Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Agevolazioni previste, documentazione richiesta, ecc.

Moderatore: Edilclima

SuperP
Messaggi: 9510
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da SuperP »

Non dovrei ma sto leggendo la bozza del decreto prezzi per fare dei preventivi.
Da quanto capisco, tranne nel caso di infissi, schermature, solare, caldaie, pdc in cui l'asseverazione è sostituita dalla dichiarazione del fornitore o dell'installatore (ma quando mai?) c'è da fare l'analisi dei prezzi, secondo prezziario, delle opere di cui si richiede la detrazione, anche se sono inferiori ai limiti di spesa indicati nell'allegato I del decreto bozze.

Giusto? Ma quanto tempo ci impieghiamo?

giotisi
Messaggi: 1843
Iscritto il: mer mag 27, 2009 11:52
Località: brescia

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da giotisi »

No, non la leggo cosi.
Dove non c'è il tecnico asseverante, cioè MAI escluso il 110, devi rispettare le tabelle.
Per il 110, il tecnico asseverante si avvale dei listini regionali/dei/ ecc..

HUGO
Messaggi: 1001
Iscritto il: mer lug 18, 2007 11:17

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da HUGO »

giotisi ha scritto:
ven lug 24, 2020 15:47
No, non la leggo cosi.
Dove non c'è il tecnico asseverante, cioè MAI escluso il 110, devi rispettare le tabelle.
Per il 110, il tecnico asseverante si avvale dei listini regionali/dei/ ecc..
Vorrai dire "sempre escluso il 110"
UNI 11300....no grazie, non faccio fumo !

giotisi
Messaggi: 1843
Iscritto il: mer mag 27, 2009 11:52
Località: brescia

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da giotisi »

HUGO ha scritto:
ven lug 24, 2020 16:14
giotisi ha scritto:
ven lug 24, 2020 15:47
No, non la leggo cosi.
Dove non c'è il tecnico asseverante, cioè MAI escluso il 110, devi rispettare le tabelle.
Per il 110, il tecnico asseverante si avvale dei listini regionali/dei/ ecc..
Vorrai dire "sempre escluso il 110"
La regola della doppia negazione fa casino:
per il 110 E SOLO PER IL 110 c'è un tecnico che assevera la congruenza dei prezzi (con i listini)
in tutti gli altri casi, anche qando c'è, il tecnico non assevera i prezzi. (quindi si applichi il taglione)

a_brettyou
Messaggi: 796
Iscritto il: dom ago 16, 2009 08:41

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da a_brettyou »

giotisi ha scritto:
ven lug 24, 2020 17:23
c'è un tecnico che assevera la congruenza dei prezzi (con i listini)
e dopo un inutile tentativo in thread sotto, torno a chiedere: avete provato a immaginare come si dovrà procedere nella pratica?
A mio parere non c'è altro metodo che chiedere ai fornitori un computo metrico a preventivo a giustificazione dei prezzi offerti.
Oppure
Terminus ha scritto:
mer lug 22, 2020 15:24
Chiedere alle imprese un computo metrico ? Non credo proprio.
Il computo lo dovremo fare noi sulla base dei prezzari che ci verranno indicati e quindi asseverare la congruità.
e buona fortuna. Chissà che bello poter dire sorridendo a fine lavori: il prezzo è incongruo!
Ma sarà divertente anche in fase di offerta.
Non pensate che sarà un gran casino?

giotisi
Messaggi: 1843
Iscritto il: mer mag 27, 2009 11:52
Località: brescia

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da giotisi »

No, non la vedo cosi tragica, perchè 'è la somma che fa il totale', quindi, verificati i prezzi unitari da listino regionale, eventuali elucubrazioni si limiteranno ai lavori non previsti nelle voci di listino (sperabilmente poche).

Ovvio che se l'incarico dell'impresa è : inge', mi dica quali sono i prezzi massimissimi che posso fare... poi si rischia di sforare.

Terminus
Messaggi: 8711
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da Terminus »

Ma scusate avete mai fatto un computo metrico per un appalto, pubblico o meno ?
Il computo segue il progetto e sei fai bene questo, anche il primo non deve riservare sorprese, eccetto gli imprevisti di cantiere.

Non ci saranno offerte delle ditte, queste lavoreranno con il computo metrico a prezzario ufficiale, tranne eventuali nuovi prezzi che potremmo essere costretti ad elaborare, questi si con una preventiva indagine di mercato.

a_brettyou
Messaggi: 796
Iscritto il: dom ago 16, 2009 08:41

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da a_brettyou »

Terminus ha scritto:
ven lug 24, 2020 19:08
Ma scusate avete mai fatto un computo metrico per un appalto, pubblico o meno ?
Per lavori edili francamente no (per es. per un rifacimento di un tetto, classica "demolizione e ricostruzone dell'elemento costruttitivo" da detrazione 65%), ma constato che normalmente i termotecnici o simili lo fanno. Mi adeguerò. Mi adeguerò anche a controllare che effettivamente siano stati messi i mq e i kg giusti. E che ce vo'?
Terminus ha scritto:
ven lug 24, 2020 19:08
queste lavoreranno con il computo metrico a prezzario ufficiale,
Quindi andranno a computi metrici, mi era sembrato che dicessi di no, ma ero distratto.
giotisi ha scritto:
ven lug 24, 2020 18:54
quindi, verificati i prezzi unitari da listino regionale,
Quindi continueremo ad avere, come sempre accade per le imprese che operano con il piccolo privato, offerte coerenti con le voci dei prezzi unitari regionali e il confronto è... un lampo.

Meglio così. Falso allarme.

mat
Messaggi: 3109
Iscritto il: lun gen 26, 2009 17:07

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da mat »

Terminus ha scritto:
ven lug 24, 2020 19:08
Ma scusate avete mai fatto un computo metrico per un appalto, pubblico o meno ?
Il computo segue il progetto e sei fai bene questo, anche il primo non deve riservare sorprese, eccetto gli imprevisti di cantiere.
In linea di massima concordo, sono abituato anch'io a fare computi estimativi (anche per privati) e di per sè non è nulla di sconvolgente; semmai è molto lungo e noioso, tanto più quanto non hai un prezzario decente su cui lavorare. Trattandosi di lavori abbastanza standardizzati però, fatto il primo facilmente si replicheranno i successivi.
Terminus ha scritto:
ven lug 24, 2020 19:08
Non ci saranno offerte delle ditte, queste lavoreranno con il computo metrico a prezzario ufficiale,
Beh questo no: sarebbe comunque cosa saggia per il cliente chiedere preventivi, magari (ma anche no) usando il computo metrico estimativo come base d'asta sul quale scontare il prezzo.

