Incarico diretto da committente

Agevolazioni previste, documentazione richiesta, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
vinz75
Messaggi: 458
Iscritto il: ven ago 07, 2020 18:49

Incarico diretto da committente

Messaggio da vinz75 »

Buon giorno. Questione incarichi

CASO 1
Il cliente prende accordi diretti con la banca, sceglie professionisti e imprese e paga direttamente lui.
In questo caso il committente è quello giusto, e tra professionisti ed imprese non c'è alcun vincolo di subalternità.
Siamo veramente liberi professionisti.

CASO 2
Il cliente sceglie l'impresa a cui delega tutto e a cui cede il credito. I professionisti fanno parte del pacchetto "chiavi in mano".
A parte la questione onorario, il problema vero è che di fatto in questo caso siamo alle dipendenze dell'impresa che è il vero e unico committente.

CASO 3 intermedio
Il cliente sceglie i professionisti di fiducia che impone all'impresa. Ma cede tutto il credito a quest'ultima.
La via più semplice è quella di essere pagati dall'impresa. Ma chi è il vero committente?
Come si può trovare il sistema di assicurare la libertà di giudizio e di scelta, senza rischiare per esempio che questa non ci paghi? O che ci paghi quando le pare, per esempio alla fine con la scusa che deve coprire le spese di acquisto dei materiali? Deve essere sottoscritto un contratto tra professionista e impresa a parte?

E qui chiedo a chi ci ha già pensato o meglio si è già organizzato.

Avete soluzioni o idee?
Qualcuno si è informato con le banche per fare noi stessi lo sconto in fattura?
In quest'ultimo caso esiste una formula per essere pagati a stato di avanzamento lavori?

Alebos
Messaggi: 453
Iscritto il: sab ago 29, 2020 15:22

Re: Incarico diretto da committente

Messaggio da Alebos »

vinz75 ha scritto:
lun ott 19, 2020 11:50
Buon giorno. Questione incarichi

CASO 1
Il cliente prende accordi diretti con la banca, sceglie professionisti e imprese e paga direttamente lui.
In questo caso il committente è quello giusto, e tra professionisti ed imprese non c'è alcun vincolo di subalternità.
Siamo veramente liberi professionisti.

CASO 2
Il cliente sceglie l'impresa a cui delega tutto e a cui cede il credito. I professionisti fanno parte del pacchetto "chiavi in mano".
A parte la questione onorario, il problema vero è che di fatto in questo caso siamo alle dipendenze dell'impresa che è il vero e unico committente.

CASO 3 intermedio
Il cliente sceglie i professionisti di fiducia che impone all'impresa. Ma cede tutto il credito a quest'ultima.
La via più semplice è quella di essere pagati dall'impresa. Ma chi è il vero committente?
Come si può trovare il sistema di assicurare la libertà di giudizio e di scelta, senza rischiare per esempio che questa non ci paghi? O che ci paghi quando le pare, per esempio alla fine con la scusa che deve coprire le spese di acquisto dei materiali? Deve essere sottoscritto un contratto tra professionista e impresa a parte?

E qui chiedo a chi ci ha già pensato o meglio si è già organizzato.

Avete soluzioni o idee?
Qualcuno si è informato con le banche per fare noi stessi lo sconto in fattura?
In quest'ultimo caso esiste una formula per essere pagati a stato di avanzamento lavori?
Personalmente credo che il caso 3 sia da evitare come la peste...

SOLUZIONE:

il committente vuole i tecnici di fiducia ( cosa più giusta)?
Bene, li paghi tu committente... Il tecnico applica lo socnto in fattura? si... molto bene... no... cliente, paghi le fatture e poi scarichi o cedi tu il credito maturato dalle fatture del tecnico...
Non hai i soldi per pagare nemmeno il tecnico? o lasci perdere, o non usi i tecnici di fiducia... o ti informi con una banca che ti anticipa i soldi per pagare anche solo il tecnico... tanto le banche non ritirano o anticipano solo " pacchetti completi" .... anticipano quel che tu chiedi di anticipare...

