Relazione asseverata

Normativa nazionale, contabilizzazione dei consumi, ripartizione delle spese

Moderatore: Edilclima

Rispondi
Avatar utente
jack66
Messaggi: 352
Iscritto il: mer gen 27, 2016 17:53

Relazione asseverata

Messaggio da jack66 »

Buonasera a tutti...tutto questo parlare di relazione asseverata per dimostrare ... bla bla bla ... mi ha fatto sorgere dei dubbi che non ho ancora fugato.
Qualcuno saprebbe spiegarmi che tipo di conseguenze implica il fatto di redigere una relazione asseverata rispetto a una non?

Ronin
Messaggi: 3678
Iscritto il: sab giu 20, 2009 12:57

Re: Relazione asseverata

Messaggio da Ronin »

una relazione non asseverata è una relazione:
a) non redatta da un professionista abilitato
b) in cui il professionista abilitato non assevera quello che dovrebbe asseverare

la conseguenza sarebbe che in caso di controllo l'agenzia delle entrate revocherebbe le detrazioni (uso il condizionale perchè nella realtà il professionista redigerà la relazione asseverata ex-post con la data giusta :wink: ).

Avatar utente
jack66
Messaggi: 352
Iscritto il: mer gen 27, 2016 17:53

Re: Relazione asseverata

Messaggio da jack66 »

Scendendo in esempi specifici mi riferivo alla relazione per dimostrare la differenza di fabbisogno di oltre il 50% per derogare alla 10200. Tornando invece al significato del l'asseverazione da quello che mi pare di aver capito fin'ora è che in caso di dichiarazioni mendace il professionista è penalmente perseguibile...ma allora se uno dichiara il falso in una relazione non asseverata risponde solo in sede civile?
E ancora ... immagino che si distingua tra relazioni scritte in palese malafede e relazioni contenuti errori materiali

Terminus
Messaggi: 8292
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Relazione asseverata

Messaggio da Terminus »

si, credo che la differenza sia quella.

Spd
Messaggi: 577
Iscritto il: lun giu 25, 2007 11:36
Località: Roma

Re: Relazione asseverata

Messaggio da Spd »

jack, hai centrato quasi tutti i problemi in cui può incappare un professionista:
- colpa grave,
- falso,
- dolo.

Come diceva Ronin, per un professionista iscritto a un albo l'asseverazione è un passaggio inutile. Quando metti il timbro ti prendi tutte le responsabilità penali e civili soprattutto quando il documento è richiesto in forza di una Legge.
Si applicano infatti gli articoli 359 (persone esercenti un servizio di pubblica necessità) e il 481 (falsità ideologica in certificati commessa da persone esercenti un servizio di pubblica necessità). Pena applicabile come da art. 476 integrato dal 482.
E anche se non avessi creato un falso volontariamente (con dolo), non sei considerato in "buona fede" se l'hai commesso per negligenza o imperizia (colpa grave professionale). Sei quindi soggetto ad azione risarcitoria.

I professionisti che invece non hanno esami di stato e abilitazione per dare valore giuridico alle loro perizie le devono giurare davanti un pubblico ufficiale.
L'asseverazione semplice (sembra non esista una definizione "legale" precisa) in edilizia è pratica comune ma consiste in una dichiarazione dove vengono richiamate la legge 241/90 e il DPR 445/2000 (dichiarazioni sostitutive di atto notorio). Con allegata copia del documento di identità, che sono sempre asseverazioni da parte di tecnici non abilitati "autocertificate".
Le asseverazioni del professionista sono sempre implicitamente coperti dal 359 e dal 481.

Avatar utente
jack66
Messaggi: 352
Iscritto il: mer gen 27, 2016 17:53

Re: Relazione asseverata

Messaggio da jack66 »

Dunque mi par di capire che se un ing. produce un qualsiasi documento timbrato e firmato, il fatto che sia asseverato o meno per nulla cambia ... è solo un "rinforzino"

a_brettyou
Messaggi: 756
Iscritto il: dom ago 16, 2009 08:41

Re: Relazione asseverata

Messaggio da a_brettyou »

Aggiungo un greve, ma non tronfio, contributo.
http://www.confedilizia.it/obbligo-cont ... sseverata/

Marcus
Messaggi: 1166
Iscritto il: sab nov 25, 2006 15:28
Località: Roma
Contatta:

Re: Relazione asseverata

Messaggio da Marcus »

Apprezzo che ogni tanto qualcuno ponga l'accento sulle pene conseguenti un cattivo esercizio della nostra professione, almeno i colleghi la smetteranno di firmare e timbrare qualunque cosa gli passi per le mani.

Comunque ho sempre ritenuto che l'asseverazione comporti una dichiarazione finale conclusiva

Avatar utente
jack66
Messaggi: 352
Iscritto il: mer gen 27, 2016 17:53

Re: Relazione asseverata

Messaggio da jack66 »

A me era piaciuto lo spiegone di Spd....anzi colgo l'occasione per ringraziarlo

a_brettyou
Messaggi: 756
Iscritto il: dom ago 16, 2009 08:41

Re: Relazione asseverata

Messaggio da a_brettyou »

jack66 ha scritto:anzi colgo l'occasione per ringraziarlo
Anch'io.
Spd, siccome sappiamo che sei un ottimo professionista tecnico, ma non credo anche un professionista forense, hai qualche riferimento da cui hai derivato le tue illuminanti considerazioni?