Terminus
Messaggi: 8711
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da Terminus »

Scontare il prezzo definito sulla base dei prezzari e da noi asseverato ? Che interesse ha il committente ?
Credo che invece la ditta dovrà offrire il miglior prezzo del finanziamento praticato dalla banca, facendo più o meno pagare al cliente gli interessi eccedenti il 10%.
E questo è fuori dalla nostra computazione.

giotisi
Messaggi: 1843
Iscritto il: mer mag 27, 2009 11:52
Località: brescia

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da giotisi »

Suppongo che questo concetto sarà spinto all'estremo: 'Visto che il cliente non paga, mi faccia il computo estimativo più alto possibile nei limiti imposti dalla legge e da lei asseverabili'.

mat
Messaggi: 3109
Iscritto il: lun gen 26, 2009 17:07

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da mat »

Terminus ha scritto:
gio lug 30, 2020 08:29
Scontare il prezzo definito sulla base dei prezzari e da noi asseverato ? Che interesse ha il committente ?
Per esempio in caso di importi vicini ai limiti di spesa, tenersi un margine per eventuali imprevisti. Oppure valutare la bontà di un preventivo (e della ditta che l'ha prodotto) anche in base ai prezzi proposti.
Suppongo che questo concetto sarà spinto all'estremo: 'Visto che il cliente non paga, mi faccia il computo estimativo più alto possibile nei limiti imposti dalla legge e da lei asseverabili'.
Ecco perchè il tecnico non dovrebbe arrivare a traino della ditta, giovanni (come sarebbe preferibile in qualunque lavoro, del resto); e il computo sarebbe bene lo producesse prima ancora di contattarla :wink:

giotisi
Messaggi: 1843
Iscritto il: mer mag 27, 2009 11:52
Località: brescia

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da giotisi »

Proprio perchè concordo con te 'Così dovrebbe essere per tranquillità del cliente e dell'Erario', così NON SARA'.
Il tecnico sarà a rimorchio dell'impresa e da questa pagato.
Perchè il mercato ha le sue regole e si muove su quelle; e non ci sono santi che se un impresa può ricavare 110, si accontenti di ricavare 100... 'per tranquillità del cliente e dell'Erario'.

mat
Messaggi: 3109
Iscritto il: lun gen 26, 2009 17:07

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da mat »

Cassandra dixit :lol:

Nel mio piccolo sono già stato reclutato per diversi lavori "obiettivo 110" e in tutti i casi dal cliente (condominio o privato) e non da ditte. Peraltro so di colleghi che lavorano abitualmente con gestori calore e che sono stati contattati da costoro per fare "squadra"; è il normale assetto del mercato, non la vedo necessariamente più nera in questo caso.

Terminus
Messaggi: 8711
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da Terminus »

Confermo entrambe le modalità:
1) cliente privato che contatta il tecnico e può già avere preso contatti con l'impresa di sua fiducia, oppure la chiede al tecnico stesso;
2) società o gruppi di imprese con dietro soggetti finanziatori che offrono il pacchetto completo compresa la progettazione da parte del proprio gruppo di tecnici di fiducia

In entrambi i casi il tecnico alla fine verrà pagato dall'impresa, perchè il cliente non vuole saperne di fatture "non a zero".

marcoaroma
Messaggi: 261
Iscritto il: lun nov 12, 2018 15:37

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da marcoaroma »

Un'altra cosa che è molto diffusa è quella di venire contattati da general contractor che dicono al tecnico di fare una valutazione preliminare della fattibilità per un condominio, alla base c'è che, se poi il condominio, decide di proseguire con lo stesso contractor, il costo dell'analisi preliminare verrà inglobato nei costi detraibili, altrimenti dovrà corrispondere circa 200€ ad appartamento (per esempio). Se l'analisi è negativa non dovrà nulla.
Io la vedo così, il general contractor perde poco tempo per prendere questo incarico preliminare, fa lavorare i tecnici molto tempo e a loro rischio nel caso sia negativa l'analisi, poi se il condominio accetta saranno loro a decidere quanto pagare i tecnici che hanno fatto già una parte importantissima del lavoro, oppure rivolgersi ad altri, perdendo al massimo quei 100€ promessi ad appartamento, su lavori che costano 30-40.000€ ad appartamento.

Avatar utente
Lurensh
Messaggi: 246
Iscritto il: sab ott 11, 2014 11:32

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da Lurensh »

Beh per fare lavori da 30-40000 euro ad appartamento in condominio, ci si è sbizzarriti :D :D

La provocazione che invece vorrei porre è: ma davvero non c'è nessun problema nell'avere progettista, commercialista, impresa, direttore lavori, responsabile di cantiere, ecc... pagati da un'unica figura?

mat
Messaggi: 3109
Iscritto il: lun gen 26, 2009 17:07

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da mat »

Terminus ha scritto:
gio lug 30, 2020 14:21
In entrambi i casi il tecnico alla fine verrà pagato dall'impresa, perchè il cliente non vuole saperne di fatture "non a zero".
Terminus io sarei meno pessimista...perchè mettere in testa al cliente qualcosa che non può ancora pensare, dato che il superbonus è uscito l'altro giorno e nessuno, nemmeno noi, ha ancora le idee chiare su come funzionerà? :roll: Io tutti sti clienti preoccupati delle parcelle dei tecnici non li ho ancora sentiti...
Alla fine dipende anche da come ci si vende noi professionisti: certo che se partiamo sempre proni convinti di dover dare meno incomodo possibile al cliente, ciao ninetta... ragazzi qui siamo i deus ex machina per far ottenere soldi a pioggia ai contribuenti, un po' di grinta cazo! :wink:
Ma avete presente cosa chiede un commercialista anche solo per sbrigarti pratiche in cui ti fa pure pagare oboli allo Stato, invece che detrarre?