NO? :D

vinz75
Messaggi: 458
Iscritto il: ven ago 07, 2020 18:49

Re: Incarico diretto da committente

Messaggio da vinz75 »

Alebos ha scritto:
lun ott 19, 2020 12:17
Personalmente credo che il caso 3 sia da evitare come la peste...

SOLUZIONE:

il committente vuole i tecnici di fiducia ( cosa più giusta)?
Bene, li paghi tu committente... Il tecnico applica lo socnto in fattura? si... molto bene... no... cliente, paghi le fatture e poi scarichi o cedi tu il credito maturato dalle fatture del tecnico...
Non hai i soldi per pagare nemmeno il tecnico? o lasci perdere, o non usi i tecnici di fiducia... o ti informi con una banca che ti anticipa i soldi per pagare anche solo il tecnico... tanto le banche non ritirano o anticipano solo " pacchetti completi" .... anticipano quel che tu chiedi di anticipare...

NO? :D
1) Perchè secondo te è peggio 3 che 2?

2) Ok. Se possibile è l'ideale. Ma quando non è possibile lasci?

3) Hai provato ad informarti per tuo sconto in fattura? Se si riuscisse a inquadrare bene questa opportunità riuscendo a incassare per SAL, sarebbe l'ideale, così forniamo noi la soluzione migliore per noi stessi.

vinz75
Messaggi: 458
Iscritto il: ven ago 07, 2020 18:49

Re: Incarico diretto da committente

Messaggio da vinz75 »

Prendiamo ad esempio il documento redatto da CNI a questo link.
https://www.fondazionecni.it/temi/profe ... ri-privati

A pagina 20 c'è un modello di scrittura privata tra progettista/DL/appaltatore per ripartizione responsabilità.
Potremmo aggiungere precisi articoli a questa scrittura, nella quale si formalizzano i rapporti anche sotto il profilo economico.

Alebos
Messaggi: 453
Iscritto il: sab ago 29, 2020 15:22

Re: Incarico diretto da committente

Messaggio da Alebos »

vinz75 ha scritto:
lun ott 19, 2020 12:55
Alebos ha scritto:
lun ott 19, 2020 12:17
Personalmente credo che il caso 3 sia da evitare come la peste...

SOLUZIONE:

il committente vuole i tecnici di fiducia ( cosa più giusta)?
Bene, li paghi tu committente... Il tecnico applica lo socnto in fattura? si... molto bene... no... cliente, paghi le fatture e poi scarichi o cedi tu il credito maturato dalle fatture del tecnico...
Non hai i soldi per pagare nemmeno il tecnico? o lasci perdere, o non usi i tecnici di fiducia... o ti informi con una banca che ti anticipa i soldi per pagare anche solo il tecnico... tanto le banche non ritirano o anticipano solo " pacchetti completi" .... anticipano quel che tu chiedi di anticipare...

NO? :D
1) Perchè secondo te è peggio 3 che 2?

2) Ok. Se possibile è l'ideale. Ma quando non è possibile lasci?

3) Hai provato ad informarti per tuo sconto in fattura? Se si riuscisse a inquadrare bene questa opportunità riuscendo a incassare per SAL, sarebbe l'ideale, così forniamo noi la soluzione migliore per noi stessi.
1) perché tu sei un tecnico che lavora alle dipendenze di una ditta... e mettiamo per assurdo che, cominciano a farti seguire lavori poco " chiari"... cosa fai? lasci la ditta o assecondi per non perdere il lavoro che tale ditta ti commissiona?

2) Ma... tendenzialmente lascio... devo essere libero di poter essere imparziale sul lavoro che seguo ( le chiappe sono mie con le asseverazioni e assicurazioni a corredo...) il lavoro oggi per nostre figure per lavorare bene non manca di certo... e mi sento nella posizione di poter seguire ciò che mi dà garanzie di poter lavorare bene.

