Verande, come considerarle?

Normativa nazionale, contabilizzazione dei consumi, ripartizione delle spese

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Marcus
Messaggi: 1154
Iscritto il: sab nov 25, 2006 15:28
Località: Roma
Contatta:

Verande, come considerarle?

Messaggio da Marcus » ven lug 07, 2017 00:13

Mi è capitato un condominio veramente particolare, per cui sto redigendo le nuove tabelle mm.
Gli appartamenti (circa 20), dispongono tutti di uno spazio originariamente aperto (balcone) che si prestava obiettivamente molto bene ad ospitare la cucina delle abitazioni.
ragion per cui TUTTI i condomini hanno verandato tale spazio chiudendolo, e tutti hanno ivi collocato la cucina, ma con delle differenze.

Qualcuno ha sanato tale spazio e qualcuno no;
qualcuno ha lasciato l'infisso originario (e l'avvolgibile), e qualcuno lo ha invece tolto, rendendo tale ambiente permanentemente comunicante con il leaving;
qualcuno ha verandato con infissi molto performati, altri con infissi scadenti;
qualcuno ha persino collocato degli scaldasalviette anche se nella maggioranza dei casi non sono presenti radiatori.

Insomma una vera cambogia, che mette a dura prova le riflessioni ad oggi da me fatte su come considerare tali spazi.
Fino ad oggi ho infatti utilizzato il criterio di includere le verande nei calcoli solo se facenti parte del volume scaldato dell'appartamento (ossia se scaldate con radiatori dell'impianto centralizzato oppure se in permanente comunicazione con il resto dell'appartamento), e di non considerarle se non scaldate e se ancora presente l'infisso originario.

Tuttavia questo metodo potrebbe a mio avviso fare cilecca ed essere contestato nel caso in questione, proprio in virtù dell'elevato numero di situazioni simili, fondamentalmente differenti solo per lievi sfumature. Di fatto, che sia presente o meno l'infisso originario, si tratta infatti in tutti i casi di nuovi volumi pernanentemente abitati, quindi vedo difficile spiegare al condomino di sotto che lui ha più millesimi di quello di sopra solo perchè quest'ultimo ha conservato una porta che tiene però sempre costantemente aperta....

Insomma, voi come la vedete? Attendo riflessioni e suggerimenti

girondone
Messaggi: 9964
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Verande, come considerarle?

Messaggio da girondone » ven lug 07, 2017 00:28

Edificio stato originario

Marcus
Messaggi: 1154
Iscritto il: sab nov 25, 2006 15:28
Località: Roma
Contatta:

Re: Verande, come considerarle?

Messaggio da Marcus » ven lug 07, 2017 09:36

girondone ha scritto:
ven lug 07, 2017 00:28
Edificio stato originario
ci sono indicazioni, o appigli giuridici che legittimano questa posizione?

noemi76
Messaggi: 16
Iscritto il: lun mag 15, 2017 08:45

Re: Verande, come considerarle?

Messaggio da noemi76 » ven lug 07, 2017 09:51

Per gli appartamenti con sanatoria edilizia avrei qualche dubbio a non utilizzare la situazione sanata .... mah

girondone
Messaggi: 9964
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Verande, come considerarle?

Messaggio da girondone » ven lug 07, 2017 10:58

Marcus ha scritto:
ven lug 07, 2017 09:36
girondone ha scritto:
ven lug 07, 2017 00:28
Edificio stato originario
ci sono indicazioni, o appigli giuridici che legittimano questa posizione?
cerca nel forum
solo indicazioni
di ufficiale fai come vuoi
chi fa una cosa chi l altra
nel tuo caso è sicuramente un vantaggio per evitare quei casini li
il forum è pieno di quel discorso

Marcus
Messaggi: 1154
Iscritto il: sab nov 25, 2006 15:28
Località: Roma
Contatta:

Re: Verande, come considerarle?

Messaggio da Marcus » ven lug 07, 2017 12:24

veramente ho già cercato "veranda" e non mi è uscito granchè, solo il caso di una veranda con un termosifone dentro, ma non ci faccio nulla

girondone
Messaggi: 9964
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Verande, come considerarle?

Messaggio da girondone » ven lug 07, 2017 12:34

Intendevo il discorso
Edificio originale o attuale

Avatar utente
Foxtrot
Messaggi: 376
Iscritto il: dom apr 03, 2016 00:43

Re: Verande, come considerarle?

Messaggio da Foxtrot » ven lug 07, 2017 17:15

E' chiaro che nel caso di ampliamenti volumetrici riscaldati questi vadano considerati.

In effetti la tua situazione è un ginepraio e qualunque scelta uno attui è soggetta a contestazioni.
Il tuo approccio iniziale mi sembra corretto con l'unica differenza che in assenza di infisso ma volume verandato inferiore al 10% lo considererei riscaldato. Per volumi superiori no, come si era già discusso analizzando FAQ per la redazione di APE secondo 11300 di non ricordo quale regione.
viewtopic.php?t=8316

Marcus
Messaggi: 1154
Iscritto il: sab nov 25, 2006 15:28
Località: Roma
Contatta:

Re: Verande, come considerarle?

Messaggio da Marcus » sab lug 08, 2017 16:37

trovo molto interessante l'osservazione di Foxtrot che forse è applicabile in toto al caso in esame.