ps: si parla anche di un apposito sistema messo in piedi da Inarcassa e Harley Dickinson per permette di fare anche noi lo sconto in fattura in autonomia, stay tuned...
Ultima modifica di mat il gio lug 30, 2020 22:06, modificato 3 volte in totale.

marcoaroma
Messaggi: 261
Iscritto il: lun nov 12, 2018 15:37

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da marcoaroma »

marcoaroma ha scritto:
gio lug 30, 2020 14:33
Un'altra cosa che è molto diffusa è quella di venire contattati da general contractor che dicono al tecnico di fare una valutazione preliminare della fattibilità per un condominio, alla base c'è che, se poi il condominio, decide di proseguire con lo stesso contractor, il costo dell'analisi preliminare verrà inglobato nei costi detraibili, altrimenti dovrà corrispondere circa 200€ ad appartamento (per esempio). Se l'analisi è negativa non dovrà nulla.
Io la vedo così, il general contractor perde poco tempo per prendere questo incarico preliminare, fa lavorare i tecnici molto tempo e a loro rischio nel caso sia negativa l'analisi, poi se il condominio accetta saranno loro a decidere quanto pagare i tecnici che hanno fatto già una parte importantissima del lavoro, oppure rivolgersi ad altri, perdendo al massimo quei 100€ promessi ad appartamento, su lavori che costano 30-40.000€ ad appartamento.
Commenti? Non vi è capitato? A Me la maggior parte dei contatti.

mat
Messaggi: 3109
Iscritto il: lun gen 26, 2009 17:07

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da mat »

marcoaroma ha scritto:
gio lug 30, 2020 21:43
Commenti? Non vi è capitato? A Me la maggior parte dei contatti.
A me no, ma come ho detto sopra conosco colleghi che lavorano abitualmente con figure di questo tipo e hanno preso accordi del genere. Calcolano che nella quantità qualcuno ne prendono di sicuro, e in tal caso hanno già concordato un lauto compenso col GC che li ripaga anche per il lavoro svolto e andato a mal fine.

Terminus
Messaggi: 8711
Iscritto il: ven mar 30, 2007 17:40
Località: Umbria

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da Terminus »

mat ha scritto:
gio lug 30, 2020 21:40
Terminus io sarei meno pessimista...perchè mettere in testa al cliente qualcosa che non può ancora pensare, dato che il superbonus è uscito l'altro giorno e nessuno, nemmeno noi, ha ancora le idee chiare su come funzionerà? :roll: Io tutti sti clienti preoccupati delle parcelle dei tecnici non li ho ancora sentiti...
Ti assicuro che sono ben consci del fatto che i media hanno sbandierato interventi a costo zero.
Adesso noi andiamo a dire che:
1) dovrebbero commissionarci lo studio preliminare, e che se qualcosa si blocca per svariati motivi, devono pagarci comunque
2) non è detto che le banche si accontentino del 10% e l'eccedenza la pagherà alla fine il committente.
Discorso fatto ad un privato che ha risposto: ah no, adesso devo cacciare i soldi ? Ma se è così non faccio nulla......

Avatar utente
ilverga
Messaggi: 2005
Iscritto il: gio ott 05, 2006 17:42
Località: prov. MI

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da ilverga »

Terminus ha scritto:
gio lug 30, 2020 22:32
Adesso noi andiamo a dire che:
1) dovrebbero commissionarci lo studio preliminare, e che se qualcosa si blocca per svariati motivi, devono pagarci comunque
2) non è detto che le banche si accontentino del 10% e l'eccedenza la pagherà alla fine il committente.
Discorso fatto ad un privato che ha risposto: ah no, adesso devo cacciare i soldi ? Ma se è così non faccio nulla......
Sono clienti da evitare come la peste (che in questo momento ci starebbe come la ciliegina sulla torta). Siamo noi che dobbiamo subito chiarire che l'opportunità di fare lavori a bassissimo costo potrebbe non coincidere col costo zero, questo crea subito una scrematura tra i lavori seri e quelli meno

Avatar utente
Lurensh
Messaggi: 246
Iscritto il: sab ott 11, 2014 11:32

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da Lurensh »

Tornando un attimo al discorso Decreto: ma solo io stamattina ho ricevuto almeno 4 o 5 telefonate di persone che mi dicono che sono usciti i due decreti (decreto prezzi e decreto asseverazioni)? Io ho provato a dire che non c'è ancora nulla di ufficiale, ma sono talmente fermi nel dirmi che sono usciti che fanno vacillare le mie convinzioni... :?

ST.SIM
Messaggi: 163
Iscritto il: ven feb 24, 2017 10:50

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da ST.SIM »

Sono stati firmati, manca solo la pubblicazione...

Avatar utente
Lurensh
Messaggi: 246
Iscritto il: sab ott 11, 2014 11:32

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da Lurensh »

Quindi se sono stati firmati, per lunedì dovrebbero già essere pubblicati su gazzetta ufficiale...?

umstudio
Messaggi: 122
Iscritto il: ven set 23, 2016 14:43

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da umstudio »

E' già scaricabile, io l'ho appena stampato.

Riviste tutte le trasmittanze termiche.
Allegato E

I costi per isolamenti non sembrano male.

Riqualificazione energetica
Interventi di cui all’articolo 2 comma 1, lettera a) - zona climatica A, B, C
800,00 €/m2
Interventi di cui all’articolo 2 comma 1, lettera a) - zona climatica D, E, F
1.000,00 €/m2

Strutture opache orizzontali: isolamento coperture
Esterno: 230,00 €/m2
Interno: 100,00 €/m2
Copertura ventilata: 250,00 €/m2

Strutture opache orizzontali: isolamento pavimenti
Esterno: 120,00 €/m2
Interno/terreno: 150,00 €/m2
Strutture opache verticali: isolamento pareti perimetrali
Esterno/diffusa: 150,00 €/m2
Interno: 80,00 €/m2
Parete ventilata: 200,00 €/m2

Sostituzione di chiusure trasparenti, comprensive di infissi
Zone climatiche A, B e C
Serramento: 550,00 €/m2
Serramento + chiusura oscurante (persiana, tapparelle, scuro): 650,00 €/m2
Zone climatiche D, E ed F
Serramento: 650,00 €/m2
Serramento + chiusura oscurante (persiana, tapparelle, scuro): 750,00 €/m2

