Conflitto di interessi

Normativa tecnica inerente la classificazione e la certificazione energetica degli edifici, accreditamento tecnici, …
Rispondi
sissi80
Messaggi: 4
Iscritto il: mer mag 20, 2015 12:47

Conflitto di interessi

Messaggio da sissi80 » mer mag 27, 2015 16:51

Qualcuno per favore potrebbe chiarirmi le idee sul conflitto di interessi in caso di edifici ESISTENTI?
Se ho firmato la CIL asseverata per la classica ristrutturazione di un appartamento sono esclusa dalla possibilità di fare l'APE? Il proprietario me lo ha chiesto perché adesso vuole vendere.
A livello di interventi che hanno a che fare con la resa energetica, non abbiamo toccato gli impianti di riscaldamento e ACS ma abbiamo cambiato gli infissi.

sissi80
Messaggi: 4
Iscritto il: mer mag 20, 2015 12:47

Re: Conflitto di interessi

Messaggio da sissi80 » ven mag 29, 2015 10:11

...nessuno sa darmi un'opinione?...

marcello60
Messaggi: 1152
Iscritto il: gio mag 17, 2007 19:09

Re: Conflitto di interessi

Messaggio da marcello60 » ven mag 29, 2015 18:47

Il testo coordinato con le modifiche introdotte dal DGR 453 2014 è questo:

Art. 3.
Requisiti di indipendenza e imparzialità dei soggetti abilitati alla certificazione energetica degli edifici
1. Ai fini di assicurare indipendenza e imparzialità di giudizio dei soggetti di cui al comma 1 dell’articolo 2, i tecnici abilitati, all’atto di sottoscrizione dell’attestato di certificazione energetica, dichiarano:
a) nel caso di certificazione di edifici di nuova costruzione, l’assenza di conflitto di interessi, tra l’altro espressa attraverso il non coinvolgimento diretto o indiretto nel processo di progettazione e realizzazione dell’edificio da certificare o con i produttori dei materiali e dei componenti in esso incorporati nonché rispetto ai vantaggi che possano derivarne al richiedente, che in ogni caso non deve essere né il coniuge né un parente fino al quarto grado;
b) nel caso di certificazione di edifici esistenti, l’assenza di conflitto di interessi, ovvero di non coinvolgimento diretto o indiretto con i produttori dei materiali e dei componenti in esso incorporati nonché rispetto ai vantaggi che possano derivarne al richiedente, che in ogni caso non deve essere né coniuge né parente fino al quarto grado.


Nel tuo caso parliamo di edificio esistente, non nuovo (Art 3 comma 1 lettera b), quindi a mio avviso non ci dovrebbe essere conflitto di interessi riguardo al fatto che hai operato sull'edificio esistente per efficentamento energetico (cambio di infissi).

sissi80
Messaggi: 4
Iscritto il: mer mag 20, 2015 12:47

Re: Conflitto di interessi

Messaggio da sissi80 » mer giu 03, 2015 10:28

Grazie Marcello per il tuo parere, in effetti anche io la penso così! Ma confrontandomi con diverse persone sto ottenendo risposte e interpretazioni sempre diverse, non capisco perché, a me invece la cosa sembrava tanto chiara...e mi pare che sia proprio come dici tu.
grazie mille, ciao!

henry
Messaggi: 128
Iscritto il: mar set 13, 2011 14:30

Re: Conflitto di interessi

Messaggio da henry » mer giu 03, 2015 16:54

Sinceramente la trovo una grande pagliacciata questa cosa della parentela fino al 4 grado..... :lol: soprattutto perchè i politici che hanno scritto questa legge,sono i primi che non rispettano le legge sul conflitto di interesse.

sissi80
Messaggi: 4
Iscritto il: mer mag 20, 2015 12:47

Re: Conflitto di interessi

Messaggio da sissi80 » gio giu 04, 2015 09:50

Sì infatti, siamo sempre lì.... noi pesci piccoli che ci facciamo mille problemi mentre chi sta in alto ... va be' non aggiungo altro!
Nel mio caso poi capirai che conflitto, se va bene questo appartamento se la gioca tra la F e la G.