Spd
Messaggi: 577
Iscritto il: lun giu 25, 2007 11:36
Località: Roma

Re: Relazione asseverata

Messaggio da Spd »

No, mi sono solo letto il codice e le leggi. Poi molte ricerche internet e un paio di seminari.
Devo dire che il codice è pieno di rimandi ed è di difficile lettura.

Visto che ci siamo spendo due parole sulla dichiarazione sostitutiva di atto notorio richiesta per l'APE.
Innanzitutto per essere valida deve essere allegato il documento. E questo riferimento manca nel format dell'attestato.

La cosa rilevante, però, è che la dichiarazione sostitutiva può essere resa solo alla pubblica amministrazione per fatti di cui si è a conoscenza (le caratteristiche energetiche dell'immobile, nel caso in questione). Per i privati l'atto va fatto autenticare da pubblico ufficiale.
Ergo il mio documento di identità lo mando solo alla Regione, evitando che il mio documento se ne vada in giro di mano in mano.


La pec risolve tutto, in quanto ritenuta equivalente alla sostitutiva.

Avatar utente
redHat
Messaggi: 1302
Iscritto il: mer giu 05, 2013 09:35
Località: Genova

Re: Relazione asseverata

Messaggio da redHat »

Spd ha scritto: Visto che ci siamo spendo due parole sulla dichiarazione sostitutiva di atto notorio richiesta per l'APE.
Innanzitutto per essere valida deve essere allegato il documento. E questo riferimento manca nel format dell'attestato.
La cosa rilevante, però, è che la dichiarazione sostitutiva può essere resa solo alla pubblica amministrazione per fatti di cui si è a conoscenza (le caratteristiche energetiche dell'immobile, nel caso in questione). Per i privati l'atto va fatto autenticare da pubblico ufficiale.
Ergo il mio documento di identità lo mando solo alla Regione, evitando che il mio documento se ne vada in giro di mano in mano.
La pec risolve tutto, in quanto ritenuta equivalente alla sostitutiva.
A mio parere la PEC attesta solo l'avvenuta ricezione/trasmissione di un documento (al pari della vecchia raccomandata) e non certifica assolutamente l'identità dell'operatore, per aggiungere l'identità sarebbe necessario racchiudere il documento all'interno di un file p7m firma digitale, qui l'identità è certa in quanto la virtualità del documento è possibile realizzarlo disponendo fisicamente del token contenente la tua identità registrata presso una pubblica amministrazione, che quindi può sostituire il tuo documento di identità fisico, giusto quanto previsto dall'art. 64 del Dlgs 82/2005 e s.m.
In ogni caso anche il file p7m non garantisce più di tanto la propria identità, dato che non è escluso che si possa realizzare anche un falso file p7m. Ma quale sarebbe l'utilità di falsificare una identità su un APE, che tra l'altro sarebbe subito evidente al vero operatore trovandosi una pratica estranea nella sezione di gestione dei certificati on line?? Non vedo alcun motivo.
Io non ho mai allegato alcun documento di identità e per quanto detto mi pare del tutto inutile farlo.

SimoneBaldini
Messaggi: 2368
Iscritto il: mer set 29, 2010 13:42

Re: Relazione asseverata

Messaggio da SimoneBaldini »

Sugli APE in lombardia fino a poco tempo fa' i notai volevano di tutto e di piu' oltre il certificato. Oggi ormai non voglino piu' nulla solo il numero e si scaricano loro il certificato.

Spd
Messaggi: 577
Iscritto il: lun giu 25, 2007 11:36
Località: Roma

Re: Relazione asseverata

Messaggio da Spd »

redHat ha scritto: Io non ho mai allegato alcun documento di identità e per quanto detto mi pare del tutto inutile farlo.
Una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà senza documento non è valida, in quanto non è resa con le modalità indicate dal dpr 445 (vedi artt. 47 e art. 38).
E tale tipo di autocertificazione vale solo per dichiarazioni rese alle pubbliche amministrazioni. Quindi documento sì se mandi l'APE in Regione, documento no se trasmetti l'APE al cliente.

Sulla Pec ho sbagliato io. Dovevo scrivere "firma digitale", che è ritenuta equipollente alla firma+documento dal DM 26.05.2015, ma mi sono impicciato. Vatti a fidare....

Avatar utente
redHat
Messaggi: 1302
Iscritto il: mer giu 05, 2013 09:35
Località: Genova

Re: Relazione asseverata

Messaggio da redHat »

Spd ha scritto:
redHat ha scritto: Io non ho mai allegato alcun documento di identità e per quanto detto mi pare del tutto inutile farlo.
... documento sì se mandi l'APE....
Fai come credi meglio, per me stai prendendo un abbaglio.
Tra l'altro in futuro i documenti spariranno del tutto, faranno fede solo le banche dati, vedi la motorizzazione: da quest'anno non esiste più non solo il tagliando di assicurazione ma non esiste neppure più il libretto dei nuovi veicoli.
É giusto che sia così per me può essere più facilmente falsicabile un documento cartaceo che i riferimenti digitali presenti in una banca dati.

Rispondi