Installazione di sistemi di schermatura solari e/o ombreggiamenti mobili comprensivi di eventuali meccanismi di automatici di regolazione: 230,00 €/m2

Collettori solari
Scoperti: 750,00 €/m2
Piani vetrati: 1.000,00 €/m2
Sottovuoto e a concentrazione: 1.250,00 €/m2

Caldaie ad acqua a condensazione e generatori di aria calda a condensazione (*)
Pnom ≤ 35kWt: 200,00 €/kWt
Pnom > 35kWt: 180,00 €/kWt

Micro-cogeneratori
Motore endotermico / altro: 3.100,00 €/kWe
Celle a combustibile 25.000,00 €/kWe

Pompe di calore (*)
Tipologia di pompa di calore

Compressione di vapore elettriche o azionate da motore primo e pompe di calore ad assorbimento
Aria/Aria: 600,00 €/kWt (**)
Altro: 1300,00 €/kWt
Pompe di calore geotermiche: 1900,00 €/kWt
Sistemi ibridi (*): 1.550,00 €/kWt9

Generatori di calore alimentati a biomasse combustibili (*)
Pnom ≤ 35kWt: 350,00€/kWt
Pnom > 35kWt: 450,00€/kWt

Scaldacqua a pompa di calore
Fino a 150 litri di accumulo: 1000,00 €
Oltre 150 litri di accumulo: 1250,00 €

Installazione di tecnologie di building automation: 50,00 €/m2

(*) Nel solo caso in cui l’intervento comporti il rifacimento del sistema di emissione esistente, come opportunamente comprovato da opportuna documentazione, al massimale si aggiungono € 150/m2 per sistemi radianti a pavimento, o € 50/m2 negli altri casi, ove la superficie si riferisce alla superficie riscaldata.
(**) Nel caso di pompe di calore a gas la spesa specifica massima ammissibile è pari a 1.000 €/kWt.
I costi esposti in tabella si considerano al netto di IVA, prestazioni professionali e opere complementari relative alla installazione e alla messa in opera delle tecnologie.

marcoaroma
Messaggi: 261
Iscritto il: lun nov 12, 2018 15:37

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da marcoaroma »

Dove è scaricabile?


umstudio
Messaggi: 122
Iscritto il: ven set 23, 2016 14:43

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da umstudio »

leggendo il testo sembra proprio che i trainati ex 65% si portino dietro il loro tetto di spesa se fatti congiuntamente ai trainanti, o sbaglio?

mat
Messaggi: 3109
Iscritto il: lun gen 26, 2009 17:07

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da mat »

umstudio ha scritto:
ven lug 31, 2020 19:11
leggendo il testo sembra proprio che i trainati ex 65% si portino dietro il loro tetto di spesa se fatti congiuntamente ai trainanti, o sbaglio?
Sineee! (come direbbero a Roma): era scritto nel DL, l'han lasciato intatto nella legge, cosa vuoi di più a parte un Lucano? :)
Il dubbio che qualcuno avanza è che serramenti vanno a braccetto col massimale lettera a) delle parti opache: secondo me no, chi ha letto il decreto mi illumini.

ponca
Messaggi: 1238
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da ponca »

L'asseverazione dei costi unitari massimi vale solo per il 110% o riguarda anche gli interventi con aliquota 50-65%?

Se riguarda opere da asseverare la fa un tecnico con i prezziari
se riguarda opere che non richiedono asseverazione ad esempio i serramenti o la caldaia la fa l'installatore con le tabelle dell'allegato I

corretto?
Se è così, perché la tabella riporta voci in cui è evidente serva l'asseverazione del tecnico e quindi non si può usare?  :shock: Coibentazioni, ecc..
Ultima modifica di ponca il gio ago 06, 2020 21:19, modificato 1 volta in totale.

a_brettyou
Messaggi: 796
Iscritto il: dom ago 16, 2009 08:41

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da a_brettyou »

ponca ha scritto:
gio ago 06, 2020 20:49
corretto?
Yes, it is.
ponca ha scritto:
gio ago 06, 2020 20:49
Se è così, perché la tabella riporta voci in cui è evidente serva l'asseverazione del tecnico e quindi non si può usare?
Per vedere se eri attento...
Oppure perchè chi l'ha scritta vive nella stanza più in là di quello che ha scritto quando si fanno le asseverazioni.
Poi è lungimiranza. Supponi che domani basti la dichiarazione del muratore (e ce voiono seppre i professori?): te lo lì che la tabella è già fatta.

ponca
Messaggi: 1238
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da ponca »

a_brettyou ha scritto:
gio ago 06, 2020 21:18
ponca ha scritto:
gio ago 06, 2020 20:49
corretto?
Yes, it is.
ponca ha scritto:
gio ago 06, 2020 20:49
Se è così, perché la tabella riporta voci in cui è evidente serva l'asseverazione del tecnico e quindi non si può usare?
Per vedere se eri attento...
Oppure perchè chi l'ha scritta vive nella stanza più in là di quello che ha scritto quando si fanno le asseverazioni.
Poi è lungimiranza. Supponi che domani basti la dichiarazione del muratore (e ce voiono seppre i professori?): te lo lì che la tabella è già fatta.
Un dubbio che non riesco a togliermi:
Ma secondo voi l'asseverazione dei costi (con prezzario o tabelle a seconda dei casi) riguarda solo il 110 oppure è richiesta anche per il 65?
Di sicuro resta escluso il bonus casa
Ultima modifica di ponca il gio ago 06, 2020 23:45, modificato 1 volta in totale.

giotisi
Messaggi: 1843
Iscritto il: mer mag 27, 2009 11:52
Località: brescia

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da giotisi »

a_brettyou ha scritto:
gio ago 06, 2020 21:18
ponca ha scritto:
gio ago 06, 2020 20:49
corretto?
Yes, it is.
ponca ha scritto:
gio ago 06, 2020 20:49
Se è così, perché la tabella riporta voci in cui è evidente serva l'asseverazione del tecnico e quindi non si può usare?
Per vedere se eri attento...
Oppure perchè chi l'ha scritta vive nella stanza più in là di quello che ha scritto quando si fanno le asseverazioni.
Poi è lungimiranza. Supponi che domani basti la dichiarazione del muratore (e ce voiono seppre i professori?): te lo lì che la tabella è già fatta.
L'asseverazione del tecnico SULLA CONGRUITA' DEI PREZZI, è stata introdotta dall'art.119, e non c'entra nulla con le asseverazioni TECNICHE già in genere previste.

