Differenza tra condominio minimo di 2 e 2 unità funz.indi

Agevolazioni previste, documentazione richiesta, ecc.

Moderatore: Edilclima

Alebos
Messaggi: 428
Iscritto il: sab ago 29, 2020 15:22

Re: Differenza tra condominio minimo di 2 e 2 unità funz.indi

Messaggio da Alebos »

maxmar11 ha scritto:
lun nov 23, 2020 21:20
A questo punto faccio la domanda da un milione di euro:
Voi che fareste:
Edificio plurifamiliare in linea funzionalemente indipendente(impianto ecc...) e accesso autonomo
6 appartamenti 3 piano terra e 3 piano primo naturalmente copertura a falda in comune
vuole usufruire solo un proprietario al piano primo sostituzione di impianto di riscaldamento cappotto e sostituzione infissi.vuole naturalmente mettere fotovoltaico x la pompa di calore secondo me rientra nel superbonus l’idea era di metterlo solo su metà falda lasciando l’altra metà identica libera x eventuale uso dell’ appartamento sulla sua impronta ma al piano terra.
Consigli opinioni?
Libero di farlo, con delibera del “ condominio”, visto che ha tutti i crismi come dici tu di rientrare... io, come ipotizzi tu, andrei ad utilizzare o ritener di mia “ proprietà” solo una porzione di copertura in modo tale da lasciar comunque possibilità al pt di poter intervenire nel medesimo modo quando e se vuole... ape ante e post SOLO dell ui oggetto di intervento e idem per l ape ufficiale visto che parliamo di impianto autonomo...

LINTEO
Messaggi: 88
Iscritto il: lun nov 02, 2020 19:49

Re: Differenza tra condominio minimo di 2 e 2 unità funz.indi

Messaggio da LINTEO »

girondone ha scritto:
lun nov 23, 2020 17:19
proprio ora devo valutare
la bifam di unico prop in cui le 2 ui sono indip ai fini 110

fino a 10 minuti fa ero sicuro e tranquillo hce potesse fare due pratiche di 110 una per ogni UI

ora la frase della circ 24 ( che però è nel capitolo condomini) mi frena

"In linea con quanto appena illustrato, in applicazione del dettato normativo contenuto nell’articolo 119 in esame, il Superbonus non si applica agli interventi realizzati sulle parti comuni a due o più unità immobiliari distintamente accatastate di un edificio interamente posseduto da un unico proprietario o in comproprietà fra più soggetti. "


però se fosse da considerare alla lettera allora no esisterebbe 110 per UI funz indip perchè cmq vanno ad isolare una parte comune anche se nel loro caso il 25 % lo si calcola sulla loro sup disp e non quella dell intero edificio
Io sono nella stessa condizione: 2 fratelli comproprietari di 2 u.i autonome ecc ecc. So per certo che posso agire come unifamilare con la detrazione massima, ma proprio perchè non voglio finire in contenzioso sono fermo. Sono convinto che ADE ha sul tavolo interpelli simili, ed aspetta la scadenza dei 90 gg per pronunciarsi. Non potrà non rispondere, deve! Quindi aspetto

marcoaroma
Messaggi: 581
Iscritto il: lun nov 12, 2018 15:37

Re: Differenza tra condominio minimo di 2 e 2 unità funz.indi

Messaggio da marcoaroma »

girondone ha scritto:
lun nov 23, 2020 17:19
proprio ora devo valutare
la bifam di unico prop in cui le 2 ui sono indip ai fini 110

fino a 10 minuti fa ero sicuro e tranquillo hce potesse fare due pratiche di 110 una per ogni UI

ora la frase della circ 24 ( che però è nel capitolo condomini) mi frena

"In linea con quanto appena illustrato, in applicazione del dettato normativo contenuto nell’articolo 119 in esame, il Superbonus non si applica agli interventi realizzati sulle parti comuni a due o più unità immobiliari distintamente accatastate di un edificio interamente posseduto da un unico proprietario o in comproprietà fra più soggetti. "