PETRUS
Messaggi: 1
Iscritto il: sab giu 27, 2015 16:21

Re: Conflitto di interessi

Messaggio da PETRUS » mer lug 01, 2015 17:06

nell’ipotesi di un edificio costruito anno 2008/9 , di cui il tecnico ha redatto il progetto energetico ed impianto termico , il tecnico può redigere l’APE (edificio esistente come definito nell’art.3 comma b) e dichiarare l’assenza di conflitto d’interesse?


DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 16 aprile 2013, n. 75

Art. 3.
Requisiti di indipendenza e imparzialità dei soggetti abilitati alla certificazione energetica degli edifici
1. Ai fini di assicurare indipendenza e imparzialità di giudizio dei soggetti di cui al comma 1 dell’articolo 2, i tecnici abilitati, all’atto di sottoscrizione dell’attestato di certificazione energetica, dichiarano:
a) nel caso di certificazione di edifici di nuova costruzione, l’assenza di conflitto di interessi, tra l’altro espressa attraverso il non coinvolgimento diretto o indiretto nel processo di progettazione e realizzazione dell’edificio da certificare o con i produttori dei materiali e dei componenti in esso incorporati nonché rispetto ai vantaggi che possano derivarne al richiedente, che in ogni caso non deve essere né il coniuge né un parente fino al quarto grado;
b) nel caso di certificazione di edifici esistenti , l’assenza di conflitto di interessi, ovvero di non coinvolgimento diretto o indiretto con i produttori dei materiali e dei componenti in esso incorporati nonché rispetto ai vantaggi che possano derivarne al richiedente, che in ogni caso non deve essere né coniuge né parente fino al quarto grado.


vi ringrazio per la vostra opinione

soloalfa
Messaggi: 1179
Iscritto il: ven ott 10, 2008 16:36

Re: Conflitto di interessi

Messaggio da soloalfa » mer lug 01, 2015 17:26

se leggi quello che hai copiato-incollato trovi la risposta
La teoria è quando si sa tutto e niente funziona.
La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché.
Noi abbiamo messo insieme la teoria e la pratica: non c'è niente che funzioni... e nessuno sa il perché !

marcello60
Messaggi: 1152
Iscritto il: gio mag 17, 2007 19:09

Re: Conflitto di interessi

Messaggio da marcello60 » gio dic 01, 2016 18:32

Buongiorno a tutti,
riapro l'argomento solo per informarvi che, almeno limitatamente alla regione Emilia Romagna, sull'annosa questione riguardante il conflitto di interessi su edifici esistenti sottoposti a ristrutturazione c'è finalmente un parere ufficiale (nuove FAQ del 24/10/2016):

(scaricabili qui:)
http://energia.regione.emilia-romagna.i ... li-edifici

FAQ 13 sulla DGR 1275/2015

"D: In merito all’indipendenza ed imparzialità dei soggetti certificatori, il DPR 16 aprile 2013 n.75, art.3 distingue tra edifici esistenti ed edifici nuovi, e ponendo attenzione al fatto che il certificatore si può avvalere di tecnici preposti.
Nel caso in cui un soggetto certificatore partecipi alla progettazione per un intervento di riqualificazione energetica al termine dei lavori può redigere l’Attestato di Prestazione Energetica?

R: l'art.3 del DPR 75/2013 distingue tra edificio di nuova costruzione (comma 1 lett.a) ed edifici esistenti (comma 1 lett.b), per questi ultimi non distingue se siano o meno oggetto di intervento edilizio, pertanto si ritiene che nel caso di interventi di ristrutturazione importante o di riqualificazione energetica, per i quali sia necessario redigere l'Attestato di Prestazione Energetica i requisiti di indipendenza ed imparzialità sono quelli previsti dal DPR 75/2013 art.3 comma 1 lett.b.
Nello specifico non vi sono condizioni di conflitto rispetto al processo di progettazione e realizzazione."


Era ora ....

Rispondi