Piuttosto, è uscito anche l'altro.. senza apparenti modifiche rispetto al testo che circolava da venerdi scorso.


Tom Bishop
Messaggi: 1961
Iscritto il: mar dic 30, 2008 17:13

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da Tom Bishop »

ponca ha scritto:
gio ago 06, 2020 20:49
L'asseverazione dei costi unitari massimi vale solo per il 110% o riguarda anche gli interventi con aliquota 50-65%?

Se riguarda opere da asseverare la fa un tecnico con i prezziari
se riguarda opere che non richiedono asseverazione ad esempio i serramenti o la caldaia la fa l'installatore con le tabelle dell'allegato I

corretto?
Se è così, perché la tabella riporta voci in cui è evidente serva l'asseverazione del tecnico e quindi non si può usare?  :shock: Coibentazioni, ecc..
Anche io questa cosa non l'ho ancora capita.
Tom Bishop

giotisi
Messaggi: 1843
Iscritto il: mer mag 27, 2009 11:52
Località: brescia

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da giotisi »

Si, ripensandoci, non è chiara.

All'art.6 si introduce la congruenza economica per tutti gli interventi nei modi indicati all'art.8

All'art.8 è detto chiaramente che:
1) esiste una asseverazione tecnica sullo schema dell'all.A. (che indica una sola semplificazione, relativa ai serramenti)
2) tale asseverazione comprende la congruità delle spese come previsto dall'art.119 comma 13 del decreto rilancio (che si limita al caso 110%) e nello schema di asseverazione finale, è previsto il solo caso in cui si raggiunge il doppio salto di classe (pag.9 riga 1)

In ogni caso, per le asseverazioni dei valori, in caso serva, si devono usare i listini regionali, dei, ecc..

Quindi??

umstudio
Messaggi: 122
Iscritto il: ven set 23, 2016 14:43

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da umstudio »

Vi pongo un ipotesi di esempio pratico, ovvero abitazione di 170 mq oggetto di demolizione e ricostruzione, ho stimato 340.000 € per riedificarla, così suddivisi:

240 m2 di cappotto costo: 20.000 €
140 m2 di isolamento copertura costo: 25.000 €
30 m2 di infissi: 22.000 €
schermature solari: 12.000 €

totale isolamenti, infissi e schermature: 79.000 € (sommando i 50K trainanti + i 54K a traino sono dentro)


impianto di riscaldamento: 30.000€
impianto elettrico a servizio del riscaldamento: 10.000 €

totale impianto 40.000 € (sommando i 30K trainanti + i 27K a traino sono dentro)


solare termico: 6.000 € (considerando i 27K a traino sono dentro)


impianto fotovolatico: 15.000 € (considerando i 48K trainanti sono dentro)


demolizione e ricostruzione parte strutturale in sismabonus: 140.000 € (considerando il massimale di 96K di sismabonus sforo di 44K €)


impianti elettrici abitazione detraibili come ristrutturazione al 50%: 15.000 €
impianto sanitario e scarichi detraibili come ristrutturazione al 50%: 15.000 €
altri costi detraibili al 50% per ristrutturazione: 30.000 €
extra costo sforato di sismabonus: 44.000 €

totale spesa per ristrutturazione al 50%: 104.000 € di questi 50% vanno detratti e rimangono 52.000 € di spese vive.

Andranno poi verificati i prezzi con il prezziario regionale, per ora li ho confrontati con l'allegato del MISE e non sono male.

A tutto ciò vanno aggiunte le spese professionali che potrebbero essere inserite nei tetti di spesa non saturati del tutto.

Messa così non è male, il dubbio è nel poter sommare i tetti di spesa per gli isolamenti al 110 e quelli per gli isolamenti ex 65%, o il tetto di spesa per impianti al 110% con quello ex 65%, ma sembrerebbe da più fonti che la cosa sia assodata.

Effeemmebike
Messaggi: 230
Iscritto il: mar lug 17, 2007 15:07

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da Effeemmebike »

umstudio ha scritto:
ven ago 07, 2020 08:08



impianto di riscaldamento: 30.000€
impianto elettrico a servizio del riscaldamento: 10.000 €

totale impianto 40.000 € (sommando i 30K trainanti + i 27K a traino sono dentro)






Messa così non è male, il dubbio è nel poter sommare i tetti di spesa per gli isolamenti al 110 e quelli per gli isolamenti ex 65%, o il tetto di spesa per impianti al 110% con quello ex 65%, ma sembrerebbe da più fonti che la cosa sia assodata.
Io ho dei dubbi che si possa fare così, sopratutto sull'impianto: se è trainante si ha 30000 €, se è trainato si hanno 27000 €, ma non la somma dei due. Forse può essere diverso per il comma 345 che ha varie componenti ma per il 347 secondo me non si può fare.
Quali sarebbero le fonti che "assodano" la cosa?

Avatar utente
Lurensh
Messaggi: 246
Iscritto il: sab ott 11, 2014 11:32

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da Lurensh »

Momento, momento, momento, momento (cit.)
Ma il comma 4 dell'articolo 3 (quello che diceva che non era consentito l'accesso alle detrazioni fiscali per gli interventi eseguiti sugli stessi elementi edilizi o impiantistici che avevano usufruito delle detrazioni negli ultimi 10 anni)... che fine ha fatto?

Perché io ho una lista lunga così di condomini che hanno cambiato la caldaia 8-9 anni fa o hanno tinteggiato la facciata 2 anni fa...

ponca
Messaggi: 1238
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da ponca »

Lurensh ha scritto:
ven ago 07, 2020 09:28
Momento, momento, momento, momento (cit.)
Ma il comma 4 dell'articolo 3 (quello che diceva che non era consentito l'accesso alle detrazioni fiscali per gli interventi eseguiti sugli stessi elementi edilizi o impiantistici che avevano usufruito delle detrazioni negli ultimi 10 anni)... che fine ha fatto?