3) Per il mio sconto in fattura no, perché per politica dell'ufficio per cui lavoro non lo proponiamo nemmeno... il discorso del pagamento a SAL non vedo il problema... nel senso che, se si può presentare ad ENEA i SAL della pratica 30% 60% e 100% ... non vedo perché un tecnico non possa emettere una fattura al 30% dei lavori e tale importo va a cubare come tutto il resto dei lavori... e quindi incasso quando fatturo punto e basta. No?

Alebos
Messaggi: 453
Iscritto il: sab ago 29, 2020 15:22

Re: Incarico diretto da committente

Messaggio da Alebos »

vinz75 ha scritto:
lun ott 19, 2020 12:55
Alebos ha scritto:
lun ott 19, 2020 12:17
Personalmente credo che il caso 3 sia da evitare come la peste...

SOLUZIONE:

il committente vuole i tecnici di fiducia ( cosa più giusta)?
Bene, li paghi tu committente... Il tecnico applica lo socnto in fattura? si... molto bene... no... cliente, paghi le fatture e poi scarichi o cedi tu il credito maturato dalle fatture del tecnico...
Non hai i soldi per pagare nemmeno il tecnico? o lasci perdere, o non usi i tecnici di fiducia... o ti informi con una banca che ti anticipa i soldi per pagare anche solo il tecnico... tanto le banche non ritirano o anticipano solo " pacchetti completi" .... anticipano quel che tu chiedi di anticipare...

NO? :D
1) Perchè secondo te è peggio 3 che 2?

2) Ok. Se possibile è l'ideale. Ma quando non è possibile lasci?

3) Hai provato ad informarti per tuo sconto in fattura? Se si riuscisse a inquadrare bene questa opportunità riuscendo a incassare per SAL, sarebbe l'ideale, così forniamo noi la soluzione migliore per noi stessi.
Scusa,
non sò se sia peggio tra 3 e 2 come soluzione... nella 3 perdi di vista davvero chi è il tuo committente o ancor peggio, chi deve poi riconoscerti il tuo onorai... e se è una ditta che magari a pure provato a inserire il suo "pacchetto"... il rischio di veder i soldi dopo tempi biblici... è più alto...
La 2 è come essere dipendenti di una ditta costruttrice e quindi come ho risposto prima... se non assecondi, magari,... ti salutano e cercano altri...

vinz75
Messaggi: 458
Iscritto il: ven ago 07, 2020 18:49

Re: Incarico diretto da committente

Messaggio da vinz75 »

Nelle premesse l'avevo detto subito. E' chiaro che avere l'incarico direttamente dal committente che paga è la meglio.
Ma credo ed ho sentore che la maggior parte delle volte le cose andranno diversamente.
Dunque il problema c'è e non è di poco conto.

A nessuno è capitato fino ad ora? Come avete fatto'

Alebos
Messaggi: 453
Iscritto il: sab ago 29, 2020 15:22

Re: Incarico diretto da committente

Messaggio da Alebos »

vinz75 ha scritto:
lun ott 19, 2020 14:56
Nelle premesse l'avevo detto subito. E' chiaro che avere l'incarico direttamente dal committente che paga è la meglio.
Ma credo ed ho sentore che la maggior parte delle volte le cose andranno diversamente.
Dunque il problema c'è e non è di poco conto.

A nessuno è capitato fino ad ora? Come avete fatto'
Io ho avuto il caso in cui, l'amministratore, mi ha commissionato lo studio per il salto di due classi... fatto...
Poi, cercando la ditta per preventivare il lavoro, mi ha richiamato dicendomi che, la ditta di propone "chiavi in mano" compreso di tecnico che segue la pratica.
RISPOSTA: Amm., libero di fare come vuole, la parcella per quanto fatto fin ora è questa indipendentemente che poi voglia far seguire a me l'intervento o no... mi faccia sapere.
Fattura saldata per quanto preventivato sino a quel punto e... se torna bene, se non torna so perché.

