AIUTO CALDAIA+RADIATORE A GAS

Normativa tecnica inerente la classificazione e la certificazione energetica degli edifici, software Cened+, accreditamento tecnici, …
Rispondi
Avatar utente
kira
Messaggi: 98
Iscritto il: mar nov 21, 2006 15:53

AIUTO CALDAIA+RADIATORE A GAS

Messaggio da kira » mer feb 13, 2013 18:44

Buon giorno a tutti, sono Patrizia, chiedo scusa per la mia inesperienza in merito al comportamento da tenere sui forum e ringrazio per i suggerimenti. Mi trovo a dover redigere un ACE relativo ad un edificio residenziale, con caldaia combinata per il riscaldamento e la produzione di acs; solo in una stanza è presente un radiatore a gas autonomo, non collegato all'impianto principale.
Riassumo la linea interpretativa suggerita:
SOLUZIONE 1: se i due generatori servono il medesimo volume riscaldato, non potendo inserire due centrali termiche rispettivamente con funzionamento combinato e separato, è corretto inserire la centrale termica principale e ad indicare l'altra nelle note.
SOLUZIONE 2: L'alternativa consiste nell' inserire due centrali con generazione termica separata:
- CT1 per il riscaldamento: due generatori (con priorità); il radiatore a gas e la caldaia. Per quest'ultima verranno inseriti i dati in proporzione alla quota parte relativa al riscaldamento;
-CT2 per produzione di ACS: un generatore fittizio che simula la quota parte della caldaia combinata.
Assodato che l'ipotesi di produrre due ACE per ogni sistema edificio-impianto (cioè un ace riservato solo al bagno servito dal radiatore a gas) sarebbe, passatemi il termine, quantomeno bizzarro, chiedo il vostro aiuto per dipanare alcuni dubbi interpretativi: entrambi i generatori riscaldano volumi diversi ed hanno sistemi impiantistici separati quindi NON servono "il medesimo volume riscaldato" (secondo me tale ipotesi avrebbe ragione di esistere se per esempio alcuni locali fossero riscaldati contemporaneamente sia da radiatori individuali che da radiatori in ghisa). Quindi dovrei considerare solo l'ipotesi alternativa (soluzione 2) ma dal punto di vista operativo:
A) non credo sia corretto inserire un'unica ct per il riscaldamento relativa al radiatore a gas ed alla caldaia, in quanto gli stessi servono volumi diversi ed hanno sistemi impiantistici separati. Non sarebbe sensato invece prevedere 3 centrali termiche con generazione separata come di seguito descritte?
CT1 caldaia inserita riproporzionata secondo la quota parte del riscaldamento
CT2 radiatore a gas
CT3 caldaia inserita riproporzionata secondo la quota parte dell’acs
B) vorrei capire come poter effettivamente riproporzionare la caldaia combinata: le potenze sono quelle in riscaldamento ed in sanitario ma come ripartire gli assorbimenti e le perdite?
Vi ringrazio per l’aiuto
Ultima modifica di kira il gio feb 14, 2013 14:28, modificato 1 volta in totale.
Patty


Punta sempre alla luna, male che vada avrai vagabondato fra le stelle..

SuperP
Messaggi: 9376
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Re: AIUTO CALDAIA+RADIATORE A GAS

Messaggio da SuperP » gio feb 14, 2013 12:59

grazie kira della risposta.. ora me la stampo in pdf poi ti invito a cancellarla perchè se leggi in risposta alle email dello staff, la stessa non è divulgabile.

Io su questa questione ci ho sbattuto + volte la testa .. e mi sono confrontato varie volte con lo staff.
Dopo mille volte che hanno dati risposta negativa, forse spero anche grazie alle mie segnalazioni, vedo che lo staff (nota, senza modifiche legislative) ha cambiato idea.
Fino a ora infatti, la risposta ufficiale era "un ace per ogni impianto".. ma poi ho + volte sottolineato, anche qui, che tale definizione non fosse coerente normativamente, ne fosse un limite dovuto al cened, che tra le poche cose belle che ha (rispetto ad ec esempio) è quella di poter modellare diversi sistemi impiantistici e cetnrali termiche per unico ace.

Ne prendo atto, con immenso piacere

gfrank
Messaggi: 1238
Iscritto il: ven set 15, 2006 12:57

Re: AIUTO CALDAIA+RADIATORE A GAS

Messaggio da gfrank » gio feb 14, 2013 13:41

Concordo con le tue osservazioni.
Bisognerebbe chiedere a patty copia della risposta "ufficiale" ... :mrgreen:

SuperP
Messaggi: 9376
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Re: AIUTO CALDAIA+RADIATORE A GAS

Messaggio da SuperP » gio feb 14, 2013 13:44

gfrank ha scritto:Bisognerebbe chiedere a patrizia copia della risposta "ufficiale" ... :mrgreen:
patrizia?

gfrank
Messaggi: 1238
Iscritto il: ven set 15, 2006 12:57

Re: AIUTO CALDAIA+RADIATORE A GAS

Messaggio da gfrank » gio feb 14, 2013 13:45

Sotto al post c'e la firma "Patty"

P.S.: Ho visto la stessa domanda sul forum di Cened
Ultima modifica di gfrank il gio feb 14, 2013 13:48, modificato 1 volta in totale.