Perché io ho una lista lunga così di condomini che hanno cambiato la caldaia 8-9 anni fa o hanno tinteggiato la facciata 2 anni fa...
è rimasto l'art.3 comma 3
Nel caso in cui uno degli interventi di cui all’articolo 2 consista nella mera prosecuzione di interventi della stessa categoria iniziati in anni precedenti sullo stesso immobile, ai fini del computo del limite massimo di spesa o di detrazione, si tiene conto anche delle spese o delle detrazioni fruite negli anni precedenti.

non chiarissimo
ad esempio se ho coibentato il tetto sfruttando l'intero importo delle detrazione adesso posso fare il cappotto? è un nuovo intervento o la mera prosecuzione del precedente?
oppure se ho installato una caldaia a condensazione adesso posso installare una pdc?
Ultima modifica di ponca il ven ago 07, 2020 12:01, modificato 1 volta in totale.

ponca
Messaggi: 1238
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da ponca »

giotisi ha scritto:
ven ago 07, 2020 07:39
Si, ripensandoci, non è chiara.

All'art.6 si introduce la congruenza economica per tutti gli interventi nei modi indicati all'art.8

All'art.8 è detto chiaramente che:
1) esiste una asseverazione tecnica sullo schema dell'all.A. (che indica una sola semplificazione, relativa ai serramenti)
2) tale asseverazione comprende la congruità delle spese come previsto dall'art.119 comma 13 del decreto rilancio (che si limita al caso 110%) e nello schema di asseverazione finale, è previsto il solo caso in cui si raggiunge il doppio salto di classe (pag.9 riga 1)

In ogni caso, per le asseverazioni dei valori, in caso serva, si devono usare i listini regionali, dei, ecc..

Quindi??
Rileggendo con attenzione l'art. 3 del DM requisiti tecnici l'asseverazione dei costi serve sempre (sia per 65 che per 110).
Se c'è un tecnico (110 o interventi del 65 che richiedono un'asseverazione si seguono i prezziari), per interventi senza bisogno di asseverazione (serramenti o sostituzione generatore senza intervento trainante) si segue la tabella.
Perchè nella tabella resti l'indicazione relativa a interventi di coibentazione resta un mistero (oppure un errore).

1. Le detrazioni concesse per gli interventi di cui all’articolo 2 si applicano con le percentuali di detrazione, i valori di detrazione massima ammissibile o di spesa massima ammissibile riportati nell’allegato B al presente decreto.
2. L’ammontare massimo delle detrazioni o della spesa massima ammissibile per gli interventi di cui all’articolo 2, fermi restando i limiti di cui all’allegato B, è calcolato nel rispetto dei massimali di costo specifici per singola tipologia di intervento. Tale ammontare è calcolato, secondo quanto riportato all’allegato A, punto 13. Fatti salvi gli interventi di cui all’articolo 119 del Decreto rilancio, fanno eccezione le spese per gli interventi di riduzione del rischio sismico di cui all’articolo 2, comma 1, lettera b), punti vi e vii, per i quali non sono definiti massimali di costo specifici.

ST.SIM
Messaggi: 163
Iscritto il: ven feb 24, 2017 10:50

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da ST.SIM »

ponca ha scritto:
gio ago 06, 2020 20:49
L'asseverazione dei costi unitari massimi vale solo per il 110% o riguarda anche gli interventi con aliquota 50-65%?

Se riguarda opere da asseverare la fa un tecnico con i prezziari
se riguarda opere che non richiedono asseverazione ad esempio i serramenti o la caldaia la fa l'installatore con le tabelle dell'allegato I

corretto?
Se è così, perché la tabella riporta voci in cui è evidente serva l'asseverazione del tecnico e quindi non si può usare?  :shock: Coibentazioni, ecc..
Scusa ma interessa anche a me questo argomento, ricapitolando :
Detrazione 110% - Asseverazione costi
Mi trovo in questo caso

- Intervento trainante installazione impianto ibrido ---> Asseverazione costi fatta dall'installatore seguendo tabelle allegato I
- Intervento trainato sostituzione infissi ---> Asseverazione costi fatta dall'installatore seguendo tabelle allegato I

Corretto ??

Invece per interventi di coibentazione serve asseverazione costi da tecnico abilitato seguendo prezzari regionali

ponca
Messaggi: 1238
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da ponca »

ST.SIM ha scritto:
ven ago 07, 2020 12:12
ponca ha scritto:
gio ago 06, 2020 20:49
L'asseverazione dei costi unitari massimi vale solo per il 110% o riguarda anche gli interventi con aliquota 50-65%?

Se riguarda opere da asseverare la fa un tecnico con i prezziari
se riguarda opere che non richiedono asseverazione ad esempio i serramenti o la caldaia la fa l'installatore con le tabelle dell'allegato I

corretto?
Se è così, perché la tabella riporta voci in cui è evidente serva l'asseverazione del tecnico e quindi non si può usare?  :shock: Coibentazioni, ecc..
Scusa ma interessa anche a me questo argomento, ricapitolando :
Detrazione 110% - Asseverazione costi
Mi trovo in questo caso

- Intervento trainante installazione impianto ibrido ---> Asseverazione costi fatta dall'installatore seguendo tabelle allegato I
- Intervento trainato sostituzione infissi ---> Asseverazione costi fatta dall'installatore seguendo tabelle allegato I

Corretto ??

Invece per interventi di coibentazione serve asseverazione costi da tecnico abilitato seguendo prezzari regionali
Sto cercando di capire, quindi con tutti i dubbi del caso..
a me sembra che se fai il 110 l'asseverazione dei costi viene fatta obbligatoriamente dal tecnico con i prezziari sia per interventi trainanti (comma 1 art. 119 a-b-c) che per gli eventuali interventi trainati ad es. i serramenti (comma 2 art. 119).

Ti riporto l'articolo 13 che mi sembra dica questo.

Per gli interventi di cui all’articolo 119, commi 1 e 2 del Decreto Rilancio, nonché per gli altri interventi che, ai sensi del presente allegato prevedano la redazione dell’asseverazione ai sensi del presente allegato A da parte del tecnico abilitato, il tecnico abilitato stesso che la sottoscrive allega il computo metrico e assevera che siano rispettati i costi massimi per tipologia di intervento, nel rispetto dei seguenti criteri

Avatar utente
Lurensh
Messaggi: 246
Iscritto il: sab ott 11, 2014 11:32

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da Lurensh »

ponca ha scritto:
ven ago 07, 2020 11:45
Lurensh ha scritto:
ven ago 07, 2020 09:28
Momento, momento, momento, momento (cit.)
Ma il comma 4 dell'articolo 3 (quello che diceva che non era consentito l'accesso alle detrazioni fiscali per gli interventi eseguiti sugli stessi elementi edilizi o impiantistici che avevano usufruito delle detrazioni negli ultimi 10 anni)... che fine ha fatto?