Poi mi rendo conto che non sia una cosa trascurabile "scontrarsi" o imbattersi in questi casi ma... è la realtà.
Il tuo cliente è chi ti contatta, chi ti paga, sempre il tuo contatto... delegare il tuo compenso a chi fà il lavoro fisicamente, se non è il tuo contatto committente è un rischio, per me.

vinz75
Messaggi: 458
Iscritto il: ven ago 07, 2020 18:49

Re: Incarico diretto da committente

Messaggio da vinz75 »

Ok condomini.
Ma anche per unifamiliari capiterà spesso a mio avviso che i clienti chiamano i professionisti di fiducia incaricando loro di fare le pratiche. Ed i professionisti porteranno le imprese di fiducia (o viceversa).
Ma diversamente dal solito il committente finirà per delegare tutto all'impresa, in modo da non avere sbattimenti con banche e quant'altro.
E' sempre stato così, di per sè non c'è nulla di male. Anzi quasi sempre lavorare con imprese conosciute è la miglior garanzia.
La differenza questa volta è che l'impresa stessa dovrà pagarci.

Bisogna trovare un sistema per bypassare questo problema.
L'unico che mi viene in mente è fare direttamente noi la cessione del credito.

Mi piacerebbe sapere le opinioni anche di altri colleghi.

arkanoid
Messaggi: 3177
Iscritto il: ven ago 31, 2007 08:51

Re: Incarico diretto da committente

Messaggio da arkanoid »

Aggiungo la difficoltà a trovare imprese di fiducia che possano fare i lavori. Se sono di fiducia sono medio piccole e se sono medio piccole non possono fare 15 cantieri da 150.000 euro l'anno. Per cui...personalmente vedo che questa cosa se funziona vedrà due blocchi:
i clienti che vanno direttamente dalle banche con i progetti fatti dai loro tecnici di fiducia e pagano le imprese selezionate con un "bando privato", ovvero una richiesta al mercato di chi vuol fare il lavoro
le imprese che propongono un chiavi in mano professionisti inclusi e scontano direttamente.

Quale delle due prevarrà credo sarà determinato dalle banche, cioè se avranno maggiore o minore convenienza e sicurezza a lavorare con privati o con le imprese, e di conseguenza dal valore dei prodotti finanziari che proporranno.

Temo si andrà più per la seconda perchè da quel che sento le imprese sono restie a chiudere un lavoro a corpo a prezzi corretti perchè non sono abituate a lavorare su progetti ben fatti e quindi si tengono sempre dei margini elevati.
redigere redigere redigere

vinz75
Messaggi: 458
Iscritto il: ven ago 07, 2020 18:49

Re: Incarico diretto da committente

Messaggio da vinz75 »

arkanoid ha scritto:
mar ott 20, 2020 09:03
Temo si andrà più per la seconda perchè da quel che sento le imprese sono restie a chiudere un lavoro a corpo a prezzi corretti perchè non sono abituate a lavorare su progetti ben fatti e quindi si tengono sempre dei margini elevati.
E' lo stesso mio timore, come dicevo sopra. E siccome realisticamente capiterà mi chiedevo se fosse possibile formalizzare un contratto tra progettisti/dl/imprese che tuteli la nostra indipendenza.

arkanoid
Messaggi: 3177
Iscritto il: ven ago 31, 2007 08:51

Re: Incarico diretto da committente

Messaggio da arkanoid »

