???Idoneità Canna Fumaria Coll. Ramificata???

Normativa per gli impianti gas, Legge 46/90, Delibera AEEG 40/04, ecc.

Moderatore: Edilclima

Rispondi
silvia
Messaggi: 184
Iscritto il: mar set 04, 2007 13:29

???Idoneità Canna Fumaria Coll. Ramificata???

Messaggio da silvia »

Ho un cliente che ha acquistato un alloggio dotato di termoautonomo con scarico fumi in canna fumaria collettiva ramificata (di circa 20/25 anni fa). Quando ne ha preso possesso, ha potuto tristemente constatare che il vecchio proprietario si è portato via la caldaia murale, forse acquistata recentemente? Il problema è che la canna fumaria collettiva, addossata a locali abitati, presenta un foro immissione fumi di scarico all'interno della cucina che presumo utilizzato per una caldaia ancor più vecchia di quella rimossa, ed un foro, dal quale si vedono bene sia il condotto primario che quello secondario, dalla parte opposta della CCR, sul terrazzo dove era stata posizionata la caldaia rimossa.
Il mio cliente deve installare una nuova caldaia murale!
Il vecchio proprietario ha inviato propria impresa edile che ha chiuso le aperture sulla CCr rilasciando addirittura Dichiarazione di tenuta!!!Secondo voi o secondo normativa specifica, una CCr può essere RATTOPPATA?
Se si, come eseguire le prove senza caldaia? (il mio cliente, qualora la CCr fosse non idonea. preferirebbe installare un generatore di tipo C). Grazie

Kalz
Messaggi: 2320
Iscritto il: gio feb 01, 2007 12:09
Località: Umbria centrale

Re: ???Idoneità Canna Fumaria Coll. Ramificata???

Messaggio da Kalz »

chiuso le aperture sulla CCr rilasciando addirittura Dichiarazione di tenuta!!!

l'impòresa edile comunque non può rilasciare una dichiarazione, dovrebbe rilasciarla l'installatore abilitato secondo il DM 37/08, dove indica tramite gli Allegati della UNI 10845/00 le prove di funzionalità idoneità. Se non sbaglio il requisito di tenuta della canna fumaria collettiva ramificata è positivia nel cas onon ci siano per tutta la lunghezza della CCR e anche dei condotti secondari crepe e fessurazioni.
Comunque se eseguite le verifiche della 10845 risulti non idonea la CCR e non ci sia nessuno condotto idoneo per essere adeguabile secondo la 10845 per un apparecchio dotato di ventilatore, verificando i regolamenti edilizi locali, assenso del condominio, uni 7129 -3, il tuo cliente può scaricare a parete secondo le casistiche del DPR 551/99.

silvia
Messaggi: 184
Iscritto il: mar set 04, 2007 13:29

Re: ???Idoneità Canna Fumaria Coll. Ramificata???

Messaggio da silvia »

Per il momento pensavo di fare una relazione nella quale indicare le problematiche e le perplessità sulla CCR, per mettere a conoscenza il condominio che è necessaria una verifica ai sensi della UNI 10845 (e quindi spese!!!), prospettando inoltre che qualora la CCR non sia idonea, il mio cliente, sia per sicurezza personale che per quella del suo installatore, intende scaricare per conto proprio (sopra copertura o a parete, anche se i regolamenti AUSL locali non lo consentono). Rimane però il fatto che una sicurezza globale il mio cliente non l'avrà mai se l'appartamento sottostante scarica in quella canna fumaria, sempre che non sia idonea.

Kalz
Messaggi: 2320
Iscritto il: gio feb 01, 2007 12:09
Località: Umbria centrale

Re: ???Idoneità Canna Fumaria Coll. Ramificata???

Messaggio da Kalz »

comunque per la CCR la responsabilità è dell'aministratore in quanto è al servizio del condominio non vorrei dire castronerie....

gfrank
Messaggi: 1238
Iscritto il: ven set 15, 2006 12:57

Re: ???Idoneità Canna Fumaria Coll. Ramificata???

Messaggio da gfrank »

Kalz ha scritto:comunque per la CCR la responsabilità è dell'aministratore in quanto è al servizio del condominio non vorrei dire castronerie....
Precisamente :P

Comunque, di primo acchito, puoi effettuare una verifica dimensionale della canna fumaria, ipotizzando il funzionamento con caldaie di tipo B a tutti i piani, magari richiedendo la documentazione all'amministratore (eventuale videoispezione - apparecchiature allacciate, le dimensioni dei condotti le puoi rilevare/valutare direttamente.
Se la verifica è positiva comunica all'amministratore che allacci la caldaia alla CFCR nel rispetto della normativa, allegando le conformità dell'installatore.
Se la verifica è negativa, comunica all'amministratore l'esito negativo, invitandolo ad effettuare i controlli della 10845, ed in base ai risultati il condominio deciderà il "da farsi".

gfrank

Rispondi