Perché io ho una lista lunga così di condomini che hanno cambiato la caldaia 8-9 anni fa o hanno tinteggiato la facciata 2 anni fa...
è rimasto l'art.3 comma 3
Nel caso in cui uno degli interventi di cui all’articolo 2 consista nella mera prosecuzione di interventi della stessa categoria iniziati in anni precedenti sullo stesso immobile, ai fini del computo del limite massimo di spesa o di detrazione, si tiene conto anche delle spese o delle detrazioni fruite negli anni precedenti.

non chiarissimo
ad esempio se ho coibentato il tetto sfruttando l'intero importo delle detrazione adesso posso fare il cappotto? è un nuovo intervento o la mera prosecuzione del precedente?
oppure se ho installato una caldaia a condensazione adesso posso installare una pdc?
Si ma prendiamo anche il caso di una facciata tinteggiata meno di un anno fa per cui è stata chiesta la detrazione fiscale del 50%... Se ci faccio un cappotto ora non sto proseguendo nessun intervento, ma che fine fanno i soldi delle detrazioni? Non capisco per quale motivo abbiano tolto il comma 4. Il comma 3 mi va benissimo in ottica di "ho cambiato 4 serramenti su 10, ho ancora del massimale e cambio gli ultimi 6".

ponca
Messaggi: 1238
Iscritto il: ven ott 22, 2010 18:22

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da ponca »

Lurensh ha scritto:
ven ago 07, 2020 13:57
ponca ha scritto:
ven ago 07, 2020 11:45
Lurensh ha scritto:
ven ago 07, 2020 09:28


Momento, momento, momento, momento (cit.)
Ma il comma 4 dell'articolo 3 (quello che diceva che non era consentito l'accesso alle detrazioni fiscali per gli interventi eseguiti sugli stessi elementi edilizi o impiantistici che avevano usufruito delle detrazioni negli ultimi 10 anni)... che fine ha fatto?

Perché io ho una lista lunga così di condomini che hanno cambiato la caldaia 8-9 anni fa o hanno tinteggiato la facciata 2 anni fa...
è rimasto l'art.3 comma 3
Nel caso in cui uno degli interventi di cui all’articolo 2 consista nella mera prosecuzione di interventi della stessa categoria iniziati in anni precedenti sullo stesso immobile, ai fini del computo del limite massimo di spesa o di detrazione, si tiene conto anche delle spese o delle detrazioni fruite negli anni precedenti.

non chiarissimo
ad esempio se ho coibentato il tetto sfruttando l'intero importo delle detrazione adesso posso fare il cappotto? è un nuovo intervento o la mera prosecuzione del precedente?
oppure se ho installato una caldaia a condensazione adesso posso installare una pdc?
Si ma prendiamo anche il caso di una facciata tinteggiata meno di un anno fa per cui è stata chiesta la detrazione fiscale del 50%... Se ci faccio un cappotto ora non sto proseguendo nessun intervento, ma che fine fanno i soldi delle detrazioni? Non capisco per quale motivo abbiano tolto il comma 4. Il comma 3 mi va benissimo in ottica di "ho cambiato 4 serramenti su 10, ho ancora del massimale e cambio gli ultimi 6".
Se ti riferisci al fatto che hai tinteggiato direi che quello era un intervento diverso, neppure riconducibile all'ecobonus. Non mi pare un problema.

Avatar utente
Lurensh
Messaggi: 246
Iscritto il: sab ott 11, 2014 11:32

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da Lurensh »

ponca ha scritto:
ven ago 07, 2020 14:08
Lurensh ha scritto:
ven ago 07, 2020 13:57
ponca ha scritto:
ven ago 07, 2020 11:45


è rimasto l'art.3 comma 3
Nel caso in cui uno degli interventi di cui all’articolo 2 consista nella mera prosecuzione di interventi della stessa categoria iniziati in anni precedenti sullo stesso immobile, ai fini del computo del limite massimo di spesa o di detrazione, si tiene conto anche delle spese o delle detrazioni fruite negli anni precedenti.

non chiarissimo
ad esempio se ho coibentato il tetto sfruttando l'intero importo delle detrazione adesso posso fare il cappotto? è un nuovo intervento o la mera prosecuzione del precedente?
oppure se ho installato una caldaia a condensazione adesso posso installare una pdc?
Si ma prendiamo anche il caso di una facciata tinteggiata meno di un anno fa per cui è stata chiesta la detrazione fiscale del 50%... Se ci faccio un cappotto ora non sto proseguendo nessun intervento, ma che fine fanno i soldi delle detrazioni? Non capisco per quale motivo abbiano tolto il comma 4. Il comma 3 mi va benissimo in ottica di "ho cambiato 4 serramenti su 10, ho ancora del massimale e cambio gli ultimi 6".
Se ti riferisci al fatto che hai tinteggiato direi che quello era un intervento diverso, neppure riconducibile all'ecobonus. Non mi pare un problema.
Ma quindi secondo te non ci sono rogne per il fatto che un condominio ha chiesto le detrazioni fiscali per aver tinteggiato una facciata e poi dopo manco un anno cappotta tutto e chiede altre detrazioni?

ST.SIM
Messaggi: 163
Iscritto il: ven feb 24, 2017 10:50

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da ST.SIM »

ponca ha scritto:
ven ago 07, 2020 12:29
ST.SIM ha scritto:
ven ago 07, 2020 12:12
ponca ha scritto:
gio ago 06, 2020 20:49
L'asseverazione dei costi unitari massimi vale solo per il 110% o riguarda anche gli interventi con aliquota 50-65%?