Credo sia utopico. L'impresa media italiana cerca uno che fa le carte e non rompa i co***oni. Probabilmente ti diranno che va bene il tuo Isover XYZ con la pompa di calore Daikin e in cantiere ti troverai l'URSA fatto in slovenia con gli split cinesi.
redigere redigere redigere

vinz75
Messaggi: 458
Iscritto il: ven ago 07, 2020 18:49

Re: Incarico diretto da committente

Messaggio da vinz75 »

arkanoid ha scritto:
mar ott 20, 2020 10:49
Credo sia utopico. L'impresa media italiana cerca uno che fa le carte e non rompa i co***oni. Probabilmente ti diranno che va bene il tuo Isover XYZ con la pompa di calore Daikin e in cantiere ti troverai l'URSA fatto in slovenia con gli split cinesi.
Il che rientra nel suo diritto. Io vorrei un contratto che mi dia la forza di rifiutare forniture che non rispettino le prestazioni minime indicate nei progetti. Ha accettato il lavoro condizionato dalla mia presenza, in qualità di tecnico di fiducia del proprietario dell'immobile.
Bisogna mettere l'impresa nella condizione di rimetterci qualora non rispetti determinate condizioni.
L'ideale sarebbe imporre il pagamento anticipato ai professionisti almeno dei progetti, cosicchè saremmo ancora più liberi di agire.
Utopia...

arkanoid
Messaggi: 3177
Iscritto il: ven ago 31, 2007 08:51

Re: Incarico diretto da committente

Messaggio da arkanoid »

Nel suo diritto è da vedere. Se tu sei il responsabile delle dichiarazioni l'impresa deve rispettare gli accordi, non può assicurarti a parole che monterà una pompa di calore efficiente e un cappotto performante e poi usare materiali di qualità inferiore, a meno di non pagarti due volte lo stesso lavoro sempre che con le modifiche si rispettino ugualmente i parametri. Loro farebbero orecchie da mercante ma tu hai firmato il falso e poi vai a dimostrare il contrario.
Con parametri intendo anche gli obiettivi prestazionali contrattualizzati col cliente.
redigere redigere redigere

vinz75
Messaggi: 458
Iscritto il: ven ago 07, 2020 18:49

Re: Incarico diretto da committente

Messaggio da vinz75 »

arkanoid ha scritto:
mar ott 20, 2020 12:49
Nel suo diritto è da vedere. Se tu sei il responsabile delle dichiarazioni l'impresa deve rispettare gli accordi, non può assicurarti a parole che monterà una pompa di calore efficiente e un cappotto performante e poi usare materiali di qualità inferiore, a meno di non pagarti due volte lo stesso lavoro sempre che con le modifiche si rispettino ugualmente i parametri. Loro farebbero orecchie da mercante ma tu hai firmato il falso e poi vai a dimostrare il contrario.
Con parametri intendo anche gli obiettivi prestazionali contrattualizzati col cliente.
Sono d'accordo l'ho scritto anche io. Ma è comunque diritto dell'impresa scegliere marca e modello che più gli fa comodo, magari per migliori accordi commerciali o per facilità di reperimento, sempre rispettando le prestazioni di progetto.
Ed è onere della DL verificare che i prodotti siano conformi al progetto.
Il tutto salvo diversi accordi preliminari, per esempio fammi preventivo per quella e solo quella, ma questo solo nei lavori privati.
Con questa storia dei prezzari mi sa che il privato assomiglierà sempre più al pubblico...

arkanoid
Messaggi: 3177
Iscritto il: ven ago 31, 2007 08:51

Re: Incarico diretto da committente

Messaggio da arkanoid »

Certamente. Da quel che sento le banche si stanno appoggiando a validatori esterni che pretendono un contratto tra impresa e privato ben strutturato
redigere redigere redigere

vinz75
Messaggi: 458
Iscritto il: ven ago 07, 2020 18:49

Re: Incarico diretto da committente

Messaggio da vinz75 »

arkanoid ha scritto:
mer ott 21, 2020 08:07
Certamente. Da quel che sento le banche si stanno appoggiando a validatori esterni che pretendono un contratto tra impresa e privato ben strutturato
Non ci sono ancora arrivato. Spero che tutti facciano così.

Rispondi