:25
Neanche al vigile del Comune spetta indagare. Sarà l'autorità giudiziaria a farlo.
Ma poi scusa, ci sono ventordici thread su questo forum che dicono che il fabbisogno va calcolato al costruito.
Non puoi non sapere se una veranda è abusiva oppure no, ai fini del calcolo dei millesimi di ripartizione.

Devo dimostrare che il termotecnico aveva le foto? Facile: tutti gli inquilini lo hanno visto fare le foto.
Ovvio poi che se sei a Scampia o a Africo nuovo le cose sono un po' diverse, ma lì metà sono abusivi e l'altra metà sono morosi. E frega s**a dei millesimi.
Ma scusa, e ti assicuro che non voglio far polemica ma sono seriamente incuriosito: tu da (immagino) termotecnico, hai denunciato ogni condominio in cui hai lavorato dove c'erano delle verande abusive? (o comunque ogni volta che ti è venuto il dubbio che fossero abusive in quanto diverse tra loro e quindi non riconducibili ad un progetto).

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4161
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: UNI 10200 2018 e verande riscaldate

Messaggio da NoNickName » mar mag 14, 2019 12:30

Guardate, qui in Lombardia ci sono dei Comuni dove i vigili denunciano alla procura della repubblica condominii dove sono state appese le targhe degli uffici sui citofoni e non risultano pagate le imposte comunali sulle affissioni pubblicitarie.

Io non sono un termotecnico, ma ho denunciato il vicino di casa che ha messo in giardino un casottino di legno per gli attrezzi. E ha preso la multa.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

Avatar utente
Lurensh
Messaggi: 149
Iscritto il: sab ott 11, 2014 11:32

Re: UNI 10200 2018 e verande riscaldate

Messaggio da Lurensh » mar mag 14, 2019 12:39

Guarda, onestamente non so cosa rispondere. Io non denuncio niente e nessuno perché non c'è scritto da nessuna parte che sia un mio dovere farlo...

Scherzando un po': spero di non avere mai un vicino così intransigente! :D :D

Avatar utente
Foxtrot
Messaggi: 376
Iscritto il: dom apr 03, 2016 00:43

Re: UNI 10200 2018 e verande riscaldate

Messaggio da Foxtrot » ven giu 28, 2019 00:49

NoNickName ha scritto:
mar mag 14, 2019 12:30
Guardate, qui in Lombardia ci sono dei Comuni dove i vigili denunciano alla procura della repubblica condominii dove sono state appese le targhe degli uffici sui citofoni e non risultano pagate le imposte comunali sulle affissioni pubblicitarie.

Io non sono un termotecnico, ma ho denunciato il vicino di casa che ha messo in giardino un casottino di legno per gli attrezzi. E ha preso la multa.
Una veranda riscaldata non è necessariamente abusiva. E non è assolutamente necessario che per ogni veranda che incontro io vada in Comune ad effettuare le opportune verifiche di regolarità edilizia.

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4161
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: UNI 10200 2018 e verande riscaldate

Messaggio da NoNickName » ven giu 28, 2019 08:21

Foxtrot ha scritto:
ven giu 28, 2019 00:49
Una veranda riscaldata non è necessariamente abusiva. E non è assolutamente necessario che per ogni veranda che incontro io vada in Comune ad effettuare le opportune verifiche di regolarità edilizia.
Se però lo è, è omessa denuncia di reato.
Il pubblico ufficiale, il quale omette o ritarda di denunciare all'Autorità giudiziaria, o ad un'altra Autorità che a quella abbia obbligo di riferirne, un reato di cui ha avuto notizia nell'esercizio o a causa delle sue funzioni, è punito con la multa da trenta euro a cinquecentosedici euro.
Un pubblico ufficiale, secondo la legge italiana, è una persona che eserciti una funzione pubblica legislativa, giudiziaria o amministrativa. La medesima qualifica è attribuita a chi svolga – indipendentemente dal proprio ruolo di dipendente pubblico o di privato cittadino – una funzione amministrativa disciplinata da norme di diritto pubblico.
Il termotecnico nominato dal condominio ha senza dubbio gli obblighi di un pubblico ufficiale in quanto agisce nell'interesse della collettività ivi residente.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

Avatar utente
ilverga
Messaggi: 1944
Iscritto il: gio ott 05, 2006 17:42
Località: prov. MI

Re: UNI 10200 2018 e verande riscaldate

Messaggio da ilverga » ven giu 28, 2019 16:34

NNN, abbi almeno l'accortezza di leggere wikipedia fino in fondo! :mrgreen: :mrgreen:
"è da considerarsi pubblico ufficiale anche chi «concorre in modo sussidiario o accessorio all'attuazione dei fini della pubblica amministrazione, con azioni che non possano essere isolate dal contesto delle funzioni pubbliche»"
Sono quindi da considerarsi pubblici ufficiali, coloro che:
- concorrono a formare la volontà di una pubblica amministrazione;
- sono muniti di poteri: decisionali; di certificazione; di attestazione; di coazione (Cass. Pen. Sez. VI 81/148796); di collaborazione, anche saltuaria (Cass. Pen. Sez. VI n. 84/166013).

Mi piacerebbe essere un pubblico ufficiale ma non lo sono.
Non faccio alcuna denuncia e non compio alcun reato di omessa denuncia all'Autorità Giudiziaria.
La differenza tra l'esercizio delle funzioni pubbliche e il professionista / progettista tra privati non mi sembra sottilissima...

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4161
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: UNI 10200 2018 e verande riscaldate

Messaggio da NoNickName » ven giu 28, 2019 16:47

Mah, questo non è certamente un forum di diritto, tuttavia nella penultima riga di wikipedia (che consulto raramente): "tecnici e periti (periti industriali, geometri, dottori agronomi, ingegneri, architetti, eccetera) degli organi centrali e periferici (regioni, province e comuni) della pubblica amministrazione aventi funzione di predisposizione e redazione di elaborati tecnico-amministrativi e nella sovraintendenza, organizzazione e controllo di operazioni di carattere tecnico dirette a supporti generali di corrispondenti attività nei settori dell'edilizia, delle opere pubbliche, di difesa e di controllo dell'ambiente"... non dista moltissimo dalle attività del termotecnico, quando redige documenti di attestazione o asseverazione. Il DLGS 141, tanto per citarne uno, ha come scopo primario il risparmio energetico, che è un interesse pubblico di difesa dell'ambiente... quindi leggi anche tu fino in fondo.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

Avatar utente
ilverga
Messaggi: 1944
Iscritto il: gio ott 05, 2006 17:42
Località: prov. MI

Re: UNI 10200 2018 e verande riscaldate

Messaggio da ilverga » lun lug 08, 2019 10:50

Ho ben letto fino in fondo ma mi sembra che parliamo due lingue diverse:
NoNickName ha scritto:
ven giu 28, 2019 16:47
"tecnici e periti (periti industriali, geometri, dottori agronomi, ingegneri, architetti, eccetera) degli organi centrali e periferici (regioni, province e comuni) della pubblica amministrazione aventi funzione di predisposizione e redazione di elaborati tecnico-amministrativi e nella sovraintendenza, organizzazione e controllo di operazioni di carattere tecnico dirette a supporti generali di corrispondenti attività nei settori dell'edilizia, delle opere pubbliche, di difesa e di controllo dell'ambiente"...
non dista moltissimo dalle attività del termotecnico? No, sono proprio due cose diverse.
Poi, se in burocratese, si riesce a sostenere quello che dici tu, apro le braccia al cielo e mi dimetto da pubblico ufficiale

Rispondi