acs da pompa di calore in pemonte

Normativa tecnica inerente la classificazione e la certificazione energetica degli edifici, sistema informativo regionale SICEE, accreditamento tecnici, …
Rispondi
teo012
Messaggi: 55
Iscritto il: gio ott 19, 2006 17:52

acs da pompa di calore in pemonte

Messaggio da teo012 » mar nov 17, 2009 09:20

Ciao a tutti
ho capito bene che (in piemonte elombardia ma a liv. nazionale no) posso sostituire i pannelli solari ternici per ACS 50-60% con in recupero di un gruppo in pompa di calore?
E se si come posso calcolare il risparmio energetico da inserire nel certificazione enertgetica?

ogni regione una ragione!

energetika
Messaggi: 14
Iscritto il: lun nov 09, 2009 13:58

Re: acs da pompa di calore in pemonte

Messaggio da energetika » mar nov 17, 2009 16:13

teo012 ha scritto:Ciao a tutti
ho capito bene che (in piemonte elombardia ma a liv. nazionale no) posso sostituire i pannelli solari ternici per ACS 50-60% con in recupero di un gruppo in pompa di calore?
E se si come posso calcolare il risparmio energetico da inserire nel certificazione enertgetica?

ogni regione una ragione!

attenzione, perchè nel Piano stralcio si dice che il 60% del fabbisogno per l'ACS può essere soddisfatto con solare termico e/o pompa di calore,
scheda 1N
Ad integrazione dell’energia termica necessaria alla produzione di acqua calda sanitaria, devono
essere utilizzati sistemi basati sul solare termico e/o su tecnologie a pompa di calore con prestazioni
conformi a quanto previsto nell’Allegato 4. Nel caso di installazione del sistema solare termico,
quest’ultimo deve garantire un contributo medio annuo pari ad almeno il 60% del fabbisogno termico
per la produzione di acqua calda sanitaria, determinato secondo le disposizioni della Raccomandazione
UNI-CTI R3/03 SC6.


mentre nella legge 13/2007 troviamo
Art. 18
Per gli edifici di nuova costruzione o in occasione degli interventi di cui all'articolo 2, comma 2,
lettere b), d), ed e), il proprietario o chi ne ha titolo installa impianti solari termici integrati
nella struttura edilizia, dimensionati in modo tale da soddisfare almeno il 60 per cento del
fabbisogno annuale di energia primaria richiesto per la produzione di acqua calda sanitaria
dell'edificio


che dire, l'importante è avere le idee chiare!

(nella riscrittura del piano stralcio, deliberazione giunta regionale 4 agosto 2009, n. 46-11968, si definisce che debbano essere utilizzati necessariamente i pannelli solari, ma non è ancora entrata in vigore)

henry
Messaggi: 128
Iscritto il: mar set 13, 2011 14:30

Re: acs da pompa di calore in pemonte

Messaggio da henry » lun dic 22, 2014 10:22

Buongiorno, ho un impianto a pompa di calore (risc.radiante+acs) con collegata in serie una caldaia a condensazione (che in caso di blocco della pdc si accende).
Per quanto riguarda il soddisfacimento del 60 % di acs da fonti rinn. ho un problema:

se inserisco l'impianto con sola pdc il fabbisogno del 60% è verificato, se aggiungo la caldaia in serie alla pdc non è piu soddisfatto!!! :? :? (dovrei integrare con i pannelli solari)

temperatura di pozzo caldo lato interno (al condensatore) che temperatura inserite con pavimenti radianti 35 gradi giusto?

Avete dei consigli? come vi comportate voi in questi casi con pompa di calore e caldaia a metano!

Rispondi