SuperP
Messaggi: 9376
Iscritto il: lun set 11, 2006 10:06

Re: AIUTO CALDAIA+RADIATORE A GAS

Messaggio da SuperP » gio feb 14, 2013 13:47

gfrank ha scritto:Sotto al post c'e la firma "Patty"
ah, io con FF non vedo le firme..

Cmq è proprio il copia incolla che NON bisogna fare.. ve lo assicuro!! :cry: :cry:
Riportare invece a parole nostre quel che ci dicono si può... insomma, possimo interpretare le loro risposte e non diffonderle.

Avatar utente
kira
Messaggi: 98
Iscritto il: mar nov 21, 2006 15:53

Re: AIUTO CALDAIA+RADIATORE A GAS

Messaggio da kira » ven feb 15, 2013 08:00

Condivido con voi le seguenti osservazioni, sperando di trovare riscontro:

1) la frase "due generatori che servono il medesimo volume riscaldato" non è da interpretarsi come "generatori che riscaldano gli stessi locali" ma in senso più esteso come "generatori facenti parte dello stesso edificio riscaldato"?

2) al termine dell'inserimento dei dati in CT appare la schermata relativa alla ripartizione delle potenze termiche ed elettriche, da utilizzare per una centrale termica che serve anche subalterni non oggetto dell’ ACE. Nel mio caso specifico potrò usufruire di tale ripartizione per inserire il volume lordo totale servito dalla singola centrale termica (quindi per la caldaia il volume dell’abitazione escluso il bagno; per il radiatore individuale il volume del bagno)

3) non posso inserire, come proposto dal CENED, una sola centrale termica per il riscaldamento con due sottosistemi di generazione (con priorità) costituiti rispettivamente dal radiatore a gas e dalla caldaia perché la ripartizione delle potenze sul volume avviene per l’intera centrale termica. Questa soluzione si configura nell’ipotesi di due generatori che riscaldano lo stesso volume e non locali diversi. Nel mio caso penso sia corretto inserire due centrali termiche per il riscaldamento (generatore fittizio riscaldamento e radiatore a gas, ognuno con sistemi impiantistici indipendenti) alle quali attribuire i rispettivi volumi riscaldati + la centrale acs rappresentata dal generatore fittizio per la produzione di acs. Il generatore fittizio riscaldamento serve l’abitazione escluso il bagno, mentre il generatore fittizio acs fornisce l’acs a tutto l’edificio.

Chiedo il vostro parere in merito alle interpretazioni sopra esposte. Rimane aperto il quesito relativo alla “scomposizione” della caldaia combinata: quale valore attribuire alle potenze termiche, elettriche ed alle perdite nella schermata del generatore fittizio riscaldamento? E quali nel generatore fittizio acs?

Grazie
Patty


Punta sempre alla luna, male che vada avrai vagabondato fra le stelle..

Avatar utente
kira
Messaggi: 98
Iscritto il: mar nov 21, 2006 15:53

Re: AIUTO CALDAIA+RADIATORE A GAS

Messaggio da kira » ven feb 15, 2013 15:52

Nessun commento? non avete mai avuto casi simili? Considerato che non è sensato procedere con due ACE ho provato a simulare le tre centrali termiche.
Nella centrale termica fittizia solo riscaldamento ho inserito i dati della caldaia combinata come potenze, rendimenti, perdite al camino ecc .Ho ripartito le potenze sul volume lordo riscaldato dell'abitazione escluso il bagno.

Nella centrale termica fittizia solo acs ho inserito un generatore a gas di tipo istantaneo C con bruciatore atmosferico, potenze assorbite dagli ausiliiari=0, rendimento assegnato dal software.Non ho applicato nessuna ripartizione in quanto la centrale fornisce acs a tutto l'edificio

Nella centrale termica radiatore a gas ho inserito un generatore ad aria calda con sua potenza ed assorbimenti, nella rispettiva ramificazione ho forzato al 100% i rendimenti ad eccezione di quello di controllo essendoci un TA on-off, nella potenza termica del sistema di emissione ho inserito la stessa potenza inserita nel sottosistema di generazione, ho lasciato vuota la casella relativa all'assorbimento del ventilatore, già considerato nel sottositema di generazione. Ho ripartito le potenze sul volume lordo riscaldato del bagno.

Non so se tale approssimazione è accettabile, in ogni caso l'EPH è più favorevole rispetto all'ipotesi di unica centrale termica combinata per tutto l'edificio (risparmio circa 325 kwh/anno)
Patty


Punta sempre alla luna, male che vada avrai vagabondato fra le stelle..

Rispondi