Se riguarda opere da asseverare la fa un tecnico con i prezziari
se riguarda opere che non richiedono asseverazione ad esempio i serramenti o la caldaia la fa l'installatore con le tabelle dell'allegato I

corretto?
Se è così, perché la tabella riporta voci in cui è evidente serva l'asseverazione del tecnico e quindi non si può usare?  :shock: Coibentazioni, ecc..
Scusa ma interessa anche a me questo argomento, ricapitolando :
Detrazione 110% - Asseverazione costi
Mi trovo in questo caso

- Intervento trainante installazione impianto ibrido ---> Asseverazione costi fatta dall'installatore seguendo tabelle allegato I
- Intervento trainato sostituzione infissi ---> Asseverazione costi fatta dall'installatore seguendo tabelle allegato I

Corretto ??

Invece per interventi di coibentazione serve asseverazione costi da tecnico abilitato seguendo prezzari regionali
Sto cercando di capire, quindi con tutti i dubbi del caso..
a me sembra che se fai il 110 l'asseverazione dei costi viene fatta obbligatoriamente dal tecnico con i prezziari sia per interventi trainanti (comma 1 art. 119 a-b-c) che per gli eventuali interventi trainati ad es. i serramenti (comma 2 art. 119).

Ti riporto l'articolo 13 che mi sembra dica questo.

Per gli interventi di cui all’articolo 119, commi 1 e 2 del Decreto Rilancio, nonché per gli altri interventi che, ai sensi del presente allegato prevedano la redazione dell’asseverazione ai sensi del presente allegato A da parte del tecnico abilitato, il tecnico abilitato stesso che la sottoscrive allega il computo metrico e assevera che siano rispettati i costi massimi per tipologia di intervento, nel rispetto dei seguenti criteri
Sono d'accordo, ma leggendo e rileggendo l'art. 13 potrei dare un'altra interpretazione a quanto scritto:

Per gli interventi di cui all'art. 119 commi 1 e 2 e gli altri interventi, che nell'allegato A non prevedano asseverazione da parte di tecnico abilitato,
si può usare Allegato I con asseverazione costi da parte di installatore o ditta.
Il "nonchè" secondo me non esclude gli interventi all'art. 119 commi 1 e 2.

Cosa ne pensate ??

girondone
Messaggi: 10595
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da girondone »

Lurensh ha scritto:
ven ago 07, 2020 13:57
ponca ha scritto:
ven ago 07, 2020 11:45
Lurensh ha scritto:
ven ago 07, 2020 09:28


Momento, momento, momento, momento (cit.)
Ma il comma 4 dell'articolo 3 (quello che diceva che non era consentito l'accesso alle detrazioni fiscali per gli interventi eseguiti sugli stessi elementi edilizi o impiantistici che avevano usufruito delle detrazioni negli ultimi 10 anni)... che fine ha fatto?

Perché io ho una lista lunga così di condomini che hanno cambiato la caldaia 8-9 anni fa o hanno tinteggiato la facciata 2 anni fa...
è rimasto l'art.3 comma 3
Nel caso in cui uno degli interventi di cui all’articolo 2 consista nella mera prosecuzione di interventi della stessa categoria iniziati in anni precedenti sullo stesso immobile, ai fini del computo del limite massimo di spesa o di detrazione, si tiene conto anche delle spese o delle detrazioni fruite negli anni precedenti.

non chiarissimo
ad esempio se ho coibentato il tetto sfruttando l'intero importo delle detrazione adesso posso fare il cappotto? è un nuovo intervento o la mera prosecuzione del precedente?
oppure se ho installato una caldaia a condensazione adesso posso installare una pdc?
Si ma prendiamo anche il caso di una facciata tinteggiata meno di un anno fa per cui è stata chiesta la detrazione fiscale del 50%... Se ci faccio un cappotto ora non sto proseguendo nessun intervento, ma che fine fanno i soldi delle detrazioni? Non capisco per quale motivo abbiano tolto il comma 4. Il comma 3 mi va benissimo in ottica di "ho cambiato 4 serramenti su 10, ho ancora del massimale e cambio gli ultimi 6".
nessuna fine continua a detrartli esattamente come da sempre uno può per assurdo cambiare la caldaia tutti gli anni e detrarla

girondone
Messaggi: 10595
Iscritto il: ven mar 16, 2007 09:48
Località: SV

Re: Bozza Decreto Prezzi. Ma l'asseverazione dei costi massimali...

Messaggio da girondone »

ST.SIM ha scritto:
ven ago 07, 2020 14:46
ponca ha scritto:
ven ago 07, 2020 12:29
ST.SIM ha scritto:
ven ago 07, 2020 12:12


Scusa ma interessa anche a me questo argomento, ricapitolando :
Detrazione 110% - Asseverazione costi
Mi trovo in questo caso

- Intervento trainante installazione impianto ibrido ---> Asseverazione costi fatta dall'installatore seguendo tabelle allegato I
- Intervento trainato sostituzione infissi ---> Asseverazione costi fatta dall'installatore seguendo tabelle allegato I

Corretto ??

Invece per interventi di coibentazione serve asseverazione costi da tecnico abilitato seguendo prezzari regionali
Sto cercando di capire, quindi con tutti i dubbi del caso..
a me sembra che se fai il 110 l'asseverazione dei costi viene fatta obbligatoriamente dal tecnico con i prezziari sia per interventi trainanti (comma 1 art. 119 a-b-c) che per gli eventuali interventi trainati ad es. i serramenti (comma 2 art. 119).

Ti riporto l'articolo 13 che mi sembra dica questo.

Per gli interventi di cui all’articolo 119, commi 1 e 2 del Decreto Rilancio, nonché per gli altri interventi che, ai sensi del presente allegato prevedano la redazione dell’asseverazione ai sensi del presente allegato A da parte del tecnico abilitato, il tecnico abilitato stesso che la sottoscrive allega il computo metrico e assevera che siano rispettati i costi massimi per tipologia di intervento, nel rispetto dei seguenti criteri
Sono d'accordo, ma leggendo e rileggendo l'art. 13 potrei dare un'altra interpretazione a quanto scritto:

Per gli interventi di cui all'art. 119 commi 1 e 2 e gli altri interventi, che nell'allegato A non prevedano asseverazione da parte di tecnico abilitato,
si può usare Allegato I con asseverazione costi da parte di installatore o ditta.
Il "nonchè" secondo me non esclude gli interventi all'art. 119 commi 1 e 2.

Cosa ne pensate ??
il 13.2 vuol dire che nei casi semplificati senza asseveraz tecnico il serrmantista per es usa la tabella del decreto .... per il resto il dubbio mi resta

Rispondi