però se fosse da considerare alla lettera allora no esisterebbe 110 per UI funz indip perchè cmq vanno ad isolare una parte comune anche se nel loro caso il 25 % lo si calcola sulla loro sup disp e non quella dell intero edificio
In effetti, se almeno fossero 2 proprietari separati il rischio sarebbe minore, giusto i massimali più bassi, se invece venissero considerate plurifamiliari, essendo stessi comproprietari, sarebbero escluse e perderebbero tutto, se vale quanto dice NoNickName

zakstevenson
Messaggi: 137
Iscritto il: dom ott 18, 2015 16:44

Re: Differenza tra condominio minimo di 2 e 2 unità funz.indi

Messaggio da zakstevenson »

girondone ha scritto:
lun nov 23, 2020 17:19
proprio ora devo valutare
la bifam di unico prop in cui le 2 ui sono indip ai fini 110

fino a 10 minuti fa ero sicuro e tranquillo hce potesse fare due pratiche di 110 una per ogni UI

ora la frase della circ 24 ( che però è nel capitolo condomini) mi frena

"In linea con quanto appena illustrato, in applicazione del dettato normativo contenuto nell’articolo 119 in esame, il Superbonus non si applica agli interventi realizzati sulle parti comuni a due o più unità immobiliari distintamente accatastate di un edificio interamente posseduto da un unico proprietario o in comproprietà fra più soggetti. "


però se fosse da considerare alla lettera allora no esisterebbe 110 per UI funz indip perchè cmq vanno ad isolare una parte comune anche se nel loro caso il 25 % lo si calcola sulla loro sup disp e non quella dell intero edificio
Ciao Girondone,
Edilclima ha appena pubblicato un approfondimento tecnico relativo al tema, in cui si affermerebbe che in presenza di proprietario di un unico edificio, le parti comuni decadono. (Tema 2 dell'intervista)
https://www.youtube.com/watch?v=fsCh8MrYsvk

Cosa ne pensi? Spero possa essere utile

Un saluto

Avatar utente
NoNickName
Messaggi: 4932
Iscritto il: gio giu 17, 2010 12:17

Re: Differenza tra condominio minimo di 2 e 2 unità funz.indi

Messaggio da NoNickName »

Ovvio, e più che evidente che sia così.
Chi si affida ad un professionista “legittimamente attende di ricevere una prestazione diligente, art. 1176 cc”. Non si può esigere che il cliente controlli il lavoro del professionista “quali che siano le sue competenze o qualifiche professionali”.

girondone
Messaggi: 11120
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Differenza tra condominio minimo di 2 e 2 unità funz.indi

Messaggio da girondone »

dopo ascolto

ma no credo cambi qualcosa nel mio ragionamento

bifamigliare unico proprietario
se sono 2 UI funz indip 2 pratiche di 110
separate

il problema sono la o le scia la o le legge10 il cantiere la sicurezza ecc

girondone
Messaggi: 11120
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Differenza tra condominio minimo di 2 e 2 unità funz.indi

Messaggio da girondone »

zakstevenson ha scritto:
mar nov 24, 2020 12:11
girondone ha scritto:
lun nov 23, 2020 17:19
proprio ora devo valutare
la bifam di unico prop in cui le 2 ui sono indip ai fini 110

fino a 10 minuti fa ero sicuro e tranquillo hce potesse fare due pratiche di 110 una per ogni UI

ora la frase della circ 24 ( che però è nel capitolo condomini) mi frena

"In linea con quanto appena illustrato, in applicazione del dettato normativo contenuto nell’articolo 119 in esame, il Superbonus non si applica agli interventi realizzati sulle parti comuni a due o più unità immobiliari distintamente accatastate di un edificio interamente posseduto da un unico proprietario o in comproprietà fra più soggetti. "


però se fosse da considerare alla lettera allora no esisterebbe 110 per UI funz indip perchè cmq vanno ad isolare una parte comune anche se nel loro caso il 25 % lo si calcola sulla loro sup disp e non quella dell intero edificio
Ciao Girondone,
Edilclima ha appena pubblicato un approfondimento tecnico relativo al tema, in cui si affermerebbe che in presenza di proprietario di un unico edificio, le parti comuni decadono. (Tema 2 dell'intervista)
https://www.youtube.com/watch?v=fsCh8MrYsvk

Cosa ne pensi? Spero possa essere utile

Un saluto
ascoltato
nulla di nuovo e no cambia assolutamente nulla sulle UI indip

Rispondi