Premetto che nel frattempo mi sono scaricato tutte le mappe catastali degli appartamenti, il che nel caso in questione è un passaggio doveroso.

Una prima verifica catastale mi dice quindi che catastalmente tali spazi sono tutti accatastati o come "verande" o come "cucine". direi al 50% circa. Nessuno spazio è accatastato come balcone. La prima conclusione, in base alla documentazione oggettivamente disponibile e probante, è quindi che la situazione originaria del fabbricato sia con verande in tutte le unità immobiliari.

Le verande trasformate in cucine essendo comunicati con l'ambiente scaldato dovrebbero essere incluse nei calcoli del volume scaldato.
D'altro canto la veranda, in base al Regolamento edilizio unico è comunque una volumetria chiusa che fa cubatura e quindi teoricamente da includere nel volume scaldato dell'appartamento. Qualche condomino potrebbe però obiettare che ove è ancora presente l'infisso originario, quelle verande non andrebbero considerate.

A questo punto scatta l'osservazione di Foxtrot: poichè le verande in questione hanno superficie utile minore del 10% della superficie utile dell'appartamento, in base alla procedura di calcolo della Regione Lombardia sono comunque da considerare nel volume scaldato.
In realtà sto nella regione lazio ma penso che sia comunque estendibile in quanto linea guida oggettiva e istituzionale.

Quindi con appigli giuridici tutto sommato sostenibili si arriva a concludere che le verande vanno considerate tutte scaldate.

Avatar utente
Foxtrot
Messaggi: 376
Iscritto il: dom apr 03, 2016 00:43

Re: Verande, come considerarle?

Messaggio da Foxtrot » lun lug 10, 2017 01:06

Marcus ha scritto:
sab lug 08, 2017 16:37

Quindi con appigli giuridici tutto sommato sostenibili si arriva a concludere che le verande vanno considerate tutte scaldate.
Solo in assenza di infisso (elemento di tenuta) le considererei riscaldate anche se non lo sono. In presenza di infisso e assenza di termosifoni no, in quanto esiste un elemento di tenuta e l'infisso esterno lo è.
Però attento che questo modo di procedere, pur corretto dal punto di vista tecnico è soggetto a contestazioni dai condomini.
Qualcuno potrebbe addirittura obiettare che lui consuma meno perchè la sua cucina confina con un ambiente non riscaldato anzichè con l'esterno (balcone).

L'approccio di Giro, apparentemente più sbrigativo, potrebbe in effetti risolvere ogni tipo di contestazione.
Sarei anch'io in difficoltà, consolati. :mrgreen:

Marcus
Messaggi: 1154
Iscritto il: sab nov 25, 2006 15:28
Località: Roma
Contatta:

Re: Verande, come considerarle?

Messaggio da Marcus » lun lug 10, 2017 10:38

mi sembra che posso accogliere sia il metodo di Girondone che il tuo Foxtrot
fortunatamente nel caso in questione le verande sono tutte presenti fin dall'inizio, quindi descrivono lo stato originario dell'edificio, quindi lo stato originario è individuato con verande, e in questo passaggio ho accolto il suggerimento Girondone.
Questo non basta però a decidere se fanno parte o meno del volume scaldato, e per decidere questo secondo punto che scatta il parametro del 10%, ossia il suggerimento Foxtrot
mi sembra tutto abbastanza lineare
cosa si potrebbe contestare in questo metodo?

girondone
Messaggi: 9964
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Verande, come considerarle?

Messaggio da girondone » lun lug 10, 2017 11:07

ma questo 10% arriva da qualche parte?

Marcus
Messaggi: 1154
Iscritto il: sab nov 25, 2006 15:28
Località: Roma
Contatta:

Re: Verande, come considerarle?

Messaggio da Marcus » lun lug 10, 2017 11:13

si, dalla Delibera Procedura di calcolo 5796 dell'11/06/2009 della Regione Lombardia

Ai soli fini dell’applicazione della presente procedura di calcolo, si considerano riscaldati o mantenuti a temperatura controllata anche:
a) gli ambienti privi del sottosistema di emissione, qualora la somma dei loro volumi, riferiti all’unità
immobiliare, risulti inferiore del 10% rispetto al volume complessivo della medesima unità;
b) gli ambienti privi del sottosistema di emissione se collegati in modo permanente ad ambienti riscaldati o mantenuti a temperatura controllata mediante sistemi progettati all’uopo.

mi sembra una precisazione perfetta

girondone
Messaggi: 9964
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Verande, come considerarle?

Messaggio da girondone » lun lug 10, 2017 11:38

AH OK ROBA LOMBARDA
cercavo giusto l altro giorno se a livello de dm minimi c'è qualche indicazione
su sgabuzzini ecc senza il corpo radiante se considerarli risc o non risc ecc ecc

Marcus
Messaggi: 1154
Iscritto il: sab nov 25, 2006 15:28
Località: Roma
Contatta:

Re: Verande, come considerarle?

Messaggio da Marcus » lun lug 10, 2017 11:42

io sto nella regione lazio ma lo applico ugualmente
penso che laddove la normativa sia lacunosa o mancante sia legittimo applicare l'unica normativa che ha trattato la questione anche se questa è stata emessa da una regione diversa da quella di appartenenza
del resto non possiamo certo concludere che in una regione le verande vanno considerate e in altre no, sarebbe un assurdo

Rispondi